IF - comitati per l'imprenditoria femminile - http://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/

Imprenditoria femminile: "Fare impresa in quattro quadri": istruzioni per le imprenditrici della provincia di Trento. Scelta o necessità? Cresce disoccupazione al femminile

18 March 2013

Stampa

Un numero crescente di donne decide di intraprendere la strada del lavoro autonomo per scelta: incoraggiare e sostenere la creazione di piccole imprese, capaci di operare e crescere, è un obiettivo della Provincia autonoma di Trento perché rappresenta un’efficace azione per favorire lo sviluppo economico e sociale della comunità locale. Un esempio arriva da “Fare impresa in quattro quadri”, iniziativa voluta della Consigliera di parità, Eleonora Stenico, in collaborazione con l’assessore alla Convivenza e alle pari opportunità, Lia Giovanazzi Beltrami e Antonella Chiusole di Agenzia del Lavoro. Il progetto si è concretizzato in un manuale agile e di facile consultazione, dedicato alle donne che intendono aprire un’attività imprenditoriale.

“Essere donna e imprenditrice nello stesso tempo - ha sottolineato stamani durante la sua presentazione l’assessore Lia Giovanazzi Beltrami - non è più impossibile. Le donne escono dal mercato del lavoro per seguire la famiglia o prendersi carico di familiari anziani. Ma oggi, un numero sempre crescente di donne chiede anche di rientrare nel mondo del lavoro. Le assunzioni sono difficili e una risposta può venire dal lavoro autonomo. E’ per questo motivo che la Provincia ha chiesto di avviare un progetto che vuole dare risposte concrete a una domanda che vale un progetto di vita”.

“Fare impresa in quattro quadri” illustra alle aspiranti imprenditrici in modo nuovo, attraverso la formula del racconto breve, le fasi essenziali per avviare un’impresa. E’ stato scelto il numero quattro poiché esso quattro rappresenta l’archetipo del “costruttore o della costruttrice” le cui parole chiave sono: ordine, organizzazione, concretezza, tenacia.
“Avviare un’impresa, gestirla e soprattutto mantenerla attiva - spiega Antonella Chiusole di Agenzia del lavoro - è sicuramente un lavoro complesso e delicato. Questo tipo di lavoro, infatti, richiede competenze e conoscenze di diversa natura”.
L’opuscolo è di fatto il racconto dell’esperienza di due protagoniste immaginarie nel mondo delle imprese: Anna e Laura.
“C’è una reale esigenza - spiega l’assessore Beltrami - ed abbiamo bisogno di informazioni per mettere nelle condizioni donne, anche in età matura, di rientrare sul mercato del lavoro. In Trentino , l’imprenditoria femminile è ferma al 16 per cento contro il 23,5 della media nazionale”.
Sulla crisi come fattore scatenante del rientro sul mercato del lavoro da parte delle donne pone l’accento la Consigliera di parità, Eleonora Stenico: “L’incremento della disoccupazione femminile è passato dal 5,1 al 6,8 ed è maggiore di quello maschile. Alla crisi si aggiungono le dimissioni legate alla conciliazione, perché il 55 per cento delle donne lascia il lavoro per seguire la famiglia. Di fronte a questa situazione abbiamo cercato di aprire una via al lavoro autonomo ed ecco che è nata la guida orientata all’organizzazione di piccole attività in grado di stare sul mercato. L’obiettivo è di illustrare i passi essenziali per mettersi in proprio”.
L’osservatorio privilegiato sull’occupazione è Agenzia del lavoro. Secondo la dirigente Antonella Chiusole, “il problema è di orientarsi tra le varie opportunità, così comeserve rompere qualche pregiudizio culturale che rallenta la partecipazione delle donne nel lavoro autonomo”. La sfida è di illustrare anche il mondo del lavoro tipicamente al maschile, per superare la difficoltà culturale. “Sono fiduciosa circa il successo della pubblicazione - conclude Chiusole - perché già le donne utilizzano gli strumenti messi in campo da Agenzia e Appiae, quali gli interventi per l’autoimpiego e la valorizzazione di un’idea imprenditoriale”.
Rossella Maccani di Agenzia del Lavoro, è la curatrice dell’opuscolo: “Sono quattro le tappe fondamentali per avviare un’impresa: l’idea imprenditoriale; il piano d’impresa; le comunicazioni-autorizzazioni necessarie per l’avvio dell’attività; e alcuni indirizzi, riferimenti e siti cui è possibile rivolgersi o visitare per meglio orientarsi nella navigazione dell’arcipelago dell’imprenditorialità”.

E’ possibile reperire anche online “Fare impresa in quattro quadri” su www.pariopportunita.tn.it nella sezione pubblicazioni oppure su www.agenzialavoro.tn.it/agenzia/guide.


Fonte: Italiannetwork.it