Le News della Imprenditoria Femminile http://www.imprenditoriafemminile.camcom.it https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/images/logo_if.png http://www.imprenditoriafemminile.camcom.it News da www.imprenditoriafemminile.camcom.it Le News della Imprenditoria Femminile http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss http://www.imprenditoriafemminile.camcom.it <![CDATA[ Trento - 'IMPRESA DI METTERSI IN PROPRIO', il racconto di 24 imprenditrici per incentivare la nascita di nuove imprese in rosa ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2918C3S2/Trento----IMPRESA-DI-METTERSI-IN-PROPRIO---il-racconto-di-24-imprenditrici-per-incentivare-la-nascita-di-nuove-imprese-in-rosa.htm Sat, 12 Jun 2021 11:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2918C3S2/Trento----IMPRESA-DI-METTERSI-IN-PROPRIO---il-racconto-di-24-imprenditrici-per-incentivare-la-nascita-di-nuove-imprese-in-rosa.htm Per accelerare il percorso di affermazione di una cultura imprenditoriale che prescinda da stereotipi di genere, il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile ha realizzato un progetto editoriale diretto e concreto, studiato apposta per incentivare la nascita di nuove imprese guidate da donne.
“L’impresa di mettersi in proprio”, questo il titolo della pubblicazione, racconta&n ]]>
Per accelerare il percorso di affermazione di una cultura imprenditoriale che prescinda da stereotipi di genere, il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile ha realizzato un progetto editoriale diretto e concreto, studiato apposta per incentivare la nascita di nuove imprese guidate da donne.
“L’impresa di mettersi in proprio”, questo il titolo della pubblicazione, racconta la storia di ventiquattro imprenditrici e libere professioniste trentine in rappresentanza del tessuto economico locale. Sono donne forti e determinate che hanno saputo gestire in prima persona la loro vita e il loro futuro professionale, esempi di coraggio, che insegnano come affrontare le sfide, trovare le risorse, costruire le competenze per realizzare un sogno: creare e guidare la propria attività con passione e tenacia, per raggiungere obiettivi ambiziosi.
“Lo scopo di questa iniziativa editoriale – ha spiegato Claudia Gasperetti, Coordinatrice del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile di Trento – è quello di trasmettere esperienze positive che possano essere di esempio per coloro che intendono avviare un’attività economica, ma anche essere di stimolo alle giovani e ai giovani nell’età di passaggio dalle scuole medie a un nuovo ciclo formativo, quando cominciano a fare le prime ipotesi ponderate sul ‘cosa fare da grandi’.
Questa pubblicazione non è però un’azione isolata, ma rientra in un progetto più articolato, che prevede non solo la sua distribuzione presso gli istituti scolastici secondari di primo grado, ma anche l’organizzazione di incontri in classe per approfondire il tema dell’opportunità e della scelta di mettersi in gioco, affrontando il mondo del lavoro in autonomia, con l’obiettivo – ha concluso Gasperetti – di rimuovere pregiudizi di genere ancora resistenti, nonostante la realtà quotidiana richieda che certi tabù vadano definitivamente superati”.

Le imprenditrici coinvolte in questo lavoro – ha commentato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – sono ventiquattro e rappresentano alla perfezione il mondo imprenditoriale femminile della nostra provincia, ma sono sicuro che di testi come quello che è stato presentato oggi, se ne potrebbero scrivere molti di più, perché le testimonianze di successo delle imprese guidate da donne sono davvero tante e sotto gli occhi di tutti. È dunque importante sostenere la loro crescita per ragioni di equità e perché è ormai dimostrato che la loro presenza rende trasversalmente più solida e robusta la struttura del nostro sistema economico”.
Le testimoni che hanno raccontato la loro storia sono state scelte in funzione della loro appartenenza alle categorie economiche e alle libere professioni rappresentate in Consiglio camerale e sono: Annalise Aufderklamm, Katia Brida, Vea Carpi, Milena Contrini, Giulia Daldon, Claudia Dallapè, Doris Dallapiccola, Luisa De Oratis, Virginia Espen, Stefania Gaiotto, Laura Garbin, Giorgia Gentilini, Maria Teresa Lanzinger, Giorgia Lorenz, Betty Marighetto, Monica Matuella, Clara Mazzucchi, Camilla Santagiuliana, Marilena Segnana, Martina Togn, Chiara Trettel, Silvia Vianini, Fernanda Zendron, Marisa Zeni.
La pubblicazione ”L’impresa di mettersi in proprio” 

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ "Guida per un futuro sereno per aspiranti imprenditrici", la pubblicazione del CIF Bolzano ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2917C3S2/-Guida-per-un-futuro-sereno-per-aspiranti-imprenditrici---la-pubblicazione-del-CIF-Bolzano.htm Fri, 04 Jun 2021 10:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2917C3S2/-Guida-per-un-futuro-sereno-per-aspiranti-imprenditrici---la-pubblicazione-del-CIF-Bolzano.htm Il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di commercio ha pubblicato, insieme a Euregio Plus SGR Spa e Pensplan Centrum Spa, una guida che si occupa di tematiche relative alla situazione finanziaria e alla previdenza complementare per i liberi professionisti.

La brochure informativa “Guida per un futuro sereno per aspiranti imprenditrici” si rivolge soprattutto all’imprenditor ]]> Il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di commercio ha pubblicato, insieme a Euregio Plus SGR Spa e Pensplan Centrum Spa, una guida che si occupa di tematiche relative alla situazione finanziaria e alla previdenza complementare per i liberi professionisti.

La brochure informativa “Guida per un futuro sereno per aspiranti imprenditrici” si rivolge soprattutto all’imprenditoria femminile, a giovani imprenditrici nonché a studentesse, ma ovviamente può essere interessante anche per i giovani imprenditori. L’obiettivo è di offrire una panoramica generale su temi importanti come la gestione economica, i risparmi, gli investimenti e la previdenza complementare per invogliare i giovani liberi professionisti a colmare le lacune nelle loro conoscenze e a risvegliare il loro interesse per le tematiche finanziarie.

Il Presidente della Camera di commercio di Bolzano Michl Ebner sottolinea: “Sostenere l’imprenditoria femminile e i giovani imprenditori e imprenditrici è molto importante per la Camera di commercio. In questo senso la pubblicazione della guida è un passo concreto per facilitare la pianificazione finanziaria nella quotidianità imprenditoriale.”

I dati delle indagini mostrano che ci sono lacune significative in merito alle conoscenze finanziarie di base, eppure sono proprio queste le informazioni essenziali per creare una nuova impresa. Tutta la popolazione, e particolarmente anche le donne, dovrebbe quindi recuperare terreno.

“La guida prende in considerazione aspetti importanti della quotidianità imprenditoriale, concentrandosi sulla situazione finanziaria delle donne che lavorano come libere professioniste, perciò viene spiegata nel dettaglio anche la previdenza complementare. Inoltre, bisogna stimolare le giovani imprenditrici a mettersi in contatto con i servizi elencati nella guida, per poter affrontare il tema della gestione economica in maniera proattiva e consapevole”, spiega Marina Rubatscher Crazzolara, Presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile.

La brochure informativa “Guida per un futuro sereno per aspiranti imprenditrici” è un’iniziativa comune del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Bolzano, di Euregio Plus SGR Spa e di Pensplan Centrum Spa.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Camera di commercio di Bolzano, persona di riferimento Luca Filippi, tel. 0471 945 610, e-mail: luca.filippi@camcom.bz.it.

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Unioncamere - Imprese femminili: le under 35 trainano la nascita delle nuove attività ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2916C3S2/Unioncamere---Imprese-femminili--le-under-35-trainano-la-nascita-delle-nuove-attivita.htm Thu, 03 Jun 2021 11:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2916C3S2/Unioncamere---Imprese-femminili--le-under-35-trainano-la-nascita-delle-nuove-attivita.htm E’ la spinta delle giovani di meno di 35 anni a caratterizzare l’andamento della natalità delle imprese femminili nel primo trimestre. Come mostrano i dati dell’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere, rispetto alle iscrizioni registrate nei primi tre mesi del 2020, le nuove imprese fondate da under 35 aumentano dell’8,1%. Ancora molto timorose, invece, si rivela ]]> E’ la spinta delle giovani di meno di 35 anni a caratterizzare l’andamento della natalità delle imprese femminili nel primo trimestre. Come mostrano i dati dell’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere, rispetto alle iscrizioni registrate nei primi tre mesi del 2020, le nuove imprese fondate da under 35 aumentano dell’8,1%. Ancora molto timorose, invece, si rivelano le colleghe più adulte, la cui voglia di mettersi in proprio è inferiore del 2%.

Dopo la caduta delle iscrizioni complessive di nuove attività guidate da donne registrata nel corso di tutto il 2020, torna comunque a salire lievemente nel primo trimestre 2021 l’indicatore principe della vitalità imprenditoriale: 26.299 le imprese femminili nate tra gennaio e marzo scorso, contro le 26.044 dello stesso periodo di un anno fa, il dato più basso dal 2015. Sebbene ancora ben al di sotto delle performance del passato, la crescita dell’1% rispetto a gennaio-marzo 2020 segna quindi una prima svolta rispetto ai trimestri precedenti, anche se non assume ancora la robustezza degli anni passati.

In tutto questo lungo anno di pandemia, comunque, le giovani aspiranti imprenditrici si sono mostrate un po’ più resilienti delle over 35. Nel secondo e nel terzo trimestre 2020, infatti, le iscrizioni delle imprese femminili giovanili si sono ridotte in misura minore rispetto a quelle (sempre rosa) non giovanili (-38,6% contro -44,0% nel secondo trimestre, -3,7 contro -5,3% nel terzo), fino a tornare in positivo nei primi tre mesi del 2021.

Le donne, comunque, continuano a pagare un prezzo più alto degli uomini alla crisi indotta dalla pandemia. Anche nel primo trimestre di quest’anno, infatti, l’incremento percentuale delle nuove imprese guidate da donne continua ad essere ben inferiore a quello delle imprese maschili (1% a fronte del 9,5%).

A fine marzo, le imprese femminili superano il milione e 330mila, pari al 21,97% del totale del sistema produttivo nazionale. Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia le regioni in cui si concentra il maggior numero di imprese guidate da donne. Molise, Basilicata e Abruzzo quelle in cui, invece, il “peso” delle donne d’impresa è maggiore e pari a oltre un quarto del totale delle attività esistenti.

Leggi il comunicato completo di tabelle

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Ravenna - Antonella Bandoli è la nuova presidente del Comitato imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2915C3S2/Ravenna---Antonella-Bandoli-e-la-nuova-presidente-del-Comitato-imprenditoria-femminile.htm Fri, 28 May 2021 11:05:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2915C3S2/Ravenna---Antonella-Bandoli-e-la-nuova-presidente-del-Comitato-imprenditoria-femminile.htm Antonella Bandoli, imprenditrice affermata nel settore della comunicazione ed Amministratore e direttore creativo di Matitegiovanotte, impresa da sempre orientata alla innovazione, è stata eletta all'unanimità, in rappresentanza del settore industriale, presidente del Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Ravenna. Vanta un bagaglio ricco di esperienze con tappe in molte im ]]> Antonella Bandoli, imprenditrice affermata nel settore della comunicazione ed Amministratore e direttore creativo di Matitegiovanotte, impresa da sempre orientata alla innovazione, è stata eletta all'unanimità, in rappresentanza del settore industriale, presidente del Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Ravenna. Vanta un bagaglio ricco di esperienze con tappe in molte imprese italiane e multinazionali: da Nike a Cinti, da Seac a Reebok, da Fila a Mares, da Bata a
Skechers, da New Balance a Illy, fino ad arrivare a Wieden+Kennedy (NL), Hogarth e Inferno (UK e USA).
Ad affiancare Antonella Bandoli nel nuovo importante incarico sarà Elena Zannoni, eletta vice presidente in rappresentanza del settore della cooperazione.

Il Comitato della Camera di commercio di Ravenna, che resterà in carica tre anni, è stato uno dei primi ad essere costituito nel nostro Paese, fin dalla fine degli anni ’90, ed il suo ruolo è quello di sviluppare iniziative, di avanzare proposte e di tradurre, in progetti ed azioni, le aspettative e le necessità delle donne imprenditrici del territorio ravennate.

Presentando la sua agenda delle priorità (orientamento all’imprenditorialità delle giovani generazioni, anche in collaborazione con il mondo della scuola, accesso al credito, internazionalizzazione, conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, sostegno all’occupazione), la neo presidente ha sottolineato l’importanza di agire in maniera collegiale: “Ringrazio le colleghe componenti il Comitato per la fiducia che hanno voluto riservarmi – ha detto Antonella Bandoli subito dopo la sua elezione. Sono onorata di questa nomina, che ritengo sia un riconoscimento anche per le tante imprenditrici ravennati che con tenacia ed entusiasmo portano avanti, ogni giorno, la loro attività d'impresa, concretizzando un desiderio legittimo di affermazione personale. Nella nostra provincia una impresa su 5 è gestita da donne, con risultati talvolta migliori di quelli dei colleghi uomini. Il Comitato – ha concluso Bandoli – continuerà a mettere a valore questo asset con interventi concreti, diffusi e, dunque, sempre più vicini alle esigenze delle donne che fanno impresa”.

“Ad Antonella Bandoli ed al nuovo Comitato formulo i migliori auguri di buon lavoro”. Così Giorgio Guberti, commissario straordinario della Camera di commercio di Ravenna, che ha aggiunto: “Sono tante le donne ravennati che hanno avuto la capacità di trasformare fattori di svantaggio (pregiudizi e retaggi culturali) in elementi di competitività, riuscendo ad anticipare i fattori di novità del mercato. Ma siamo ancora lontani dall’obiettivo di creare una cultura del lavoro e un ambiente professionale amico delle donne, attento alle loro esigenze, capace di accogliere e valorizzare le loro capacità. Sono convinto - ha concluso Guberti - che un mercato del lavoro più giusto ed equo, che premi il merito, le idee innovative e sostenibili, sarà sicuramente aperto ai talenti femminili, alla loro capacità di trasformare quelle idee in imprese vincenti”.

In provincia di Ravenna, al 31 dicembre 2020, un’impresa su cinque è femminile. Le 7.198 imprese attive “in rosa”, infatti, incidono sul totale delle imprese attive (33.904) per il 21,2% (nel 2011 era al 20,9%).
Questi i dati diffusi dall’Osservatorio dell’economia della Camera di commercio nell’ultimo Rapporto sulla imprenditoria femminile. Il 67,8% sono imprese individuali ma risultano in consistente crescita le donne che scelgono come forma giuridica la società di capitale (+3,1%). Le attività “in rosa” si concentrano, in particolare, nei settori del Commercio (il 26,6%), dell’Agricoltura (14,2%), dei Servizi (13,6%), dell’Alloggio e ristorazione (13,1%), del Manifatturiero (6,6%) e dell’Immobiliare (6%).

Il Comitato per l’imprenditoria femminile per il triennio 2021-2024:

  • Antonella Bandoli - presidente (Industria)
  • Elena Zannoni - vice presidente (Cooperazione)
  • Alice Branzanti (Commercio)
  • Claudia Cuppi (commercio)
  • Laura Cenni (Agricoltura)
  • Stefania Malavolti (Agricoltura)
  • Anna Maria Minguzzi (Agricoltura)
  • Loredana Buscaroli (Artigianato)
  • Nicolina Cirelli (Artigianato)
  • Giulia Gallamini (Industria)
  • Corinna Armuzzi (Consumatori)
  • Daniela Brandino (Organizzazioni Sindacali)
]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Brescia - Mariaclaudia Biasca eletta Presidente del Comitato per la Promozione dell'imprenditorialità femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2914C3S2/Brescia---Mariaclaudia-Biasca-eletta-Presidente-del-Comitato-per-la-Promozione-dell-imprenditorialita-femminile.htm Wed, 26 May 2021 08:05:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2914C3S2/Brescia---Mariaclaudia-Biasca-eletta-Presidente-del-Comitato-per-la-Promozione-dell-imprenditorialita-femminile.htm Mariaclaudia Biasca, imprenditrice nel settore cultura, turismo, didattica, è la nuova Presidente del “Comitato per la promozione dell’Imprenditorialità Femminile” (CIF) istituito presso la Camera di commercio di Brescia per il triennio 2021 - 2024. E' questo l'esito della votazione svolta nell'ultima seduta del Comitato, composto da dieci imprenditrici designate dalle associazioni di categoria in ]]> Mariaclaudia Biasca, imprenditrice nel settore cultura, turismo, didattica, è la nuova Presidente del “Comitato per la promozione dell’Imprenditorialità Femminile” (CIF) istituito presso la Camera di commercio di Brescia per il triennio 2021 - 2024. E' questo l'esito della votazione svolta nell'ultima seduta del Comitato, composto da dieci imprenditrici designate dalle associazioni di categoria in rappresentanza dei diversi settori economici, più una rappresentante delle organizzazioni sindacali e dei consumatori.

Vice Presidenti sono state nominate Elena Pagani, imprenditrice del settore comunicazione, e Rosangela Donzelli, del settore cooperazione.

Istituiti presso le Camere di Commercio in attuazione del protocollo d'Intesa sottoscritto tra il Ministero dell'Industria e Unioncamere, i “Comitati per la Promozione dell'Imprenditorialità Femminile” hanno come obiettivo la promozione di iniziative per lo sviluppo e la qualificazione della presenza delle donne nel mondo dell'imprenditoria, anche attraverso attività di monitoraggio e rimozione degli ostacoli che le donne maggiormente incontrano nel fare impresa.

Il programma di attività del Comitato per il prossimo triennio verrà sviluppato in stretto collegamento con le attività programmate e avviate dalla Camera di Brescia nel campo della digitalizzazione, sostenibilità ambientale, collegamento scuola - lavoro, avvio di impresa, con l'obiettivo di favorire la parità di genere nel mondo economico e tra le imprese del territorio.

L'impegno della nuova Presidente è quello di concentrare particolare attenzione alle problematiche economiche conseguenti la pandemia, con particolare riguardo ai settori del turismo e cultura, tra i più colpiti dalla crisi economica.

Composizione del “Comitato per la promozione dell’Imprenditorialità Femminile” (CIF) presso la Camera di commercio di Brescia per il triennio 2021-2024:

  • Mariaclaudia Biasca Commercio e Servizi - Presidente
  • Elena Pagani Industria - Vice Presidente
  • Rosangela Donzelli Cooperazione - Vice Presidente
  • Emanuela Colosio Industria
  • Serena Schiavo Commercio e Servizi
  • Maria Angela Colosio Artigianato
  • Lucia Buizza Artigianato
  • Nadia Turelli Agricoltura
  • Francesca Vimercati Agricoltura
  • Maria Rosa Loda Organizzazioni Sindacali, Associazioni Consumatori e Liberi Professionisti

E' stato inoltre deliberato di nominare quale componente suppletivo con diritto di voto del Comitato per la promozione dell'imprenditorialità femminile in rappresentanza del settore costruzioni Chiara Scalvini.

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Sondrio - Ricostituito il comitato per l'imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2913C3S2/Sondrio---Ricostituito-il-comitato-per-l-imprenditoria-femminile.htm Wed, 19 May 2021 13:05:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2913C3S2/Sondrio---Ricostituito-il-comitato-per-l-imprenditoria-femminile.htm Si è insediato il Comitato per l’Imprenditoria Femminile, organismo costituito dalla Camera di commercio per sostenere ed accompagnare l’individuazione di politiche e la realizzazione di progetti finalizzati ad aumentare la partecipazione femminile all’attività d’impresa e, in generale, al mondo del lavoro.
Fanno parte del Comitato, insieme alla Presidente Loretta Credaro e a Anna ]]>
Si è insediato il Comitato per l’Imprenditoria Femminile, organismo costituito dalla Camera di commercio per sostenere ed accompagnare l’individuazione di politiche e la realizzazione di progetti finalizzati ad aumentare la partecipazione femminile all’attività d’impresa e, in generale, al mondo del lavoro.
Fanno parte del Comitato, insieme alla Presidente Loretta Credaro e a Annalisa Rainoldi, consigliere camerale, 7 componenti in rappresentanza delle categorie imprenditoriali, insieme ad una rappresentante designata dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori e alla rappresentante dei Liberi professionisti e con invitata permanente la Consigliera di Pari Opportunità della provincia di Sondrio.
Questa la composizione del Comitato, il cui mandato coincide con quello del Consiglio camerale:

  • Loretta Credaro, Presidente della Camera di Commercio;
  • Annalisa Rainoldi, consigliere della Camera di Commercio;
  • Ilaria Sertorelli per l’industria, designata da Confindustria Lecco-Sondrio;
  • Nicoletta Scieghi per l’artigianato, designata da Confartigianato Imprese Sondrio;
  • Gemma Greco per i lavoratori, designata congiuntamente da CGIL, CISL e UIL;
  • Gabriella Bersani per l’agricoltura, designata da Coldiretti Sondrio;
  • Lara Rovaris per Commercio, Turismo e Servizi, designata da Confcommercio Sondrio
  • Giulia Saligari per i Trasporti, designata da Confcommercio Sondrio;
  • Isabella Pelizzati Perego per il credito, designata da ABI;
  • Mascia Grippa per la cooperazione, designata da Confcooperative;
  • Laura Lanzini in rappresentanza dei Liberi Professionisti, designata dalla Consulta dei Liberi Professionisti;
  • Eva Maria Redaelli, Consigliera di Pari Opportunità della Provincia di Sondrio.


La costituzione dei Comitati per l’Imprenditoria Femminile presso le Camere di Commercio ha preso avvio nel 1999 sulla base di un Protocollo d’intesa tra l’allora Ministero delle Attività Produttive e Unioncamere, poi aggiornato nel 2003.
Il Comitato ha il compito di formulare proposte nell’ambito delle attività camerali per lo sviluppo e la qualificazione delle donne nel mondo dell’imprenditoria, promuovere indagini conoscitive, iniziative per lo sviluppo dell’imprenditoria, attivare azioni per facilitare l’accesso al credito, costruire relazioni con il mondo dell’istruzione e della formazione e coinvolgere gli stakeholder locali nella promozione delle pari opportunità e delle politiche di genere.
Lo stato attuale di diffusione dell’imprenditorialità femminile fa di Sondrio la provincia lombarda con il maggior numero di imprese femminili, con 3278 imprese attive, pari al 24% del totale, presenti in tutti i settori, con prevalenza nelle attività agricole (22%), commercio (22%), alloggio e ristorazione (20) e servizi alla persona (13%).
La seduta di insediamento ha registrato la partecipazione di Tiziana Pompei, vice segretario generale Dirigente Relazioni Istituzionali e parlamentari di Unioncamere che ha svolto un’ampia panoramica sulle iniziative intraprese all’interno del sistema camerale sul tema del sostegno alle imprese femminili.
La ricostituzione del Comitato per l’Imprenditoria Femminile -commenta la Presidente Loretta Credaro - è una buona notizia e auspico che la sua attività possa costituire un concreto strumento di intervento a favore di un settore della nostra imprenditoria che, purtroppo, è fra quelli messi più in difficoltà dalla pandemia, valorizzando le previsioni e le disponibilità che saranno messe in campo dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Pisa - Valeria Di Bartolomeo eletta Presidente Comitato di Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2912C3S2/Pisa---Valeria-Di-Bartolomeo-eletta-Presidente-Comitato-di-Imprenditoria-Femminile.htm Fri, 30 Apr 2021 11:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2912C3S2/Pisa---Valeria-Di-Bartolomeo-eletta-Presidente-Comitato-di-Imprenditoria-Femminile.htm Si è insediato il Comitato di imprenditoria femminile della Camera di commercio di Pisa per il periodo 2021-2024. Nella prima seduta le undici componenti hanno provveduto ad eleggere il Presidente Valeria Di Bartolomeo e le due Vice Presidenti Ivana Cerato e Alessandra Bonini. Il comitato è composto da 11 donne in rappresentanza delle associazioni di impresa e delle organizzazioni sindacali della provincia ]]> Si è insediato il Comitato di imprenditoria femminile della Camera di commercio di Pisa per il periodo 2021-2024. Nella prima seduta le undici componenti hanno provveduto ad eleggere il Presidente Valeria Di Bartolomeo e le due Vice Presidenti Ivana Cerato e Alessandra Bonini. Il comitato è composto da 11 donne in rappresentanza delle associazioni di impresa e delle organizzazioni sindacali della provincia di Pisa che nelle scorse settimane hanno provveduto alla loro designazione.
La neo Presidente Valeria Di Bartolomeo è nata a Pescara nel 1972 ed è arrivata a Pisa per studiare all'Università dove si è laureata in Matematica. Nel 1997, insieme al marito Fabio Calabrese, fonda l'azienda di telecomunicazioni Devitalia, di cui è tuttora vicepresidente. Di Bartolomeo è stata Presidente del Consiglio Cittadino Delle Pari Opportunità del Comune di Pisa durante la consiliatura 2013-2018 e tuttora è presidente del Gruppo Terziario donna di Confcommercio Provincia di Pisa.

Il commento di Valeria Di Bartolomeo Presidente del Comitato di imprenditoria femminile della Camera di commercio di Pisa “Da quando ho cominciato a fare imprenditoria ho cercato di partecipare alle attività sul territorio che valorizzassero l'imprenditoria femminile. Oggi più che mai ne abbiamo bisogno, in un momento storico che vede le aziende a conduzione femminile addirittura più colpite di quelle guidate dagli uomini. Spero quindi di dare un contributo in termini di sensibilità e propositività.”

Il Comitato, istituito con delibera del Commissario Straordinario della Camera di commercio di Pisa Valter Tamburini, persegue gli obiettivi del Protocollo d’intesa firmato già dal 4 marzo 2003 tra Ministero delle Attività Produttive e Unioncamere. Con tale protocollo, si vuol consentire all’imprenditoria femminile di farsi portavoce di istanze ed idee nell’ambito della programmazione delle attività camerali, promuovere indagini conoscitive sui problemi che ostacolano l’accesso delle donne nel mondo del lavoro e dell’imprenditoria e promuovere più in generale iniziative per il loro sviluppo.
Il comitato assume, in questo periodo storico, di una particolare rilevanza in considerazione della rinnovata centralità dell’imprenditoria femminile nel Piano nazionale resilienza e ripartenza. Nella Missione 5, è infatti presente uno specifico investimento (circa 400milioni di euro) per sostenere l’imprenditorialità femminile.

In provincia di Pisa il numero delle imprese a conduzione femminile (imprese partecipate in prevalenza da donne) a fine 2020 si assesta a quota 9.634, con una incidenza percentuale sul totale che tocca il 22,1% delle imprese complessivamente presenti in provincia. Considerando il tasso di femminilizzazione, ovvero l’incidenza percentuale delle imprese femminili nei diversi comparti, la presenza femminile è nettamente maggioritaria nei servizi alla persona (66,2%), assistenza sociale non residenziale (61,4%) ed è comunque consistente nelle confezioni (38,1%) e nei servizi di alloggio (36,6%).

Le donne titolari, socie, amministratrici, revisori dei conti, ecc. di tutte le imprese della provincia di Pisa a fine 2020 sono 18.773, corrispondente al 28% del complesso delle persone che rivestono una carica in un’impresa con sede in provincia.
Comitato di imprenditoria femminile per il periodo 2021-2024:

Valeria Di Bartolomeo – Presidente (Confcommercio Provincia di Pisa)
Ivana Cerato – Vice Presidente (CNA Pisa)
Alessandra Bonini –Vice Presidente (Confesercenti Toscana Nord):
Giuseppina Balzano (Confartigianato Imprese Pisa)
Claudia Del Duca (Confederazione Italiana Agricoltori Provincia di Pisa)
Cristina Martelli (Camera di Commercio di Pisa)
Rosanna Matteoli (Legacoop Pisa)
Maria Gabriella Oleotti (Confapi Pisa)
Ombretta Pieracci (CGIL Pisa)
Ginevra Venerosi Pesciolini (Unione Provinciale degli Agricoltori di Pisa)
Arabella Ventura (Unione Industriale Pisana)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Pistoia - Prato: Patrizia Elisabetta Benelli è la nuova presidente del Comitato imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2911C3S2/Pistoia---Prato--Patrizia-Elisabetta-Benelli-e-la-nuova-presidente-del-Comitato-imprenditoria-femminile.htm Thu, 29 Apr 2021 11:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2911C3S2/Pistoia---Prato--Patrizia-Elisabetta-Benelli-e-la-nuova-presidente-del-Comitato-imprenditoria-femminile.htm È Patrizia Elisabetta Benelli la nuova presidente del Comitato per l’Imprenditoria Femminile (CIF) della Camera di commercio di Pistoia-Prato.
Un’imprenditrice decisa, da più di quaranta anni lavora nel settore dei servizi alle imprese come export manager, che per il prossimo triennio guiderà il nuovo Comitato.
Il Comitato nasce per sostenere l’imprenditoria femminile, f ]]> È Patrizia Elisabetta Benelli la nuova presidente del Comitato per l’Imprenditoria Femminile (CIF) della Camera di commercio di Pistoia-Prato.
Un’imprenditrice decisa, da più di quaranta anni lavora nel settore dei servizi alle imprese come export manager, che per il prossimo triennio guiderà il nuovo Comitato.
Il Comitato nasce per sostenere l’imprenditoria femminile, favorire la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili e contribuire, in questo modo, alla crescita e all’aumento della competitività dei sistemi produttivi locali, creare sinergie con altri enti e/o istituzioni del territorio, nonché valorizzare le realtà femminili esistenti attraverso il rafforzamento della posizione delle donne nelle imprese e la qualificazione delle donne imprenditrici.
“Il Comitato per l’Imprenditoria Femminile è importante per tutto il territorio. – commenta Patrizia Benelli - Credo che ci siano molte cose che possiamo fare per aiutare le donne. Nel mio piccolo, insieme alle componenti del Comitato, vorrei riuscire a dare un taglio pratico a quelli che sono gli obiettivi del comitato stesso. Raccogliere le impressioni di quello che le donne hanno bisogno per poi trasformarle in azioni concrete”.
L’imprenditoria femminile rappresenta un fenomeno importante su entrambi i territori di Prato e Pistoia. A fine 2020 sono 7.312 le imprese attive condotte da donne nella provincia di Prato, un quarto del totale, e nella provincia di Pistoia le 6.356 imprese femminili attive rappresentano il 22,8 per cento del tessuto imprenditoriale.
Del comitato fanno parte: Stefania Bartoli (settore Credito e Assicurazioni), Patrizia Elisabetta Benelli (per il Consiglio camerale), Daniela Daniele (settore Agricoltura), Patrizia Danise (organizzazioni dei lavoratori), Jessica Ferri (settore Servizi alle Imprese), Roberta Innocenti (settore Commercio), Rosanna Matteoli (settore Cooperazione), Antioca Donatella Moica (per il Consiglio camerale), Patrizia Rosati (settore Industria), Debora Spagnesi (settore Artigianato) e
Paola Vignolini (settore Turismo).
]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Presentazione indagine 'L'imprenditoria femminile nell'area Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2910C3S2/Presentazione-indagine--L-imprenditoria-femminile-nell-area-Euregio-Tirolo-Alto-Adige-Trentino-.htm Wed, 28 Apr 2021 15:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2910C3S2/Presentazione-indagine--L-imprenditoria-femminile-nell-area-Euregio-Tirolo-Alto-Adige-Trentino-.htm Il 4 maggio alle ore 10.00 si terrà la presentazione dell’indagine pubblicata e coordinata dal GECT “Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino”, realizzata dall’Università degli studi di Trento e promossa dai Comitati per la promozione dell’imprenditoria femminile di Trento, Bolzano e Land Tirol.

Interverranno i Presidenti degli Enti camerali dell’Euregio, le Presidenti dei Com ]]> Il 4 maggio alle ore 10.00 si terrà la presentazione dell’indagine pubblicata e coordinata dal GECT “Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino”, realizzata dall’Università degli studi di Trento e promossa dai Comitati per la promozione dell’imprenditoria femminile di Trento, Bolzano e Land Tirol.

Interverranno i Presidenti degli Enti camerali dell’Euregio, le Presidenti dei Comitati per la promozione dell’imprenditoria femminile di Titolo, Alto Adige e Trentino e la Coordinatrice del gruppo di ricerca dell’Università degli studi di Trento che ha curato l’indagine.

L'evento si svolgerà in parte in lingua tedesca e in parte in lingua italiana. Non è prevista la traduzione simultanea e non è necessario registrarsi.

Link di collegamento per partecipare all'evento: https://us02web.zoom.us/j/81665226631?pwd=b1VxTUl4RFA1elgzMllpazlOSkRDUT09

Meeting-ID: 816 6522 6631

Kenncode: 170025

 

L’invito con il programma

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Como-Lecco: Antonella Mazzoccato eletta presidente del CIF ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2909C3S2/Como-Lecco--Antonella-Mazzoccato-eletta-presidente-del-CIF.htm Fri, 16 Apr 2021 12:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2909C3S2/Como-Lecco--Antonella-Mazzoccato-eletta-presidente-del-CIF.htm Si è insediato il 13 aprile il Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Como-Lecco, istituito dalla Giunta camerale lo scorso 8 marzo.

Nel corso della seduta Antonella Mazzoccato e Laura Bianchi sono state rispettivamente elette presidente e vicepresidente.

Il Comitato ha finalità di promozione e valorizzazione dell’imprenditoria femminile e diffusione della cultura ]]> Si è insediato il 13 aprile il Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Como-Lecco, istituito dalla Giunta camerale lo scorso 8 marzo.

Nel corso della seduta Antonella Mazzoccato e Laura Bianchi sono state rispettivamente elette presidente e vicepresidente.

Il Comitato ha finalità di promozione e valorizzazione dell’imprenditoria femminile e diffusione della cultura d’impresa tra le donne ed è così composto:

Adele Balloni
Marina Bernasconi
Gloria Bianchi
Laura Bianchi - VICEPRESIDENTE
Ilaria Bonacina
Annalisa Caron
Debora Cartolano
Giada Giardelli
Gaetana Mariani
Antonella Mazzoccato - PRESIDENTE
Mara Merlo
Raffaella Puricelli
Laura Sanvito
Maria Teresa Tagliabue
Mariangela Tentori

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Torino - Seminario sulle molestie e discriminazioni di genere sui luoghi di lavoro ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2908C3S2/Torino---Seminario-sulle-molestie-e-discriminazioni-di-genere-sui-luoghi-di-lavoro.htm Tue, 13 Apr 2021 17:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2908C3S2/Torino---Seminario-sulle-molestie-e-discriminazioni-di-genere-sui-luoghi-di-lavoro.htm Il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile di Torino organizza il secondo appuntamento sui temi della violenza contro le donne. Il webinar ha l'obiettivo di esaminare il fenomeno delle molestie e discriminazioni di genere sui luoghi di lavoro, valutando i dati e la normativa vigente, e di presentare i servizi che possono aiutare le donne a prevenire ed affrontare tali fenomeni.

Il Progetto Panchine rosse ]]> Il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile di Torino organizza il secondo appuntamento sui temi della violenza contro le donne. Il webinar ha l'obiettivo di esaminare il fenomeno delle molestie e discriminazioni di genere sui luoghi di lavoro, valutando i dati e la normativa vigente, e di presentare i servizi che possono aiutare le donne a prevenire ed affrontare tali fenomeni.

Il Progetto Panchine rosse della Camera di commercio di Torino e le azioni del Comitato per la promozione dell'Imprenditoria Femminile

Cristina Tumiatti, Presidente del Comitato per la promozione dell'Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Torino

Il D. Lgs 81/2008 sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e la prevenzione delle molestie e discriminazioni 
Chiara Breschi, Comitato Unico di garanzia INAIL

Presentazione della relazione attività 2020
Gabriella Boeri, Past Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Torino

Proposte di miglioramento sulla prevenzione delle molestie e discriminazioni
Michela Quagliano, Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Torino

Il fondo regionale di assistenza alle donne vittime di molestie e discriminazione di genere
Cesarina Manassero, Presidente del Comitato di Parità del Consiglio dell’Ordine degli avvocati

Come prevenire le discriminazioni di genere sui luoghi di lavoro
Ornella Petillo, Segretario Confederale UGL - Unione Generale del Lavoro

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Chieti - Pescara: Webinar su finanza agevolata e Fondo Centrale di Garanzia per PMI abruzzesi a conduzione femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2907C3S2/Chieti---Pescara--Webinar-su-finanza-agevolata-e-Fondo-Centrale-di-Garanzia-per-PMI-abruzzesi-a-conduzione-femminile.htm Tue, 13 Apr 2021 13:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2907C3S2/Chieti---Pescara--Webinar-su-finanza-agevolata-e-Fondo-Centrale-di-Garanzia-per-PMI-abruzzesi-a-conduzione-femminile.htm In Italia, come nel resto d'Europa, le donne imprenditrici chiedono soprattutto 4 tipologie di intervento:

  • formazione e sostegno per cogliere la sfida del digitale;
  • misure di supporto mirate alle loro esigenze;
  • maggiore attenzione all'occupazione femminile;
  • adozione di misure che non rendano vani gli sforzi compiuti durante la pandemia ma assicurino una trasformazione ]]> In Italia, come nel resto d'Europa, le donne imprenditrici chiedono soprattutto 4 tipologie di intervento:

    • formazione e sostegno per cogliere la sfida del digitale;
    • misure di supporto mirate alle loro esigenze;
    • maggiore attenzione all'occupazione femminile;
    • adozione di misure che non rendano vani gli sforzi compiuti durante la pandemia ma assicurino una trasformazione duratura del business.

    La Giunta camerale di Chieti - Pescara, in risposta a queste esigenze, ha appena adottato il programma per l'imprenditoria femminile per l'anno (2021).

    Tra le prime iniziative, un webinar di formazione gratuito, mercoledì 21 aprile alle ore 10:30, in collaborazione con il Gruppo CRIF.
    CRIF è un’azienda globale specializzata in sistemi di informazioni creditizie e di business information, analytics, servizi di outsourcing e processing nonché avanzate soluzioni in ambito digitale per lo sviluppo del business e l’open banking. Fondata a Bologna nel 1988, opera in quattro continenti-

    Specializzata in sistemi di informazioni creditizie (SIC), business information e soluzioni per la gestione del credito, CRIF offre a banche, società finanziarie, confidi, assicurazioni, società di telecomunicazioni, utilities e imprese un supporto qualificato in ogni fase della relazione con il cliente. Dalla pianificazione delle strategie di sviluppo all’acquisizione, fino alla gestione del proprio portafoglio e degli eventuali crediti insoluti. Con l’innovazione alla base del loro costante sviluppo, le soluzioni CRIF consentono di anticipare l’evoluzione dei mercati, di migliorare le performance di business, di ridurre i rischi di credito e commerciali, di prevenire le frodi e di ottimizzare i propri processi contenendo i costi.

    Oggi oltre 10.500 banche e società finanziarie, 1.000 assicurazioni, 82.000 imprese e 1.000.000 di consumatori nel mondo utilizzano i servizi CRIF in 50 Paesi.

    Maggiori informazioni: https://www.chpe.camcom.it/archivio3_eventi-in-agenda_0_81.html

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it ) <![CDATA[ Tavola Rotonda dell'Iniziativa Adriatico Ionica sulle Pari Opportunità ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2906C3S2/Tavola-Rotonda-dell-Iniziativa-Adriatico-Ionica-sulle-Pari-Opportunita.htm Sun, 21 Mar 2021 21:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2906C3S2/Tavola-Rotonda-dell-Iniziativa-Adriatico-Ionica-sulle-Pari-Opportunita.htm Il 24 marzo dalle 10.00 alle 12.00 si svolgerà la Tavola Rotonda dell'Iniziativa Adriatico Ionica sulle Pari Opportunità, organizzata dalla Presidenza di turno Slovena della Strategia Europea per la Regione Adriatico Ionica e in particolare dall'Ambasciatore Milan Jazbec del Ministero degli Affari esteri e dall'Ambasciatore Fabio Pigliapoco.
    La Tavola Rotonda dell'Iniziativa Adriatico Ionica verter&agra ]]>
    Il 24 marzo dalle 10.00 alle 12.00 si svolgerà la Tavola Rotonda dell'Iniziativa Adriatico Ionica sulle Pari Opportunità, organizzata dalla Presidenza di turno Slovena della Strategia Europea per la Regione Adriatico Ionica e in particolare dall'Ambasciatore Milan Jazbec del Ministero degli Affari esteri e dall'Ambasciatore Fabio Pigliapoco.
    La Tavola Rotonda dell'Iniziativa Adriatico Ionica verterà su due Sessioni: la prima sulle Pari Opportunità nella Pubblica Amministrazione e la seconda sul Business.
    Il vicesegretario generale di Unioncamere Tiziana Pompei parteciperà alla prima sessione con i dati dell'imprenditoria femminile (con andamento prima della pandemia causata dall'emergenza sanitaria da Covid 19 e durante) e la presentazione dell' esperienza italiana della rete dei Comitati dell'Imprenditoria Femminile, anche in vista  delle opportunità che potranno essere riservate alle imprese femminili nel Recovery Fund.

    Programma
    P
    er registrarsi

     

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Milano - Il Comitato Imprenditoria Femminile alla 'Digital Week' con Focus sulle donne ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2905C3S2/Milano---Il-Comitato-Imprenditoria-Femminile-alla--Digital-Week--con-Focus-sulle-donne.htm Wed, 17 Mar 2021 13:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2905C3S2/Milano---Il-Comitato-Imprenditoria-Femminile-alla--Digital-Week--con-Focus-sulle-donne.htm Una giornata organizzata da Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi in occasione della Digital Week, la manifestazione promossa dal Comune di Milano, Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici. Il ruolo delle donne nei settori a più alto contenuto tecnologico; il turismo come leva di rigenerazione territoriale; il marketing digitale; l’export e, infine, le soluzioni innovative delle startup e delle imprese ]]> Una giornata organizzata da Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi in occasione della Digital Week, la manifestazione promossa dal Comune di Milano, Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici. Il ruolo delle donne nei settori a più alto contenuto tecnologico; il turismo come leva di rigenerazione territoriale; il marketing digitale; l’export e, infine, le soluzioni innovative delle startup e delle imprese per i settori retail, delivery, marketing digitale e turismo. Cinque eventi in live streaming, per far conoscere e valorizzare le realtà imprenditoriali che stanno trasformando il “fare impresa” attraverso il digitale, contribuendo a rendere Milano e il suo territorio sempre più avanzato e sostenibile

    Giovedì 18 marzo 2021 alle ore 10 a Palazzo Giureconsulti  (Iscrizioni), apertura con i saluti ai partecipanti di Elena Vasco, Segretario Generale Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi e Roberta Cocco, Assessora a Trasformazione Digitale e Servizi Civici Comune di Milano.

    Focus sulle donne dalle ore 10, sul tema: “Donne dal futuro per una città equa e sostenibile”. Si tratta di un momento di confronto tra i principali player al femminile attivi nei settori a più alto contenuto tecnologico per discutere le opportunità che il mondo digitale offre alle donne. A cura del Comitato Imprenditoria femminile. Partecipano: Paola Generali, Consigliere Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sul tema donne al digitale: le competenze femminili nel mondo 4.0, Marco Frey, Presidente Fondazione Global Compact Italia (tbc) sul ruolo dell’economia circolare nella città di domani, Elena Ferrari, Esperta STEM settore Informatico – Università dell’Insubria su #100esperte Informatica e città del futuro, le competenze avanzate per l’empowerment femminile. Con la testimonianza di impresa di Lucia Dal Negro, Founder & CEO, De-LAB Spazi di inclusione sociale: confini, progettazione ed impatti.

    Segue il Focus turismo alle ore 11 e 30, sul caso di Milano&Partners e di WeChat.  Il tem è: “Innovazione, sostenibilità, inclusività: il turismo come leva di rigenerazione territoriale” (Link per le Iscrizioni).

    Relatori: Sara Coletti, Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sul Piano Turismo 2021: accompagnare il rilancio, Luca Martinazzoli, Milano&Partners sulle Sfide, opportunità strumenti per farsi trovare pronti nella “nuova normalità”, Enrico Plateo, Tencent Focus, sul caso WeChat, Stefano Soglia, Consulente e docente di marketing turistico sul prossimo Futuro sui nuovi trend della domanda turistica. Testimonianza di impresa di Doni Hotels, Camilla Doni Promozione digitale della filiera alberghiera attraverso i social networks. Focus su LinkedIN Italy Hidden Experiences, con Carlotta Busatta & Eleonora Zanon su diversificazione dell’offerta e proposte innovative dell’intermediazione turistica multicanale

    Alle ore 14 Focus digitale: “PID Eccellenze Digitali | TTT: Tools, Tips & Tricks per il digital marketing della tua azienda” (Iscrizioni). Una panoramica su “strumenti, consigli e astuzie” utili per il digital marketing aziendale, con un occhio al cambiamento causato dall’emergenza sanitaria e al “bagaglio di digitalizzazione” che ha prodotto.Partecipano: Barbara Borsani – Area Progetti per il sistema camerale – Formaper, Chiara Bressa – Digital Promoter per il Punto Impresa Digitale della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi. Testimonianze di impresa: Enrico Giacobbi – EGC Cycles, Alessandro Terranegra – Donkey Commerce.

    Alle ore 15 Focus export: “PID DIGIT EXPORT: innovazione, creatività e social per l’export” (Iscrizioni) sul  caso Taitù Milano, luxury brand del tableware, che fa export anche grazie alle istituzioni. Come destreggiarsi tra social media ed e-commerce, declinati su mercati diversi? Cosa succede in azienda quando si spinge sull’acceleratore del digitale? Ne parlano Rita Bonucchi, esperta di Digital Marketing ed Export Strategist, Owner & CEO di Bonucchi e associati srl, Fulvio Lanzone, Direttore Commerciale Taitù Milano.

    Alle ore 16 Tavolo Giovani #digitalexperiences. sulle soluzioni innovative delle startup e delle imprese per i settori retail, delivery, marketing digitale e turismo (Iscrizioni).

    L’appuntamento di Tavolo Giovani #DigitalExperiences – Le soluzioni delle startup e delle imprese innovative per i settori retail, delivery, marketing digitale e turismo è organizzato dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi nell’ambito della Milano Digital Week. Nel corso della pitch session verrà dato spazio alle startup e alle imprese innovative selezionate al termine della “Call for solutions: innovazioni per l’economia di prossimità”, promossa dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: i partecipanti presentano le proprie soluzioni in ambito e-commerce, delivery, tracciabilità, gestione flusso clienti, marketing digitale, turismo ed entertainment.

    Durante l’incontro di networking, le startup e le imprese innovative si confronteranno e risponderanno ai quesiti di una platea di aziende, esperti, investitori ed ecosistema startup.

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Verona - Rinnovato Comitato Imprenditoria Femminile. Roberta Girelli presidente ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2904C3S2/Verona---Rinnovato-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Roberta-Girelli-presidente.htm Tue, 16 Mar 2021 10:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2904C3S2/Verona---Rinnovato-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Roberta-Girelli-presidente.htm Con deliberazione di Giunta Camerale n. 12 del 1 febbraio 2021, è stato disposto il rinnovo del Comitato per la  Promozione dell'Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio di Verona per il triennio 2021-2023. La composizione del Comitato è stata successivamente integrata in data 25 febbraio 2021 con deliberazione di Giunta Camerale n. 25.

    Le Componenti del Comitato sono diretta espressione ]]> Con deliberazione di Giunta Camerale n. 12 del 1 febbraio 2021, è stato disposto il rinnovo del Comitato per la  Promozione dell'Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio di Verona per il triennio 2021-2023. La composizione del Comitato è stata successivamente integrata in data 25 febbraio 2021 con deliberazione di Giunta Camerale n. 25.

    Le Componenti del Comitato sono diretta espressione delle associazioni di categoria e delle organizzazioni dei lavoratori.

    In occasione della prima seduta del Comitato in data 15 febbraio 2021 si è proceduto alla nomina della Presidente e della Vicepresidente per il triennio 2021-2023.

    PRESIDENTE - Girelli Roberta, in rappresentanza del settore Commercio (Confcommercio)

    VICEPRESIDENTE - Scavini Marina, in rappresentanza del settore Industria (Associazione Piccole e Medie Imprese/Confindustria)

    Balasso Caterina, in rappresentanza del settore Artigianato (Assoimprese)

    Bonfante Ester, in rappresentanza del settore Artigianato (Casartigiani)

    Campion Damiana in rappresentanza del settore Industria (Confindustria)

    Dal Degan Erica, in rappresentanza del settore Cooperazione (Confcooperative)

    Di Leo Patrizia in rappresentanza del settore Commercio (Confesercenti)

    Favero Elena, in rappresentanza del settore Artigianato (Confartigianato)

    Frazza Beatrice, in rappresentanza del settore Credito e Assicurazioni (ABI/ANIA)

    Marinelli Francesca, in rappresentanza del settore Agricoltura (Confagricoltura)

    Multari Monica, in rappresentanza delle Associazioni di tutela dei consumatori (Associazione Movimento Consumatori)

    Reale Valeria, in rappresentanza del settore delle Libere Professioni (Ordini Professionali)

    Recchia Chiara, in rappresentanza del settore Agricoltura (Coldiretti)

    Tieni Micol, in rappresentanza del settore Industria (Confindustria/ANCE)

    Tornieri Francesca,  in rappresentanza delle Organizzazioni Sindacali (CGIL)

    Zamboni Paola, in rappresentanza delle Organizzazioni Sindacali (CISL)

     

    Acerbi Luisella  - Responsabile del Servizio Promozione e Sviluppo della C.C.I.A.A.- Segretario

    Goffredo Elisa - Ufficio Turismo e Cultura della C.C.I.A.A. - Segreteria

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Imprenditrici e sfida imposta da pandemia COVID 19. Risultati sondaggio Eurochambres ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2903C3S2/Imprenditrici-e-sfida-imposta-da-pandemia-COVID-19--Risultati-sondaggio-Eurochambres.htm Thu, 11 Mar 2021 09:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2903C3S2/Imprenditrici-e-sfida-imposta-da-pandemia-COVID-19--Risultati-sondaggio-Eurochambres.htm Eurochambres Women Network (il coordinamento permanente presso l’associazione delle Camere di commercio europee dedicato all’imprenditoria femminile) ha promosso un sondaggio in 20 Paesi del Vecchio Continente, al quale ha contribuito anche Unioncamere con il supporto della rete dei Comitati per l’imprenditorialità femminile delle Camere di commercio.Il sondaggio era incentrato sull'impatto del COVID.
    Il ]]>
    Eurochambres Women Network (il coordinamento permanente presso l’associazione delle Camere di commercio europee dedicato all’imprenditoria femminile) ha promosso un sondaggio in 20 Paesi del Vecchio Continente, al quale ha contribuito anche Unioncamere con il supporto della rete dei Comitati per l’imprenditorialità femminile delle Camere di commercio.Il sondaggio era incentrato sull'impatto del COVID.
    Il report (in inglese) dal titolo “Women entrepreneurship and the pandemic: challenges and solutions 1 year on” con i risultati delle oltre 500 imprenditrici che hanno risposto al questionario. Questi i principali risultati.

    Le donne si sentono impreparate al digitale e per questo vorrebbero poter accrescere le proprie competenze. Oltre il 70% delle imprese ha dichiarato di non aver avuto alcuna presenza online per la vendita di prodotti o servizi prima dell’emergenza sanitaria e il 46% ha approcciato la “rete” proprio a causa della stessa.
    Quello che è cambiato (e sta cambiando) veramente è il modello di business, che due terzi delle imprenditrici  ammette di aver adattato alle nuove esigenze, o trasferendo online i propri affari (l’ha fatto un quarto delle intervistate), o riorganizzando i canali di vendita (19%), oppure puntando su nuovi prodotti e servizi (20%), o ancora cercando di acquisire nuovi clienti (13%).

    La stragrande maggioranza si è trovata impreparata di fronte alla evoluzione digitale, dichiarando esplicitamente di aver intrapreso questa trasformazione con poca (52%) o addirittura nessuna (25%) competenza specifica. Cosa che ha fatto palesare a gran voce alle imprenditrici (la segnala il 75% delle risposte) la necessità di un’ulteriore formazione sulle nuove tecnologie.

    Tutti temi sui quali si è soffermata la presidente di Eurochambres Women Network, Martha Schultz: “La pandemia - ha sottolineato - ha intensificato le sfide già significative che spesso le donne imprenditrici incontrano, ribadendo la necessità di mettere in campo misure politiche che possano valorizzare il potenziale ed enorme contributo che le donne possono fornire alla ripresa economica europea". Misure che, hanno concluso le rappresentanti di tutti i Paesi, devono essere in grado di curare le ferite di oggi ma anche di guardare al domani, con un effetto incisivo, solido e duraturo.

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Alessandria - Asti: Al via percorso formativo per aspiranti imprenditrici/ori ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2902C3S2/Alessandria---Asti--Al-via-percorso-formativo-per-aspiranti-imprenditrici-ori.htm Wed, 10 Mar 2021 11:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2902C3S2/Alessandria---Asti--Al-via-percorso-formativo-per-aspiranti-imprenditrici-ori.htm Al via START- UP D’IMPRESA, il programma di formazione per aspiranti imprenditori organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Alessandria - Asti. Si comincia lunedì 15 marzo.

    Il percorso prevede 6 webinar erogati attraverso la piattaforma Zoom secondo il seguente calendario

    ]]>
    Al via START- UP D’IMPRESA, il programma di formazione per aspiranti imprenditori organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Alessandria - Asti. Si comincia lunedì 15 marzo.

    Il percorso prevede 6 webinar erogati attraverso la piattaforma Zoom secondo il seguente calendario

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Como-Lecco: Istituito il Comitato per l'Imprenditoria Femminile della Camera di commercio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2901C3S2/Como-Lecco--Istituito-il-Comitato-per-l-Imprenditoria-Femminile-della-Camera-di-commercio-.htm Wed, 10 Mar 2021 10:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2901C3S2/Como-Lecco--Istituito-il-Comitato-per-l-Imprenditoria-Femminile-della-Camera-di-commercio-.htm È stato costituito lunedì, in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale dei Diritti della Donna,  ed è un organismo con finalità di promozione, valorizzazione e sostegno delle imprenditrici del nostro territorio.

    Le imprese lariane gestite dalle donne rappresentano quasi il 20% del totale. Una componente fondamentale del nostro tessuto economico – commenta il ]]> È stato costituito lunedì, in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale dei Diritti della Donna,  ed è un organismo con finalità di promozione, valorizzazione e sostegno delle imprenditrici del nostro territorio.

    Le imprese lariane gestite dalle donne rappresentano quasi il 20% del totale. Una componente fondamentale del nostro tessuto economico – commenta il presidente della Camera di Commercio di Como-Lecco Marco Galimberti  – Con questa consapevolezza la Giunta camerale ha unanimemente condiviso di dare significato concreto alla ricorrenza di ieri deliberando la costituzione del Comitato. Le passate esperienze di Como e di Lecco hanno dimostrato che l’impegno e la professionalità delle nostre imprenditrici sanno generare iniziative innovative e fortemente qualificanti per l’intero territorio. A nome della Giunta formulo a tutte le componenti i migliori auguri di buon lavoro”.

    L’organismo è rappresentativo di tutti i settori produttivi espressi nel Consiglio camerale e delle organizzazioni sindacali dei lavoratori. E’ composto da:

    • Marina Bernasconi
    • Gloria Bianchi
    • Laura Bianchi
    • Ilaria Bonacina
    • Annalisa Caron
    • Giada Giardelli
    • Gaetana Mariani
    • Antonella Mazzoccato
    • Mara Merlo
    • Raffaella Puricelli
    • Maria Teresa Tagliabue
    • Mariangela Tentori
    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Covid e imprese femminili: quale scenario? Presentazione ricerca Istituto Tagliacarne ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2900C3S2/Covid-e-imprese-femminili--quale-scenario--Presentazione-ricerca-Istituto-Tagliacarne.htm Fri, 05 Mar 2021 11:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2900C3S2/Covid-e-imprese-femminili--quale-scenario--Presentazione-ricerca-Istituto-Tagliacarne.htm Uscire dalle situazioni di disagio e violenza grazie al lavoro: è questo il messaggio che lancia la Camera di commercio Chieti - Pescara lunedì 8 marzo con lo studio condotto dall'Istituto Tagliacarne sull’andamento delle imprese femminili a causa del Covid.

    ]]>
    Uscire dalle situazioni di disagio e violenza grazie al lavoro: è questo il messaggio che lancia la Camera di commercio Chieti - Pescara lunedì 8 marzo con lo studio condotto dall'Istituto Tagliacarne sull’andamento delle imprese femminili a causa del Covid.

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Unioncamere - Covid: le donne d'impresa europee chiedono formazione sul digitale, sostegno mirato, attenzione all'occupazione femminile, adeguamento duraturo del business ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2899C3S2/Unioncamere---Covid--le-donne-d-impresa-europee-chiedono-formazione-sul-digitale--sostegno-mirato--attenzione-all-occupazione-femminile--adeguamento-duraturo-del-business.htm Thu, 04 Mar 2021 13:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2899C3S2/Unioncamere---Covid--le-donne-d-impresa-europee-chiedono-formazione-sul-digitale--sostegno-mirato--attenzione-all-occupazione-femminile--adeguamento-duraturo-del-business.htm 7 imprenditrici su 10 impreparate al digitale

    Unioncamere oggi all’incontro di Eurochambres Women Network

    In Italia come nel resto di Europa, le donne imprenditrici chiedono soprattutto quattro tipologie di intervento: formazione e sostegno per cogliere la sfida del digitale; misure di supporto mirate alle loro esigenze; maggiore attenzione all’occupazione femminil ]]> 7 imprenditrici su 10 impreparate al digitale

    Unioncamere oggi all’incontro di Eurochambres Women Network

    In Italia come nel resto di Europa, le donne imprenditrici chiedono soprattutto quattro tipologie di intervento: formazione e sostegno per cogliere la sfida del digitale; misure di supporto mirate alle loro esigenze; maggiore attenzione all’occupazione femminile; adozione di misure che non rendano vani gli sforzi compiuti durante la pandemia ma assicurino un trasformazione duratura del business.

    E’ quanto emerge dal sondaggio effettuato da Eurochambres Women Network (il coordinamento permanente presso l’associazione delle Camere di commercio europee dedicato all’imprenditoria femminile), realizzato in 20 Paesi del Vecchio Continente. Un sondaggio al quale ha contribuito anche Unioncamere con il supporto della rete dei Comitati per l’imprenditorialità femminile delle Camere di commercio, presente oggi a “Women entrepreneurship and the pandemic: challenges and solutions 1 year on”, l’incontro in corso oggi e promosso in vista della Giornata internazionale della donna.

    I risultati del sondaggio, al quale hanno risposto oltre 500 imprenditrici europee, mostrano che per la metà del campione la pandemia ha avuto un impatto da forte a pesante sull’equilibrio vita/lavoro. Le donne, inoltre, si sentono impreparate al digitale e per questo vorrebbero poter accrescere le proprie competenze. Oltre il 70% delle imprese che ha risposto al questionario non aveva alcuna presenza online per la vendita di prodotti o servizi prima dell’emergenza sanitaria e il 46% si è affacciato alla “rete” proprio a causa della pandemia. Sette imprenditrici su 10 segnalano peraltro che l’emergenza ha avuto un forte impatto sulla gestione ordinaria della propria attività ma non ha inciso particolarmente sull’accesso al credito, che continua a rimanere un problema importante per le donne di impresa.

    Quello che è cambiato (e sta cambiando) veramente, secondo le imprenditrici, è il modello di business, che due terzi delle imprenditrici dichiara di aver adattato alle nuove esigenze, o trasferendo online i propri affari (l’ha fatto un quarto del campione), o riorganizzando i canali di vendita (19%), oppure puntando su nuovi prodotti e servizi (20%), o ancora cercando di acquisire nuovi clienti (13%).

    Salvo una quota del 16% delle imprenditrici che sostiene di non aver avuto necessità durante la pandemia di modificare il proprio modello di business puntando sul digitale e un ulteriore 23% che ha affrontato questa sfida avendo le competenze adatte a superarla,  la stragrande maggioranza si è trovata impreparata di fronte a questa evoluzione, dichiarando esplicitamente di aver intrapreso questa trasformazione con poca (52%) o addirittura nessuna (25%) competenza specifica. Cosa che ha fatto rilevare a gran voce alle imprenditrici (la segnala il 75% delle risposte) la necessità di una ulteriore formazione sulle nuove tecnologie.

    Per i due terzi delle donne di impresa, l’epidemia ha determinato un cambiamento anche di visione del fare affari. Un cambiamento che non sarà temporaneo, sostengono quasi 9 imprenditrici su 10, ma che è destinato a portare alcuni mutamenti (66%) o addirittura a modificare integralmente la propria visione di business (22%).
    Circa il 60% delle donne infine ha beneficiato delle misure di supporto messe a disposizione dai Governi europei, ritenute più o meno adeguate però solo nel 37% dei casi.


    Comunicato stampa completo

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Eurochambres WomenNetwork (EWN) - "Women Entrepreneurship and the pandemic: challenges and solutions 1 year on" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2897C3S2/Eurochambres-WomenNetwork--EWN-----Women-Entrepreneurship-and-the-pandemic--challenges-and-solutions-1-year-on--.htm Wed, 03 Mar 2021 09:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2897C3S2/Eurochambres-WomenNetwork--EWN-----Women-Entrepreneurship-and-the-pandemic--challenges-and-solutions-1-year-on--.htm Imprenditrici a confronto rispetto alla sfida imposta dalla pandemia causata dall'emergenza sanitaria COVID-19. Se ne parla il 4 marzo anche alla luce dell'indagine su scala europea di EUROCHAMBRES WomenNetwork (EWN).
    Partecipa il vicesegretario generale dell'Unioncamere Tiziana Pompei.
    Tutte le info: https://bit.ly/3pY7fZm

    #wom ]]>
    Imprenditrici a confronto rispetto alla sfida imposta dalla pandemia causata dall'emergenza sanitaria COVID-19. Se ne parla il 4 marzo anche alla luce dell'indagine su scala europea di EUROCHAMBRES WomenNetwork (EWN).
    Partecipa il vicesegretario generale dell'Unioncamere Tiziana Pompei.
    Tutte le info: https://bit.ly/3pY7fZm

    #womenentrepreneur #EWNSurvey2021

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Maratona per l'Europa con Stati Generali delle Donne ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2898C3S2/Maratona-per-l-Europa-con-Stati-Generali-delle-Donne.htm Fri, 26 Feb 2021 09:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2898C3S2/Maratona-per-l-Europa-con-Stati-Generali-delle-Donne.htm IL PUZZLE DELLE DONNE, LE MAPPE DEL POTERE, Il RUOLO DELLE CITTA’, LO SGUARDO DELLE DONNE SUL Next Generation EU.
    Il 27 febbraio gli Stati Generali delle Donne con Alleanza delle donne organizzano la Maratona per l’Europa. Partecipa Marilina Labia, Dirigente AT PA Si.Camera - Unioncamere.
    Info: https://bit.ly/3bEE9cp

    ]]>
    IL PUZZLE DELLE DONNE, LE MAPPE DEL POTERE, Il RUOLO DELLE CITTA’, LO SGUARDO DELLE DONNE SUL Next Generation EU.
    Il 27 febbraio gli Stati Generali delle Donne con Alleanza delle donne organizzano la Maratona per l’Europa. Partecipa Marilina Labia, Dirigente AT PA Si.Camera - Unioncamere.
    Info: https://bit.ly/3bEE9cp

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Veneto - Imprenditoria femminile: nuovi scenari e opportunità di finanziamento ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2896C3S2/Veneto---Imprenditoria-femminile--nuovi-scenari-e-opportunita-di-finanziamento.htm Thu, 25 Feb 2021 13:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2896C3S2/Veneto---Imprenditoria-femminile--nuovi-scenari-e-opportunita-di-finanziamento.htm In occasione della Festa della Donna l'8 marzo, la Camera di commercio di Padova organizza un evento digitale online gratuito sulla piattaforma Zoom dal titolo "Imprenditoria femminile: nuovi scenari e opportunità di finanziamento". L'iniziativa, realizzata in collaborazione con il Comitato per l'Imprenditoria femminile di Padova, Unioncamere e con il Gruppo bancario UniCredit, metterà a fuoco i seguenti ]]> In occasione della Festa della Donna l'8 marzo, la Camera di commercio di Padova organizza un evento digitale online gratuito sulla piattaforma Zoom dal titolo "Imprenditoria femminile: nuovi scenari e opportunità di finanziamento". L'iniziativa, realizzata in collaborazione con il Comitato per l'Imprenditoria femminile di Padova, Unioncamere e con il Gruppo bancario UniCredit, metterà a fuoco i seguenti importanti temi per le donne che fanno impresa e per coloro che intendono avviare una nuova attività imprenditoriale:

    - nuove modalità di accesso al credito e nuovi prodotti e servizi messi a disposizione da Unicredit, rivolti in particolare al mondo delle imprese femminili
    - focus sull'andamento demografico e sull'evoluzione delle imprese femminili a Padova e nel Veneto
    - case history di donne che hanno fatto impresa
    - panoramica sul fondo a sostegno dell'imprenditoria femminile previsto dalla Legge di bilancio 2021, a cura di Unioncamere nazionale

    Sarà quindi un momento di analisi e confronto per parlare di imprenditorialità femminile, delle opportunità finanziarie riservate alle donne imprenditrici e per raccontare le loro capacità di resilienza in questo periodo particolarmente difficile e dal futuro incerto.
    Alle 17.00 interverrà Tiziana Pompei vicesegretario generale Unioncamere per parlare di 'Nuovi scenari per le imprese femminili'

    Link al programma e al modulo d’iscrizione

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ WOMEN 2027- EU 2021-2027 | FOCUS DONNE E IMPRESA IMMERSIVE EDITION ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2895C3S2/WOMEN-2027--EU-2021-2027-|-FOCUS-DONNE-E-IMPRESA-IMMERSIVE-EDITION.htm Thu, 18 Feb 2021 12:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2895C3S2/WOMEN-2027--EU-2021-2027-|-FOCUS-DONNE-E-IMPRESA-IMMERSIVE-EDITION.htm Si svolgerà il 25 e 26 febbraio la seconda edizione online dell’evento WOMEN 2027, un incontro di confronto, pre-progettazione e networking dedicato alle imprenditrici, ai loro modelli di business e alle opportunità di fare rete.

    WOMEN 2027 nasce dalla necessità di far conoscere da subito alle imprenditrici italiane le possibilità aperte dalla nuova programmazione europea 2021-2027 e dalla volont ]]> Si svolgerà il 25 e 26 febbraio la seconda edizione online dell’evento WOMEN 2027, un incontro di confronto, pre-progettazione e networking dedicato alle imprenditrici, ai loro modelli di business e alle opportunità di fare rete.

    WOMEN 2027 nasce dalla necessità di far conoscere da subito alle imprenditrici italiane le possibilità aperte dalla nuova programmazione europea 2021-2027 e dalla volontà di fornire un contributo concreto, qualitativo, collaborativo e di orientamento alle aziende, con particolare attenzione a quelle al femminile, rispetto agli indirizzi strategici europei.

    L'evento, organizzato da Donne Si Fa Storia in collaborazione con Unioncamere e le Unioni regionali di Lombardia, Piemonte e Veneto, si svolge il pomeriggio del 25 febbraio e prevede un dialogo tra le europarlamentari italiane e 100 imprenditrici di alto profilo da tutta Italia. A seguire, la mattina del 26 febbraio, una sessione interattiva a pagamento dedicata ai tavoli tematici, dedicati alla nuova programmazione europea 2021-2027, come progettare nella nuova programmazione europea, come preparare e gestire una campagna di crowdfunding, strumenti finanziari per la green energy e nuovi modelli di business per la sostenibilità culturale.

    Per informazioni e richiesta green card: ufficionotizie@donnesifastoria.it

    PROGRAMMA

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Modena - Corso online del Comitato Imprenditoria Femminile sull'eCommerce ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2894C3S2/Modena---Corso-online-del-Comitato-Imprenditoria-Femminile-sull-eCommerce.htm Thu, 18 Feb 2021 11:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2894C3S2/Modena---Corso-online-del-Comitato-Imprenditoria-Femminile-sull-eCommerce.htm Scopriamo con il corso organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile di Modena se il digitale è un concorrente o una opportunità e impariamo a vendere su ebay.

    Gli appuntamenti:

    • Orienteering Digitale - 5 marzo 2021
    • Marketplace ed ecommerce - 12 e 19 marzo 2021


    Il seminario è rivolto alle imprese femminili.

    Maggiori info

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Verona - Girelli presidente Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2893C3S2/Verona---Girelli-presidente-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Thu, 18 Feb 2021 11:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2893C3S2/Verona---Girelli-presidente-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Conferma per terzo mandato, vicepresidente Marina Scavini

    Roberta Girelli è stata confermata alla presidenza del Comitato per l'imprenditorialità femminile della Camera di Commercio di Verona. Girelli, che è presidente di Terziario Donna Verona e Veneto di Confcommercio e vicepresidente nazionale, sarà affiancata dalla vicepresidente Marina Scavini, vicepresidente di Apindustria Confimi Ve ]]> Conferma per terzo mandato, vicepresidente Marina Scavini

    Roberta Girelli è stata confermata alla presidenza del Comitato per l'imprenditorialità femminile della Camera di Commercio di Verona. Girelli, che è presidente di Terziario Donna Verona e Veneto di Confcommercio e vicepresidente nazionale, sarà affiancata dalla vicepresidente Marina Scavini, vicepresidente di Apindustria Confimi Veneto e consigliere di ApiDonna.

    Le componenti del Comitato sono 15 rappresentative di tutti i settori dell'economia scaligera.
        All'elezione, avvenuta all'unanimità, ha presenziato Silvia Nicolis, in rappresentanza della Giunta della Camera.
        "I dati del 2019 - ha spiegato Nicolis - ci dicono che c'è sempre stata un'importante presenza femminile nel tessuto produttivo ed economico: una su cinque sono le imprese condotte da donne, 19.462. Una partecipazione ricca di competenze, professionalità, ma soprattutto tenacia. Anche in questa difficile congiuntura, con la resilienza e la determinazione che ci distingue riusciremo a portare avanti i progetti per la valorizzazione dell'impresa femminile".
        La riunione, moderata dal Vice Segretario Generale della Cciaa, Riccardo Borghero, è stata aperta dal segretario generale Cesare Veneri che ha dato il benvenuto a tre nuove componenti: Valeria Reale, vicepresidente dell'Ordine degli Ingegneri, Francesca Marinelli, componente di Giunta di Confagricoltura e Monica Multari, di Associazione Movimento Consumatori, già componente del Consiglio camerale.
        Girelli, al suo terzo mandato, ha affermato che "la legge di bilancio 2021, all'articolo 17 ha istituito un fondo a sostegno dell'impresa femminile presso il Ministero per lo sviluppo economico. E' necessario cavalcare i tempi e approfittare di quest'occasione".

    Fonte: Ansa.it

     

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Unioncamere - Il Covid interrompe la crescita di imprese femminili: a fine 2020 sono 4mila in meno rispetto al 2019 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2892C3S2/Unioncamere---Il-Covid-interrompe-la-crescita-di-imprese-femminili--a-fine-2020-sono-4mila-in-meno-rispetto-al-2019.htm Tue, 09 Feb 2021 12:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2892C3S2/Unioncamere---Il-Covid-interrompe-la-crescita-di-imprese-femminili--a-fine-2020-sono-4mila-in-meno-rispetto-al-2019.htm La crisi si fa sentire anche sulle imprese femminili, interrompendone la rincorsa che andava avanti da sei anni. A fine 2020, infatti, l’Osservatorio dell’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere registra un calo dello 0,29%, pari a quasi 4mila attività in meno rispetto al 2019. Una perdita contenuta, quindi, tutta concentrata al Centro Nord (il Mezzogiorno segna infatti un +0,26%), che interrompe pe ]]> La crisi si fa sentire anche sulle imprese femminili, interrompendone la rincorsa che andava avanti da sei anni. A fine 2020, infatti, l’Osservatorio dell’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere registra un calo dello 0,29%, pari a quasi 4mila attività in meno rispetto al 2019. Una perdita contenuta, quindi, tutta concentrata al Centro Nord (il Mezzogiorno segna infatti un +0,26%), che interrompe però una crescita costante dal 2014. Le imprese guidate da donne sono un milione e 336mila. Scende, seppur di poco, anche il loro peso sul totale del sistema produttivo nazionale: ora è pari al 21,98%, a fronte del 22% del 2019. I dati di fine 2020 mostrano però che la gestione dell’emergenza sanitaria ha prodotto una battuta d’arresto soprattutto sulle imprenditrici giovani. Sebbene il tessuto produttivo femminile resti comunque mediamente “più giovane” di quello maschile, le aziende guidate da donne di meno di 35 anni di età hanno ridotto lievemente il proprio peso sulla componente imprenditoriale femminile. Le attuali 154mila attività di giovani donne sono, infatti, l’11,52% del totale, mentre nel 2019 erano il 12,02%.

    Leggi il comunicato stampa completo

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Padova - Basi di educazione finanziaria per una imprenditrice consapevole, un webinar ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2891C3S2/Padova---Basi-di-educazione-finanziaria-per-una-imprenditrice-consapevole--un-webinar.htm Mon, 08 Feb 2021 18:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2891C3S2/Padova---Basi-di-educazione-finanziaria-per-una-imprenditrice-consapevole--un-webinar.htm Il 18 febbraio alle ore 14 appuntamento con il webinar dedicato all’educazione finanziaria per imprenditrici consapevoli. Partecipano Elena Morello e Maria Grazia Rossi, rispettivamente presidente e vicepresidente del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Padova. Nel corso dell'incontro verranno illustrate le opportunità per l’imprenditoria femminile nel Veneto

    Info e iscrizioni: Il 18 febbraio alle ore 14 appuntamento con il webinar dedicato all’educazione finanziaria per imprenditrici consapevoli. Partecipano Elena Morello e Maria Grazia Rossi, rispettivamente presidente e vicepresidente del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Padova. Nel corso dell'incontro verranno illustrate le opportunità per l’imprenditoria femminile nel Veneto

    Info e iscrizioni: https://bit.ly/2NbZcKU

     

     

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Trento - Master gratuito per aspiranti imprenditrici ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2890C3S2/Trento---Master-gratuito-per-aspiranti-imprenditrici.htm Thu, 28 Jan 2021 09:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2890C3S2/Trento---Master-gratuito-per-aspiranti-imprenditrici.htm Accademia d’Impresa, azienda speciale della Camera di commercio di Trento, ha progettato un percorso formativo gratuito che punta ad arricchire le competenze delle aspiranti imprenditrici.

    I prerequisiti necessari per le donne intenzionate ad aderire a questa iniziativa è che abbiano già in mente un’idea imprenditoriale chiara e che desiderino essere affiancate da esperti per evitare gli errori connessi ]]> Accademia d’Impresa, azienda speciale della Camera di commercio di Trento, ha progettato un percorso formativo gratuito che punta ad arricchire le competenze delle aspiranti imprenditrici.

    I prerequisiti necessari per le donne intenzionate ad aderire a questa iniziativa è che abbiano già in mente un’idea imprenditoriale chiara e che desiderino essere affiancate da esperti per evitare gli errori connessi con il primo approccio a un contesto operativo che non ammette inesperienza.

    Il percorso, della durata di 82 ore di formazione, si articola in 10 moduli che alternano momenti di formazione in presenza, didattica on-line, incontri individuali e si concentra su contenuti pratici e concreti come: riconoscere i propri punti di forza e la propria unicità; individuare la visione e la missione della propria futura impresa; tracciare l’identikit dei clienti ideali; definire il proprio modello di business; stilare un business plan; utilizzare strumenti utili per la gestione ottimale della propria attività; rafforzare la propria leadership personale; imparare a comunicare on-line in modo efficace. Alla fine del percorso, ogni partecipante avrà elaborato una strategia aziendale chiara e percorribile, avrà accresciuto le proprie competenze manageriali e dato forma a un piano di sviluppo ben definito.

    Il Master “WOW”, acronimo di “work out, women”, prende spunto dal verbo inglese “to work out”, che significa “farcela” e “women” cioè “donne”. L’intendimento è proprio quello di riassumere il senso dell’offerta formativa che, da un lato, considera la necessità di affiancare le partecipanti per fornire loro tutti gli strumenti necessari a costruire i migliori presupposti e gestire al meglio le fasi di avvio di un’attività economica di successo; dall’altro, pone al centro le peculiarità dell’essere donna e imprenditrice, considerando tutte le sfumature e sensibilità, connesse con il genere e che danno vita a un diverso modo di ragionare, di affrontare i problemi e di individuarne le soluzioni.

    Il Master WOW si inserisce all’interno del progetto “Fare impresa al femminile”, un’area specifica, dedicata alla formazione delle imprenditrici e aspiranti imprenditrici. Dal 2013 Accademia d’Impresa, in collaborazione con il Comitato per l’imprenditoria femminile di Trento, ha formato con le sue iniziative più di 500 donne, supportandole nell’avvio concreto e nel miglioramento della loro attività professionale e nella definizione del proprio ruolo.

    Info: Il programma completo del Master WOW è consultabile sul sito www.accademiadimpresa.it Responsabile: Annalisa Zeni – tel. 0461 382320 annalisa.zeni@accademiadimpresa.it

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ EUROCHAMBRES Women Network - Imprese femminili e pandemia, al via l'indagine ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2889C3S2/EUROCHAMBRES-Women-Network---Imprese-femminili-e-pandemia--al-via-l-indagine.htm Tue, 26 Jan 2021 09:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2889C3S2/EUROCHAMBRES-Women-Network---Imprese-femminili-e-pandemia--al-via-l-indagine.htm L’EUROCHAMBRES Women Network (EWN) ha lanciato un'indagine per misurare l'impatto della pandemia sulle imprese femminili europee.

    L'iniziativa mira a ottenere una migliore comprensione dell'impatto concreto della crisi attuale sulle imprese guidate da donne, con un focus specifico sugli adattamenti del modello di business, le competenze digitali e la conciliazione lavoro-vita privata.

    Tutte le don ]]> L’EUROCHAMBRES Women Network (EWN) ha lanciato un'indagine per misurare l'impatto della pandemia sulle imprese femminili europee.

    L'iniziativa mira a ottenere una migliore comprensione dell'impatto concreto della crisi attuale sulle imprese guidate da donne, con un focus specifico sugli adattamenti del modello di business, le competenze digitali e la conciliazione lavoro-vita privata.

    Tutte le donne imprenditrici e lavoratrici autonome sono invitate a compilare il questionario dedicato entro il 14 febbraio 2021. Si segnala inoltre che è possibile selezionare la lingua italiana per la compilazione del questionario, utilizzando il menu sulla destra.

    EUROCHAMBRES Women Network Covid19 Survey

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ 'Perché riprendere il filo dell'imprenditoria femminile' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2888C3S2/-Perche-riprendere-il-filo-dell-imprenditoria-femminile-.htm Mon, 07 Dec 2020 16:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2888C3S2/-Perche-riprendere-il-filo-dell-imprenditoria-femminile-.htm L'articolo di Gian Paolo Manzella, Sottosegretario allo Sviluppo economico, uscito il 7 dicembre 2020 su www.huffingtonpost.it:

    Su cento imprese italiane solo ventidue sono a guida femminil ]]> L'articolo di Gian Paolo Manzella, Sottosegretario allo Sviluppo economico, uscito il 7 dicembre 2020 su www.huffingtonpost.it:

    Su cento imprese italiane solo ventidue sono a guida femminile. È troppo poco.

    Dietro questo dato, c’è, infatti, una mancata crescita della nostra economia. Ma non solo. C’è, anche un profilo qualitativo, altrettanto importante. Perché le analisi ci dicono che le imprese femminili hanno una crescita più allineata alle parole del tempo: più inclusiva, più sostenibile, più attenta agli stakeholders del territorio.

    E se i nostri dati evidenziano il maggiore squilibrio tra imprese a guida maschile e femminile, non è, sia chiaro, questione solo italiana. Nel 2019 l’OCSE includeva le donne tra i Missing entrepreneurs, nello stesso anno nel Rose report britannico dedicato alla promozione dell’imprenditoria femminile si scriveva di untapped potential e se ne calcolava il valore in 250 miliardi di sterline. Ma sono solo alcuni esempi di quella che è, oramai, una valutazione unanime: è un assenza che pesa.

    Tanto più quando il NextGenerationEU indica nella crescita sostenibile e inclusiva la stella polare della trasformazione delle nostre economie. E quando si delinea il rischio di un ‘avvitamento’ della situazione, se le imprese che crescono di più sono quelle innovative, dove ancora più scarsa è la presenza di donne.

    Questo contesto spiega la scelta di riprendere in mano un intervento che affronti gli ostacoli davanti alle donne che decidono di fare impresa: un accesso al credito più difficile, un network di relazioni più debole e, soprattutto, un clima culturale che non spinge in questa direzione. Ancora troppe poche donne – in Italia e non solo - vedono nell’impresa una possibilità di sviluppo e di realizzazione, ancora troppo poche studiano nelle facoltà scientifiche dove ci si prepara a molti dei lavori più innovativi del futuro.

    Come spesso accade sono i problemi a dare le indicazioni sul lavoro da fare: agire sulle risorse, sull’assistenza per accompagnare le attività imprenditoriali e, insieme, sulla dimensione culturale.  E sono queste le linee della proposta contenuta all’art. 17 della legge di bilancio in discussione che, dopo anni, riporta all’attenzione del decisore pubblico la questione dell’imprenditoria femminile. Per anni, appunto, rimasta in secondo piano: con la legge n. 215 del 1992 progressivamente non rifinanziata e nei fatti abbandonata, spettacolo non infrequente in un Paese in cui non si fa monitoraggio delle leggi e non se ne verifica l’effettiva attuazione; con la ‘scorciatoia’ di affidarsi a forme di ‘premialità’ a favore di imprese guidate da donne negli interventi di finanziamento ordinari che non ha dato gli esiti sperati.

    La scelta di attualizzare quell’intervento e adattarlo a un tempo molto diverso dall’inizio degli anni Novanta significa intervenire su alcuni punti.

    Il primo sono le risorse. I 40 milioni previsti in legge di bilancio – ma l’auspicio è che siano aumentati dalle risorse del NextGeneration – potranno essere utilizzati secondo le formule consolidate del contributo e del prestito agevolato e quelle, più innovative dirette a promuovere startup guidate da donne nei settori ad alta tecnologia.

    Il secondo punto si lega alla dimensione ‘culturale’. È previsto il supporto a iniziative di diffusione di valori di impresa tra le donne e di assistenza e formazione nella concreta attività imprenditoriale. Secondo modelli di altri Paesi c’è da portare al centro dell’opinione pubblica il valore dell’imprenditoria femminile, da raccontare cosa significa ‘fare impresa’ per una donna, da diffondere tra le nostre ragazze la consapevolezza delle possibilità di lavoro che aprono le facoltà scientifiche, da aiutare in modo concreto chi decide di mettersi su questa strada.

    Il terzo aspetto è di metodo: l’azione del livello centrale dovrà indirizzare, stimolare e integrare quella delle Regioni, di altre istituzioni, di attori del mondo dell’impresa e del lavoro, a partire da quei Comitati per l’imprenditoria femminile delle Camere di commercio che sono spesso rimasti soli a tenere l’attenzione su questo tema negli anni.

    C’è, infine, da rendere effettiva l’azione di monitoraggio rispetto all’utilizzo di queste risorse, per poterlo valutare e poter cambiare la norma al momento in cui non raggiunge gli obiettivi di promozione che si prefigge.

    È una iniziativa che, se ci si ferma a sentirla, è aiutata dall’aria che c’è in Europa e nel mondo. Sia perché sono molte le esperienze a cui guardare - dalla ‘Giornata dell’imprenditoria femminile’ irlandese al lavoro che si fa nei Paesi nordici, sino ai programmi tedeschi per portare le imprenditrici nelle scuole. Sia perché i Paesi che si sono messi con serietà su questa strada hanno ottenuto importanti risultati – è il caso dell’Olanda o del Canada. Sia perché iniziative come quella del ‘Giusto mezzo’ - promossa dall’europarlamentare verde tedesca Alexandra Geese in collaborazione anche con personalità italiane - ci dicono che nel grande ‘cantiere’ del Next Generation ci dovrà essere un ruolo di primo piano per le donne.

    È quindi il momento giusto per riprendere il filo dell’imprenditoria femminile, rafforzarlo e portarlo dentro il nostro tessuto d’impresa. Per cambiarlo.

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Il Sistema camerale italiano al 'Women Entrepreneurs Forum' 2020 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2887C3S2/Il-Sistema-camerale-italiano-al--Women-Entrepreneurs-Forum--2020.htm Wed, 25 Nov 2020 09:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2887C3S2/Il-Sistema-camerale-italiano-al--Women-Entrepreneurs-Forum--2020.htm Oggi, ultima delle tre giornate del 'WOMEN ENTREPRENEURS FORUM' (23-25 novembre), il Sistema camerale italiano sarà presente con due dei cinque interventi previsti nella IV sessione del programma odierno, a tema 'Ruoli e attività dell'UE e della Turchia nell'imprenditoria femminile' (h 13.30-15.00).
    Interverranno Flavio Burlizzi, direttore Unioncamere Europa, e Cristina Tumiatti, presidente del ]]>
    Oggi, ultima delle tre giornate del 'WOMEN ENTREPRENEURS FORUM' (23-25 novembre), il Sistema camerale italiano sarà presente con due dei cinque interventi previsti nella IV sessione del programma odierno, a tema 'Ruoli e attività dell'UE e della Turchia nell'imprenditoria femminile' (h 13.30-15.00).
    Interverranno Flavio Burlizzi, direttore Unioncamere Europa, e Cristina Tumiatti, presidente del Comitato Imprenditoria Femminile di Torino.
    E' possibile seguire i lavori in live stream registrandosi sul sito web del Forum: https://www.tebdwef.eu/

    Il Women Entrepreneurs Forum è organizzato nell'ambito del progetto TEBD in collaborazione con EUROCHAMBRES Women Entrepreneurs Network e il TOBB Women Entrepreneurs Council.
    Il Forum è un incontro di donne imprenditrici, responsabili politici, istituzioni finanziarie internazionali, Camere dell'UE e turche, etc. Lo scopo è discutere e promuovere un dialogo costruttivo tra le donne imprenditrici turche e dell'UE, consentendo ai partecipanti di costruire le loro reti, oltre a perfezionare le loro abilità ed espandere le loro conoscenze.

    Il Women Entrepreneurs Forum consiste in una sessione introduttiva e quattro sessioni tematiche coinvolgenti e interattive con relatori di alto livello sui temi di:

    • Programmi di sostegno alle donne imprenditrici in Turchia e nell'UE
    • Fonti di finanziamento pubbliche e private in Turchia e nell'UE
    • Imparare facendo: pratiche ispiratrici di donne imprenditrici
    • Ruoli e attività delle Camere dell'UE e della Turchia nell'imprenditoria femminile
    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Unioncamere - IV Rapporto nazionale Impresa in genere. Le donne pagano il conto più salato della pandemia: il Covid azzera la crescita delle imprese femminili ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2886C3S2/Unioncamere---IV-Rapporto-nazionale-Impresa-in-genere--Le-donne-pagano-il-conto-piu-salato-della-pandemia--il-Covid-azzera-la-crescita-delle-imprese-femminili.htm Tue, 24 Nov 2020 11:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2886C3S2/Unioncamere---IV-Rapporto-nazionale-Impresa-in-genere--Le-donne-pagano-il-conto-piu-salato-della-pandemia--il-Covid-azzera-la-crescita-delle-imprese-femminili.htm Le donne stanno pagando il conto più salato della crisi innescata dal Covid 19. Frenate nella voglia di mettersi in proprio dalla pandemia, le donne d’impresa mostrano una maggior necessità di supporto economico e finanziario e sono meno fiduciose degli uomini su un rapido rientro alla produttività pre Covid. E’ quanto emerge dalle più recenti analisi realizzate nell’ambito del Rapporto nazionale Impresa in genere di Unioncamere.

    Queste dinamiche e le problematiche del lavoro e dell’impresa al femminile saranno oggetto degli incontri dell’edizione 2020 del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, l’iniziativa promossa da Unioncamere e dai Comitati per l’imprenditorialità femminile delle Camere di commercio, che si rinnova ormai da 12 anni.

    “La ripresa da questa fase così difficile per il nostro Paese passa soprattutto dalle donne”, sottolinea il presidente di Unioncamere, Carlo Sangalli. “Si tratta di una componente fondamentale della nostra economia. Anzi, le imprese guidate da donne sono più socialmente responsabili, più attente alla sostenibilità ambientale e hanno grandi margini di crescita del loro ruolo. Un ruolo su cui il sistema camerale, attraverso la rete dei Comitati per l’imprenditoria femminile, continuerà ad investire. Sicuramente i fondi europei del Recovery Fund contribuiranno al loro ulteriore sviluppo”.

    Dieci gli appuntamenti programmati, a partire dal 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, scelta proprio per sottolineare l’impegno del sistema camerale contro la violenza di genere nei luoghi di lavoro. Gli incontri si terranno presso le rispettive Camere di commercio: 25 novembre Torino, 30 novembre Bolzano, 1 dicembre Napoli, 3 dicembre Palermo-Enna, 4 dicembre Padova, 9 dicembre Pordenone–Udine, 10 dicembre Perugia, 11 dicembre Chieti-Pescara, 14 dicembre Basilicata, 16 dicembre Milano Monza Brianza Lodi.
    Le imprese femminili nel terzo trimestre di quest’anno sono 1,3 milioni, pari al 22% del totale. Quasi 890mila operano nel settore dei servizi (66,5% del totale femminili), oltre 151mila in quello dell’industria (11,3%) e circa 208mila nel settore primario (15,6%).
    Il 96,8% sono micro imprese con meno di 10 addetti (circa 1 milione e 293mila), 39mila sono piccole imprese con 10-49 addetti (il 2,9%), mentre le medio-grandi imprese sono poco più di 3mila, pari allo 0,3% del totale delle imprese femminili. Al Centro-Nord si trovano circa i due terzi dell’universo femminile dell’impresa (849mila imprese, pari al 63,6%). Circa 487mila (il 36,4%) hanno sede invece nel Mezzogiorno. Poco più del 10% delle imprese femminili sono guidate da donne di meno di 35 anni di età (150mila, l’11,3%), e quasi altrettante da donne straniere (oltre 151mila).

    Dopo anni in cui in ogni trimestre le imprese femminili segnavano crescite superiori alle imprese maschili, tra aprile e settembre questa maggiore velocità si è praticamente annullata soprattutto per effetto di una caduta più marcata della nascita di nuove imprese nel secondo trimestre (-42,3% per le femminili contro il -35,2% delle maschili), che si è protratta anche nei tre mesi successivi (-4,8% contro +0,8% del terzo trimestre).
    Made in Italy, turismo e cultura i settori che registrano il calo maggiore di iscrizioni di nuove imprese “rosa” nel semestre aprile settembre 2020 (rispetto allo stesso semestre 2019): lavorazione dei minerali non metalliferi (ceramica, vetro, ecc. -51,0%), alloggio e ristorazione (-42,8%), sistema moda (-42,6% nel tessile, abbigliamento e calzature), cultura e intrattenimento (-39,7%). Unico settore in decisa crescita: Media e comunicazione (+34,7%).
    Una indagine condotta da Unioncamere nel mese di ottobre su un campione di 2.000 imprese manifatturiere e dei servizi mostra chiaramente che anche la risposta alla crisi, da parte delle imprenditrici, è stata in qualche maniera diversa da quella dei colleghi uomini.
    Se il calo della domanda è l’elemento critico più segnalato in entrambi i casi, le donne d’impresa mostrano di avere maggiori problemi di liquidità (lo dichiarano il 38% delle imprenditrici a fronte del 33% degli imprenditori) e di approvvigionamento delle forniture (30% contro 23%). Le imprenditrici lamentano poi maggiori difficoltà legate al calo dell’occupazione (23% contro 17%), più vincoli nell’accesso al credito (18% contro 15%) e problematiche di carattere tecnologico (16% a fronte del 12%).
    Il non semplice rapporto con il credito e i problemi di liquidità generati dall’emergenza sanitaria si riflettono sul maggior utilizzo, da parte delle imprenditrici, di tutte le misure di sostegno messe a disposizione in questi mesi.
    Se oltre la metà delle imprese lamenta una riduzione del fatturato 2020, le donne si mostrano più caute degli uomini riguardo a un rapido ritorno ai livelli produttivi precedenti all’emergenza sanitaria. La quota di imprese femminili che dichiara che ritornerà ai livelli pre-covid nel 2021 è pari al 29% contro il 34% dei imprese maschili, mentre è più alta quella che ritiene che occorra attendere il 2022 (25% contro 19%) o addirittura il 2023 (10% contro 7%).
    Di fronte alle criticità e ai cali produttivi, le misure di ristoro destinate a fronteggiare la carenza di liquidità e il pagamento dei costi fissi sono richieste soprattutto dalle imprese femminili (28% contro 20%). Più degli uomini, le donne d’impresa chiedono misure di accesso al credito (9% a fronte 7%) e supporto per la digitalizzazione (5% contro 3%). 

    Leggi il comunicato stampa completo di tabelle

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Al via la XII edizione del 'Giro d'Italia delle donne che fanno impresa' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2885C3S2/Al-via-la-XII-edizione-del--Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-.htm Fri, 20 Nov 2020 13:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2885C3S2/Al-via-la-XII-edizione-del--Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-.htm Partirà il 25 novembre da Torino la nuova edizione del "Giro d’Italia delle donne che fanno impresa”, il  roadshow promosso da Unioncamere in collaborazione con i Comitati per l’imprenditoria femminile italiani. La partenza del Giro nella data in cui si celebra la giornata internazionale per l’el ]]> Partirà il 25 novembre da Torino la nuova edizione del "Giro d’Italia delle donne che fanno impresa”, il  roadshow promosso da Unioncamere in collaborazione con i Comitati per l’imprenditoria femminile italiani. La partenza del Giro nella data in cui si celebra la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è stata scelta proprio per sottolineare l’impegno del sistema camerale contro la violenza di genere nei luoghi di lavoro.

    Articolato in 10 tappe in modalità streaming, il roadshow quest’anno si svolgerà con l’obiettivo di affrontare la situazione di crisi economica provocata dalla pandemia con proposte concrete: a Torino verrà infatti presentato il Manifesto “L’Italia che riparte è più donna” e sarà firmato un Protocollo d’intesa sul rilancio dell’occupazione femminile con la Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Torino; verrà inoltre installata una panchina rossa.

    Di seguito il calendario delle tappe:

    25 novembre - Camera di commercio di Torino (programma
    30 novembre - Camera di commercio di Bolzano (programma)
    1 dicembre - Camera di commercio di Napoli (programma)
    3 dicembre - Camera di commercio di Palermo – Enna (programma)
    4 dicembre - Camera di commercio di Padova (programma)
    9 dicembre - Camera di commercio di Pordenone – Udine (programma)
    10 dicembre - Camera di commercio di Perugia (programma)
    11 dicembre - Camera di commercio di Chieti-Pescara (programma)
    14 dicembre - Camera di commercio della Basilicata (programma)
    16 dicembre - Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi

     

    ------------------------------------

    • I materiali relativi alle precedenti edizioni sono disponibili nella --> sezione dedicata
    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Piacenza - Conferenza stampa presentazione nuovo progetto formativo del CIF ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2884C3S2/Piacenza---Conferenza-stampa-presentazione-nuovo-progetto-formativo-del-CIF.htm Fri, 06 Nov 2020 15:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2884C3S2/Piacenza---Conferenza-stampa-presentazione-nuovo-progetto-formativo-del-CIF.htm Martedì, 10 novembre 2020, alle ore 12.00, è convocata una conferenza stampa on line, per illustrare il nuovo progetto formativo del Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile, operante
    presso la Camera di commercio.
    Dopo i due progetti già realizzati con successo negli anni scorsi, questo nuovo percorso intende spostare il focus sull';impresa, puntando sull ]]>
    Martedì, 10 novembre 2020, alle ore 12.00, è convocata una conferenza stampa on line, per illustrare il nuovo progetto formativo del Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile, operante
    presso la Camera di commercio.
    Dopo i due progetti già realizzati con successo negli anni scorsi, questo nuovo percorso intende spostare il focus sull';impresa, puntando sull'empowerment professionale. Il Comitato illustrerà quindi come il progetto sia in grado di valorizzare le risorse personali dell’imprenditrice, riscoprendo al contempo le risorse e le potenzialità dell'impresa.
    Per la partecipazione potete inviare richiesta all’indirizzo email promozione@pc.camcom.it, al fine di ricevere il link necessario al collegamento.

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Padova - Rinnovato il Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2883C3S2/Padova---Rinnovato-il-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Mon, 02 Nov 2020 14:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2883C3S2/Padova---Rinnovato-il-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Il 29 settembre 2020 la Giunta camerale ha ricostituito il comitato che rimarrà in carica fino al 2023.
    Il Comitato per lo sviluppo dell'imprenditoria femminile (Comitato IF) fu costituito nel 1999 a seguito di un Protocollo d’intesa tra Il Ministero dello Sviluppo Economico ed Unioncamere. Tale protocollo ha promosso l'avvio dei comitati imprenditoria femminile presso tutte le Camere di Commercio italiane.

    ]]>
    Il 29 settembre 2020 la Giunta camerale ha ricostituito il comitato che rimarrà in carica fino al 2023.
    Il Comitato per lo sviluppo dell'imprenditoria femminile (Comitato IF) fu costituito nel 1999 a seguito di un Protocollo d’intesa tra Il Ministero dello Sviluppo Economico ed Unioncamere. Tale protocollo ha promosso l'avvio dei comitati imprenditoria femminile presso tutte le Camere di Commercio italiane.

    Il protocollo del febbraio 2013 ha fissato come obiettivi del Comitato IF la diffusione della cultura imprenditoriale presso le donne e la realizzazione di progettualità e servizi per l’imprenditoria femminile, promuovendo e sostenendo la nascita ed il consolidamento delle imprese femminili.

    Nella Giunta del 29 settembre 2020 il comitato è stato ricostituito e rimarrà in carica fino al 2023. Il 16 ottobre ha tenuto la prima riunione e ha nominato Elena Morello come Presidentessa e Maria Rossi come vicepresidentessa.

    Di seguito la composizione del comitato con il settore di rappresentanza per ogni componente.

    SETTORE DESIGNAZIONE
    Agricoltura DA PORTO ALESSANDRA
    Artigianato PIZZOCARO KATIA
    Industria MARCHETTI ANNALISA
    Commercio MORELLO ELENA
    Cooperazione BOGGIAN TIZIANA
    Turismo LUCA ILENIA
    Trasporti e spedizioni TASSO GIAN CARLA
    Servizi alle imprese FREGUGLIA MARIA LORETTA
    Servizi ICT ROSSI MARIA
    Banche e assicurazioni TURETTA MICHELA
    Sindacati CERVELLIN LORENZA
    Comitato unitario professioni SCAGNOLARI CATERINA

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Messina - Dal CIF una guida operativa allo sviluppo e alla gestione dell'imprenditoria ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2882C3S2/-Messina---Dal-CIF-una-guida-operativa-allo-sviluppo-e-alla-gestione-dell-imprenditoria--.htm Mon, 02 Nov 2020 09:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2882C3S2/-Messina---Dal-CIF-una-guida-operativa-allo-sviluppo-e-alla-gestione-dell-imprenditoria--.htm «Noi ci siamo e, in questo periodo di grigiore, vogliamo essere ancora di più a fianco delle donne imprenditrici per offrire a ognuna di loro il nostro supporto e la nostra consulenza». Così Cettina Scaffidi Militone, presidente del Comitato d’imprenditoria femminile della Camera di commercio, che ha voluto riunire, in modalità on line, tutte le componenti del Cif per studiare soluzioni altern ]]> «Noi ci siamo e, in questo periodo di grigiore, vogliamo essere ancora di più a fianco delle donne imprenditrici per offrire a ognuna di loro il nostro supporto e la nostra consulenza». Così Cettina Scaffidi Militone, presidente del Comitato d’imprenditoria femminile della Camera di commercio, che ha voluto riunire, in modalità on line, tutte le componenti del Cif per studiare soluzioni alternative che consentano di aiutare le imprese in rosa oggi in difficoltà a causa delle inevitabili misure restrittive poste in essere per contenere la pandemia da Coronavirus.

    «Non possiamo e non dobbiamo abbatterci in questo momento – aggiunge – al contrario, proprio adesso vanno buttate giù le basi giuste dalle quali ripartire. Perché si ripartirà. Sicuramente, come e meglio di prima. Ma è necessario lavorare oggi per programmare la giusta strategia da portare avanti nel prossimo domani post Covid».

    E’ un messaggio di positività e di speranza quello che la presidente del Cif intende lanciare al tessuto imprenditoriale femminile messinese, per il quale ha già pensato di realizzare una Guida operativa allo sviluppo e alla gestione dell’imprenditoria in rosa attraverso la promozione di corsi on line, da organizzare con l’ausilio dell’Università e degli Ordini professionali. «Pensiamo a una formazione mirata che possa fornire un aiuto concreto alle donne imprenditrici nella gestione amministrativa e finanziaria della propria azienda – prosegue Cettina Scaffidi Militone – senza avere la pretesa, ovviamente, di sostituirci ai professionisti. Ma, in questo momento di profondo sconforto, non bisogna stare con le mani in mano, pensando che ciò che si è realizzato rischia di sgretolarsi da un momento all’altro. Al contrario, è necessario fare fronte comune, immaginando di utilizzare questo periodo per formare e formarci adeguatamente al fine di capire come affrontare al meglio le sfide che il futuro ci riserverà».

    Come redigere un bilancio o come presentare un conto economico e, ancora, l’accesso al credito e la gestione delle risorse umane: sono solo alcune delle tematiche che il Cif proporrà a breve alle donne imprenditrici della provincia. Per chiunque desideri interfacciarsi con il Comitato d’imprenditoria femminile dell’Ente camerale, può scrivere a cif@me.camcom.it

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Treviso-Belluno, nominato Comitato per la promozione dell'Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2881C3S2/Treviso-Belluno--nominato-Comitato-per-la-promozione-dell-Imprenditoria-Femminile.htm Wed, 28 Oct 2020 11:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2881C3S2/Treviso-Belluno--nominato-Comitato-per-la-promozione-dell-Imprenditoria-Femminile.htm La Giunta camerale di Treviso Belluno, con provvedimenti n. 68/2020, n. 106/2020 e n. 124/2020, ha nominato, per il biennio 2020-2021, il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Treviso-Belluno nella seguente composizione:

    - Barbara Barbon - Presidente

    - Lorenza Orzes
    - Valeria Zagolin
    in rappresentanza del settore artigianato

    ]]> La Giunta camerale di Treviso Belluno, con provvedimenti n. 68/2020, n. 106/2020 e n. 124/2020, ha nominato, per il biennio 2020-2021, il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Treviso-Belluno nella seguente composizione:

    - Barbara Barbon - Presidente

    - Lorenza Orzes
    - Valeria Zagolin
    in rappresentanza del settore artigianato

    - Valentina Cremona
    -  Edda Francesconi Sartori
    in rappresentanza del settore commercio-servizi

    - Silvia Grillo
    - Martina Dal Grande
    in rappresentanza del settore agricoltura

    - Nadia Zampol
    - Katia Marchesin
    in rappresentanza del settore industria

    - Emanuela Volpato
    in rappresentanza del settore credito-assicurazioni

    - Ivana Del Pizzol
    in rappresentanza del Consiglio camerale

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ "Imprese Sostenibili E Competitive: Vince Lo Stile Al Femminile". Un webinar ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2880C3S2/-Imprese-Sostenibili-E-Competitive--Vince-Lo-Stile-Al-Femminile---Un-webinar.htm Tue, 27 Oct 2020 22:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2880C3S2/-Imprese-Sostenibili-E-Competitive--Vince-Lo-Stile-Al-Femminile---Un-webinar.htm La sostenibilità non è un vincolo alla crescita, ma un motore che può accelerare l’innovazione e la competitività delle imprese. Un’opportunità preziosa soprattutto per le imprese femminili, già in prima linea sul fronte delle pratiche sostenibili.

    Sarà questo il punto di partenza di “Imprese sostenibili e competitive: vince lo stile al femminile”, il webina ]]> La sostenibilità non è un vincolo alla crescita, ma un motore che può accelerare l’innovazione e la competitività delle imprese. Un’opportunità preziosa soprattutto per le imprese femminili, già in prima linea sul fronte delle pratiche sostenibili.

    Sarà questo il punto di partenza di “Imprese sostenibili e competitive: vince lo stile al femminile”, il webinar organizzato da Impresa Donna Confesercenti martedì 3 novembre alle ore 17.00.

    Dopo il saluto della Presidente nazionale di Confesercenti Patrizia De Luise, i lavori del webinar saranno aperti da Anna Maria Crispino, Presidente di Impresa Donna Confesercenti.

    Previsti anche gli interventi di Tiziana Pompei, Vice Segretario Generale di Unioncamere, di Barbara De Micheli, Coordinator and Senior Researcher della Fondazione Giacomo Brodolini, e di Barbara Tosi, Amministratore Unico MEPA srl.

    L’iniziativa sarà l’occasione per approfondire e avviare un confronto sulle opportunità che ci sono per le imprese e per le imprenditrici italiane nell’investire in un’economia sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale. Si parlerà di sostenibilità come driver di competitività per le imprese femminili, di come colmare il Gender Data Gap, di sostenibilità e fundraising quali soluzioni per essere più competitive, di innovazione tecnologica, e non solo.

    Il webinar sarà arricchito dalle testimonianze di quattro imprenditrici, che hanno investito nell’ottica della sostenibilità senza tralasciare gli aspetti competitivi inerenti ad ogni attività economica: Anna Facchini, Consulente Marketing e Comunicazione nell’agroalimentare, Eleonora Pistelli, Responsabile Qualità e Sviluppo Azienda Ortoricci e Angela Velenosi, Fondatrice e Titolare della Velenosi Vini.

    I lavori saranno coordinati dalla giornalista Catia Acquesta.

    Per seguire il webinar è necessario inviare una email di richiesta a impresadonna@confesercenti.it

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Palermo - Enna: progetto Women for Society, aule virtuali ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2879C3S2/Palermo---Enna--progetto-Women-for-Society--aule-virtuali.htm Mon, 19 Oct 2020 12:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2879C3S2/Palermo---Enna--progetto-Women-for-Society--aule-virtuali.htm 'Women for Society' è il progetto di educazione finanziaria per una gestione familiare e professionale consapevole realizzato dal Comitato per l'Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Palermo Enna. Nato dalla sinergia fra Fondazione Marisa Bellisario, Global Thinking Foundation e Camera di commercio, 'Women for Society' è un percorso gratuito di alfabetizzazione economica e finanziaria 'al ]]> 'Women for Society' è il progetto di educazione finanziaria per una gestione familiare e professionale consapevole realizzato dal Comitato per l'Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Palermo Enna. Nato dalla sinergia fra Fondazione Marisa Bellisario, Global Thinking Foundation e Camera di commercio, 'Women for Society' è un percorso gratuito di alfabetizzazione economica e finanziaria 'al femminile'.
    Sono previsti 6 incontri, il primo si svolgerà il 20 ottobre e l'ultimo il 5 novembre 2020, e si effettueranno in aule virtuali. Leggi il programmahttps://www.paen.camcom.gov.it/it/node/1347

    Per ISCRIZIONI visita il sito www.gltfoundation.com/womenforsociety

    Per INFO scrivi a donnealquadrato@gltfoundation.com

     

     

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Trento - Equal Pension Day ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2878C3S2/Trento---Equal-Pension-Day.htm Fri, 16 Oct 2020 14:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2878C3S2/Trento---Equal-Pension-Day.htm Giornata della previdenza al femminile. In occasione della sesta edizione di Equal Pension Day, promosso da Pensplan, il Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile di Trento, vista l’importanza di pianificare il futuro a livello  previdenziale, ha organizzato una serata informativa per imprenditrici e libere professioniste, con un seminario di approfondimento dal titolo "Conoscere per scegliere", in col ]]> Giornata della previdenza al femminile. In occasione della sesta edizione di Equal Pension Day, promosso da Pensplan, il Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile di Trento, vista l’importanza di pianificare il futuro a livello  previdenziale, ha organizzato una serata informativa per imprenditrici e libere professioniste, con un seminario di approfondimento dal titolo "Conoscere per scegliere", in collaborazione l'Università degli studi di Trento, che si terrà  giovedì 29 ottobre alle ore 18:00 presso la Sala della Federazione trentina della Cooperazione, in via Segnatini 10 a Trento.
    Chi fosse impossibilitato a partecipare di persona alla serata informativa può collegarsi online in diretta streaming il giorno stesso sul canale youtube di Pensplan.
    È previsto anche un webinar il giorno 28 ottobre alle ore 17:30 previa iscrizione online alla pagina bit.ly/36sGfeq e rivolto all’intera cittadinanza.

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Chieti-Pescara: Concorso 'Impresa in rosa, che storia' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2877C3S2/Chieti-Pescara--Concorso--Impresa-in-rosa--che-storia-.htm Sat, 10 Oct 2020 13:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2877C3S2/Chieti-Pescara--Concorso--Impresa-in-rosa--che-storia-.htm Giunge alla VI edizione l'iniziativa del Comitato per l'Imprenditoria Femminile di Chieti - Pescara 'Impresa in rosa.' 
    Quest'anno il concorso raddoppia: due contest diversi per le donne imprenditrici e per quelle che vorrebbero diventarlo. 

    1. 'Impresa in rosa. Che storia!' per le imprenditrici che si raccontano, riconoscimento alla storia d’impresa femminile più or ]]> Giunge alla VI edizione l'iniziativa del Comitato per l'Imprenditoria Femminile di Chieti - Pescara 'Impresa in rosa.' 
    Quest'anno il concorso raddoppia: due contest diversi per le donne imprenditrici e per quelle che vorrebbero diventarlo. 

    1. 'Impresa in rosa. Che storia!' per le imprenditrici che si raccontano, riconoscimento alla storia d’impresa femminile più originale, come valorizzazione dell’ingegno e del saper fare delle donne, evidenziando quelle esperienze di successo che abbiano saputo esprimere estro, innovazione e ricerca, ottenendo prodotti di qualità e risultati economici.

    2. 'Impresa in Rosa, che idea!' Volta a premiare due nuove realtà, sempre al femminile: l’aspirante impresa più originale e la start up ritenuta più innovativa.

    I riconoscimenti consisteranno in due premi in denaro ciascuno di € 1.000,00 (euro mille) omnicomprensivi da conferire all’idea di impresa più originale e alla start up più innovativa.

    Leggi tutte le informazioni --> https://bit.ly/2SHGKsP

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Prato-Pistoia: Dalila Mazzi è la nuova presidente della Camera di commercio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2876C3S2/Prato-Pistoia--Dalila-Mazzi-e-la-nuova-presidente-della-Camera-di-commercio.htm Thu, 01 Oct 2020 10:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2876C3S2/Prato-Pistoia--Dalila-Mazzi-e-la-nuova-presidente-della-Camera-di-commercio.htm Si è insediato mercoledì 30 settembre il consiglio della nuova Camera di commercio di Prato-Pistoia. Il primo atto è stata l’elezione del presidente, ruolo che verrà ricoperto da Dalila Mazzi, che ha ottenuto 24 preferenze (una sola scheda bianca). 57 anni, imprenditrice nel settore tessile, presidente e consigliere delegato della rifinizione Nuove Fibre, sarà alla guida dell’ente di via del Ro ]]> Si è insediato mercoledì 30 settembre il consiglio della nuova Camera di commercio di Prato-Pistoia. Il primo atto è stata l’elezione del presidente, ruolo che verrà ricoperto da Dalila Mazzi, che ha ottenuto 24 preferenze (una sola scheda bianca). 57 anni, imprenditrice nel settore tessile, presidente e consigliere delegato della rifinizione Nuove Fibre, sarà alla guida dell’ente di via del Romito fino al 2025. Il 21 ottobre il consiglio tornerà a riunirsi per l’elezione della giunta camerale che sarà costituita da 6 membri, compresa la neoeletta presidente Mazzi. A seguito dell’accorpamento, la Camera di Commercio Prato – Pistoia conta su circa 80mila imprese iscritte.

    Ringrazio i membri del consiglio camerale per la fiducia – commenta emozionata Mazzi – E’ con responsabilità e il massimo impegno che assumo questo incarico con l’obiettivo di rappresentare al meglio il complesso e diverso mondo delle nostre imprese. Un compito non facile: dobbiamo di valorizzare i caratteri distintivi dei nostri due territori e al contempo guardare al futuro, impegnandosi a portare avanti politiche nell’interesse di tutto il sistema economico”.

    "Abbiamo davanti a noi sfide importanti: su tutte la ripresa economica – prosegue la nuova presidente - Il nostro obiettivo sarà quello di aiutare le imprese a uscire dalla situazione economica che si è venuta a creare con l’emergenza sanitaria. Sfida che sarà possibile affrontare solo lavorando insieme, creando la maggiore sinergia possibile tra i due territori. Lavoreremo per trasformare il nuovo ente in un’opportunità per le imprese. Oggi si inizia a scrivere una nuova storia per la Camera di Commercio, guardando a Prato e Pistoia come a un unico territorio, rispettando i diversi settori produttivi che li contraddistinguono”.

    Questo l’elenco completo dei consiglieri. Paolo Giorgi, agricoltura, Elena Calabria, industria, Marcello Gozzi, industria, Federica Landucci, industria, Daniele Matteini, industria, Dalila Mazzi, industria, Simone Balli, artigianato, Nara Bocini, artigianato, Luca Giusti, artigianato, Cristina Pacini, artigianato, Leandro Vannucci, artigianato, Rolando Galli, commercio, Roberta Innocenti, commercio, Pier Luigi Lorenzini, commercio, Antioca Donatella Moica, commercio, Tiziano Tempestini, commercio, Tommaso Signorini, cooperative, Tommaso Gei, turismo, Federico Albini, trasporti, Stefano Visone, credito, Patrizia Elisabetta Benelli, servizi imprese, Mauro Lassi, servizi imprese, Tiziana Sicilia, servizi imprese, Davide Trane, servizi imprese, Argeo Bartolomei, altri settori, Daniele Gioffredi, sindacato, Denisa Sira Domenichelli, consumatori, Alessio Colomeiciuc, professionisti.

    Fonte: La Nazione - Prato

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Milano - Innovazione per una moda sostenibile uno sguardo al femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2875C3S2/Milano---Innovazione-per-una-moda-sostenibile-uno-sguardo-al-femminile.htm Mon, 28 Sep 2020 12:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2875C3S2/Milano---Innovazione-per-una-moda-sostenibile-uno-sguardo-al-femminile.htm Moda e sostenibilità sono un binomio inscindibile per una Milano che guarda con rinnovata fiducia al futuro. Un incontro il 30 settembre alle ore 14.15.
    Sempre più start up coniugano infatti sensibilità ambientale nel settore fashion ed innovazione tecnologica. Innovazione per una moda sostenibile vuole promuovere e valorizzare le numerose esperienze di imprenditorialità femminile (e non solo) che stanno ]]>
    Moda e sostenibilità sono un binomio inscindibile per una Milano che guarda con rinnovata fiducia al futuro. Un incontro il 30 settembre alle ore 14.15.
    Sempre più start up coniugano infatti sensibilità ambientale nel settore fashion ed innovazione tecnologica. Innovazione per una moda sostenibile vuole promuovere e valorizzare le numerose esperienze di imprenditorialità femminile (e non solo) che stanno segnando un significativo cambio di passo nel campo della moda green, attraverso case history di successo e il confronto tra gli esperti del settore.
    La prestigiosa collaborazione tra la Camera di commercio ed il Consolato britannico, sinergia che ha reso possibile l’evento, conferma la vocazione internazionale di Milano, città di respiro globale.

    Nel corso dell'evento si terrà Tavolo Giovani #Greenfashion: spazio alle startup femminili. Registrazione: https://register.gotowebinar.com/register/5787337037244806672

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Chieti-Pescara: le iniziative in favore dell'imprenditoria femminile del CIF ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2874C3S2/Chieti-Pescara--le-iniziative-in-favore-dell-imprenditoria-femminile-del-CIF-.htm Mon, 28 Sep 2020 10:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2874C3S2/Chieti-Pescara--le-iniziative-in-favore-dell-imprenditoria-femminile-del-CIF-.htm Il piano delle iniziative del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Chieti-Pescara

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Bologna - Contributi a sostegno delle mamme imprenditrici ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2873C3S2/Bologna---Contributi-a-sostegno-delle-mamme-imprenditrici-.htm Thu, 10 Sep 2020 23:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2873C3S2/Bologna---Contributi-a-sostegno-delle-mamme-imprenditrici-.htm Bando aperto dal 14 settembre 2020 al 16 ottobre 2020

    Scopo iniziativa e soggetti beneficiari
    La Camera di commercio di Bologna mette a disposizione € 1.000.000 per contributi a fondo perduto a favore delle imprese, con sede legale e/o unità locali operative nell’area metropolitana (ex provincia) di Bologna, amministrate da donne con figli nati tra il 1/1/2020 ed i ]]>
    Bando aperto dal 14 settembre 2020 al 16 ottobre 2020

    Scopo iniziativa e soggetti beneficiari
    La Camera di commercio di Bologna mette a disposizione € 1.000.000 per contributi a fondo perduto a favore delle imprese, con sede legale e/o unità locali operative nell’area metropolitana (ex provincia) di Bologna, amministrate da donne con figli nati tra il 1/1/2020 ed il giorno di invio della domanda, al fine di sostenere le spese necessarie per conciliare tempi di vita e di lavoro e non abbandonare l’attività imprenditoriale.

    Ogni impresa, nell'interesse dell'imprenditrice diventata neo mamma nel 2020 (nelle date indicate), potrà avere un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 12.500 euro per:

    • aumentare l’organico dell’azienda, per far fronte alla sua minore presenza in ufficio;
    • allestire postazioni di lavoro a casa, acquistando computer, portatili o notebook, stampanti, scanner, attivare collegamenti internet ad alta velocità;
    • attivare collaborazioni con temporary manager;
    • le spese sostenute dalla mamma imprenditrice, e rimborsate dall'impresa a quest'ultima, per asili nido, baby sitter, baby parking (anche se effettuate in contanti fino a 3.000 euro complessivi).

    Termini e modalità presentazione domande
    Le domande potranno essere presentate da tutte le imprese al cui interno operi una donna imprenditrice (*) neo mamma dalle ore 9.00 del 14 settembre 2020 alle ore 13.00 del 16 ottobre 2020.

    (*) Per donne imprenditrici ai fini del presente contributo si intendono: le titolari di impresa individuale, le socie amministratrici di società di persone, le legali rappresentanti o consigliere delegate di società di capitali.

    Entità dei contributi
    I contributi verranno assegnati a fondo perduto, in un’unica soluzione nella misura del 50% delle spese ammissibili.
    Ogni impresa può ottenere un solo contributo a valere sul regolamento, nel limite massimo di € 12.500,00.
    Importo minimo delle spese ammissibili € 2.000,00.

    Bando
    Contributi a sostegno delle mamme imprenditrici - Anno 2020 

    Modulistica
    Il modulo di domanda di contributo - modulo Base Telemaco - è un file xml generato dal sistema Telemaco compilando apposito form on line al momento della predisposizione della pratica che precede l'invio.
    Il modulo di dichiarazione sostitutiva (documento obbligatorio per la domanda) va compilato, convertito in formato pdf, firmato digitalmente e inserito negli allegati della pratica telematica sulla piattaforma Web Telemaco 
    Istruzioni per l'invio telematico delle domande di contributo


    CONTATTI:
    Promozione interna
    Orari: Riceve il pubblico su appuntamento
    Indirizzo: Piazza Costituzione 8 - 40128 Bologna
    Telefono: 051.6093.442
    Email: promozione@bo.camcom.it

     

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Imprese in Rosa: Chieti è la terza provincia in Italia. Presentato programma Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2872C3S2/Imprese-in-Rosa--Chieti-e-la-terza-provincia-in-Italia--Presentato-programma-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Tue, 28 Jul 2020 16:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2872C3S2/Imprese-in-Rosa--Chieti-e-la-terza-provincia-in-Italia--Presentato-programma-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Con un numero di imprese pari al 28,8% del totale, Chieti è la terza provincia più rosa di Italia e l’Abruzzo la terza regione a livello nazionale.

    E’ con questo dato che si apre la conferenza stampa di presentazione del programma per l’Imprenditoria femminile della Camera di commercio Chieti Pescara, insediatosi il 28 maggio scorso e già all’opera per fronteggiare la crisi Covid che, ]]> Con un numero di imprese pari al 28,8% del totale, Chieti è la terza provincia più rosa di Italia e l’Abruzzo la terza regione a livello nazionale.

    E’ con questo dato che si apre la conferenza stampa di presentazione del programma per l’Imprenditoria femminile della Camera di commercio Chieti Pescara, insediatosi il 28 maggio scorso e già all’opera per fronteggiare la crisi Covid che, proprio sull’impresa in rosa, è andata giù pesante.

    Due sono i dati che allarmano più di tutti” - commenta il presidente Gennaro Strever – “Tra aprile e giugno, le iscrizioni di nuove aziende guidate da donne sono, a livello nazionale, oltre 10mila in meno rispetto allo stesso trimestre del 2019; a fine giugno l’universo delle imprese femminili conta quasi 5mila unità in meno rispetto allo scorso anno. Questo vuol dire che, di fronte ad una riorganizzazione familiare dettata dal lock down, molte imprenditrici devono aver ritenuto opportuno fermarsi e attendere un momento più propizio”.

    In particolare, la pandemia ha mostrato una serie di fragilità latenti del sistema imprenditoriale femminile sulle quali occorre impegnarsi: le giovani donne d’impresa hanno una minore propensione all’innovazione rispetto ai coetanei uomini; investono meno nelle tecnologie digitali di Industria 4.0; sono meno internazionalizzate; hanno un rapporto difficile con il credito. Tutti fattori, in particolare quello della digitalizzazione e dell’internazionalizzazione, considerati invece determinanti per la ripresa economica.

    A questo proposito, il programma (in allegato) illustrato dalla Presidente del Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio Chieti Pescara Luciana Ferrone, sembra rispondere in pieno ai punti deboli del sistema e prova ad offrire delle vie per la ripartenza.

    Tra le iniziative più interessanti - spiega la Ferrone - “ci sono l’istituzione di una nuova categoria del premio “Impresa in rosa che storia!” volta a premiare, attraverso un bando concorso, un’idea innovativa da parte di una aspirante imprenditrice; Erasmus Plus per giovani imprenditori, un programma di scambio transfrontaliero che offre ai nuovi imprenditori – o aspiranti tali – l’opportunità di imparare i segreti del mestiere; YES I start up” che si articola in percorsi formativi mirati e personalizzati per la definizione di un’idea d’azienda”.

     

    Ma l’iniziativa più prestigiosa è, sicuramente, rappresentata dalla realizzazione di una convenzione per uno studio dal titolo “THE FUTURIZATION OF BUSINESS: Costruire il business di domani” in collaborazione con il Corso di Economia Aziendale dell’Università D’Annunzio. Lo studio ha l’obiettivo di indagare le professionalità più richieste da un futuro che sembra non fare sconti. Il Prof. Michele Rea, presidente del corso di laurea: “Essere qui, oggi, è un motivo di grande soddisfazione perché ritengo che Camera di Commercio ed Università siano enti complementari per la costruzione di nuovi orizzonti da offrire agli studenti ed al tessuto delle piccole e medie imprese”.

     

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Unioncamere - IV Rapporto sull'imprenditorialità femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2871C3S2/Unioncamere---IV-Rapporto-sull-imprenditorialita-femminile.htm Mon, 27 Jul 2020 14:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2871C3S2/Unioncamere---IV-Rapporto-sull-imprenditorialita-femminile.htm Resilienti, tenaci, pronte anche più degli uomini a mettersi in gioco. E’ la foto del milione e 340mila imprese guidate da donne, che emerge dal IV Rapporto sull’imprenditoria femminile, realizzato da Unioncamere.

    Queste imprese, che sono il 22% del totale, negli ultimi 5 anni sono cresciute a un ritmo molto più intenso di quelle maschili: ]]> Resilienti, tenaci, pronte anche più degli uomini a mettersi in gioco. E’ la foto del milione e 340mila imprese guidate da donne, che emerge dal IV Rapporto sull’imprenditoria femminile, realizzato da Unioncamere.

    Queste imprese, che sono il 22% del totale, negli ultimi 5 anni sono cresciute a un ritmo molto più intenso di quelle maschili: +2,9% contro +0,3%. In valori assoluti l’aumento delle imprese femminili è stato più del triplo rispetto a quello delle imprese maschili: +38.080 contro +12.704. In pratica, le imprese femminili hanno contribuito a ben il 75% dell’incremento complessivo di tutte le imprese in Italia, pari a +50.784 unità.

    Anche se ancora fortemente concentrate nei settori più tradizionali, le imprese di donne stanno crescendo soprattutto in settori più innovativi e con una intensità maggiore delle imprese maschili. E’ il caso delle Attività professionali scientifiche e tecniche (+17,4% contro +9,3% di quelle maschili) e dell’Informatica e telecomunicazioni (+9,1%,contro il +8,9% delle maschili).

    Lazio (+7,1%), Campania (+5,4%), Calabria (+5,3%), Trentino (+5%), Sicilia (+4,9%), Lombardia (+4%) e Sardegna (+3,8%) le regioni in cui le aziende al femminile aumentano oltre la media. In termini di incidenza territoriale, sul totale delle imprese, al vertice della classifica si incontrano tuttavia tre regioni del Mezzogiorno (Molise, Basilicata e Abruzzo), seguite dall’Umbria, dalla Sicilia e dalla Val d’Aosta.

    Di fronte al Covid, però, molte aspiranti imprenditrici devono aver ritenuto opportuno fermarsi e attendere un momento più propizio. Tra aprile e giugno, infatti, le iscrizioni di nuove aziende guidate da donne sono oltre 10mila in meno rispetto allo stesso trimestre del 2019. Questo calo, pari al -42,3%, è superiore a quello registrato dalle attività maschili (-35,2%). Anche per effetto di questo rallentamento delle iscrizioni, sul quale ha inciso il lockdown, a fine giugno l’universo delle imprese femminili conta quasi 5mila unità in meno rispetto allo scorso anno.

    L'imprenditoria femminile è uno dei settori strategici da promuovere, sia per lo sviluppo del Paese che per il raggiungimento di un pieno empowerment femminile anche nel contesto lavorativo”. E’ quanto dichiara la Ministra per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, che aggiunge “serve sostenere e incentivare la presenza femminile nelle PMI, settore privilegiato per il lavoro delle donne. Abbiamo quindi individuato, come Dipartimento per le pari opportunità, tre direzioni di intervento: accesso al credito e formazione finanziaria, per i quali dall'inizio della crisi sanitaria abbiamo già incrementato di 5 milioni di euro il fondo destinato al credito delle PMI femminili; un piano nazionale di formazione al digitale, con particolare attenzione ai settori e alle categorie di donne imprenditrici, che sono maggiormente escluse da tali percorsi formativi; promozione incentivata, tra le imprese femminili, e condivisione di strumenti di welfare e di conciliazione tra la vita familiare e quella lavorativa. Sono convinta che il coraggio delle donne che sanno osare scelte innovative possa fare di queste imprese il primo passo per la ripartenza di tutto il Paese”.

    Per il sottosegretario allo Sviluppo economico, Giampaolo Manzella, “I dati di Unioncamere di oggi sono solo gli ultimi a dirci che c'è ancora un ritardo importante sulla partecipazione delle donne alla vita di impresa, con implicazioni molto forti in termini economici. Nella azione del Mise a sostegno delle PMI ci sono tre assi di intervento sui quali concentrarsi: Incentivi alle imprese sotto forma di prestiti e contributi, con un'azione a favore delle startup femminili; Sensibilizzazione culturale per 'far capire' nella società il valore dell'impresa femminile; Azioni di assistenza tecnica alle imprenditrici per aiutarle a 'fare impresa'.
    Il tutto in stretto contatto con le Regioni e il sistema camerale e nella prospettiva di un Recovery Fund che tocchi i nodi italiani: di cui questo è sicuramente uno
    ”.

    In Italia ci sono più di un milione e trecentomila imprese femminili che crescono ogni anno un po’ più delle altre”, ha sottolineato il presidente di UnioncamereCarlo Sangalli. “Durante il periodo di emergenza abbiamo visto invece un rallentamento della nascita di queste imprese, a testimonianza del fatto che il peso più rilevante in quelle fasi difficili è ricaduto e ricade sulle spalle delle donne. Anche per questo dobbiamo rafforzare gli strumenti utili per sostenere le donne a far nascere e crescere le loro imprese”.

     

    Leggi il comunicato completo di tabelle

    Guarda le slides

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Roma - Conferenza stampa Presentazione IV Rapporto nazionale Imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2870C3S2/Roma---Conferenza-stampa-Presentazione-IV-Rapporto-nazionale-Imprenditoria-femminile.htm Wed, 22 Jul 2020 11:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2870C3S2/Roma---Conferenza-stampa-Presentazione-IV-Rapporto-nazionale-Imprenditoria-femminile.htm Si svolgerà online lunedì 27 luglio 2020, alle ore 12, la conferenza stampa di  presentazione del IV Rapporto nazionale sull'imprenditoria femminile.

    Il programma prevede un'introduzione da parte di Carlo Sangalli, presidente di Unioncamere, e di Tiziana Pompei, Vice Segretario generale Unioncamere.

    Intervengono:

    - Loretta Credaro, presidente della Camera di commercio Sondrio e imp ]]> Si svolgerà online lunedì 27 luglio 2020, alle ore 12, la conferenza stampa di  presentazione del IV Rapporto nazionale sull'imprenditoria femminile.

    Il programma prevede un'introduzione da parte di Carlo Sangalli, presidente di Unioncamere, e di Tiziana Pompei, Vice Segretario generale Unioncamere.

    Intervengono:

    - Loretta Credaro, presidente della Camera di commercio Sondrio e imprenditrice
    - Gian Paolo Manzella, sottosegretario del ministero dello Sviluppo economico
    - Elena Bonetti, ministro per le Pari opportunità e la famiglia

    La presentazione si svolgerà tramite piattaforma Zoom al link: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_00gswd4RRR-iu5AaxvRMKw

    Sarà possibile collegarsi a partire dalle ore 11,50. Il termine dei lavori è previsto per le ore 13,30.

    I giornalisti potranno formulare le domande attraverso la chat della piattaforma Zoom.

    Lunedì 27 luglio 2020 - ore 12,00

    Programma

    Invito

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Potenza - Coronavirus: istituito Osservatorio regionale smart working ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2869C3S2/Potenza---Coronavirus--istituito-Osservatorio-regionale-smart-working.htm Tue, 21 Jul 2020 19:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2869C3S2/Potenza---Coronavirus--istituito-Osservatorio-regionale-smart-working.htm L'Ufficio della consigliera regionale di parità ha istituito in Basilicata l'Osservatorio sullo smart working, "alla luce delle nuove disposizioni normative che investono il mondo del lavoro con particolare riguardo al lavoro agile". L'iniziativa è stata presentata stamani, a Potenza, dalla consigliera regionale di parità, Ivana Pipponzi, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno part ]]> L'Ufficio della consigliera regionale di parità ha istituito in Basilicata l'Osservatorio sullo smart working, "alla luce delle nuove disposizioni normative che investono il mondo del lavoro con particolare riguardo al lavoro agile". L'iniziativa è stata presentata stamani, a Potenza, dalla consigliera regionale di parità, Ivana Pipponzi, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato i rappresentanti di Itl, Inps e Inail, dell'Unibas, di Sviluppo Basilicata, del Comitato per l'imprenditoria femminile e dei sindacati.

    Fonte: Ansa.it

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ EWN: i risultati dell'indagine sull'imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2868C3S2/EWN--i-risultati-dell-indagine-sull-imprenditoria-femminile.htm Mon, 20 Jul 2020 13:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2868C3S2/EWN--i-risultati-dell-indagine-sull-imprenditoria-femminile.htm Nove mesi dopo l’EUROCHAMBRES Economic Forum di Roma, i membri del Women Network dell’Associazione delle Camere di Commercio europee si sono riuniti per discutere i risultati dell’indagine EWN sull’imprenditorialità femminile e rivedere le proprie priorità, alla luce del mutato quadro economico e sociale.
    Presenti all’appuntamento anche Unioncamere e il suo Ufficio di Bruxelles, per raccon ]]>
    Nove mesi dopo l’EUROCHAMBRES Economic Forum di Roma, i membri del Women Network dell’Associazione delle Camere di Commercio europee si sono riuniti per discutere i risultati dell’indagine EWN sull’imprenditorialità femminile e rivedere le proprie priorità, alla luce del mutato quadro economico e sociale.
    Presenti all’appuntamento anche Unioncamere e il suo Ufficio di Bruxelles, per raccontare l’impegno e il ruolo fondamentale giocato dalle Camere italiane e dalla rete dei Comitati Imprenditorialità Femminile nei mesi di emergenza coronavirus.
    Il Rapporto EWN, presentato e discusso con i membri del Network, si basa su 1.500 risposte provenienti da tutta Europa; esso rivela che l'accesso ai finanziamenti e la conciliazione tra lavoro e vita privata rimangono questioni chiave da affrontare a livello europeo. Lo studio sottolinea la necessità di iniziative politiche efficaci per sfruttare appieno il potenziale dell'imprenditoria femminile in un momento in cui ciò è più che mai necessario.
    Le donne imprenditrici, già fonte inesplorata di crescita prima della crisi Covid-19, devono ora necessariamente far parte dell'equazione di ripresa  dell’UE. Il loro potenziale deve essere sfruttato appieno e l'Unione europea può e deve svolgere un ruolo chiave in questo processo.
    A tal fine, EWN inviterà la Commissione europea a collaborare per sviluppare strumenti di business plan e linee guida sull'accesso ai finanziamenti, per facilitare gli scambi di approcci sulle soluzioni di conciliazione tra lavoro e vita privata e per investire in ampi programmi di formazione e mentoring transfrontalieri a beneficio delle imprenditrici di oggi e di domani.

     

    Dal Numero 14 del 17 luglio 2020 della newsletter 'Mosaico Europa'

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Latina - Workshop gratuito "Imprenditrice digitale" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2867C3S2/Latina---Workshop-gratuito--Imprenditrice-digitale-.htm Wed, 15 Jul 2020 14:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2867C3S2/Latina---Workshop-gratuito--Imprenditrice-digitale-.htm Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Latina organizza, lunedì 27 luglio, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, mediante collegamento da remoto, un workshop formativo gratuito dal titolo “Imprenditrice digitale”, destinato alle imprenditrici e aspiranti tali, di tutti i settori economici, che vogliano approfondire informazioni e conoscenze sui social network così da acquisire le competenze nece ]]> Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Latina organizza, lunedì 27 luglio, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, mediante collegamento da remoto, un workshop formativo gratuito dal titolo “Imprenditrice digitale”, destinato alle imprenditrici e aspiranti tali, di tutti i settori economici, che vogliano approfondire informazioni e conoscenze sui social network così da acquisire le competenze necessarie per gestire il proprio profilo aziendale ed iniziare a promuovere e vendere i propri prodotti online arrivando in modo diretto, efficace e veloce al cliente.
    La conoscenza di questi nuovi canali di comunicazione rappresenta un primo passo importante per rendere visibile la propria impresa sul web, ormai considerato il nuovo mercato globale.
    Le iscrizioni possono essere inoltrate, compilando l’apposito modulo, via posta elettronica all’indirizzo imprenditoriafemminile@lt.camcom.it, preferibilmente entro giovedì 22 luglio 2020.

    Modulo

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Messaggio di Tiziana Pompei Unioncamere per 'prontearipartire' di Confcommercio Terziario Donna ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2866C3S2/Messaggio-di-Tiziana-Pompei-Unioncamere-per--prontearipartire--di-Confcommercio-Terziario-Donna.htm Wed, 24 Jun 2020 13:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2866C3S2/Messaggio-di-Tiziana-Pompei-Unioncamere-per--prontearipartire--di-Confcommercio-Terziario-Donna.htm "Da anni con passione mi occupo di imprenditorialità femminile e di pari opportunità. Nel tempo le donne hanno dimostrato di poter giocare un ruolo determinante per la crescita economica e sociale. non si sono arrese davanti alle difficoltà ed anche in questa fase critica si stanno rivelando delle vere combattenti.. Ed è dunque a tutte le donne che voglio lanciare il mio personale appello a continuare a ]]> "Da anni con passione mi occupo di imprenditorialità femminile e di pari opportunità. Nel tempo le donne hanno dimostrato di poter giocare un ruolo determinante per la crescita economica e sociale. non si sono arrese davanti alle difficoltà ed anche in questa fase critica si stanno rivelando delle vere combattenti.. Ed è dunque a tutte le donne che voglio lanciare il mio personale appello a continuare a guardare con fiducia al futuro. Le Camere, assieme ai Comitati per l'Imprenditoria Femminile, costituiti dalle rappresentanti delle Associazioni di categoria, sono al loro fianco e continuano a lavorare soprattutto per favorire l'accesso al credito. Ma tante altre sono e debbono essere le iniziative per restituire slancio all'imprenditoria femminile, fatta soprattutto di piccole imprese e che risente maggiormente della fragilità economica. Servono però anche misure concrete per la digitalizzazione, per la formazione, per l'innovazione e per favorire la presenza sui mercati esteri. Le Camere di Commercio dunque sono pronte, insieme alle Associazioni, a sostenere e ad ascoltare la voce delle imprenditrici sui territori, per far ripartire il Paese."
    .
    Tiziana Pompei, Vice Segretario Generale di Unioncamere per #prontearipartire, l'iniziativa lanciata da Confcommercio Terziario Donna.

     

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Torino - Webinar 'Women & Digital leadership - Le competenze digitali come motore di sviluppo della leadership femminile' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2865C3S2/Torino---Webinar--Women---Digital-leadership---Le-competenze-digitali-come-motore-di-sviluppo-della-leadership-femminile-.htm Wed, 24 Jun 2020 13:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2865C3S2/Torino---Webinar--Women---Digital-leadership---Le-competenze-digitali-come-motore-di-sviluppo-della-leadership-femminile-.htm Ad oggi, anche se dovrebbe essere di genere neutro, la leadership è ancora fortemente connotata «al maschile», sia per la predominanza degli uomini in posizioni di comando, sia perché le caratteristiche che le vengono associate sono quelle considerate tipicamente maschili. A tal proposito, le competenze digitali possono essere di aiuto allo sviluppo di una leadership femminile? Quanto le digital skills possono aiut ]]> Ad oggi, anche se dovrebbe essere di genere neutro, la leadership è ancora fortemente connotata «al maschile», sia per la predominanza degli uomini in posizioni di comando, sia perché le caratteristiche che le vengono associate sono quelle considerate tipicamente maschili. A tal proposito, le competenze digitali possono essere di aiuto allo sviluppo di una leadership femminile? Quanto le digital skills possono aiutare le donne nel loro percorso di empowerment personale e professionale? Quanto sono un’opportunità per diventare una leader o per affinare il proprio stile di leadership?

    Destinatari della giornata organizzata dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Torino saranno donne che intendono “investire su se stesse e vedono le digital skills come un’opportunità di crescita e di miglioramento”. 

    Il webinar, che si terrà lunedì 29 giugno dalle 18.00 alle 19:00 sarà una tavola rotonda dinamica e interattiva, condotta da un abilissimo moderatore ed alla quale parteciperanno tre donne esperte di empowerment, leadership e digitalizzazione.

    Programma
    Conduce: Massimo Temporelli – The FabLab

    intervengono:

    Chiara Brughera – She Tech
    Maria Rita Fiasco – Anitec – Assinform
    Layla Pavone – Digital Magics

    La partecipazione all'evento è gratuita e possibile cliccando --> https://bit.ly/37VUOpu


     

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Piacenza - 'La parte migliore di me', incontri per sviluppare una rinnovata visione imprenditoriale ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2864C3S2/Piacenza----La-parte-migliore-di-me---incontri-per-sviluppare-una-rinnovata-visione-imprenditoriale.htm Thu, 18 Jun 2020 17:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2864C3S2/Piacenza----La-parte-migliore-di-me---incontri-per-sviluppare-una-rinnovata-visione-imprenditoriale.htm Il Comitato per la Promozione dell'Imprenditorialità Femminile della Camera di commercio di Piacenza ha organizzato l’iniziativa “LA PARTE MIGLIORE DI ME”.
    Si tratta di un incontro on line dedicato alle Imprenditrici piacentine a confronto che si terrà giovedì 25 giugno dalle ore 13.30 alle 15.30, oppure nella seconda edizione che si terrà l'8 luglio
    Il Comitato per la Promozione dell'Imprenditorialità Femminile della Camera di commercio di Piacenza ha organizzato l’iniziativa “LA PARTE MIGLIORE DI ME”.
    Si tratta di un incontro on line dedicato alle Imprenditrici piacentine a confronto che si terrà giovedì 25 giugno dalle ore 13.30 alle 15.30, oppure nella seconda edizione che si terrà l'8 luglio, con il supporto del Punto Impresa Digitale della Camera di Commercio.
    L’obiettivo del Comitato è quello di rileggere questa nuova grande sfida, lasciata dall'emergenza sanitaria, in "chiave positiva e con nuove idee progettuali" continuando a pensare, fare ed essere positive!
    Il Comitato vuole raggiungere un nuovo traguardo ripartendo dalle stesse imprenditrici, dalle loro passioni, scoprendo talenti e riscoprendo valori ma soprattutto riconoscendo un nuovo equilibrio in una realtà cambiata, per trasferirlo energicamente nel business quotidiano.
    Durante il percorso le imprenditrici saranno guidate da Anna Piacentini, attraverso l'ascolto e il confronto con altre imprenditrici Piacentine. Anna Piacentini è consulente, trainer e coach, appassionata del mondo della formazione per conoscere se stessi e dare spazio al proprio potenziale; si occupa di progetti organizzativi finalizzati a dare concretezza e misurabilità al concetto di Happiness at Work - su cui ha organizzato la prima conferenza internazionale in Italia -, Performance & Talent coaching nonchè di allenamento all'equilibrio emotivo.
    Già in occasione dell'ultimo progetto formativo "Consapevolmente a segno", la docente ha consentito alle imprenditrici  di riscoprire e allenare l'istinto riconoscendo e ripercorrendo la propria visione imprenditoriale.


    Per partecipare è necessario iscriversi contattando l’indirizzo promozione@pc.camcom.it entro il 20 giugno.
    Il Comitato, recentemente rinnovato nella sua composizione, vuole mettere a disposizione degli strumenti concreti per le imprenditrici piacentine, contribuendo alla spinta verso l'adattamento ed al superamento della straordinaria della prova che il tessuto sociale ed economico sta cercando di superare. Sulla scia dei percorsi formativi e dei laboratori già realizzati anche lo scorso anno, il Comitato ha ideato un questionario esplorativo, al fine di adattare le iniziative in fase di programmazione ai reali bisogni del tessuto imprenditoriale femminile. Con questo primo appuntamento si avvia la prima parte delle attività orientate alla conoscenza della realtà, alla individuazione delle rinnovate visioni imprenditoriali senza dimenticare l’importanza del fare rete, mantenendo un forte collegamento tra realtà differenti ma accomunate dalla unicità dell’obiettivo.

    Il Comitato attualmente è composto da Nicoletta Corvi, Presidente, in rappresentanza della Cooperazione, Katia Baldrighi e Giovanna Malvicini in rappresentanza del Commercio, Susanna Fumi in rappresentanza dell’Agricoltura, Giuliana Biagiotti ed Elisabetta Maserati in rappresentanza del Credito, Federica Bussandri, Gabriella Ferrari e Laura Lusignani in rappresentanza dell’Artigianato, Elisa Tatano in rappresentanza dell’Industria.

    ]]>
    redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Torino - Girls, digital & STEM. Il futuro inizia da qui ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2863C3S2/Torino---Girls--digital---STEM--Il-futuro-inizia-da-qui.htm Fri, 12 Jun 2020 09:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2863C3S2/Torino---Girls--digital---STEM--Il-futuro-inizia-da-qui.htm Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Torino organizza un incontro destinato a giovani ragazze, educatori e genitori, con l’obbiettivo di presentare l’importanza delle carriere STEM e di come l’utilizzo consapevole (e non solo ludico) delle tecnologie digitali possa essere la risposta alle nuove richieste provenienti dal mondo del lavoro.

    Un evento interattivo in cui i partecipanti avr ]]> Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Torino organizza un incontro destinato a giovani ragazze, educatori e genitori, con l’obbiettivo di presentare l’importanza delle carriere STEM e di come l’utilizzo consapevole (e non solo ludico) delle tecnologie digitali possa essere la risposta alle nuove richieste provenienti dal mondo del lavoro.

    Un evento interattivo in cui i partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi con Cheryl Miller, Presidente del Digital Leadership Institute.

    L’incontro si terrà in lingua inglese. La piattaforma permette la fruizione dei sottotitoli in lingua inglese. Le domande ed i racconti dei partecipanti potranno essere posti in lingua italiana.

    Appuntamento il 22 giugno alle ore 17.00. Info e iscrizioni su www.to.camcom.it/girls-digital-stem-il-futuro-inizia-da-qui

    ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
    <![CDATA[ Donne per un nuovo Rinascimento. Le proposte della ministra Bonetti ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2862C3S2/Donne-per-un-nuovo-Rinascimento--Le-proposte-della-ministra-Bonetti.htm Tue, 09 Jun 2020 09:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2862C3S2/Donne-per-un-nuovo-Rinascimento--Le-proposte-della-ministra-Bonetti.htm Sostenere le aziende 'rosa' e potenziare il lavoro femminile, alcune delle proposte raccolte in 'Donne per un nuovo Rinascimento', il documento della ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti.

    Sostegno le imprese femminili:

    • ]]> Sostenere le aziende 'rosa' e potenziare il lavoro femminile, alcune delle proposte raccolte in 'Donne per un nuovo Rinascimento', il documento della ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti.

      Sostegno le imprese femminili:

      • Istituire un fondo per la microimpresa femminile, servizi di tutoring tecnico-gestionale.
      • Creazione   di poolingtra  le  imprese  per  l’armonizzazione  dei  tempi  della  vita  e  del  lavoro.

      Potenziare il lavoro femminile

      • Avviare un piano concreto per la creazione di centomila posti in più in asili nido in cinque anni.
      • Incentivare il ritorno al lavoro delle donne dopo la maternità prevedendo una premialità sul salario, pari fino al 30% del salario.
      • Formare  e  riqualificare  le  donne  che  dovessero  perdere  il  posto  di  lavoro  a  seguito  della  pandemia.
      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it ) <![CDATA[ Chieti - Pescara: rinominato il Comitato per l'Imprenditoria Femminile. Presidente Luciana Ferrone ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2861C3S2/Chieti---Pescara--rinominato-il-Comitato-per-l-Imprenditoria-Femminile--Presidente-Luciana-Ferrone.htm Mon, 08 Jun 2020 15:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2861C3S2/Chieti---Pescara--rinominato-il-Comitato-per-l-Imprenditoria-Femminile--Presidente-Luciana-Ferrone.htm Si è insediato, oggi, 28 maggio, il Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio Chieti Pescara. Alla sua guida, eletta per acclamazione, Luciana Ferrone. Vice presidente nazionale Impresa Donna, presidente Impresa Donna Abruzzo, Vice presidente ITS Most di Ortona e, soprattutto, CEO di L. Transport Spa.

      Sono Luciana”, esordisce così nel suo discorso d’apertura l ]]> Si è insediato, oggi, 28 maggio, il Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio Chieti Pescara. Alla sua guida, eletta per acclamazione, Luciana Ferrone. Vice presidente nazionale Impresa Donna, presidente Impresa Donna Abruzzo, Vice presidente ITS Most di Ortona e, soprattutto, CEO di L. Transport Spa.

      Sono Luciana”, esordisce così nel suo discorso d’apertura la Ferrone, emozionata di questo consenso unanime “e quello che mi piacerebbe fare – continua – è una squadra fortissima. In questo gruppo non c’è presidente: io ci metterò tutta la mia esperienza e capacità, ma mi aspetto altrettanto da voi. Insieme, cercheremo di dare onore a questa giunta che unisce due realtà, come quelle di Chieti e Pescara, che dobbiamo dimostrare essere sorelle. Ritroviamoci al più presto e programmiamoci tutte per aiutare le imprese ad uscire fuori da questa economia disastrata a causa dell’emergenza Covid 19”.

      Oltre a Luciana Ferrone, nel Comitato siedono, per nomina della giunta camerale e dietro segnalazione delle associazioni di categoria rappresentate in consiglio: Rita Annecchini, Linda D’Agostino, Cristina D’Aprile, Marina De Marco, Vincenzina De Sanctis, Maria Luisa Di Blasio, Marina Dolci, Marta Elisio, Alessandra Fiore, Tiziana Iozzi, Barbara Lunelli, Ana Paula Masaguè, Sara Pierangelo, Antonella Vicoli.

      Il Comitato, che durerà in carica fino a dicembre 2022, ha il compito di promuovere e valorizzare la presenza femminile nei luoghi decisionali dello sviluppo economico, la diffusione della cultura imprenditoriale presso le donne, il conseguimento di un contesto sociale che permetta la conciliazione delle esigenze della vita relazionale quotidiana con la rispettiva ed equilibrata realizzazione professionale.

      In particolare, il Comitato per l’Imprenditoria Femminile, nell’esercizio delle proprie attività:

      • è in costante collegamento con l’ente camerale, attraverso consultazioni prima e durante le iniziative che verranno progettate e realizzate;
      • predispone un programma di mandato annuale coerente con gli indirizzi generali e con il programma pluriennale di attività della Camere di commercio;
      • relaziona alla Camera di commercio sulle attività svolte al 31 dicembre di ogni anno;
      • assicura costanti collegamenti con gli organismi del sistema camerale a livello regionale e/o nazionale, al fine di raccoglierne proposte ed esperienze;
      • utilizza gli atti, le informazioni e la documentazione della Camera di commercio necessari allo svolgimento dei propri compiti;
      • propone e opera per la partecipazione della Presidente del Comitato (o sua delegata) alle riunioni della giunta camerale in qualità di uditrice su temi di specifico interesse;
      • può esprimere un parere non vincolante agli organi della Camera di commercio sui temi dell’imprenditoria femminile;
      • ricerca sinergie comuni con le Associazioni di categoria presenti nel Comitato per la progettazione e la realizzazione delle attività;
      • valorizza e dà visibilità alle attività svolte e ai risultati raggiunti attraverso iniziative di comunicazione condivise e realizzate con il supporto tecnico della Camera di commercio

      Gennaro Strever, Presidente della Camera di commercio Chieti Pescara: “il Comitato svolge un ruolo fondamentale per superare le dinamiche di genere e riconoscere alle donne quelle capacità indispensabili per una gestione corretta ed intelligente del sistema economico e sociale. Sarò il primo a promuovere le scelte che il Comitato farà a favore delle imprese: la capacità di gestione della complessità delle cose, che è innegabile da parte delle donne, sarà tanto più preziosa oggi alla luce della difficile ripresa che ci troveremo ad affrontare”.

      Il comitato sarà già al lavoro con una riunione operativa il 9 giugno.

      ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Modena - Incontro "Problem Solving: ritrovare energia e idee per reinventarsi e uscire da un momento incredibile" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2859C3S2/Modena---Incontro--Problem-Solving--ritrovare-energia-e-idee-per-reinventarsi-e-uscire-da-un-momento-incredibile-.htm Mon, 08 Jun 2020 11:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2859C3S2/Modena---Incontro--Problem-Solving--ritrovare-energia-e-idee-per-reinventarsi-e-uscire-da-un-momento-incredibile-.htm Il Comitato per la Promozione dell'imprenditoria Femminile di Modena, in questo periodo critico dovuto all'emergenza Covid-19, organizza il ciclo "Percorsi di impresa" con incontri online quali aiuto e sostegno all'imprenditoria femminile a cura del Comitato stesso e della formatrice Claudia Miglia.
      In queste occasioni si potrà dialogare, condividere informazioni, esperienze, momenti e opportunità ]]>
      Il Comitato per la Promozione dell'imprenditoria Femminile di Modena, in questo periodo critico dovuto all'emergenza Covid-19, organizza il ciclo "Percorsi di impresa" con incontri online quali aiuto e sostegno all'imprenditoria femminile a cura del Comitato stesso e della formatrice Claudia Miglia.
      In queste occasioni si potrà dialogare, condividere informazioni, esperienze, momenti e opportunità.

      La prima pillola sarà "Problem Solving: ritrovare energia e idee per reinventarsi e uscire da un momento incredibile".

      • Mercoledì 10 giugno (15.00-18.00) - Imprenditrici in ambito vendita di servizi
      • Mercoledì 10 giugno (20.00-23.00) - Imprenditrici con punti vendita
      • Giovedì 11 giugno (10.00-13.00)

      Per consentire una migliore interazione dei partecipanti il numero massimo per incontro sarà di 12 partecipanti ad incontro per un massimo di 4 incontri.

      Seguite dalla Vostra postazione di lavoro. La partecipazione è gratuita.

      Saranno previste un massimo di 12 adesioni con la possibilità di ripetere gli incontri.
      Priorità di presenza in ordine di arrivo delle iscrizioni.

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Trento - Una 'mozione' per salvare e valorizzare il lavoro delle donne ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2858C3S2/Trento---Una--mozione--per-salvare-e-valorizzare-il-lavoro-delle-donne.htm Mon, 08 Jun 2020 11:06:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2858C3S2/Trento---Una--mozione--per-salvare-e-valorizzare-il-lavoro-delle-donne.htm Con le restrizioni imposte per il contenimento dell’epidemia da coronavirus, la mole di lavoro che è stata caricata sulle spalle delle donne è aumentata in maniera esponenziale. Se non verranno prese le misure necessarie a reggere in modo sostenibile questa emergenza, si intravvede il pericolo che molte di loro saranno costrette a scegliere tra la cura della famiglia e l’impegno professionale. P ]]> Con le restrizioni imposte per il contenimento dell’epidemia da coronavirus, la mole di lavoro che è stata caricata sulle spalle delle donne è aumentata in maniera esponenziale. Se non verranno prese le misure necessarie a reggere in modo sostenibile questa emergenza, si intravvede il pericolo che molte di loro saranno costrette a scegliere tra la cura della famiglia e l’impegno professionale. Per trovare risposte adeguate e soprattutto urgenti, il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile (CIF), si è rivolto a Donatella Conzatti, Senatrice della Repubblica del gruppo Italia Viva-PSI.

      La riunione, tenutasi oggi in videoconferenza, è stata introdotta da Claudia Gasperetti, Coordinatrice del CIF. “La raccomandazione di fondo delle rappresentanti dell’imprenditoria femminile del Trentino – ha sottolineato Gasperetti – è quella di agire con rapidità, per attivare misure concrete ed essenziali, tralasciando tutto ciò che può essere considerato secondario e superfluo. Paradossalmente, l’emergenza in atto dà a tutti noi la possibilità di ridisegnare schemi anche obsoleti e anacronistici, che per tornare ad essere attuali ed efficaci non possono prescindere dall’inclusione femminile”.
      Altra istanza considerata essenziale, riguarda la necessità che si avverte tra le imprenditrici di poter accedere alle comunicazioni ufficiali del governo con tempestività e chiarezza. A questo scopo sarebbe importante riuscire a creare un luogo virtuale, a cui tutte possano accedere, per poterle reperire rapidamente e applicare con precisione.

      La senatrice ha confermato che già all’inizio di maggio è stata presentata una mozione che, comprende numerose misure utili ad arginare il pericolo per le donne di vedersi escluse, per cause di forza maggiore, dal mercato del lavoro. Si tratta di richieste di ordine generale che prevedono, tra l’altro, la riorganizzazione del sistema scolastico, la diffusione e la regolazione dello smart working, il prolungamento dei congedi parentali, l’erogazione dei bonus baby-sitter, la promozione del lavoro di cura e la riduzione del digital divide.

      Il documento – ha spiegato Conzatti – impegna il Governo centrale a valutare l'opportunità di intervenire sulla normativa vigente, al fine di individuare una percentuale dei beni, sottratti alla mafia, da destinare ad uso e utilizzo delle imprese femminili. Inoltre, per la prima volta in Italia, abbiamo proposto di adottare una ‘Strategia nazionale per la parità di genere’, che riesca a colmare i divari ancora presenti nel mondo del lavoro (retribuzioni, assistenza, pensioni) e a sviluppare il pieno potenziale femminile nelle imprese, ma anche nella politica e nella società”.

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Torino - Affrontare la nuova normalità: un percorso per sviluppare la resilienza e prepararci al domani (REPLICA) ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2860C3S2/Torino---Affrontare-la-nuova-normalita--un-percorso-per-sviluppare-la-resilienza-e-prepararci-al-domani--REPLICA-.htm Tue, 26 May 2020 13:05:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2860C3S2/Torino---Affrontare-la-nuova-normalita--un-percorso-per-sviluppare-la-resilienza-e-prepararci-al-domani--REPLICA-.htm La situazione che stiamo vivendo in queste settimane sta diventando una nuova normalità, di cui non conosciamo la durata. Quale che sia, quando finirà, per alcuni ci potrà essere un graduale ritorno alla condizione precedente, per altri questo non sarà possibile.

      Il percorso, destinato a micro e piccoli imprese, si pone l’obiettivo di fornire all’imprenditore gli strumenti necessari per aiu ]]> La situazione che stiamo vivendo in queste settimane sta diventando una nuova normalità, di cui non conosciamo la durata. Quale che sia, quando finirà, per alcuni ci potrà essere un graduale ritorno alla condizione precedente, per altri questo non sarà possibile.

      Il percorso, destinato a micro e piccoli imprese, si pone l’obiettivo di fornire all’imprenditore gli strumenti necessari per aiutarlo a riprendere la propria attività e prepararsi all’imminente ritorno ad una “nuova normalità”.

      Composto da 10 appuntamenti di 90 minuti ciascuno, il training affronterà le seguenti tre tematiche:

      - come gestire la vulnerabilità personale, la paura e la rabbia, la perdita, il senso di inadeguatezza;

      - come comunicare e come rapportarvi con i vostri collaboratori (fra cui quelli che sono magari direttamente coinvolti dall’emergenza sanitaria, o hanno avuto la perdita di una persona cara);

      - come essere presenti con consapevolezza e positività nei vostri affetti.


      Il percorso si svolgerà nelle seguenti giornate sempre con orario 14:30 – 16:00

      28 maggio 2020
      04 – 11 – 18 – 25 giugno 2020
      02 – 09 – 16 - 23 - 30 luglio 2020

      La partecipazione è gratuita previa iscrizione. Per iscriversi agli eventi occorre essere registrati al sito, compilando il modulo sulla pagina www.to.camcom.it/user/register. Un paio di giorni prima gli iscritti riceveranno via mail tutte le indicazioni necessarie per partecipare alla sessione formativa. Le iscrizioni verranno chiuse al raggiungimento del numero massimo di 20 partecipanti.

      Per informazioni contattare la segreteria organizzativa comitatoimprenditoriafemminile@to.camcom.it

      ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Un tavolo trentino e non solo politiche di genere ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2857C3S2/Un-tavolo-trentino-e-non-solo-politiche-di-genere.htm Fri, 15 May 2020 00:05:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2857C3S2/Un-tavolo-trentino-e-non-solo-politiche-di-genere.htm L’urgenza di trovare soluzioni concrete alle maggiori difficoltà che le imprenditrici si trovano ad affrontare per effetto dell’emergenza sanitaria in atto ha sollecitato un incontro, organizzato in videoconferenza da Accademia d’Impresa, tra le componenti del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, coordinato da Claudia Gasperetti, ed Emanuela Rossini, deputata alla Camera ]]> L’urgenza di trovare soluzioni concrete alle maggiori difficoltà che le imprenditrici si trovano ad affrontare per effetto dell’emergenza sanitaria in atto ha sollecitato un incontro, organizzato in videoconferenza da Accademia d’Impresa, tra le componenti del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, coordinato da Claudia Gasperetti, ed Emanuela Rossini, deputata alla Camera per il gruppo misto.
      Al centro della discussione è stato posto il tema del lavoro e delle difficoltà che le donne dovranno affrontare alla fine del lockdown, quando si troveranno nella necessità di dover conciliare il ritmo della vita professionale con quello familiare che, come pare, sarà diverso da prima.
      Per agire in modo efficace – ha spiegato Emanuela Rossini – è necessario muoversi con rapidità e individuare con precisione i temi sui quali concentrare la nostra azione. È importante valorizzare la maternità e la gestione domestica, non ostacolare le carriere femminili per riequilibrare le presenze di genere all’interno dei tavoli operativi e delle task force di gestione della crisi, estendere i congedi parentali, ampliare l’accesso ai bonus baby sitter, incentivare i servizi per l’infanzia, regolarizzare tutte quelle posizioni che ancora non lo sono e che riguardano professioni tipicamente femminili, come le collaboratrici domestiche e le badanti”.
      È stata inoltre sottolineata la necessità di utilizzare i finanziamenti previsti per non rischiare di perderli, ma senza dimenticare che si tratta di prestiti e che, per definizione, andranno restituiti. È dunque fondamentale impiegarli in modo da moltiplicarne il valore e per fare ciò è indispensabile avere una visione precisa delle prospettive che ci aspettano e saper investire in innovazione per gestirle.
      A questo scopo è necessario disporre di un quadro completo che esprima sia capacità di visione sia le necessità contingenti e allo scopo si propone di costituire un Tavolo di emergenza sul lavoro femminile, che sia di supporto all’azione politica, attorno al quale raccogliere la voce del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, della Commissione provinciale pari opportunità e di figure esperte in politiche di genere.

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Giornata dell'Europa "Donne ed economia" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2856C3S2/Giornata-dell-Europa--Donne-ed-economia-.htm Wed, 06 May 2020 17:05:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2856C3S2/Giornata-dell-Europa--Donne-ed-economia-.htm In occasione del 25° anniversario della Dichiarazione di Pechino e della Piattaforma d’azione e per ricordare la Giornata dell'Europa, sabato 9 maggio nell'aula Virtuale degli Stati Generali delle Donne si svolgerà l'incontro “Donne ed economia”.

      All'appuntamento, organizzato dal movimento Stati Generali delle Donne, parteciperà il vice segretario generale di Unioncamere Tiziana ]]> In occasione del 25° anniversario della Dichiarazione di Pechino e della Piattaforma d’azione e per ricordare la Giornata dell'Europa, sabato 9 maggio nell'aula Virtuale degli Stati Generali delle Donne si svolgerà l'incontro “Donne ed economia”.

      All'appuntamento, organizzato dal movimento Stati Generali delle Donne, parteciperà il vice segretario generale di Unioncamere Tiziana Pompei, con un intervento sul tema “Le Camere di commercio per l’imprenditorialità femminile”.

      Sabato 9 maggio dalle ore 17.00 alle 19.30
      videoconferenza
      Clicca qui per partecipare: https://us02web

      ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Torino - Panchine rosse: contro la violenza sempre. Percorso informativo ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2855C3S2/Torino---Panchine-rosse--contro-la-violenza-sempre--Percorso-informativo.htm Mon, 04 May 2020 14:05:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2855C3S2/Torino---Panchine-rosse--contro-la-violenza-sempre--Percorso-informativo.htm “Panchine rosse: contro la violenza sempre” è il percorso informativo, composto da 5 incontri webinar a cadenza settimanale, che intende promuovere i servizi che il territorio mette a disposizione per combattere la violenza domestica e la discriminazione sul luogo di lavoro. Destinatari degli appuntamenti sono istituzioni, enti, aziende e privati interessati ad approfondire la materia.

      Il primo d ]]> “Panchine rosse: contro la violenza sempre” è il percorso informativo, composto da 5 incontri webinar a cadenza settimanale, che intende promuovere i servizi che il territorio mette a disposizione per combattere la violenza domestica e la discriminazione sul luogo di lavoro. Destinatari degli appuntamenti sono istituzioni, enti, aziende e privati interessati ad approfondire la materia.

      Il primo dei cinque appuntamenti previsti dal percorso è destinato a presentare gli strumenti disponibili per denunciare fenomeni di violenza ed il percorso di protezione e tutela offerto alle vittime. Un approfondimento sarà dedicato all’educazione alla non violenza, principio fondamentale per garantire il rispetto di ognuno di noi. 

      Intervengono: Loredana Borinato, Ispettore capo presso la Polizia Municipale di Torino; Luisella Morandi, Associazione Donne nel Turismo.

      Ecco il calendario completo del percorso:

      7 maggio dalle 16 alle 17: "La violenza domestica: i numeri da chiamare e dove si può essere ospitate"

      14 maggio dalle 16 alle 17: "La violenza domestica: l'ospitalità offerta dai centri d'accoglienza" 

      21 maggio dalle 16 alle 17: "La violenza domestica e gli sportelli d'ascolto per i maltrattanti" 

      28 maggio dalle 16 alle 17: "La discriminazione di genere sui luoghi di lavoro: a chi rivolgersi" 

      4 giugno dalle 16 alle 17: "Come prevenire la discriminazione di genere sui luoghi di lavoro dal punto di vista giuridico". 

      La partecipazione è gratuita previa iscrizione. Per iscriversi agli eventi occorre essere registrati al sito, compilando il modulo sulla pagina www.to.camcom.it/user/register. Un paio di giorni prima gli iscritti riceveranno via mail tutte le indicazioni necessarie per partecipare alla sessione formativa.

      Per informazioni contattare la segreteria organizzativa comitatoimprenditoriafemminile@to.camcom.it

      ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Da WEgate una call per l'enpowerment femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2853C3S2/Da-WEgate-una-call-per-l-enpowerment-femminile.htm Tue, 07 Apr 2020 15:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2853C3S2/Da-WEgate-una-call-per-l-enpowerment-femminile.htm redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it ) <![CDATA[ L'impatto del Coronavirus sulle imprese trentine femminili: i dati ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2852C3S2/L-impatto-del-Coronavirus-sulle-imprese-trentine-femminili--i-dati.htm Tue, 07 Apr 2020 14:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2852C3S2/L-impatto-del-Coronavirus-sulle-imprese-trentine-femminili--i-dati.htm In che modo e con quale impatto l’emergenza Coronavirus sta colpendo le imprese femminili in Trentino? È possibile farsene un’idea piuttosto chiara a partire da un’indagine flash condotta dall’Ufficio studi e ricerche della Camera di commercio, che ha preso in esame un campione eterogeneo di imprese per poi dedicare uno studio specifico all’imprenditoria femminile.

      In tutto sono infatti ]]>
      In che modo e con quale impatto l’emergenza Coronavirus sta colpendo le imprese femminili in Trentino? È possibile farsene un’idea piuttosto chiara a partire da un’indagine flash condotta dall’Ufficio studi e ricerche della Camera di commercio, che ha preso in esame un campione eterogeneo di imprese per poi dedicare uno studio specifico all’imprenditoria femminile.

      In tutto sono infatti state considerate 802 imprese per rilevare l’impatto del Coronavirus sulle attività economiche in provincia di Trento, delle quali 105 imprese femminili. Il periodo di rilevazione è stato tra il 12 e il 18 marzo: in questi giorni l’85,7% delle imprese femminili ha dichiarato che l’emergenza Covid-19 ha prodotto un impatto negativo importante sulla propria attività aziendale. Solo il 14,3%, invece, ha commentato di non aver registrato variazioni oppure, in alcuni casi, di aver rilevato una crescita del fatturato aziendale.
      Concentrandosi sulla fetta più grande, che ha visto ridimensionarsi al ribasso il fatturato a partire dalla fine dei febbraio, viene segnalato un calo medio pari al 63%. Ad accusare un decremento maggiore sono i Servizi alla persona (-75%) e i Ristoranti-bar (-69%). Nel campione preso in esame erano presenti anche 17 imprese femminili operanti nel settore manifatturiero e nelle aree limitrofe, le quali hanno quantificato un calo degli ordinativi medio del 56,6%.

      È interessante scoprire in che modo questi cambiamenti abbiano influenzato sulla gestione della forza lavoro. La misura più utilizzata è quella della richiesta di smaltimento di ferie e permessi, messa in atto dal 53,3% delle rispondenti. Nel 29,5% dei casi si è ricorsi all’attivazione di ammortizzatori sociali, mentre il 20% delle imprese ha rinviato a data da destinarsi le assunzioni programmate in precedenza.

      In ogni caso, non ci sono dubbi: il più importante tra gli impatti del Covid-19 è il calo del fatturato, indicato come prima conseguenza dal 66% delle imprese femminile. Sono poi stati indicati anche il calo degli ordinativi e i problemi finanziari e di liquidità. Secondo Claudia Gasperetti, coordinatrice del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, i dati raccolti dalla Camera di commercio «esprimono con drammaticità la preoccupazione che le imprese guidate da donne stanno vivendo in questo momento di emergenza sanitaria. Ci auguriamo che i nostri politici provvedano velocemente a mettere in campo azioni mirate a contrastare la crisi di liquidità e sostenere in tutti i modi possibili le attività più colpite. Queste misure non solo sarebbero il riconoscimento del merito e delle competenze, già ampiamente dimostrati dalle donne, ma sono necessarie per implementare il modello di leadership femminile, ispirato all’economia circolare, al rispetto dell’ambiente e delle risorse, volto all’inclusione e al benessere delle persone».
      «Il Comitato» conclude Gasperetti «è a disposizione per sostenere tutte le donne che fanno impresa e raccogliere le esigenze più pressanti da sottoporre all’attenzione delle istituzioni».

       

      Fonte: TrentinoStartup.eu

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Lettera alle imprenditrici pugliesi: "Ci siamo e ci saremo, nonostante questa tragica esperienza" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2851C3S2/Lettera-alle-imprenditrici-pugliesi---Ci-siamo-e-ci-saremo--nonostante-questa-tragica-esperienza-.htm Wed, 01 Apr 2020 09:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2851C3S2/Lettera-alle-imprenditrici-pugliesi---Ci-siamo-e-ci-saremo--nonostante-questa-tragica-esperienza-.htm La lettera alle imprenditrici pugliesi inviata dalla presidente del Comitato per la promozione dell'Imprenditoria Femminile di Foggia, Daniela Eronia:

      "Ognuna di noi è parte attiva del tessuto  economico della nostra provincia.
      E ognuna di noi sta vivendo le sue difficoltà, le sue ansie, i suoi timori rispetto a questa tragica esperienza relativa alla Pandemia del Covid19, ma anche le sue s ]]> La lettera alle imprenditrici pugliesi inviata dalla presidente del Comitato per la promozione dell'Imprenditoria Femminile di Foggia, Daniela Eronia:

      "Ognuna di noi è parte attiva del tessuto  economico della nostra provincia.
      E ognuna di noi sta vivendo le sue difficoltà, le sue ansie, i suoi timori rispetto a questa tragica esperienza relativa alla Pandemia del Covid19, ma anche le sue speranze.

      Le nostre agricoltrici e imprenditrici agroalimentari sono al lavoro, non senza problemi. A questo proposito rivolgo a loro un affettuoso ringraziamento; dobbiamo a loro, alle loro produzioni e trasformazioni, se non ci sono problemi di approvvigionamento nei market e se noi tutte possiamo avere una tavola ricca di eccellenti prodotti.

      Tante nostre imprenditrici del commercio, della ristorazione, del turismo, delle produzioni culturali, dei servizi, dell’industria e dell’artigianato invece sono ferme e stanno pensando a cosa fare ora per non dover affrontare nuovi problemi domani.
      Sono certa, che non si stanno piangendo addosso. Eppure i motivi per farlo non mancherebbero. Ma, chi ha deciso di scommettere su se stessa difficilmente si lascia abbattere dallo sconforto.
      Migliaia di donne, ogni giorno stanno pensando a come riposizionare sul mercato la propria attività, cogliendo gli spunti che quest’emergenza ci fa leggere.
      Ecco, è a tutte le donne che fanno impresa che va il mio pensiero e il mio supporto.
      Ho avuto il piacere di confrontarmi telefonicamente con alcune di voi. Abbiamo parlato, ci siamo ascoltate, sfogate ma, alla fine, nessuna ha deciso di mollare.

      La nostra terra, lo sapete come tante in Italia, sta soffrendo oltre alla tragica situazione sanitaria anche la piaga della criminalità.
      E proprio in un momento così difficile la criminalità organizzata sta studiando nuove strategie.
      Le nostre imprese non dovranno mai essere al fianco dell’illegalità. Dobbiamo avere la forza ed il coraggio, e sono sicura che ne abbiamo, di denunciare qualsiasi tentativo di infiltrazione.
      Il nostro Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria Femminile della CCIAA di Foggia non ha messo in quarantena le sue capacità intellettive e morali.

      Ci siamo e insieme ce la faremo. I nostri uffici sono a vostra disposizione per qualsiasi tipo di supporto o consiglio richiesto.

      Possiamo, ognuna per il suo ruolo  e per le sue conoscenze e competenze essere di sostegno e d’aiuto.
      È questo che siamo abituate a fare e lo faremo per il nostro futuro, per la nostra economia, per la nostra libertà."

      ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Perugia - Il mercato online durante il Covid-19: strategie su come affrontare la crisi. Webinar gratuito ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2849C3S2/Perugia---Il-mercato-online-durante-il-Covid-19--strategie-su-come-affrontare-la-crisi--Webinar-gratuito.htm Tue, 31 Mar 2020 14:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2849C3S2/Perugia---Il-mercato-online-durante-il-Covid-19--strategie-su-come-affrontare-la-crisi--Webinar-gratuito.htm Giovedì 2 aprile 2020 (dalle 9.30 alle 12.30), per iniziativa di Promocamera, azienda speciale della Camera di commercio di Perugia, si terrà il seminario a distanza per gli imprenditori 'Il mercato online durante il Covid-19: strategie su come affrontare la crisi”, a cura di Plan - B Media Group.

      In questo momento così critico per la salute di tutti i cittadini e per l’ ]]>
      Giovedì 2 aprile 2020 (dalle 9.30 alle 12.30), per iniziativa di Promocamera, azienda speciale della Camera di commercio di Perugia, si terrà il seminario a distanza per gli imprenditori 'Il mercato online durante il Covid-19: strategie su come affrontare la crisi”, a cura di Plan - B Media Group.

      In questo momento così critico per la salute di tutti i cittadini e per l’intera economia, la Camera di commercio di Perugia, attraverso i suoi Comitati CIF (Comitato per l’Imprenditorialità Femminile) e CGI (Comitato per l’Imprenditoria Giovanile), ha inteso implementare l’offerta di strumenti informativi che possano supportare le imprese nella gestione dell’emergenza,  ma anche, se non soprattutto, a prepararle alla ripresa del dopo coronavirus.

      La partecipazione è libera e gratuita.



      Per maggiori informazioni
      Camera di commercio di Perugia
      Azienda Speciale Promocamera
      Tel. 075 5748331 - 266

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Trentino - Webinar per fare impresa al femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2854C3S2/Trentino----Webinar-per-fare-impresa-al-femminile.htm Tue, 31 Mar 2020 00:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2854C3S2/Trentino----Webinar-per-fare-impresa-al-femminile.htm Quello che stiamo vivendo è sicuramente uno di quei momenti in cui trovare entusiasmo, energia positiva e passione da mettere nei propri progetti o nella ricerca di nuove idee, diventa una sfida non banale..

      Chiuse nelle nostre case, ci ritroviamo a vivere un presente a cui non siamo abituate, rischiando di perdere di vista i progetti che avevamo per il futuro. Viviamo una nuova normalità, dove tante cose sono cambi ]]> Quello che stiamo vivendo è sicuramente uno di quei momenti in cui trovare entusiasmo, energia positiva e passione da mettere nei propri progetti o nella ricerca di nuove idee, diventa una sfida non banale..

      Chiuse nelle nostre case, ci ritroviamo a vivere un presente a cui non siamo abituate, rischiando di perdere di vista i progetti che avevamo per il futuro. Viviamo una nuova normalità, dove tante cose sono cambiate, e dove siamo chiamate ad auto motivarci quotidianamente, in pratica dobbiamo imparare ad essere leader di noi stesse!

      Il compito principale di un leader normalmente, è quello di generare trasporto, fiducia e partecipazione per un progetto proposto, coltivando al tempo stesso un’atmosfera positiva e un sentimento di collaborazione nel gruppo... Daniel Goleman, studioso americano, nel suo libro “Essere leader”, afferma che “i grandi leader sanno scuoterci, accendono il nostro entusiasmo e animano quanto di meglio c’è in noi”. Ma quando e come queste modalità possono essere utilizzate per motivare se stessi nel proprio lavoro, nella vita quotidiana, nel proprio progetto professionale e imprenditoriale?

      La proposta formativa di Accademia d'Impresa, azienda speciale della Camera di commerico di Trento, nasce proprio in risposta a questa domanda, dandoti l'opportunità di metterti in gioco, sviluppando una capacità che può essere utile anche quando, speriamo presto, le tue attività e i tuoi progetti riprenderanno ed evolveranno, più forti di prima.

      Anche se i corsi in aula sono sospesi, abbiamo deciso di non fermarci e di portare avanti comunque il nostro progetto formativo fornendoti alcuni momenti di aggiornamento a cui potrai partecipare con un percorso gratuito online webinar, che ti darà l’opportunità non solo di ascoltare, ma anche di dialogare ed esercitarti con la docente e le altre partecipanti.

      Il primo appuntamento virtuale sarà a scelta il 21 aprile 2020 ad ore 10.00 o ad ore 14.30, oppure il 23 aprile 2020 ad ore 10.00, con un video dal titolo:
      “Cosa significa essere una leader?" durante il quale verranno toccati i temi della qualità della leadership femminile, del coraggio di uscire dalla zona di comfort e delle qualità autentiche (Modello Hoffmann).
      La visione del video avrà una durata di 1 h.

      Seguiranno altri appuntamenti in webinar della durata di 2 h l'uno:

      28 aprile 2020 ore 10.00:
      "Adottare una visione sistemica della realtà per focalizzarci sulle risorse e allenare la nostra proattività”
      5 maggio 2020 ore 10.00:
      “Assertività, linguaggio d’azione positivo e proprietà delle proprie emozioni”
      12 maggio 2020 ore 10.00:
      “Gestire noi stesse nel cambiamento.
      Tecniche di benessere personale”
      19 maggio 2020 ore 10.00:

      Conclusione del percorso
      Fra un incontro e l’altro ti verranno proposte delle esercitazioni da svolgere individualmente oppure in gruppo attraverso incontri nelle nostre aule virtuali con la moderazione di un tutor d’aula.

      Informazioni

      ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Commissione europea - Strategia per la parità di genere: verso un'Unione dell'uguaglianza ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2848C3S2/Commissione-europea---Strategia-per-la-parita-di-genere--verso-un-Unione-dell-uguaglianza.htm Mon, 30 Mar 2020 10:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2848C3S2/Commissione-europea---Strategia-per-la-parita-di-genere--verso-un-Unione-dell-uguaglianza.htm Il 5 marzo la Commissione europea ha presentato la sua strategia per la parità tra donne e uomini in Europa. Malgrado l'UE sia un leader globale nella parità di genere e abbia compiuto notevoli progressi negli ultimi decenni, la violenza e gli stereotipi di genere persistono: una donna su tre nell'UE ha subito violenze fisiche e/o sessuali. Le laureate superano numericamente i laureati, ma guadagnano in ]]> Il 5 marzo la Commissione europea ha presentato la sua strategia per la parità tra donne e uomini in Europa. Malgrado l'UE sia un leader globale nella parità di genere e abbia compiuto notevoli progressi negli ultimi decenni, la violenza e gli stereotipi di genere persistono: una donna su tre nell'UE ha subito violenze fisiche e/o sessuali. Le laureate superano numericamente i laureati, ma guadagnano in media il 16 % in meno degli uomini; le donne rappresentano appena l'8 % degli amministratori delegati nelle principali imprese dell'UE.
      Per affrontare questo problema, la strategia per la parità di genere 2020-2025 delinea le azioni principali da intraprendere nei prossimi 5 anni e si impegna a garantire che la Commissione includa una prospettiva di uguaglianza in tutti i settori di azione dell'UE. La strategia illustra il modo in cui la Commissione darà seguito alla promessa della Presidente von der Leyen di realizzare un'Europa che offra le stesse opportunità a tutti coloro che condividono le stesse aspirazioni.
      La Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha dichiarato: "La parità di genere è un principio fondamentale dell'Unione europea, ma non ancora una realtà. Nel mondo degli affari, in politica e nella società nel suo complesso potremo raggiungere il nostro pieno potenziale solo utilizzando tutti i nostri talenti e la nostra diversità. Impiegare soltanto la metà della popolazione, la metà delle idee e la metà dell'energia non è sufficiente. La strategia per la parità di genere intende accelerare e incentivare i progressi verso la parità tra uomini e donne".
      La Vicepresidente per i Valori e la trasparenza Vera Jourová ha dichiarato: "L'Europa è un luogo propizio alle donne, nonostante tutte le sue carenze. A fronte delle importanti transizioni che la nostra società sta vivendo, da quella verde a quella digitale, dobbiamo garantire che donne e uomini abbiano le stesse opportunità e che le ineguaglianze non siano ulteriormente esacerbate dai cambiamenti. Al contrario, dobbiamo creare le condizioni affinché le donne siano artefici di una transizione equa, sul piano professionale e su quello privato".
      La Commissaria per l'Uguaglianza Helena Dalli ha dichiarato: "Per ottenere l'uguaglianza non occorre togliere a qualcuno per dare a qualcun altro: l'uguaglianza è una risorsa infinita e ce n'è per tutti. La discriminazione, d'altra parte, costa cara a chi la subisce e alla società nel suo complesso, in termini di mancanza di riconoscimento personale, assenza di meritocrazia e perdita di talenti e innovazione. Con la strategia per la parità di genere ancoriamo saldamente questa componente al centro dell'elaborazione delle politiche dell'UE. Vogliamo far sì che le donne non debbano superare ostacoli supplementari per raggiungere ciò che è scontato per gli uomini e siano invece in grado di esprimere appieno il loro potenziale."

      Azioni concrete per l'uguaglianza 2020-2025 
      Finora nessuno Stato membro dell'UE ha realizzato la parità tra donne e uomini. I progressi sono lenti e i divari di genere persistono nel mondo del lavoro e a livello di retribuzioni, assistenza e pensioni. Per colmare questi divari e per consentire all'Europa di sviluppare il suo pieno potenziale nelle imprese, nella politica e nella società, la strategia delinea una serie di azioni fondamentali, tra cui: porre fine alla violenza e agli stereotipi di genere; garantire una parità di partecipazione e di opportunità nel mercato del lavoro, compresa la parità retributiva; e conseguire un equilibrio di genere a livello decisionale e politico.
      Nell'UE il 33 % delle donne ha subito violenze fisiche e/o sessuali e il 55 % ha subito molestie sessuali. Le donne in Europa devono essere libere dalla violenza e dagli stereotipi dannosi. A questo scopo la strategia invoca misure giuridiche per qualificare come reato la violenza contro le donne. La Commissione intende in particolare estendere le sfere di criminalità in cui è possibile introdurre un'armonizzazione in tutt'Europa a forme specifiche di violenza contro le donne, tra cui le molestie sessuali, gli abusi a danno delle donne e le mutilazioni genitali femminili. Proporrà inoltre una legge sui servizi digitali per chiarire quali misure si attendono dalle piattaforme per contrastare le attività illegali online, compresa la violenza online nei confronti delle donne.

      1. Le donne nell'UE guadagnano in media il 16 % in meno rispetto agli uomini e continuano a incontrare ostacoli all'accesso e alla permanenza nel mercato del lavoro.

      2. a parità di genere è una condizione essenziale per un'economia europea innovativa, competitiva e prospera. Date le sfide demografiche e le transizioni verde e digitale, aiutare le donne a trovare lavoro in settori caratterizzati da carenze di competenze, in particolare il settore tecnologico e quello dell'intelligenza artificiale, avrà un'incidenza positiva sull'economia europea. Per contrastare la disparità sul piano salariale la Commissione avvia oggi una consultazione pubblica sulla trasparenza retributiva e intende proporre misure vincolanti entro la fine del 2020. Per consentire alle donne di realizzarsi pienamente nel mercato del lavoro, la Commissione intende inoltre raddoppiare il suo impegno per mettere in atto le norme dell'UE sull'equilibrio tra vita professionale e vita privata, in modo che donne e uomini abbiano un'autentica ed uguale libertà di scelta per quanto riguarda il loro sviluppo sia sul piano personale che su quello lavorativo. La parità di genere nel mercato del lavoro, e in materia di inclusione sociale e di istruzione, continuerà a essere monitorata nell'ambito del semestre europeo. Le donne continuano a essere sottorappresentate nelle posizioni dirigenziali, fra l'altro nelle principali imprese dell'UE, in cui rappresentano solo l'8 % degli amministratori delegati. Affinché le donne possano svolgere ruoli guida anche nelle imprese, la Commissione insisterà per l'adozione della proposta del 2012 sull'equilibrio di genere nei consigli di amministrazione. Promuoverà inoltre la partecipazione delle donne all'attività politica, in particolare alle elezioni del Parlamento europeo del 2024, anche tramite finanziamenti e la condivisione delle migliori pratiche. Per dare l'esempio, la Commissione cercherà di raggiungere, nell'ambito del suo personale, un equilibrio di genere del 50 % a tutti i livelli dirigenziali entro la fine del 2024.

      3. Integrare la prospettiva di genere in tutte le politiche dell'UE Dietro la guida della Commissaria per l'Uguaglianza Helena Dalli, e con il sostegno della recente task force per l'uguaglianza, la Commissione integrerà inoltre la prospettiva di genere in tutte le politiche e in tutte le principali iniziative dell'UE. Le sfide principali cui oggi l'UE deve far fronte – tra cui i cambiamenti climatici e la trasformazione digitale – hanno tutte una dimensione di genere. Anche le iniziative dell'UE a livello globale terranno conto degli obiettivi della strategia per la parità di genere, promuovendo l'emancipazione femminile e combattendo la violenza di genere.

      Contesto 
      Realizzare un'Unione dell'uguaglianza è una delle priorità della Commissione di Ursula von der Leyen, come illustrano i suoi orientamenti politici. La strategia per la parità di genere presentata oggi è la prima strategia della Commissione in questo settore dell'uguaglianza e adempie gli impegni assunti dalla Presidente nei suoi orientamenti politici.

      Per ulteriori informazioni

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Messina - Nuovo Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2847C3S2/Messina---Nuovo-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Tue, 24 Mar 2020 11:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2847C3S2/Messina---Nuovo-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Da Messina informano che il Comitato di Imprenditoria Femminile per il triennio 2020-2023 è così composto:

      COMPONENTE EFFETTIVO COMPONENTE SUPPLENTE ASSOCIAZIONE
      Scaffidi Militone Cettina Rossella Natoli   ]]> Da Messina informano che il Comitato di Imprenditoria Femminile per il triennio 2020-2023 è così composto:

      COMPONENTE EFFETTIVO COMPONENTE SUPPLENTE ASSOCIAZIONE
      Scaffidi Militone Cettina Rossella Natoli  CCIAA Messina
      Meo Maria Luisa Cannaò Giovanna ABI
      Torre Valentina Giordano Maria Rita AGCI
      Briguglio Antonia Lo Cicero Chiara COLDIRETTI
      Rotondo Concetta   CONFAPI
      Frandina Rosa Alba Celona Maria Grazia CONFCOMMERCIO
      Rapisardi Donatella Donato Giusy CONFCOOPERATIVE
      Casale Patrizia Mustica Gabriella CONFESERCENTI
      Giorgianni Maria Grazia Molica Lazzaro Maria  CONFIMPRESE ME
      D’Angelo Francesca Coronella Alessandra  FENAPI
      Pisano Tiziana Furnari Luigia SICINDUSTRIA
      Magistro Marcella   CGIL
      Crisafulli Maria Gullone Maria CISL

       

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it ) <![CDATA[ Alessandria - Nominato Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2846C3S2/Alessandria---Nominato-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Mon, 16 Mar 2020 16:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2846C3S2/Alessandria---Nominato-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm É stato nominato dalla Giunta camerale di Alessandria lo scorso 9 dicembre il Comitato per la promozione dell'Imprenditoria Femminile. Il nuovo CIF sarà in carica per tre anni ed è così composto:

      Alice Pedrazzi – Confcommercio – per il Consiglio camerale - Presidente

      Debora Paglieri – Confindustria – per il settore Industria – Vice Presidente del Comitato

      É stato nominato dalla Giunta camerale di Alessandria lo scorso 9 dicembre il Comitato per la promozione dell'Imprenditoria Femminile. Il nuovo CIF sarà in carica per tre anni ed è così composto:

      Alice Pedrazzi – Confcommercio – per il Consiglio camerale - Presidente

      Debora Paglieri – Confindustria – per il settore Industria – Vice Presidente del Comitato

      Stefania Baiolini – Confartigianato – per il settore Artigianato

      Michela Mandrino – Confesercenti – per il settore Commercio

      Michela Marenco – Confagricoltura – per il settore Agricoltura

      Claudia Negro – Banca di Asti – per il settore Credito

      Alessandra Rivera – Confcooperative AL-AT – per il settore Cooperazione
       

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ "La Forza delle Donne": concerto online per l'8 marzo in solidarietà con i territori colpiti dal Coronavirus ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2845C3S2/-La-Forza-delle-Donne---concerto-online-per-l-8-marzo-in-solidarieta-con-i-territori--colpiti-dal-Coronavirus.htm Fri, 06 Mar 2020 08:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2845C3S2/-La-Forza-delle-Donne---concerto-online-per-l-8-marzo-in-solidarieta-con-i-territori--colpiti-dal-Coronavirus.htm “La Forza delle donne” è il titolo del concerto online organizzato domenica 8 Marzo dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi in collaborazione con la Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi. Le donne attraverso la musica vogliono unire in momento in cui le distanze tra le persone sono un’imposizione ]]> “La Forza delle donne” è il titolo del concerto online organizzato domenica 8 Marzo dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi in collaborazione con la Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi. Le donne attraverso la musica vogliono unire in momento in cui le distanze tra le persone sono un’imposizione. Quest’anno celebrare la Festa della Donna rappresenta un’occasione per manifestare solidarietà con i territori duramente colpiti da dal virus Covid-19, in particolare Lodi. Il concerto sarà aperto da un saluto di Diana Bracco, consigliere della Camera di commercio e Presidente della Fondazione Bracco.

      Il video-concerto sarà pubblicato sul sito e sui social dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi (Youtube, Facebook) domenica 8 marzo alle ore 12.
      Le protagoniste di questa iniziativa sono tutte musiciste dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, entusiaste di poter offrire il loro prezioso contributo a questa causa: Lycia Viganò (Violino I), Iku Kodama (Violino II), Ianina Puscasu (Viola), Nadia Bianchi (Violoncello) e Raffaella Ciapponi (Clarinetto). Il repertorio affrontato spazia nell’arco di 150 anni di storia della musica. Per l’8 marzo, però, rendere omaggio a una compositrice era doveroso, e tra tutte, il nome di Fanny Hensel Mendelssohn è spiccato su tutte. Dal suo Quartetto d’archi, datato 1834, sarà eseguito il terzo movimento, la dolcissima Romanza. Spazio anche al genio salisburghese che fu Wolfgang Amadeus Mozart, di cui sarà eseguito il primo movimento del meraviglioso Quintetto per Clarinetto e archi in la maggiore K. 581, mentre di Dmitrij Shostakovic, in rappresentanza del Novecento musicale, sarà eseguito il celeberrimo Valzer n.2 dalla Jazz-Suite n.2, pagina conosciuta ai più grazie a Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick.
      Ha dichiarato Diana Bracco, Consigliere della Camera di commercio e presidente della Fondazione Bracco: “Questa iniziativa non poteva avere titolo migliore: La Forza delle Donne. Oggi le donne non solo sono forti, ma sono anche il vero motore della crescita, politica, economica e sociale in ogni parte del mondo. Le donne sanno affrontare ogni tipo di sfida con tenacia e coraggio. Senza però rinunciare alla propria sensibilità e alla propria capacità di prendersi cura: anche di fronte alla drammatica emergenza sanitaria che stiamo vivendo, non abbiamo rinunciato a questo concerto dell’8 marzo, facendolo diventare un momento di solidarietà con i territori più colpiti”.

      Ha dichiarato Marzia Maiorano, Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Come Comitato abbiamo voluto dare un segnale positivo in questo momento di allarme e di emergenza. Vogliamo incoraggiare nel giorno della festa dell’8 marzo un momento di grande solidarietà ai nostri territori colpiti, a partire da Lodi e il lodigiano. È una spinta ad affrontare il domani con forza e determinazione, proprio come fanno le donne, che ogni giorno si trovano a combattere contro stereotipi e preclusioni. La forza della musica unisce da sempre tutte le persone, ne esalta le energie e ne scalda i cuori. È nei momenti più tristi e difficili che dobbiamo essere capaci di continuare a vivere e lavorare con forza, coraggio e passione: ogni giorno come se ogni giorno fosse il nostro giorno speciale. Siamo vicine come rappresentanti del Comitato a chi in questi giorni soffre e si trova in difficoltà. Apriamo un dialogo e siamo pronte all’ascolto. Vogliamo guardare il domani con la chiara consapevolezza che le nostre imprese non devono fermarsi, ma resistere e continuare a rendere forte e bello il nostro territorio.”

      Persone al centro e aziende al centro, priorità condivise anche da Assolombarda, che ha aderito all’iniziativa per promuovere un momento di importante condivisione e di auspicio di ripresa, nella giornata che ricorda la grande forza femminile.

      Ha dichiarato Ambra Redaelli, Consigliere della Camera di commercio e Presidente della Fondazione laVerdi di Milano: “Questo evento è una testimonianza tangibile della forza delle donne: parla la musica. La genialità di una compositrice come Fanny Mendelsshon, la preparazione di cinque straordinarie interpreti, la tenacia di non fermarsi davanti alle avversità, la musica continua ad essere presente per emozionare, illuminare, ed incoraggiare tutte noi. La Verdi soprattutto in questi giorni è al servizio del territorio con la musica e insieme a uomini e donne, oggi, onoriamo la ricorrenza e guardiamo al futuro con forza e resilienza”.

      Ha dichiarato Beatrice Zanolini, Consigliere della Camera di commercio e direttore FIMAA MiLoMB (Confcommercio Milano) e fondatrice AssoStaging: “Vogliamo dare un segnale forte di vicinanza alle imprese femminili e non solo, in occasione della festa delle donne. Abbiamo continui segnali di forte disagio  dal mondo imprenditoriale, di cui siamo portavoce, con la richiesta, di fronte alla situazione di emergenza prolungata, di risposte adeguate come misure dal punto di vista delle facilitazioni fiscali, per poter resistere e ripartire”.

      Ha commentato Emiliana Brognoli di Legacoop,”L'impegno per uno sviluppo equo e sostenibile, in cui si identifica fortemente anche il movimento cooperativo che annovera tra i suoi goals l'uguaglianza di genere. Inclusione, coesione, riconoscimento e valorizzazione delle differenze creano la strada del cambiamento. Oggi diamo armonia al rumore di questi giorni con la musica: dirompente, affascinante e trascinatrice. Non smettiamo di suonare, di cantare di vivere e di lavorare”.

      Celebrare la festa della donna nonostante la situazione di emergenza legata al coronavirus – dichiara Ambrogia Bardelli della Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza – vuole testimoniare la nostra vicinanza a tutti coloro che sono in difficoltà, soprattutto all’interno della zona rossa lodigiana. Ma costituisce anche l’auspicio che il protagonismo e il coraggio femminile, che hanno saputo rivoluzionare la società e il mondo dell’impresa e del lavoro, possano rappresentare oggi un impulso positivo per superare le difficoltà del momento e siano domani di stimolo alla ripresa sociale ed economica. Alle emozioni della musica accompagniamo la bellezza dei nostri territori, la bontà del nostro cibo e l'incanto dei paesaggi del nostro meraviglioso Paese”.

      Ha commentato Daniela Stucchi di Assimpredil Ance: ”Le nostre realtà  produttive e sociali  sono chiamate a grandi cambiamenti globali, le donne da sempre contribuiscono agli eventi all’insegna del pensare 
      con equità, costruire in modo intelligente  ed innovare per il cambiamento e l’evoluzione della società tutta
      ”.

      In un momento di grande emergenza – ha dichiarato Francesca De Lucchi, Vice Presidente Terziario Donna di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza - e di profonda incertezza, come quello che stiamo vivendo in questi giorni, per Confcommercio promuovere un evento in occasione dell’8 marzo significa ricordare lo spirito solidale, la determinazione e il desiderio di non fermarsi, propri delle donne. Le donne sono una componente fondamentale dell’economia e il loro contributo sarà determinante per uscire più forti da questo momento”.

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Roma - Imprese sostenibili e competitive: vince lo stile al femminile. Convegno Impresa Donna Confesercenti ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2844C3S2/Roma---Imprese-sostenibili-e-competitive--vince-lo-stile-al-femminile--Convegno-Impresa-Donna-Confesercenti.htm Mon, 24 Feb 2020 09:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2844C3S2/Roma---Imprese-sostenibili-e-competitive--vince-lo-stile-al-femminile--Convegno-Impresa-Donna-Confesercenti.htm Nella mattina di venerdì 28 febbraio, Impresa Donna Confesercenti organizza l’evento “Imprese sostenibili e competitive: vince lo stile al femminile”.

      L’incontro, che si terrà presso la sede nazionale di Confesercenti a Roma, sarà l’occasione per approfondire e fare un confronto sulle opportunità che ci sono per le imprese e per le imprenditrici i ]]> Nella mattina di venerdì 28 febbraio, Impresa Donna Confesercenti organizza l’evento “Imprese sostenibili e competitive: vince lo stile al femminile”.

      L’incontro, che si terrà presso la sede nazionale di Confesercenti a Roma, sarà l’occasione per approfondire e fare un confronto sulle opportunità che ci sono per le imprese e per le imprenditrici italiane nell’investire in un’economia sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale. Infatti, si parlerà di sostenibilità come driver di competitività per le imprese femminili, di come colmare il Gender Data Gap, di sostenibilità e fundraising quali soluzioni per essere più competitive, di innovazione tecnologica, e non solo.

      All'evento partecipano, tra gli altri, Patrizia De Luise (presidente Confesercenti), Anna Maria Crispino (Presidente Impresa Donna), Tiziana Pompei (Vice Segretario generale Unioncamere).

      Ci sarà anche il momento delle testimonianze di imprenditrici che hanno investito nell’ottica della sostenibilità senza tralasciare gli aspetti competitivi inerenti ad ogni attività economica.

      Per motivi organizzativi è gradita la registrazione inviando una e-mail a: impresadonna@confesercenti.it

      Programma

      ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Piacenza, successo per il Business Speed date organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2843C3S2/Piacenza--successo-per-il-Business-Speed-date-organizzato-dal-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Mon, 17 Feb 2020 12:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2843C3S2/Piacenza--successo-per-il-Business-Speed-date-organizzato-dal-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Si è svolto lo scorso 13 febbraio presso la Camera di commercio di Piacenza il “Business Speed date al Femminile”. Ideato dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile nel 2018, è giunto alla sua IV edizione e, come sottolineato anche da Nicoletta Corvi Presidente del Comitato, sono state proprio le imprenditrici ad apprezzarne il carattere innovativo e l’eff ]]> Si è svolto lo scorso 13 febbraio presso la Camera di commercio di Piacenza il “Business Speed date al Femminile”. Ideato dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile nel 2018, è giunto alla sua IV edizione e, come sottolineato anche da Nicoletta Corvi Presidente del Comitato, sono state proprio le imprenditrici ad apprezzarne il carattere innovativo e l’efficacia sul campo. E’ peraltro già in programma una nuova
      edizione in considerazione dell’elevato numero di richieste di partecipazione pervenute.
      Imprenditrici e libere professioniste piacentine si sono incontrate in un ordinato susseguirsi di coppie, dove ciascuna partner ha presentato la propria attività economica. Ogni 5 minuti, infatti, il suono della campanella ha sancito il formarsi di una nuova coppia.
      Il complesso delle attività economiche rappresentate nel corso dell’evento, è stato piuttosto eterogeneo: assicurazioni, grafica pubblicitaria, agricoltura, consulenza per l’impresa, progettazioni meccaniche ed architettoniche, e-commerce, comunicazione, litograifa anche se non sono mancate attività legate al benessere e alla cura della persona.
      Le imprenditrici si sono incontrate con l’obiettivo comune di ampliare il proprio business, puntando sul confronto diretto “one to one” e sfruttando al meglio i pochi minuti a disposizione.
      Il format ha riscosso molto successo e soprattutto in un momento in cui le imprese femminili hanno subito un leggero calo, appare estremamente importante creare degli stimoli che sappiano diffondere fiducia e concretizzare nuove collaborazioni.
      Secondo quanto risulta, infatti, dai dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio elaborati da Unioncamere Emilia-Romagna, si è registrata a fine 2019 a livello regionale per le imprese femminili una leggera flessione rispetto alla fine del 2018, riscontrabile soprattutto nell’agricoltura (-3,1 per cento) e nel commercio (-2,3 per cento). Con riferimento allo stesso arco temporale sono invece incrementate le imprese dei servizi (+0,3 per cento), grazie soprattutto alle attività immobiliari, ai servizi alla persona e di supporto per le funzioni d’ufficio.

      ]]>
      redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
      <![CDATA[ Latina - Nuovo Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2841C3S2/Latina---Nuovo-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Fri, 14 Feb 2020 12:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2841C3S2/Latina---Nuovo-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm E' stato rinnovato per il triennio 2019-2021 il Comitato imprenditoria femminile della Camera di commercio di Latina, che risulta ora così composto:

      • Giorgia Agresti, in rappresentanza di Federlazio Latina
      • Monica D’Alisera, in rappresentanza di Confesercenti Lazio
      • Lucia Iannotta e, quale supplente, Nasoni Alessandra, in rappresentanza di Confartigianato Imprese Latina
      • ]]> E' stato rinnovato per il triennio 2019-2021 il Comitato imprenditoria femminile della Camera di commercio di Latina, che risulta ora così composto:

        • Giorgia Agresti, in rappresentanza di Federlazio Latina
        • Monica D’Alisera, in rappresentanza di Confesercenti Lazio
        • Lucia Iannotta e, quale supplente, Nasoni Alessandra, in rappresentanza di Confartigianato Imprese Latina
        • Roberta D’Annibale, in rappresentanza di Confederazione Nazionale Artigianato Latina
        • Cinzia Roma, e, quale supplente, Melissa Girardi, in rappresentanza di Coldiretti Latina
        • Angela Di Russo, e, quale supplente, Anna Maria Fiordalice in rappresentanza di Legacoop Lazio
        • Alessandra Capitani, in rappresentanza di Confagricoltura Latina
        • Floriana Toccaceli, in rappresentanza di Confcommercio Imprese per l’Italia Lazio Sud
        • Carla Picozza, in rappresentanza di Unindustria Latina
        • Emanuela Mirchi, in rappresentanza di C.I.A. Agricoltori Italiani - Associazione Provinciale di Latina
        • Antonella Masocco, in rappresentanza dell’Ente camerale
        ]]>
        redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it ) <![CDATA[ Eurochambres - Progetto TEBD, visita di studio in Turchia a Ankara con focus sull'imprenditorialità femminile (PROROGATA) ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2840C3S2/Eurochambres---Progetto-TEBD--visita-di-studio-in-Turchia-a-Ankara-con-focus-sull-imprenditorialita-femminile--PROROGATA-.htm Thu, 06 Feb 2020 15:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2840C3S2/Eurochambres---Progetto-TEBD--visita-di-studio-in-Turchia-a-Ankara-con-focus-sull-imprenditorialita-femminile--PROROGATA-.htm VISITA PROROGATA

        Nell’ambito del progetto Turkey EU Business Dialogue (TEBD) (www.https://tebd.eu/) - gestito da Eurochambres e con il coinvolgimento di Camere di commercio europee e turche - è prevista dal 30 marzo al 3 aprile la realizzazione di una visita di studio in Turchia a Ankara con un focus sull’imprenditorialità femminile.

        ]]> VISITA PROROGATA

        Nell’ambito del progetto Turkey EU Business Dialogue (TEBD) (www.https://tebd.eu/) - gestito da Eurochambres e con il coinvolgimento di Camere di commercio europee e turche - è prevista dal 30 marzo al 3 aprile la realizzazione di una visita di studio in Turchia a Ankara con un focus sull’imprenditorialità femminile.

        L’opportunità è riservata a funzionari delle Camere di commercio europee a livello regionale e nazionale che si occupano di creazione di impresa al femminile e di pari opportunità.


        Entro il 14 febbraio 2020, gli interessati possono compilare e trasmettere il modulo alla seguente email: ustarroz@eurochambres.eu
        Per maggiori informazioni contattare gli uffici di Unioncamere Europa: office@unioncamere-europa.eu

        ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
        <![CDATA[ Novara - Corso di comunicazione efficace in azienda ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2839C3S2/Novara---Corso-di-comunicazione-efficace-in-azienda.htm Wed, 05 Feb 2020 12:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2839C3S2/Novara---Corso-di-comunicazione-efficace-in-azienda.htm Trasferire concetti in modo semplice, parlando e scrivendo, catturare l’attenzione degli altri e mantenerla viva sono doti innate o skill che si possono imparare? Si possono imparare.
        Il Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile della Camera di commercio di Novara organizza una giornata di formazione dedicata alla comunicazione efficace e all'ascolto attivo, temi sempre più presenti ]]>
        Trasferire concetti in modo semplice, parlando e scrivendo, catturare l’attenzione degli altri e mantenerla viva sono doti innate o skill che si possono imparare? Si possono imparare.
        Il Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile della Camera di commercio di Novara organizza una giornata di formazione dedicata alla comunicazione efficace e all'ascolto attivo, temi sempre più presenti in contesti lavorativi efficienti ed orientati al benessere delle risorse umane.
        L'attività prevede una parte teorica ed esperienziale, con esercitazioni su casi concreti che consentiranno ai partecipanti di approfondire la conoscenza di strumenti spendibili sia a livello professionale che nella vita quotidiana.
        Appuntamento il 20 febbraio 2020. Iscrizioni entro il 14 febbraio.
        Programma e iscrizioni
         

        ]]>
        redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
        <![CDATA[ Protocollo d'intesa tra Consigliere di Parità e Camere di commercio di Valle d'Aosta, Piemonte e Liguria ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2838C3S2/Protocollo-d-intesa-tra-Consigliere-di-Parita-e-Camere-di-commercio-di-Valle-d-Aosta--Piemonte-e-Liguria.htm Mon, 03 Feb 2020 09:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2838C3S2/Protocollo-d-intesa-tra-Consigliere-di-Parita-e-Camere-di-commercio-di-Valle-d-Aosta--Piemonte-e-Liguria.htm E' stato siglato e presentato alla stampa venerdì 31 gennaio il Protocollo  d’intesa tra gli Uffici delle Consigliere di Parità Regione Liguria, Regione Piemonte, Regione autonoma Valle d’Aosta e Camere di Commercio Riviere di Liguria, Camera di Commercio di Genova, Unioncamere Piemonte, Camera Valdostana delle Imprese e delle Professioni-Chambre valdôtaine des entreprises et des activités lib ]]> E' stato siglato e presentato alla stampa venerdì 31 gennaio il Protocollo  d’intesa tra gli Uffici delle Consigliere di Parità Regione Liguria, Regione Piemonte, Regione autonoma Valle d’Aosta e Camere di Commercio Riviere di Liguria, Camera di Commercio di Genova, Unioncamere Piemonte, Camera Valdostana delle Imprese e delle Professioni-Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales, nel quale si enunciano gli impegni delle parti mirati a rafforzare lo scambio di informazioni, dati, esperienze e buone prassi e a incentivare nuove forme di intervento tali da incoraggiare l'imprenditoria femminile.

        E' interventua l’Assessora all’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovani, Chantal Certan.

        L'evento, volutamente inserito nelle giornate in cui le artigiane e gli artigiani di tutta la Valle d’Aosta si ritrovano nel capoluogo valdostano per dar vita alla Fiera di Sant’Orso, una vetrina dei manufatti artigianali, talvolta autentiche opere d’arte, vuol essere un costruttivo momento di riflessione rispetto al ruolo centrale delle Istituzioni nella promozione e diffusione di una nuova cultura del fare impresa.

         

        ]]>
        redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
        <![CDATA[ Pordenone - Udine: nomina Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2837C3S2/Pordenone---Udine--nomina-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Mon, 03 Feb 2020 08:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2837C3S2/Pordenone---Udine--nomina-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm La Giunta della Camera di commercio Pordenone Udine, ricordato che nei due preesistenti enti camerali prima del loro accorpamento erano operativi i Comitati per la promozione dell’imprenditoria femminile, così come previsti dal Protocollo d’intesa sottoscritto dal Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità e dall’ ]]> La Giunta della Camera di commercio Pordenone Udine, ricordato che nei due preesistenti enti camerali prima del loro accorpamento erano operativi i Comitati per la promozione dell’imprenditoria femminile, così come previsti dal Protocollo d’intesa sottoscritto dal Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità e dall’Unioncamere, e ricordato che ruolo del Comitato è quello di proporsi quale soggetto attivo nello sviluppo locale con l’obiettivo prioritario di promuovere e sostenere le imprese femminili, lo scorso 17 settembre ha deliberato di nominare il nuovo Comitato per l’Imprenditoria femminile della Camera di commercio di Pordenone - Udine nella seguente composizione:

        in rappresentanza del settore agricoltura:
        - Nadia Biasutto (territorio di Pordenone)
        - Maria Cristina Cigolotti Kristalnigg (territorio di Udine)

        in rappresentanza del settore artigianato:
        - Patrizia Aloe (territori di Pordenone e Udine)
        - Cécile Vandenheede (territorio di Pordenone e Udine)

        in rappresentanza del settore industria:
        - Bruna Agnoletto (territorio di Pordenone)
        - Raffaella De Sabbata (territorio di Pordenone-Udine)
        - Alberta Avanzini (territorio di Pordenone-Udine)
        - Cristina Mattiussi (territorio di Udine)

        in rappresentanza del settore commercio:
        - Antonella Popolizio (territori di Pordenone e Udine)


        in rappresentanza del settore delle cooperative:
        - Stefania Zanon (territorio di Udine)
        - Paola Marano (territorio di Pordenone)


        in rappresentanza del settore turismo:
        - Fabiana Bon – (territori di Pordenone e Udine)


        in rappresentanza del settore trasporti e spedizioni:
        - Cecilia Durisotto (territorio di Udine)
        - Raffaella Rosina (territorio di Udine)
        - Michela Diffidenti ((territori di Pordenone e Udine)


        in rappresentanza settore credito e assicurazioni:
        - Monica Cristanelli (territori di Pordenone e Udine)


        in rappresentanza settore servizi alle imprese:
        - Camilla Barbiani (territorio di Udine)
        - Alessia Rampino (territorio di Udine)
        - Irene Revelant (territori di Pordenone e Udine)


        in rappresentanza delle organizzazioni sindacali:
        - Cristina Fanciullacci (territori di Pordenone e Udine)


        in rappresentanza delle associazioni di tutela dei consumatori e degli utenti:
        - Chiara De Bianchi (territorio di Pordenone)
        - Maria Zanetti (territorio di Udine)
         

         

        ]]>
        redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
        <![CDATA[ Basilicata - Costituito il Comitato Imprenditoria Femminile. Rosa Gentile eletta presidente ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2835C3S2/Basilicata---Costituito-il-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Rosa-Gentile-eletta-presidente.htm Tue, 28 Jan 2020 18:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2835C3S2/Basilicata---Costituito-il-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Rosa-Gentile-eletta-presidente.htm Con delibera n. 111 del 15 novembre 2019, la Giunta della Camera di commercio della Basilicata ha costituito il Comitato per l’Imprenditoria Femminile dell'ente camerale, nella seguente composizione:

        •  Laura CAMARDO Settore Agricoltura
        •  Rosa GENTILE Settore Artigianato
        •  Sara GRIECO Settore Commercio
        •  Rosanna NELLA Settore Commercio
        • ]]> Con delibera n. 111 del 15 novembre 2019, la Giunta della Camera di commercio della Basilicata ha costituito il Comitato per l’Imprenditoria Femminile dell'ente camerale, nella seguente composizione:

          •  Laura CAMARDO Settore Agricoltura
          •  Rosa GENTILE Settore Artigianato
          •  Sara GRIECO Settore Commercio
          •  Rosanna NELLA Settore Commercio
          •  Margherita Maria PERRETTI Settore Industria
          •  Rosa SOLIMENO Settore Industria
          •  Maria GENTILE Servizi alle Imprese
          •  Graziella ROMANIELLO Organizzazioni sindacali dei lavoratori
          •  Mariagrazia NOLE’ Associazioni di tutela degli interessi dei consumatori e degli utenti
          •  Laura MONGIELLO Liberi professionisti

          Presidente, per acclamazione, la Consigliera Rosa Gentile. Nominata Segretaria Rosaria Gabriella Romaniello.

           

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it ) <![CDATA[ Siena - L'Evento conclusivo del progetto 'Donne in quota' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2836C3S2/Siena---L-Evento-conclusivo-del-progetto--Donne-in-quota-.htm Mon, 27 Jan 2020 12:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2836C3S2/Siena---L-Evento-conclusivo-del-progetto--Donne-in-quota-.htm Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Arezzo Siena ha deciso di organizzare un’importante manifestazione dal titolo “Donne in quota: il valore della diversità nella cultura d’impresa alla luce della legge Golfo-Mosca”, che si terrà a Siena il giorno 29 gennaio 2020 presso la sede centrale del Monte dei Paschi di Siena, Rocca Salimbeni, Sala San Donato alle ore 17.00.

          ]]> Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Arezzo Siena ha deciso di organizzare un’importante manifestazione dal titolo “Donne in quota: il valore della diversità nella cultura d’impresa alla luce della legge Golfo-Mosca”, che si terrà a Siena il giorno 29 gennaio 2020 presso la sede centrale del Monte dei Paschi di Siena, Rocca Salimbeni, Sala San Donato alle ore 17.00.

          La manifestazione, che vedrà la partecipazione dell’Onorevole Alessia Mosca, promotrice della Legge Golfo-Mosca, sull'inserimento di quote di genere nei Consigli di Amministrazione di società quotate e a partecipazione pubblica, comprenderà inoltre gli interventi di:

          · Dott. Massimo Guasconi – Presidente della Camera di Commercio di Arezzo Siena;

          · Dott. Giuseppe Salvini – Segretario Generale della Camera di Commercio di Arezzo Siena;

          · Dott.ssa Stefania Bariatti - Presidente del Monte dei Paschi di Siena;

          · Lucia Secchi Tarugi – Consigliera di parità Provincia di Siena e Presidente dell'ordine degli avvocati della Provincia di Siena

          La partecipazione sottolineerebbe il significato dell’evento e sarebbe d’incoraggiamento a tutte le donne e a tutti gli uomini impegnati ogni giorno a valorizzare, e non a discriminare, la differenza di genere.

          Al termine dell'evento sarà servito un aperitivo.

          Evento gratuito con registrazione obbligatoria al seguente link: https://forms.gle/DJSAjWG462GukFPA7

          Per info e contatti:

          promozione@si.camcom.it

          0577 202572

          0577 202555

          0577 202565

          0577 202548

           

          ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Mantova smart. L'alleanza delle imprese per un lavoro più sostenibile. I risultati di un triennio di sperimentazioni dello Smart Working nel territorio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2834C3S2/Mantova-smart--L-alleanza-delle-imprese-per-un-lavoro-piu-sostenibile--I-risultati-di-un-triennio-di-sperimentazioni-dello-Smart-Working-nel-territorio.htm Sat, 25 Jan 2020 19:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2834C3S2/Mantova-smart--L-alleanza-delle-imprese-per-un-lavoro-piu-sostenibile--I-risultati-di-un-triennio-di-sperimentazioni-dello-Smart-Working-nel-territorio.htm Con il progetto SMART COMPANIES MANTOVA il Comitato Imprenditoria femminile della Camera di commercio di Mantova, presieduto da Annick Mollard, ha realizzato sul tema dello Smart Working - o lavoro agile - un’importante azione sperimentale insieme a un partenariato pubblico/privato e grazie a un finanziamento di Regione Lombardia per il tramite dell’ATS della Val Padana.
          L'evento di chiusura del progetto, svoltosi il 20 gennaio, ha permesso di ripercorrere le tappe e i risultati della sperimentazione condotta nell’ultimo triennio da un gruppo di imprese del territorio di Mantova aderenti al progetto.
          Unica in tutto il Sistema camerale nazionale, come ha sottolineato il Presidente Carlo Zanetti nel suo saluto di apertura, “la sperimentazione ha messo in rete un gruppo di imprese che hanno colto i segni dell’innovazione portando le riflessioni sulle potenzialità che può avere nella nostra vita quotidiana, e nella vita lavorativa, la definizione di nuovi modi di lavorare e di nuove soluzioni di comportamento organizzativo'.

          A seguire, la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, ha dichiarato che 'adottare politiche che intervengano a ristabilire un corretto equilibrio degli impegni degli uomini e delle donne per favorirne una giusta partecipazione al mercato del lavoro, attraverso forme innovative come lo smart working, vuol dire produrre benessere per amministrazioni, imprese e famiglie. Per questo, l'armonizzazione dei modi e dei tempi di vita e di lavoro è centrale nel progetto del Family Act. Nella visione di benessere integrale della persona e di realizzazione nella corresponsabilità che il Governo intende promuovere, il sostegno della flessibilità degli orari e degli spazi di lavoro è tra gli obiettivi prioritari del Piano strategico nazionale sulla parità di genere cui stiamo lavorando.
          Iniziative come questa sono preziose per Mantova e il suo territorio perché accompagnano la cultura della nostra comunità e la proiettano in un futuro di valorizzazione della persona e delle sue relazioni fondamentali'.

          Dopo il saluto del Direttore Generale dell’ATS della Val Padana, Salvatore Mannino, ha portato i saluti a nome del Comitato Imprenditoria Femminile di Mantova, la Presidente Annick Mollard. 
          Sono state, quindi, proiettate le immagini del video realizzato dal videomaker Roberto Dassoni; il video ha permesso di ascoltare, dalla viva voce delle istituzioni, dei consulenti e delle imprese protagoniste, la narrazione del percorso realizzato, i risultati ottenuti, le prospettive future su cui il territorio mantovano si propone di proseguire il lavoro iniziato.
          Queste le imprese protagoniste che sono state accompagnate dalla consulente di Variazioni Srl, Arianna Visentini, oltre che da Stefania Petocchi, Stefania Carnevali e Massimiliano Santamaria (Work life balance Smart Working consultant), Filippo Grandi (consulente del lavoro) e Chiara La Ferrara (consulente in Marketing e Comunicazione), attraverso la realizzazione di momenti di progettazione, focus group e training aziendali per manager e collaboratori/collaboratrici finalizzati alla preparazione delle sperimentazioni, della redazione della policy aziendale, della impostazione della comunicazione interna: P Consulting Srl, A&T Europe Spa, A.F. snc di Alberini Paolo & Carlo Alberto, Amaservizi srl, Carrara Computing International Srl, Cedam S.C.R.L., Charta Cooperativa Sociale Onlus, Cisaplast spa, Corneliani spa, Gabbiano spa, Fabbricadigitale Srl, Lubiam Moda per l’Uomo Spa, Tea Gruppo e Mantova Ambiente Srl, Mitech srl, Replica Sistemi, Translation Agency Sas, Sol.Co. Mantova, CIA Servizi Est Lombardia, Maival di Avosani Aldo, Thun Logistics srl.

          I lavori sono proseguiti con un Focus sull’Alleanza tra Regione Lombardia e i territori: la consulente incaricata dalla Camera di commercio, Stefania Petocchi, ha presentato i dati triennali delle sperimentazioni condotte in tema di Smart working dall’Alleanza locale mantovana.

          Ecco quanto è emerso: dal 2017 al 2019 incluso, 21 imprese diverse di tutte le dimensioni (dalle micro alle medio-grandi) e ambiti di business hanno approfondito e/o sperimentato a diversi livelli lo smart working coinvolgendo 250 persone. Il benessere delle persone, i vantaggi aziendali, i risparmi di tempo e denaro e gli indici di salute ambientale sono alcuni degli indicatori utilizzati per analizzare i tre anni di sperimentazione.
          I dati stimati sulla ricaduta economica sul lavoratore, l’azienda e il territorio hanno fatto emergere che: per ogni giorno di smart working nel triennio, il tragitto casa lavoro e ritorno evitato ha restituito a ciascuno lavoratore smart mediamente 56 minuti di tempo (quasi 1 ora) pari quasi a 45 ore di tempo-vita in un anno; il tempo risparmiato è stato reinvestito per il 69% sulla famiglia, il tempo libero e lo sport; per la restante 31% nel lavoro.

          Grazie ai chilometri non percorsi (più 304mila km), anche l’aria del territorio è stata meno inquinata. Sono state evitate emissioni pari a 42 t di anidride carbonica per il cui assorbimento sarebbe stata necessaria l’attività di quasi 2800 alberi (di preciso 2792).
          Lo smart working, quindi, ha fatto bene anche a Mantova! Sotto il profilo economico questo si traduce in un risparmio complessivo per tutti gli smart workers coinvolti in tutti i tre anni di 780 mila Euro, pari a una media di 22 euro al giorno
          risparmiato (tra spese di trasporto, servizi scuola, babysitting altro). Positiva la soddisfazione di manager e imprenditori. Il beneficio economico per le aziende è stato stimato in 513 Euro medi all’anno risparmiati per ogni smart worker coinvolto, ottenuto grazie al tempo re-investito e alla maggiore concentrazione che porta a una maggiore produttività.

          La parola è poi passata alla Dirigente del Settore Risorse Umane della Provincia di Cremona, Rinalda Bellotti, che ha illustrato la sperimentazione dello Smart Working condotta presso l’Ente cremonese e, a seguire, a Claudia Moneta - Direzione Generale Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari opportunità di Regione Lombardia, che ha parlato delle Prospettive regionali delle politiche di conciliazione dei tempi di vita con i tempi lavorativi per il triennio 2020-2023.
          Annick Mollard, Presidente del Comitato Imprenditoria femminile della Camera di commercio di Mantova ha aperto la riflessione sul futuro e gli interventi dedicati allo Smart Working, proseguita con gli interventi di Arianna Visentini, Presidente e fondatrice di Variazioni esperta di smart working e di Tiziana Pompei, Vice-Segretario Generale di Unioncamere, che ha illustrato i dati rilevati dall’Osservatorio del sistema camerale per l’imprenditorialità femminile mettendo in rilievo il forte apporto al sistema dell’istruzione e del welfare di natura privata, così importante per agevolare la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro delle famiglie.

          Presenti all’evento, oltre a numerose autorità, i referenti del partenariato istituzionale del progetto: Camera di commercio di Cremona, Comune di Mantova, Consorzio Progetto Solidarietà Mantova, Provincia Mantova e PromoImpresa-Borsa Merci, l’Azienda speciale della Camera di commercio che ha gestito e coordinato il progetto.

          La presentazione con i dati della sperimentazione triennale svolta su un gruppo di 21 imprese mantovane

          ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Piacenza - Speed date al femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2833C3S2/Piacenza---Speed-date-al-femminile.htm Fri, 24 Jan 2020 17:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2833C3S2/Piacenza---Speed-date-al-femminile.htm Dopo il grande successo delle prime tre edizioni, il Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio di Piacenza, ha organizzato il “Business speed date al femminile”.
          Imprenditrici e libere professioniste piacentine si incontreranno in un ordinato susseguirsi di coppie, dove ciascuna partner presenterà la propria attività economica. Ogni 5 m ]]>
          Dopo il grande successo delle prime tre edizioni, il Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio di Piacenza, ha organizzato il “Business speed date al femminile”.
          Imprenditrici e libere professioniste piacentine si incontreranno in un ordinato susseguirsi di coppie, dove ciascuna partner presenterà la propria attività economica. Ogni 5 minuti il suono della campanella sancirà lo scambio delle coppie.
          Un’importante opportunità quindi per le imprenditrici, per farsi conoscere e presentarsi in modo alternativo, attivando così nuovi rapporti d’affari. L’obiettivo comune è infatti quello di ampliare il proprio business e fare rete, puntando sulla conoscenza diretta e sfruttando al meglio i pochi minuti a disposizione.
          Il Comitato ha voluto ricreare un&#39;occasione di incontro informale, favorendo il confronto diretto &quot;one to one&quot;, finalizzato all’attivazione di rapporti professionali ma anche personali.
          L’iscrizione è obbligatoria.
          L'evento si terrà giovedì 13 febbraio presso la sede della Camera di commercio di Piacenza e inizierà alle 15.30 con la registrazione delle partecipanti.
          Alle 15.45 seguirà la spiegazione del funzionamento dello speed date con tutte le istruzioni dettagliate per gli spostamenti.
          Alle 16.00 saranno illustrati i consigli per una presentazione efficace e saranno avviati i lavori.
          Alle iscritte saranno poi trasmesse le linee guida per prepararsi ad un&#39;autopresentazione efficace.
          Per informazioni è possibile contattare l’Ufficio Promozione della Camera di commercio di Piacenza all’indirizzo mail: promozione@pc.camcom.it.

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Piacenza - Comitato per la Promozione dell'Imprenditorialità Femminile: nuove connessioni fra imprese e impronta Green ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2832C3S2/Piacenza---Comitato-per-la-Promozione-dell-Imprenditorialita-Femminile--nuove-connessioni-fra-imprese-e-impronta-Green.htm Mon, 20 Jan 2020 16:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2832C3S2/Piacenza---Comitato-per-la-Promozione-dell-Imprenditorialita-Femminile--nuove-connessioni-fra-imprese-e-impronta-Green.htm Si è concluso con successo il percorso “ConsapevolMENTE a Segno”, organizzato dal Comitato per la Promozione dell'mprenditorialità Femminile della Camera di commercio di Piacenza. Nella serata conclusiva, lo scorso mese di dicembre, le imprenditrici piacentine hanno partecipato al consueto “Aperitivo natalizio al femminile” che da qualche anno rappresenta l';appuntamento orga ]]> Si è concluso con successo il percorso “ConsapevolMENTE a Segno”, organizzato dal Comitato per la Promozione dell'mprenditorialità Femminile della Camera di commercio di Piacenza. Nella serata conclusiva, lo scorso mese di dicembre, le imprenditrici piacentine hanno partecipato al consueto “Aperitivo natalizio al femminile” che da qualche anno rappresenta l';appuntamento organizzato al termine degli incontri di formazione.
           
          Sono state una cinquantina le imprenditrici piacentine che si sono ritrovate presso Casa Tatano (componente del Comitato): ciascuna partecipante è stata invitata a condividere un piccolo dono e a contribuire alla realizzazione del buffet dell'apericena, in un clima di grande festa. La serata ha rappresentato un'ottima occasione di confronto e di scambio di idee e di valori personali: le imprenditrici sono state invitate a raccontarsi con tre parole che definissero al meglio la propria personalità e a tracciare un piccolo bilancio del percorso formativo.
          Ognuna ha espresso soddisfazione per il progetto che si è concluso e per la proposta formativa di alto livello, finalizzata a diffondere e a promuovere la cultura imprenditoriale.
          Le imprenditrici piacentine hanno evidenziato le opportunità derivanti dallo sviluppo di nuove connessioni fra imprese e dalla proposta di un percorso non solo imprenditoriale ma anche di crescita personale.
           
          Con il progetto ConsapevolMENTE a Segno sono stati proposti infatti tre seminari finalizzati ad allenare la propria resilienza ed antifragilità, a riscoprire l’istinto e la visione imprenditoriale nonchè a sviluppare nuove idee di progetto, rileggendo le sfide in chiave positiva. L’adozione di metodologie didattiche innovative, (teatro di impresa, vision training e lego serious play) ha rappresentato il valore aggiunto del percorso. Alla serata conclusiva ha partecipato anche Anna Piacentini, presidente di People 3.0 di Modena e docente del seminario “Vision Training-Riscoprire l'istinto e la visione imprenditoriale”.
           
          L'appuntamento di dicembre è stato caratterizzato inoltre da un'importante iniziativa green che ha evidenziato  l'attenzione alla sostenibilità e al rispetto dell'ambiente che è propria del  Comitato per la Promozione dell'Imprenditorialità Femminile. Durante la serata, è stato donato al Comitato – da parte di una azienda generosa del territorio - un albero di Markhamia, che abbatterà nel suo ciclo di vita 5.500 Kg di Co2. Conosciuto come “Albero del Valore”, è dedicato all'importanza delle idee e dei progetti delle donne. Tali valori, insieme alla condivisione e allo sviluppo sostenibile, sono alla base dell'attività del Comitato della Camera di Commercio di Piacenza.

          Il Comitato è già impegnato nella realizzazione di nuovi progetti per il 2020 che spingano le imprenditrici a fare rete ed a proiettarsi verso nuovi orizzonti imprenditoriali, attraverso l’ausilio di tecniche formative estremamente innovative.
           
          Il Comitato per la Promozione dell'Imprenditorialità Femminile: Nicoletta Corvi, Federica Bussandri, Laura Lusignani, Gabriella Ferrari, Elisabetta Maserati, Giuliana Biagiotti, Giovanna Malvicini, Elisa Tatano, Susanna Fumi.

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Unioncamere - Welfare e istruzione: 1 impresa su 3 è guidata da donne ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2831C3S2/Unioncamere---Welfare-e-istruzione--1-impresa-su-3-e-guidata-da-donne.htm Mon, 20 Jan 2020 13:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2831C3S2/Unioncamere---Welfare-e-istruzione--1-impresa-su-3-e-guidata-da-donne.htm Un milione e 340mila imprese, 3 milioni di occupati e un forte apporto al sistema dell’istruzione e del welfare di natura privata, così importante per agevolare la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro delle famiglie. E’ la fotografia delle imprese femminili, scattata dall’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere, che verrà presentata oggi alle 15 nel corso ]]> Un milione e 340mila imprese, 3 milioni di occupati e un forte apporto al sistema dell’istruzione e del welfare di natura privata, così importante per agevolare la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro delle famiglie. E’ la fotografia delle imprese femminili, scattata dall’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere, che verrà presentata oggi alle 15 nel corso di un incontro dedicato allo smart working organizzato dalla Camera di commercio di Mantova.
          Nella scelta di aprire una attività autonoma, sono molte le donne che preferiscono orientarsi verso i settori che offrono servizi alle famiglie, come quelli che si occupano di istruzione, o che operano nella sanità e nell’assistenza sociale. In questi ambiti, infatti, più di una impresa su tre è gestita da donne, con tassi di femminilizzazione, quindi, ben superiori a quello medio (22%).
          La predilezione femminile per questi settori – ha dichiarato Tiziana Pompei, vice segretario generale di Unioncamere - è confermata anche nel lavoro dipendente. Secondo le ultime previsioni Excelsior di Unioncamere e Anpal, relative alla domanda di lavoro delle imprese nel mese di gennaio, le donne continuano a essere maggiormente richieste soprattutto nei servizi alle persone (30% richieste di personale femminile). A seguire le imprese ricercano dipendenti donne soprattutto nei servizi di alloggio, ristorazione turistici (28% richieste di personale femminile) e nel commercio (26%)”.
          I dati al 30 settembre scorso mostrano che nell’Istruzione le 9.600 imprese femminili sono oltre il 30% del totale, con un aumento di circa 1.500 unità rispetto a settembre 2014.
          Nel campo sanitario e dell’assistenza sociale, poi, le 17mila imprese femminili oggi esistenti rappresentano quasi il 38% del totale, con un incremento di oltre 2.400 imprese rispetto a cinque anni fa e una forte specializzazione nella cura e nell’assistenza all’infanzia. A dimostrarlo sono le 3.400 attività femminili che gestiscono servizi di asili nido, baby-sitting e assistenza diurna per minori disabili, che sono quasi l’82% di quelle registrate (4.170) e risultano in aumento di circa 200 unità rispetto a 5 anni fa. Questa rete di imprese dedita alla cura dei bambini si configura, insomma, come una sorta di “soccorso rosa” per i papà e le mamme lavoratrici, e risulta particolarmente numerosa e fitta in alcune regioni (Lombardia e Lazio innanzitutto), meno diffusa, invece, nelle regioni più piccole, come Valle d’Aosta, Molise e la Basilicata.

          Legg il comunicato completo di tabelle

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Siena - Bando Nuove Idee Nuove Imprese Femminili (scad. 30/01/2020) ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2830C3S2/Siena---Bando-Nuove-Idee-Nuove-Imprese-Femminili--scad--30-01-2020-.htm Fri, 17 Jan 2020 14:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2830C3S2/Siena---Bando-Nuove-Idee-Nuove-Imprese-Femminili--scad--30-01-2020-.htm Dalla Camera di commercio Arezzo-Siena il 'Bando Nuove Idee Nuove Imprese'. Opportunità per le imprese femminili della provincia di Siena con l’obiettivo di premiare quattro imprese capitanate da donne del territorio senese che abbiano percepito l’innovazione come leva di successo e che si siano distinte sulla base di particolari requisiti di innovatività.

          ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Bologna - Un milione di euro alle imprenditrici che diventeranno mamme nel 2020 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2829C3S2/Bologna---Un-milione-di-euro-alle-imprenditrici-che-diventeranno-mamme-nel-2020.htm Fri, 10 Jan 2020 09:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2829C3S2/Bologna---Un-milione-di-euro-alle-imprenditrici-che-diventeranno-mamme-nel-2020.htm La Camera di commercio di Bologna ha deciso di dedicare un milione di euro, alle imprenditrici bolognesi che diventeranno mamme nel 2020.

          «Abbiamo voluto riservare un milione di euro alle imprenditrici che diventeranno mamme quest’anno – ha spiegato Valerio Veronesi, presidente della Camera di commercio di Bologna - Gestire un’impresa richiede un impegno costante, ogni giorno a qualsiasi ]]>
          La Camera di commercio di Bologna ha deciso di dedicare un milione di euro, alle imprenditrici bolognesi che diventeranno mamme nel 2020.

          «Abbiamo voluto riservare un milione di euro alle imprenditrici che diventeranno mamme quest’anno – ha spiegato Valerio Veronesi, presidente della Camera di commercio di Bologna - Gestire un’impresa richiede un impegno costante, ogni giorno a qualsiasi ora. Farlo con un neonato è una avventura tanto bella quanto impegnativa. Il nostro obiettivo è riconoscere e valorizzare le imprenditrici, non farle sentire sole, fornire loro un aiuto concreto: un milione di euro per rendere la loro vita più facile a casa e in impresa».

          Con i contributi a fondo perduto della Camera di commercio ogni imprenditrice neo mamma nel 2020 potrà ricevere fino a 12.500 euro per:

          • aumentare l’organico dell’azienda, per far fronte alla sua minore presenza in ufficio;
          • allestire postazioni di lavoro a casa, acquistando computer, portatili o notebook, stampanti, scanner, attivare collegamenti internet ad alta velocità;
          • attivare collaborazioni con temporary manager;
          • coprire la metà delle spese sostenute per asili nido, baby sitter, baby parking.

          Le domande potranno essere presentate da tutte le imprenditrici individuali, le socie amministratrici di società di persone, le legali rappresentanti o consigliere delegate di società di capitali, dal 14 settembre 2020 al 16 ottobre 2020.

          Tutte le informazioni sono disponibili QUI

          Il contributo di un milione di euro per le neo mamme imprenditrici nel 2020 è stato affiancato dall’iniziativa Sei una mamma imprenditrice? Raccontaci la tua storia, con la quale la Camera ha chiesto alle donne che hanno già vissuto questa esperienza di raccontare la loro storia.

          Leggi QUI le testimonianze delle imprenditrici selezionate per raccontare la loro esperienza.

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Mantova - Smart working protagonista al Mamu il 20 gennaio 2020 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2828C3S2/Mantova---Smart-working-protagonista-al-Mamu-il-20-gennaio-2020.htm Thu, 09 Jan 2020 10:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2828C3S2/Mantova---Smart-working-protagonista-al-Mamu-il-20-gennaio-2020.htm La Camera di commercio di Mantova organizza, con il suo Comitato imprenditoria femminile, Regione Lombardia e ATS Val Padana, l'incontro 'Mantova Smart. L’alleanza delle imprese per un lavoro più sostenibile'.
          L'evento fornirà l'occasione per presentare i risultati di un triennio di sperimentazioni di smart working nel territorio mantovano. Saranno presenti le numerose imprese che hanno aderit ]]>
          La Camera di commercio di Mantova organizza, con il suo Comitato imprenditoria femminile, Regione Lombardia e ATS Val Padana, l'incontro 'Mantova Smart. L’alleanza delle imprese per un lavoro più sostenibile'.
          L'evento fornirà l'occasione per presentare i risultati di un triennio di sperimentazioni di smart working nel territorio mantovano. Saranno presenti le numerose imprese che hanno aderito all’Alleanza e le Istituzioni partner, ed è previsto l'intervento della Ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti. Parteciperà, inoltre, Tiziana Pompei, Vice Segretario generale di Unioncamere.
          L'appuntamento è al centro congressi MaMu a Largo Pradella 1/B, il 20 gennaio 2020 alle 15.00.
          Per informazioni scrivere a: promoimpresa@mn.camcom.it

          Locandina

           

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ 'Panchine rosse', Unioncamere e il sistema camerale aderiscono al progetto contro la violenza sulle donne ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2827C3S2/-Panchine-rosse---Unioncamere-e-il-sistema-camerale-aderiscono-al-progetto-contro-la-violenza-sulle-donne.htm Mon, 23 Dec 2019 12:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2827C3S2/-Panchine-rosse---Unioncamere-e-il-sistema-camerale-aderiscono-al-progetto-contro-la-violenza-sulle-donne.htm Una Panchina rossa come segno tangibile dell’impegno nel contrasto alla violenza contro le donne. E’ questo l’obiettivo del progetto promosso del movimento Stati generali delle donne, al quale hanno deciso di aderire anche Unioncamere e il sistema camerale territoriale.

          In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra oggi, il sistema camerale pro ]]> Una Panchina rossa come segno tangibile dell’impegno nel contrasto alla violenza contro le donne. E’ questo l’obiettivo del progetto promosso del movimento Stati generali delle donne, al quale hanno deciso di aderire anche Unioncamere e il sistema camerale territoriale.

          In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra oggi, il sistema camerale promuove una serie di incontri di approfondimento sul tema della condizione femminile, con particolare riguardo alla partecipazione al mercato del lavoro e alla creazione di impresa.

          Un’opportunità che ad oggi è stata colta da numerose Camere di commercio, che già dai giorni scorsi, oggi e poi nelle prossime settimane sono impegnate in specifici appuntamenti per illustrare il progetto, coinvolgendo e sensibilizzando anche giovani, imprese e cittadini.

          Una panchina rossa per ricordare ogni giorno che l’apporto delle donne è fondamentale per il benessere e la crescita della società”, sottolinea Loretta Credaro, presidente della Camera di commercio di Sondrio. “Il sistema camerale con questa iniziativa vuole ribadire il proprio impegno per la piena affermazione del ruolo della donna nella comunità, nell’impresa e nel mondo del lavoro”.
           



          Il progetto Panchine rosse, diffondendo le panchine sul territorio, lancia un monito contro la violenza sulle donne e si fa carico dell’urgenza di realizzare la parità di genere. Un modo, quindi, per alimentare un processo di consapevolezza nella società, dove ancora molte donne sono vittima di discriminazioni o di soprusi, ma anche per prendere coscienza e valorizzare la presenza femminile e le pari opportunità nei luoghi di lavoro e nell’impresa.

          Questo è il fronte sul quale il sistema camerale, attraverso i Comitati per l’imprenditoria femminile presenti in ogni Camera di commercio, è attivo ormai da venti anni, promuovendo la cultura d’impresa al femminile.

          Anche grazie all’attività della rete dei Comitati delle Camere di commercio, molte donne in Italia hanno scelto di avviare una propria attività, dando corpo alla propria vocazione professionale e in piena autonomia.

          Leggi il comunicato stampa completo

          ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Torino - DigiTALL Girls can ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2826C3S2/Torino---DigiTALL-Girls-can.htm Thu, 12 Dec 2019 15:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2826C3S2/Torino---DigiTALL-Girls-can.htm Venerdì 13 e sabato 14 dicembre Open Incet ospiterà un evento legato al progetto DigiTALL, realizzato da APID Imprenditorialità Donna insieme con il Comitato IF della Camera di commercio di Torino. L’obiettivo è quello di fornire nuovi strumenti alle giovani donne legate alle carriere STEM:

          • l'idea di digitalizzazione e d’innovazione aziendale della piccola e media impresa
          Venerdì 13 e sabato 14 dicembre Open Incet ospiterà un evento legato al progetto DigiTALL, realizzato da APID Imprenditorialità Donna insieme con il Comitato IF della Camera di commercio di Torino. L’obiettivo è quello di fornire nuovi strumenti alle giovani donne legate alle carriere STEM:

          • l'idea di digitalizzazione e d’innovazione aziendale della piccola e media impresa
          • educare alla diffusione di nuove tecnologie digitali a supporto delle PMI sul territorio
          • incentivare la nascita di nuove imprese digitali.

          Il progetto si sviluppa su 3 fasi nelle quali saranno svolte una serie di attività affini a PID-Punto Impresa Digitale della CCIAA Torino e DD-Donne Digitali (progetto pilota):
          1. SENSIBILIZZAZIONE & ORIENTAMENTO-coinvolgimento di 100 giovani studentesse, sia nella narrazione di storici role model femminili di successo, sia nel mondo della carriera imprenditoriale.

          2. DIGITALCOMPETITION-pitch dei progetti imprenditoriali delle studentesse e networking tra reti ed enti (incubatori, acceleratori, hub digitali, innovation centre, centri di ricerca, istituti e scuole).

          3. ANALISI & PROGETTAZIONE- Analisi sul territorio delle imprese esistenti mediante questionario ad hoc, scenari e livello di digitalizzazione, successiva customizzazione degli interventi.

          Il focus sarà incentrato sulla trasformazione digitale dell'impresa al femminile, reso possibile grazie ad incontri e project work che saranno il punto di partenza per il Digital Mentoring disposto dal PID, il quale fornirà supporto alla fase di progettazione.

          Per maggiori informazioni contattare APID Torinio: apid@apito.it

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Salerno - Donne e Formazione: voucher in Campania ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2824C3S2/Salerno---Donne-e-Formazione--voucher-in-Campania.htm Wed, 04 Dec 2019 15:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2824C3S2/Salerno---Donne-e-Formazione--voucher-in-Campania.htm Giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 16.15, presso il Salone Genovesi della sede di rappresentanza della Camera di Commercio di Salerno – via Roma 29 – si terrà un incontro informativo sui voucher che la Regione Campania eroga per la partecipazione a percorsi formativi destinati alle donne residenti in regione di età compresa tra i 18 e i 49 anni.

          L'incontro è organizzato dal CIF - Comitat ]]> Giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 16.15, presso il Salone Genovesi della sede di rappresentanza della Camera di Commercio di Salerno – via Roma 29 – si terrà un incontro informativo sui voucher che la Regione Campania eroga per la partecipazione a percorsi formativi destinati alle donne residenti in regione di età compresa tra i 18 e i 49 anni.

          L'incontro è organizzato dal CIF - Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Salerno, in collaborazione con la Regione Campania.

          Qui trovi le info sulla misura: http://www.fse.regione.campania.it/opportunita/voucher-la-partecipazione-percorsi-formativi-destinati-alle-donne-eta-lavorativa/

           

           

          ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Palermo - She means business ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2823C3S2/Palermo---She-means-business.htm Mon, 02 Dec 2019 15:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2823C3S2/Palermo---She-means-business.htm #SheMeansBusiness è il progetto di Facebook che in Italia si avvale della collaborazione della Fondazione Mondo Digitale torna alla Camera di commercio di Palermo Enna- Sede Palermo.
          Il training gratuito di Facebook che avvicina le #donneimprenditrici ai #socialmedia si terrà il 16 Dicembre alle Ore 9.00 presso la Sala Terrasi della CCIAA di Palermo

          Posti limitati. Formazione gratuita per le prime 100 donne ]]> #SheMeansBusiness è il progetto di Facebook che in Italia si avvale della collaborazione della Fondazione Mondo Digitale torna alla Camera di commercio di Palermo Enna- Sede Palermo.
          Il training gratuito di Facebook che avvicina le #donneimprenditrici ai #socialmedia si terrà il 16 Dicembre alle Ore 9.00 presso la Sala Terrasi della CCIAA di Palermo

          Posti limitati. Formazione gratuita per le prime 100 donne che si iscriveranno al link: https://www.mondodigitale.org/it/she-means-business

          Di seguito i moduli del training:

          • Creare una presenza efficace su Facebook e conquistare nuovi clienti
          • Far crescere il tuo business su Instagram
          • Realizzare post creativi con il tuo smartphone

          Non solo... la formazione si arricchisce di:

          • Guida al marketing delle festività natalizie made by Facebook
          • Focus sulle Community
          • Storie di successo: la jewelry designer Simona Randazzo, la community Palermo Mamme,

          la boutique Tacco 12 e il progetto di imprenditoria sociale Cuoche Combattenti.

          Durante il convegno verrà presentata la nuova programmazione del PID - Punto Impresa Digitale della CCIAA Palermo Enna.

          L'iniziativa è realizzata con il supporto del Punto Impresa Digitale Palermo Enna, Comitato Imprenditoria Femminile della CCIAA Palermo Enna
          Fondazione Marisa Bellisario - delegazione Sicilia
          Legacoop Sicilia
          RUM - Rete Universitaria Mediterranea

          ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Arezzo - "Cercasi creatrici di start up", al via il progetto ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2825C3S2/Arezzo----Cercasi-creatrici-di-start-up---al-via-il-progetto.htm Mon, 02 Dec 2019 15:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2825C3S2/Arezzo----Cercasi-creatrici-di-start-up---al-via-il-progetto.htm Cercasi creatrici di start up: un progetto del Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale dell’Università di Siena - sede di Arezzo, Comitato IFE - Imprenditoria Femminile di Arezzo e Camera di Commercio.

          Presentato questa mattina in Camera di Commercio il progetto "Inventor Lab per l'ideazione di proposte di start-up imprenditoriali femminili". E' s ]]> Cercasi creatrici di start up: un progetto del Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale dell’Università di Siena - sede di Arezzo, Comitato IFE - Imprenditoria Femminile di Arezzo e Camera di Commercio.

          Presentato questa mattina in Camera di Commercio il progetto "Inventor Lab per l'ideazione di proposte di start-up imprenditoriali femminili". E' stato illustrato il ”concorso di idee” aperto agli studenti e studentesse dei corsi di laurea DSFUCI. La ricerca di una idea di business da sviluppare attraverso una startup o un'impresa in ambito tecnologico, a prevalenza femminile, si articolerà in una fase di promozione dell’evento (call for ideas) al quale farà seguito la giornata nel corso della quale si svolgerà l’“Hackathon contest” l’evento di presentazione delle idee progettuali e la selezione, da parte di una apposita commissione, delle vincitrici che riceveranno un finanziamento, dal’Ente camerale, per realizzare le loro idee imprenditoriali. La Call for Ideas si concluderà il 10 gennaio 2020 e l'Hackathon contest e la successiva premiazione si svolgeranno il 14 gennaio 2020 presso la Camera di Commercio “Da sempre il Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale è impegnato nel sostenere la formazione delle future imprenditrici del nostro territorio", commenta Loretta Fabbri, vicedirettrice del Dipartimento dell’Università di Siena, "L'Inventor Lab, aperto a tutte le studentesse e gli studenti del DSFUCI, rappresenta l'opportunità per mettersi alla prova con una sfida reale già durante il percorso di studio, progettando proposte innovative che abbiano un impatto nella nostra comunità locale".

          “Come Camera di Commercio e comitato IFE- evidenzia Anna Lapini, Vice Presidente dell’Ente camerale e Presidente del Comitato IFE abbiamo sempre intrattenuto un rapporto privilegiato con il DSFUCI e con l’Università di Siena sopratutto attraverso il sostegno alle attività formazione. E la nostra collaborazione non poteva certamente mancare ad un progetto così originale di promozione dell’imprenditoria femminile e delle start up. L’auspicio è che, anche nel nostro territorio, sempre più idee “smart” declinate al femminile possano dare vita a nuove realtà imprenditoriali. In questo senso l’Ente camerale, anche attraverso il suo Comitato per l’imprenditoria femminile, accompagnerà e sosterrà sempre il cammino” di queste nuove imprese.” “A Dicembre 2018 le start up femminili iscritte al Registro imprese in Italia- erano 1.273- sottolinea il Segretario Generale Giuseppe Salvini -Rappresentano il 13% del totale e si concentrano sopratutto nei servizi di istruzione e sanità, oltre che nel settore della comunicazione.

          Nella nostra provincia le start up sono ancora relativamente poche, 28 ed operano prevalentemente nel settore dei servizi. Il concorso di idee che che abbiamo presentato questa mattina può stimolare le studentesse, e più in generale i giovani aretini, a mettersi in gioco con idee imprenditoriali innovative utilizzando i vantaggi fiscali, gestionali e nei rapporti di lavoro che la forma societaria delle start up innovative offre”.

          Fonte: La Nazione

           

          ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Arezzo - Unica tappa toscana di Shemeansbusiness ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2822C3S2/Arezzo---Unica-tappa-toscana-di-Shemeansbusiness.htm Wed, 27 Nov 2019 13:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2822C3S2/Arezzo---Unica-tappa-toscana-di-Shemeansbusiness.htm Il 28 novembre 2019 #SheMeansBusiness, il progetto globale di Facebook realizzato in italia con la collaborazione della Fondazione Mondo Digitale, arriva per la prima volta in Toscana per una speciale giornata di formazione dedicata alle donne imprenditrici. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione della Camera di Commercio di Arezzo – Siena, Punto Impresa Digitale Arezzo e IFE - Comitato per l'imprenditoria fe ]]> Il 28 novembre 2019 #SheMeansBusiness, il progetto globale di Facebook realizzato in italia con la collaborazione della Fondazione Mondo Digitale, arriva per la prima volta in Toscana per una speciale giornata di formazione dedicata alle donne imprenditrici. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione della Camera di Commercio di Arezzo – Siena, Punto Impresa Digitale Arezzo e IFE - Comitato per l'imprenditoria femminile della Camera di Commercio.

          A partire dalle ore 14.00 la coach della Fondazione Mondo Digitale, Susanna Bulgheroni, incontra tutte le donne interessate ad approfondire strumenti e strategie social per il personal branding. L’iniziativa, interamente gratuita e dedicata al tema dell’empowerment femminile, sarà anche l’occasione per presentare storie e casi di successo del territorio.

          #SheMeansBusiness si propone di aiutare le donne che vogliono far crescere il proprio business e di ispirare tutte quelle che sognano di avviare un’ attività professionale, fornendo loro gli strumenti, la formazione e gli esempi necessari per realizzare il proprio obiettivo. Dalla creazione di contenuti efficaci all’utilizzo delle storie Instagram per promuovere il proprio brand, fino alla presentazione di storie e casi studio di successo.

          Per partecipare all'iniziativa è obbligatorio iscriversi al seguente link:

          http://bit.ly/shemeansbusinessarezzo

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Milano - L'Italia che vogliamo è più donna ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2821C3S2/Milano---L-Italia-che-vogliamo-e-piu-donna.htm Tue, 26 Nov 2019 14:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2821C3S2/Milano---L-Italia-che-vogliamo-e-piu-donna.htm Il Comitato Imprenditoria Femminile in collaborazione con diverse scuole milanesi propone anche quest'anno "L'Italia che vogliamo è più donna". L'appuntamento è a Milano lunedì 2 dicembre nella Sala Conferenze e Sala Consiglio di Palazzo Turati, in via Meravigli 9/B, dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
          Il Convegno sarà un momento di confronto e di networking tra i partecipanti, ap ]]>
          Il Comitato Imprenditoria Femminile in collaborazione con diverse scuole milanesi propone anche quest'anno "L'Italia che vogliamo è più donna". L'appuntamento è a Milano lunedì 2 dicembre nella Sala Conferenze e Sala Consiglio di Palazzo Turati, in via Meravigli 9/B, dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
          Il Convegno sarà un momento di confronto e di networking tra i partecipanti, aperto a uomini e donne. L’obiettivo è delineare il futuro della nostra imprenditoria e del Paese che passa attraverso l’innovazione, l’istruzione di qualità e le comunità sostenibili. All'incontro prenderà parte Tiziana Pompei, Vice Segretario Generale di Unioncamere, che presenterà l'indagine nazionale sull'imprenditoria femminile.

          Iscrizioni

          Programma


           

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Bergamo - 'Le materie stem aiutano a creare impresa e a lavorare nelle imprese?' Una tavola rotonda ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2820C3S2/Bergamo----Le-materie-stem-aiutano-a-creare-impresa-e-a-lavorare-nelle-imprese---Una-tavola-rotonda.htm Tue, 26 Nov 2019 12:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2820C3S2/Bergamo----Le-materie-stem-aiutano-a-creare-impresa-e-a-lavorare-nelle-imprese---Una-tavola-rotonda.htm Si svolgerà giovedì 28 novembre prossimo, dalle ore 15, nella sede di Bergamo Sviluppo al POINT di Dalmine (via Pasubio 5/ang. via Einstein), la tavola rotonda LE MATERIE STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) AIUTANO A CREARE IMPRESA E A LAVORARE NELLE IMPRESE?, iniziativa organizzata da Bergamo Sviluppo su proposta del Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della Camera di Comme ]]> Si svolgerà giovedì 28 novembre prossimo, dalle ore 15, nella sede di Bergamo Sviluppo al POINT di Dalmine (via Pasubio 5/ang. via Einstein), la tavola rotonda LE MATERIE STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) AIUTANO A CREARE IMPRESA E A LAVORARE NELLE IMPRESE?, iniziativa organizzata da Bergamo Sviluppo su proposta del Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio di Bergamo, e realizzata in collaborazione con il sistema associativo provinciale e Federmanager. Di seguito il programma dell'incontro:

          APERTURA DEI LAVORI
          Presidente Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile CCIAA di Bergamo

          INTERVENGONO ALLA TAVOLA ROTONDA
          Marzia Maiorano – Midahitech
          Manuel Ronzoni – Tampmylife srl
          Enrico Cagnoni – Exolvia srl
          Delphine Rivat – Senior Finance Director Schneider Electric
          Marina Carbonaro –Direttrice Amministrativa di S.A.B. Autoservizi Srl
          Stephanie Steidler – libera professionista settore medico-scientifico

          ARGOMENTI TRATTATI

          Quali competenze sono necessarie per svolgere il ruolo ricoperto o per realizzare l’attività professionale/imprenditoriale avviata?
          L’attuale esperienza lavorativa, come si colloca rispetto al percorso di studi o alle esperienze professionali realizzate dai partecipanti?
          Quali caratteristiche derivano dagli studi svolti e o dall’esperienza professionale acquisita?
          Le previsioni sugli inserimenti lavorativi dei prossimi anni evidenziano che avere competenze STEM rappresenterà un vantaggio. Consigli ed esortazioni per chi sceglierà la carriera professionale o all’interno di un’ azienda e per chi coltiverà un sogno imprenditoriale
          COORDINA: Simona Befani, giornalista

          CONCLUSIONE LAVORI: Cinzia Xodo, professional & public speaking coach/event  consultant

          L'incontro rappresenta un'occasione di confronto tra imprenditori, imprenditrici e manager che, condividendo percorsi ed esperienze professionali legate alla propria storia lavorativa e/o imprenditoriale, possono essere di esempio per altri imprenditori o aspiranti imprenditori, ma anche per giovani che stanno scegliendo o realizzando il proprio percorso di studi.
          La partecipazione all'iniziativa è libera e gratuita, previa iscrizione in questa pagina.

          Per informazioni
          Silvia Campana
          e-mail: campana@bg.camcom.it
          tel. + 39 035 3888011

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Anche Unioncamere aderisce al progetto Panchine rosse ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2819C3S2/Anche-Unioncamere-aderisce-al-progetto-Panchine-rosse.htm Fri, 22 Nov 2019 15:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2819C3S2/Anche-Unioncamere-aderisce-al-progetto-Panchine-rosse.htm Una Panchina rossa come segno tangibile dell’impegno nel contrasto alla violenza contro le donne. E’ questo l’obiettivo del progetto promosso del movimento Stati generali delle donne, al quale hanno deciso di aderire anche Unioncamere e il sistema camerale territoriale.

          In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra oggi, il sistema camerale pro ]]> Una Panchina rossa come segno tangibile dell’impegno nel contrasto alla violenza contro le donne. E’ questo l’obiettivo del progetto promosso del movimento Stati generali delle donne, al quale hanno deciso di aderire anche Unioncamere e il sistema camerale territoriale.

          In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra oggi, il sistema camerale promuove una serie di incontri di approfondimento sul tema della condizione femminile, con particolare riguardo alla partecipazione al mercato del lavoro e alla creazione di impresa.

          Un’opportunità che ad oggi è stata colta da numerose Camere di commercio, che già dai giorni scorsi, oggi e poi nelle prossime settimane sono impegnate in specifici appuntamenti per illustrare il progetto, coinvolgendo e sensibilizzando anche giovani, imprese e cittadini.

          “Una panchina rossa per ricordare ogni giorno che l’apporto delle donne è fondamentale per il benessere e la crescita della società”, sottolinea Loretta Credaro, presidente della Camera di commercio di Sondrio. “Il sistema camerale con questa iniziativa vuole ribadire il proprio impegno per la piena affermazione del ruolo della donna nella comunità, nell’impresa e nel mondo del lavoro”.

          Il progetto Panchine rosse, diffondendo le panchine sul territorio, lancia un monito contro la violenza sulle donne e si fa carico dell’urgenza di realizzare la parità di genere. Un modo, quindi, per alimentare un processo di consapevolezza nella società, dove ancora molte donne sono vittima di discriminazioni o di soprusi, ma anche per prendere coscienza e valorizzare la presenza femminile e le pari opportunità nei luoghi di lavoro e nell’impresa.

          Questo è il fronte sul quale il sistema camerale, attraverso i Comitati per l’imprenditoria femminile presenti in ogni Camera di commercio, è attivo ormai da venti anni, promuovendo la cultura d’impresa al femminile.

          Anche grazie all’attività della rete dei Comitati delle Camere di commercio, molte donne in Italia hanno scelto di avviare una propria attività, dando corpo alla propria vocazione professionale e in piena autonomia.

          Leggi il comunicato stampa completo

          ]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Bergamo - Affrontare il cambiamento in un mondo in continua evoluzione. Una tavola rotonda ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2818C3S2/Bergamo---Affrontare-il-cambiamento-in-un-mondo-in-continua-evoluzione--Una-tavola-rotonda.htm Fri, 15 Nov 2019 11:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2818C3S2/Bergamo---Affrontare-il-cambiamento-in-un-mondo-in-continua-evoluzione--Una-tavola-rotonda.htm Si svolgerà mercoledì 20 novembre prossimo, dalle ore 15, nella sede di Bergamo Sviluppo al POINT di Dalmine (via Pasubio 5/ang. via Einstein), la tavola rotonda AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO IN UN MONDO IN CONTINUA EVOLUZIONE - IMPRENDITORI E IMPRENDITRICI SI CONFRONTANO, iniziativa organizzata da Bergamo Sviluppo su proposta del Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio di ]]> Si svolgerà mercoledì 20 novembre prossimo, dalle ore 15, nella sede di Bergamo Sviluppo al POINT di Dalmine (via Pasubio 5/ang. via Einstein), la tavola rotonda AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO IN UN MONDO IN CONTINUA EVOLUZIONE - IMPRENDITORI E IMPRENDITRICI SI CONFRONTANO, iniziativa organizzata da Bergamo Sviluppo su proposta del Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio di Bergamo, e realizzata in collaborazione con il sistema associativo provinciale. Di seguito il programma dell'incontro:

          APERTURA DEI LAVORI
          Presidente Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile CCIAA di Bergamo

          INTERVENGONO ALLA TAVOLA ROTONDA
          Orfeo Lumina – Modamica
          Federica Vavassori Bisutti – Policrom Screens Spa
          Luca Nicoli – I Love Ostrica
          Anna Milesi – Sorelle Milesi
          Paola Ogliari – Robert Cutty srl
          Alice Zamboni – Weelgo srl e Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Bergamo

          ARGOMENTI TRATTATI CON GLI IMPRENDITORI PARTECIPANTI

          Quali cambiamenti interni o esterni all’azienda sono stati affrontati?
          Qual è stato il cambiamento che ha influito maggiormente sulle scelte imprenditoriali fatte fino ad ora?
          Come sono stati gestiti/accolti i cambiamenti introdotti? Che ruolo ha avuto il partecipante in questi cambiamenti?
          Guardando al cambiamento o ai cambiamenti affrontati, sono stati una sfida o un’opportunità? Ce ne sono altri in vista?
          Cosa intende per cambiamento ogni partecipante?
          COORDINA: Fabrizio Calvo, giornalista

          CONCLUSIONE LAVORI: Cinzia Xodo, professional & public speaking coach/event  consultant

          L'incontro rappresenta un'occasione di confronto tra imprenditori che condividendo storie ed esperienze personali legate alla propria esperienza imprenditoriale possono essere di esempio per altri imprenditori o aspiranti imprenditori.
          La partecipazione all'iniziativa è libera e gratuita, previa iscrizione in questa pagina.
           

          Per informazioni
          Silvia Campana
          eMail: campana@bg.camcom.it
          tel. + 39 035 3888011

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
          <![CDATA[ Rieti - Laboratori di Genere, strumenti digitali per ridurre il 'gender gap' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2816C3S2/Rieti---Laboratori-di-Genere--strumenti-digitali-per-ridurre-il--gender-gap-.htm Tue, 12 Nov 2019 09:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A2816C3S2/Rieti---Laboratori-di-Genere--strumenti-digitali-per-ridurre-il--gender-gap-.htm Al via i laboratori di genere gratuiti organizzati dopo il Festival delle Donne di settembre dalla rete promossa dalla Regione Lazio attraverso lo Spazio Attivo, a cui hanno aderito fino ad oggi Camera di commercio di Rieti, Provincia di Rieti, Cna Rieti, Porta Futuro Lazio, Capit Rieti con il Centro Antiviolenza “Il Nido di Ana”, Associazione Igers Rieti, Casa delle Donne di Amatrice e Frazioni, Casa delle Donne di Terni, Wikim ]]> Al via i laboratori di genere gratuiti organizzati dopo il Festival delle Donne di settembre dalla rete promossa dalla Regione Lazio attraverso lo Spazio Attivo, a cui hanno aderito fino ad oggi Camera di commercio di Rieti, Provincia di Rieti, Cna Rieti, Porta Futuro Lazio, Capit Rieti con il Centro Antiviolenza “Il Nido di Ana”, Associazione Igers Rieti, Casa delle Donne di Amatrice e Frazioni, Casa delle Donne di Terni, Wikimedia Italia, il Gruppo Giovani di Confcommercio Lazio Nord, Federlazio Rieti.

          All’interno del calendario di novembre, la Camera di commercio di Rieti e la sua Azienda Speciale, nell’ambito del progetto “Eccellenze in digitale” e del proprio Punto impresa digitale (PID) cureranno l’appuntamento in programma il prossimo 25 novembre dalle ore 10,30 alle ore 13 presso lo Spazio Attivo Lazio Innova di Rieti in via dell’Elettronica, focalizzato su “Strumenti digitali per ridurre il divario di genere”. La partecipazione è libera ed è consigliata per motivi organizzativi la registrazione inviando una email all’indirizzo rieti@lazioinnova.it

          Nell’ambito del ricco programma del mese che si svolgerà presso lo Spazio Attivo, la prima iniziativa è in programma il prossimo 11 novembre dalle ore 10 alle 12 e sarà dedicata a “Instagram marketing – Utilizzo efficace delle immagini” a cura di Igers Rieti. A seguire, il 15 novembre dalle ore 16 alle 19 il “Corso formazione operatrici Centri Antiviolenza – Presentazione corso e CAV” (Capit Rieti), il 16 novembre, dalle 9 alle 13 “Corso formazione operatrici Centri Antiviolenza: identikit del fenomeno” (Capit Rieti), il 18 novembre, dalle ore 9 alle 13 “Seminario sull’educazione al linguaggio per la parità di genere” (Capit Rieti), il 27 novembre dalle 17 alle 19 “Laboratorio di competenze e lavorazioni artigianali” (Spazio Attivo Rieti). Il 30 novembre è in programma infine l’inaugurazione della Casa delle Donne di Amatrice e Frazioni alle ore 10,30 presso l’Area SAE Frazione Torrita-Amatrice.

          Info: 0746/251450-06/60516935

          Calendario

          ]]>
          redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )