Le News della Imprenditoria Femminile http://www.imprenditoriafemminile.camcom.it https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/images/logo_if.png http://www.imprenditoriafemminile.camcom.it News da www.imprenditoriafemminile.camcom.it Le News della Imprenditoria Femminile http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss http://www.imprenditoriafemminile.camcom.it <![CDATA[ Cuneo - Rischio infiltrazione della criminalità organizzata nell'economia legale, un incontro ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3156C3S2/Cuneo---Rischio-infiltrazione-della-criminalita-organizzata-nell-economia-legale--un-incontro.htm Mon, 15 Apr 2024 22:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3156C3S2/Cuneo---Rischio-infiltrazione-della-criminalita-organizzata-nell-economia-legale--un-incontro.htm Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Cuneo vi invita a partecipare all'incontro sul tema "Rischio infiltrazione della criminalità organizzata nell'economia legale", organizzato il 17 aprile alle ore 17, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri L’evoluzione socioeconomica del nostro Paese ha comportato, in parallelo, un cambiamento degli interessi e dei comportamenti d ]]> Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Cuneo vi invita a partecipare all'incontro sul tema "Rischio infiltrazione della criminalità organizzata nell'economia legale", organizzato il 17 aprile alle ore 17, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri L’evoluzione socioeconomica del nostro Paese ha comportato, in parallelo, un cambiamento degli interessi e dei comportamenti della criminalità organizzata, con il rischio di infiltrazioni sempre maggiori all'interno dell'economia legale.
L’evento, organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, focalizzerà l’analisi sulla situazione della nostra provincia.

La partecipazione è gratuita, previa conferma via email: Informazioni e iscrizioni

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Gran Sasso - Eletti i vertici del Comitato promozione imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3154C3S2/Gran-Sasso---Eletti-i-vertici-del-Comitato-promozione-imprenditoria-femminile.htm Mon, 15 Apr 2024 17:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3154C3S2/Gran-Sasso---Eletti-i-vertici-del-Comitato-promozione-imprenditoria-femminile.htm L’AQUILA – Elette stamani all’unanimità, in seno all’organismo che si è insediato l’8 marzo scorso all’interno della Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia, il nuovo presidente e il vice presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile (CIF), che sono rispettivamente Annalisa Del Cane e Fiorella Bafile.

Il Comitato, inoltre, è composto da ]]> L’AQUILA – Elette stamani all’unanimità, in seno all’organismo che si è insediato l’8 marzo scorso all’interno della Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia, il nuovo presidente e il vice presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile (CIF), che sono rispettivamente Annalisa Del Cane e Fiorella Bafile.

Il Comitato, inoltre, è composto da Vanessa Ciunci, Domenica Giancarli, Franca Labrecciosa e Mara Quaianni, consigliere camerali, Roberta Palmerini e Silvia Scarpantonii, designate dalle associazioni di categoria, e Antonella Ballone di diritto come presidente della Camera.

“Faccio i miei auguri a Annalisa Del Cane, che si è contraddistinta negli anni per il suo equilibrio e per la sua esperienza in materia, e alla vicepresidente Fiorella Bafile, che l’accompagnerà nella guida del Comitato. Come Camera abbiamo l’obiettivo di promuovere sempre più le donne impegnate nel lavoro e questo organismo rappresenta le “ambasciatrici d’impresa” che diffonderanno la cultura dell’empowerment femminile nelle scuole e nel mondo istituzionale. Le imprenditrici con il loro lavoro e la loro visione hanno contribuito in modo significativo alla crescita economica e all’innovazione del nostro Paese” così la presidente Antonella Ballone.

Plauso alle nomine anche da parte del vice presidente dell’ente camerale, Giovanni Frattale, che ha assicurato pieno sostegno alle attività di promozione e valorizzazione delle donne imprenditrici anche nel mondo delle associazioni di categoria.

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Viterbo - Tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3153C3S2/Viterbo---Tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Mon, 15 Apr 2024 16:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3153C3S2/Viterbo---Tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Giovedì 18 aprile alle ore 10.30 presso la sede viterbese della Camera di commercio di Rieti-Viterbo, in Via F.lli Rosselli 4, appuntamento su "Imprenditoria femminile: strumenti e opportunità". L'evento è tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel &ldquo ]]> Giovedì 18 aprile alle ore 10.30 presso la sede viterbese della Camera di commercio di Rieti-Viterbo, in Via F.lli Rosselli 4, appuntamento su "Imprenditoria femminile: strumenti e opportunità". L'evento è tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

Programma:

Saluti Istituzionali
Domenico Merlani, Presidente della Camera di commercio Rieti - Viterbo
Chiara Frontini, Sindaca del Comune di Viterbo
Il ruolo del Comitato per la promozione dell’imprenditorialità femminile
Giuseppina Polidori, Presidente del Comitato IF Camera di Commercio Rieti - Viterbo
Un’impresa tutta al femminile
Dominga Martines, Consigliera di parità Provincia di Viterbo
Imprenditoria femminile e parità di genere
Monica Onori, funzionario Si.Camera
Imprenditorialità femminile nell’AltoLazio: focus sulla transizione digitale
Silvia Petrone, Ricercatrice Centro studi Guglielmo Tagliacarne
Incentivi finanziari per le imprese: focus sulle imprese femminili
Martina Quagliano, Business Development Specialist Invitalia
Testimonianze imprenditoriali
Dibattito


Modera
Francesco Monzillo, Segretario Generale della Camera di Commercio di Rieti-Viterbo


Per informazioni:
Annamaria Olivieri imprenditoria.femminile@rivt.camcom.it

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Varese - Provincia e Camera di commercio insieme per le pari opportunità sul territorio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3152C3S2/Varese---Provincia-e-Camera-di-commercio-insieme-per-le-pari-opportunita-sul-territorio.htm Thu, 11 Apr 2024 17:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3152C3S2/Varese---Provincia-e-Camera-di-commercio-insieme-per-le-pari-opportunita-sul-territorio.htm Presentato a Villa Recalcati un nuovo Protocollo d'Intesa volto a promuovere la parità di genere e l'occupazione femminile

Confermare un impegno, rilanciare, incrementare diverse iniziative e tenere alta l’attenzione: sono questi i presupposti che hanno caratterizzato la conferenza stampa tenutasi martedì 9 aprile nella suggestiva Sala Barocca di Villa Recalcati.

L’evento è stat ]]> Presentato a Villa Recalcati un nuovo Protocollo d'Intesa volto a promuovere la parità di genere e l'occupazione femminile

Confermare un impegno, rilanciare, incrementare diverse iniziative e tenere alta l’attenzione: sono questi i presupposti che hanno caratterizzato la conferenza stampa tenutasi martedì 9 aprile nella suggestiva Sala Barocca di Villa Recalcati.

L’evento è stato dedicato alla presentazione del Protocollo d’Intesa tra Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio, Provincia di Varese e Consigliera di Parità provinciale: tutti firmatari, uniti nell’obiettivo comune di promuovere e sviluppare la parità di genere e l’empowerment femminile nel contesto professionale e imprenditoriale.

Il Protocollo d’Intesa, nato dalla consapevolezza che la parità di genere rappresenta uno degli obiettivi chiave dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU, sottolinea così l’impegno concreto delle parti firmatarie nel promuovere iniziative e azioni finalizzate a ridurre i divari di genere e a favorire una maggiore partecipazione femminile nel mondo del lavoro. Tra i punti salienti del Protocollo figurano l‘impegno a raccogliere e monitorare dati statistici sulla realtà imprenditoriale e occupazionale del territorio varesino, la promozione di iniziative di supporto per le imprenditrici e le lavoratrici, e la diffusione delle migliori pratiche in materia di parità di genere. Inoltre, il Protocollo prevede la promozione della certificazione della parità di genere, volto a riconoscere e premiare le politiche aziendali volte a ridurre il divario di genere e a potenziare l’empowerment femminile.

 

(Fonte: VareseNews.it)

«Questo è un nuovo passo verso un impegno che da anni portiamo avanti, sia come imprenditori che personalmente – ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio, Mauro Vitiello -. Lo faccio anche come imprenditore perché ritengo che la scelta di cosa fare della propria vita debba essere personale e intima e non dettata dalla società. Non è ciò che la società si aspetta da noi, ma ciò che vogliamo fare noi. Lo step successivo a questo protocollo sarà definire una deadline, un anno zero in cui protocolli di questo genere non saranno più necessari, permettendo a tutti di avere le stesse opportunità».

Tra gli obiettivi di questo Protocollo vi è, infatti, l’impegno delle parti firmatarie a incontrarsi regolarmente per verificare lo stato di attuazione di questo e a concordare preventivamente ogni azione o progetto, garantendo così una gestione trasparente e condivisa delle risorse disponibili.

«La nostra amministrazione è attenta ai temi della parità di genere, a partire dall’aver nominato a inizio mandato una donna, Valentina Verga, come mia Vicepresidente e aver ricostituito la delega alle Pari opportunità – ha ricordato in apertura il presidente di Provincia Marco Magrini -. Ci tenevo ad esserci oggi per due motivi: sostenere la parità di genere e rafforzare la collaborazione con Camera di Commercio con la quale stiamo facendo un ottimo lavoro sul territorio ottenendo risultati efficaci e concreti».

«Il Protocollo rappresenta un importante momento di condivisione e collaborazione tra le istituzioni e il mondo dell’imprenditoriale locale, sottolineando l’importanza di un impegno comune nella promozione della parità di genere e dell’empowerment femminile –  ha commentato la Consigliera provinciale Valentina Verga -. Questo Protocollo d’intesa è un ulteriore tassello in un percorso che questa amministrazione Provinciale porta avanti sin dal suo insediamento nella valorizzazione della tematica della parità di genere. Ora la sfida sarà realizzare le azioni positive, per dare alle donne imprenditrici gli strumenti necessari. Perché serve parlare di parità di genere, ma soprattutto serve agire».

Concorde anche Anna Danesi, Consigliera di Parità provinciale: «Con il presente protocollo abbiamo voluto formalizzare e consolidare una collaborazione già in atto con Camera di Commercio sulle tematiche relative alle pari opportunità intese a 360 gradi, affinché si possa ampliare la rete di interlocutori con i quali dialogare e confrontarsi su tali tematiche per apportare un valore aggiunto, ciascuno con le proprie specifiche competenze».

«Le imprese femminili in provincia di Varese – ha aggiunto Mauro Vitiello – sono 12.312, il 21,1% di quelle attive sul nostro territorio. Un dato superiore alla media lombarda, che si attesta al 19,7%, ma che non ci può accontentare. Ecco perché è fondamentale continuare a lavorare sull’empowerment e lo sviluppo di aziende guidate da donne, grazie anche all’impegno del Comitato Imprenditoria Femminile promosso da Camera di Commercio. Questo facendo sempre di più squadra con le altre istituzioni locali: la sinergia con Provincia e Consigliera di Parità è un passaggio fondamentale in tal senso».

A sua volta, la presidente del Comitato Imprenditoria Femminile di Varese, Ilaria Broggian, ha evidenziato: «Stiamo dando vita a diverse iniziative per valorizzare il ruolo della donna nel mondo dell’impresa: è il caso dei momenti formativi che, come Comitato, organizziamo ormai da oltre due anni così da sviluppare nelle imprenditrici e aspiranti tali quelle competenze e quelle capacità oggi indispensabili per ben operare su mercati sempre più alla ricerca di prodotti e servizi innovativi. Il tutto sia in quegli ambiti dove il ruolo delle donne è già significativo, come nel caso dei servizi alla persona nonché del commercio al dettaglio, sia in quelli dove emerge ancora un certo gap: per esempio, quelle attività legate alle materie STEM, su cui vogliamo che la componente femminile del nostro territorio si renda ancor più parte attiva. Questo Protocollo ci aiuterà a raggiungere i nostri obiettivi a 360 gradi».

Per visualizzare il Protocollo d’Intesa come sottoscritto in data 9 aprile 2024 clicca qui

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Catanzaro Crotone Vibo Valentia - Imprenditorialità femminile, continua l'impegno per l'orientamento nel mondo del lavoro ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3150C3S2/Catanzaro-Crotone-Vibo-Valentia---Imprenditorialita-femminile--continua-l-impegno-per-l-orientamento-nel-mondo-del-lavoro.htm Thu, 11 Apr 2024 14:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3150C3S2/Catanzaro-Crotone-Vibo-Valentia---Imprenditorialita-femminile--continua-l-impegno-per-l-orientamento-nel-mondo-del-lavoro.htm Riunione del comitato della Camera di commercio, in programma nuove iniziative per favorire l’occupazione. Incontri con le scuole anche a Crotone e Vibo Valentia

Prosegue l’impegno del comitato per l’imprenditorialità femminile della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia nei percorsi di orientamento nel mondo del lavoro. Nei giorni scorsi si è svolta una nuova riunione del comit ]]> Riunione del comitato della Camera di commercio, in programma nuove iniziative per favorire l’occupazione. Incontri con le scuole anche a Crotone e Vibo Valentia

Prosegue l’impegno del comitato per l’imprenditorialità femminile della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia nei percorsi di orientamento nel mondo del lavoro. Nei giorni scorsi si è svolta una nuova riunione del comitato, presieduto da Antonella Mancuso, che ha espresso soddisfazione per le attività sinora svolte, in particolare per le proficue collaborazioni avviate con gli istituti scolastici superiori finalizzate a promuovere percorsi di autoimprenditorialità femminile.

“Se mi mettessi in proprio” è, infatti, una delle tante iniziative sinora promosse che si è tradotta nell’organizzazione di una serie di incontri formativi rivolti alle studentesse per illustrare potenzialità e rischi connessi all’avvio di nuove imprese. Nel corso della riunione sono state ipotizzate nuove e utili iniziative che saranno ulteriormente approfondite nell’ambito dei prossimi incontri in programma. Si è, inoltre, ribadita l’importanza di supportare i processi di digitalizzazione all’interno delle imprese.

Il comitato per l’imprenditorialità femminile si è, quindi, impegnato a diffondere tra le associazioni di categoria ai fini di accrescere la partecipazione al ciclo di seminari gratuiti organizzati nell’ambito del progetto “Eccellenze digitali” curati dal punto impresa digitale della Camera di commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia con il supporto della sua azienda speciale Promocalabriacentro. Fino al prossimo 19 giugno in programma un fitto calendario di appuntamenti per offrire alle imprese strumenti utili per affrontare con preparazione il processo di transizione digitale.

Su proposta della presidenza della delegazione provinciale del Soroptimist International Club si è poi deciso di replicare gli incontri formativi con le scuole già avviati a Catanzaro, estendendoli anche a Crotone e Vibo Valentia al fine di stimolare le nuove generazioni ad intraprendere percorsi di studi stem in linea con le professioni emergenti nel mercato del lavoro.

 

(Fonte: Catanzaroinforma.it)

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Messina - Tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3149C3S2/Messina---Tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Tue, 09 Apr 2024 19:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3149C3S2/Messina---Tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Venerdì 19 aprile a partire dalle 9,30 farà tappa alla Camera di commercio di  Messina il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziat ]]> Venerdì 19 aprile a partire dalle 9,30 farà tappa alla Camera di commercio di  Messina il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

"Imprenditoria femminile in provincia di Messina: sfide e opportunità” è il tema della giornata, organizzata da Unioncamere e dalla Camera di commercio di Messina in collaborazione con il Comitato imprenditoria femminile e con Noi Rete Donne, volta a valorizzare le migliori pratiche territoriali con interventi sulle dinamiche dell’occupazione femminile e sulle opportunità per le imprenditrici.

All’indirizzo di saluto iniziale, a cura di Ivo Blandina, presidente della Camera di commercio di Messina seguirà il contributo del vice segretario generale di Unioncamere, Tiziana Pompei, incentrato sull’impegno del Sistema camerale per diffondere la cultura di impresa.  A seguire interverranno, tra gli altri, Cettina Scaffidi, presidente CIF Camera di commercio Messina e Paola Sabella, segretaria generale Camera di commercio Messina, che modererà e concluderà i lavori.

Per informazioni: email: sabina.vinci@me.camcom.it

Programma

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Massa Carrara - "The Time is now", tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3148C3S2/Massa-Carrara----The-Time-is-now---tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Fri, 05 Apr 2024 10:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3148C3S2/Massa-Carrara----The-Time-is-now---tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Lunedì 8 aprile farà tappa a Massa Carrara, presso la sede della Camera di commercio della Toscana Nord Ovest il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in ]]> Lunedì 8 aprile farà tappa a Massa Carrara, presso la sede della Camera di commercio della Toscana Nord Ovest il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

Nel corso dell’appuntamento, organizzato da Unioncamere e dalla Camera di commercio della Toscana Nord Ovest in collaborazione con il Comitato imprenditoria femminile e con la Fondazione ISI, verrà avviato il secondo modulo denominato “The time is now” del percorso di formazione "Movie for women’s training"  dedicato alle donne che vogliono sviluppare le proprie competenze imprenditoriali e professionali. In questo secondo modulo verrà esplorato il tema della gestione del tempo, un elemento cruciale per il successo personale e professionale delle donne in un mondo sempre più frenetico e competitivo. Un'occasione per apprendere strumenti e risorse necessarie per gestire il proprio tempo e realizzare i propri obiettivi con successo.

Per iscriversi cliccare qui https://tno.camcom.it/form/form-di-adesione-the-time-is-now

Programma

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Verona - Girelli riconfermata alla presidenza del Comitato per l'imprenditorialità femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3147C3S2/Verona---Girelli-riconfermata-alla-presidenza-del-Comitato-per-l-imprenditorialita-femminile.htm Fri, 05 Apr 2024 10:04:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3147C3S2/Verona---Girelli-riconfermata-alla-presidenza-del-Comitato-per-l-imprenditorialita-femminile.htm Roberta Girelli è stata riconfermata alla presidenza del Comitato per l’imprenditorialità femminile della Camera di Commercio di Verona. Le componenti del Comitato sono 17, rappresentative di tutti i settori dell’economia scaligera. Alla prima riunione del Comitato hanno presenziato il Presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Riello, e Silvia Nicolis, in rappresentanza della Giunta.

“I dati c ]]> Roberta Girelli è stata riconfermata alla presidenza del Comitato per l’imprenditorialità femminile della Camera di Commercio di Verona. Le componenti del Comitato sono 17, rappresentative di tutti i settori dell’economia scaligera. Alla prima riunione del Comitato hanno presenziato il Presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Riello, e Silvia Nicolis, in rappresentanza della Giunta.

“I dati confermano l’importanza che la componente femminile da sempre riveste nel tessuto produttivo ed economico  scaligero. Da alcuni anni, nella provincia di Verona –ha spiegato Giuseppe Riello- si registrano oltre 19mila imprese femminili, che rappresentano il 20,5% del totale delle imprese del territorio. Il 27% delle persone iscritte al Registro delle imprese sono donne con cariche di titolare, socio o amministratore. Le oltre 18 mila imprenditrici di età compresa tra i 50 ed i 69 anni rappresentano la fascia preponderante delle donne che fanno impresa.”

“La rappresentanza nel Comitato è ricca di competenze, professionalità, ma soprattutto tenacia –ha aggiunto Roberta Girelli- e anche in questa difficile congiuntura, con la resilienza e la determinazione che ci contraddistinguono, riusciremo a portare avanti i progetti per la valorizzazione dell’impresa femminile”.

La nuova composizione del Comitato Imprenditoria Femminile:

? PRESIDENTE – Girelli Roberta, in rappresentanza del settore Commercio (Confcommercio)

? Balasso Caterina, in rappresentanza del settore Artigianato (Casartigiani)

? Bellecci Francesca, in rappresentanza del settore Servizi alle imprese (FIAIP)

? Belligoli Graziella, in rappresentanza delle Organizzazioni Sindacali (CGIL)

? Burato Nitya Cristina,  in rappresentanza del settore Industria (Confindustria)

? Filippini Alessia, in rappresentanza del settore Credito e Assicurazioni (ABI/ANIA)

? Giarola Alister, in rappresentanza del settore Artigianato (Assoimprese)

? Guerra Elisa, in rappresentanza del settore Artigianato (APIMA)

? Lonardi Claudia,  in rappresentanza del settore Industria (ANCE)

? Marinelli Francesca, in rappresentanza del settore Agricoltura (Confagricoltura)

? Multari Monica, in rappresentanza delle Associazioni di tutela dei consumatori (Associazione Movimento Consumatori)

? Nordera Arianna, in rappresentanza del settore Agricoltura (Coldiretti)

? Perina Lucia, in rappresentanza delle Organizzazioni Sindacali (UIL)

? Piantavigna Francesca, in rappresentanza delle Libere Professioni (Ordini Professionali)

? Reppele Paola, in rappresentanza del settore Commercio (Confesercenti)

? Smaila Marisa, in rappresentanza del settore Industria (Apindustria)

? Zamboni Paola, in rappresentanza delle organizzazioni sindacali (CISL)

 

(Fonte: Veronanews.net)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Friuli Venezia Giulia - Renata Lirussi eletta presidente del Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3146C3S2/Friuli-Venezia-Giulia---Renata-Lirussi-eletta-presidente-del-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Wed, 27 Mar 2024 20:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3146C3S2/Friuli-Venezia-Giulia---Renata-Lirussi-eletta-presidente-del-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Renata Lirussi (commercio) presidente e Laura Bertolin (cooperative) vicepresidente. Sono state elette oggi (mercoledì 27 marzo) alla guida del é l’organo che l’ente, in linea con le direttive Unioncamere, ha voluto fin dall’inizio del primo mandato per realizzare iniziative di sensibilizzazione, promozione e supporto, dedicate alle imprese guidate da donne o aspiranti tali e più in generale per promuo ]]> Renata Lirussi (commercio) presidente e Laura Bertolin (cooperative) vicepresidente. Sono state elette oggi (mercoledì 27 marzo) alla guida del é l’organo che l’ente, in linea con le direttive Unioncamere, ha voluto fin dall’inizio del primo mandato per realizzare iniziative di sensibilizzazione, promozione e supporto, dedicate alle imprese guidate da donne o aspiranti tali e più in generale per promuovere l’economia femminile. Il Comitato è stato recentemente rinnovato dalla giunta camerale e oggi si è insediato ufficialmente, con la prima seduta che, per l’occasione, si è svolta nella sede municipale di Codroipo, luogo di ideale comunione fra i due territori di Pordenone e Udine rappresentati dalle 19 imprenditrici componenti del gruppo, che provengono da tutti i comparti economici.

Ecco i nomi e i settori: per l’agricoltura Marilina Ongaro ed Elena Tavano, per l’artigianato Cecile Vandenheede e Maria Luisa Bergamasco, per l’industria Alberta Avanzini, Raffaella De Sabbata e Francesca Cancellier, per il commercio Renata Lirussi, per il turismo Elisa Martin, per le cooperative Laura Bertolin e Stefania Marcoccio, per trasporti e spedizioni Cecilia Durisotto ed Elena Buttazzoni, per credito e assicurazioni Sonia Faion, per i servizi alle imprese Laura Mariotti ed Elisa Stella, per le organizzazioni sindacali Michela Martin, per le associazioni di tutela dei consumatori e degli utenti Renata Della Ricca e per i liberi professionisti Marina Giorgi. Il Comitato resterà in carica fino alla scadenza degli attuali organi camerali.

Nel corso della prima seduta, coordinata dal segretario generale della Cciaa Maria Lucia Pilutti e aperta da Eva Seminara in rappresentanza della giunta camerale, è intervenuta anche Cecile Vandenheede con una relazione sulle azioni compiute nel precedente mandato, in qualità di presidente uscente, e ha portato un augurio di buon lavoro il vicesegretario generale di Unioncamere Tiziana Pompei, collegata in videoconferenza. Quindi la responsabile del Centro studi dell’ente, Elisa Qualizza, che ha presentato i principali dati relativi all’economia femminile. Sono 21.932 le imprese guidate da donne registrate al 31 dicembre 2023 in Friuli Venezia Giulia e sono sostanzialmente stabili, con una lieve flessione (-0,3%) rispetto all’anno precedente. In Fvg resta comunque più alta la quota percentuale di imprese femminili sul totale: 22,4%, contro una media italiana del 22,2% (e al 20,5% in Veneto). Le prime regioni per incidenza di imprese femminili sono il Molise (27,4% del totale), la Basilicata (26,5%), l’Abruzzo (25,4%). Passando dall’imprenditoria al mercato del lavoro, in Fvg nel 2022 gli occupati sono stati 520.517, di cui 289.775 uomini e 230.742 sono donne. Nel settore del commercio, alberghi e ristoranti il 53,2% degli occupati è donna, nelle altre attività di servizi il 55,7%. Le donne sono invece meno presenti nei settori dell’industria (25,4% del totale di uomini più donne), nel primario (23,8%) e nelle costruzioni (14,3%, la presenza femminile in questo settore è in significativa crescita rispetto all’8,1% dell’anno precedente). «Se è vero che anche in Fvg c’è ancora tanta strada da fare, dobbiamo rilevare una percentuale più elevata di imprese femminili rispetto alla media nazionale, e anche un gap sensibilmente inferiore rispetto all’Italia tra uomini e donne dal punto di vista del mercato del lavoro, con una più elevata occupazione e con una inferiore disoccupazione femminile», rileva il presidente Giovanni Da Pozzo, che tramite il segretario generale ha fatto arrivare al Comitato e alle neoelette presidente e vicepresidente gli auguri di buon lavoro.

 

(Fonte: ilFriuli.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Reggio Calabria - Donne che fanno impresa in Calabria. Strumenti e opportunità. Tappa del Giro d'Italia ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3145C3S2/Reggio-Calabria----Donne-che-fanno-impresa-in-Calabria--Strumenti-e-opportunita--Tappa-del-Giro-d-Italia-.htm Mon, 25 Mar 2024 13:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3145C3S2/Reggio-Calabria----Donne-che-fanno-impresa-in-Calabria--Strumenti-e-opportunita--Tappa-del-Giro-d-Italia-.htm Martedì 26 marzo farà tappa a Reggio Calabria, presso la Camera di commercio, il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con ]]> Martedì 26 marzo farà tappa a Reggio Calabria, presso la Camera di commercio, il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

“Donne che fanno impresa in Calabria: strumenti e opportunità” è il tema della giornata, organizzata da Unioncamere e dalla Camera di commercio di Reggio Calabria in collaborazione con il Comitato imprenditoria femminile e con l’Azienda speciale Informa, volta a valorizzare le migliori pratiche territoriali con interventi sulle dinamiche dell’occupazione femminile e sulle opportunità per le imprenditrici.

All’indirizzo di saluto iniziale, a cura di Antonino Tramontana, presidente della Camera di commercio di Reggio Calabria, seguirà una sessione dedicata all’impegno del sistema camerale per diffondere la cultura di impresa, il cui intervento iniziale è affidato a  Tiziana Pompei, vice segretario generale di Unioncamere. Dopo una prima sessione di interventi, sono previste testimonianze di imprenditrici locali. Le conclusioni dell’incontro saranno tratte da Natina Crea, segretario generale della Camera di commercio di Reggio Calabria.

Dalle ore 12:00 alle ore 16:00 sarà possibile prenotare un colloquio con esperti della Camera di commercio per raccontare la propria idea, condividere una prima analisi, ricevere risposte a domande e dubbi, orientarsi nel percorso da intraprendere.

Per informazioni e iscrizioni e per prenotare il colloquio: email: informa.crea@rc.camcom.it tel.: 0965-384202

 

Programma

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Cagliari - Donne che fanno impresa in Sardegna: strumenti e opportunità. Tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3144C3S2/Cagliari---Donne-che-fanno-impresa-in-Sardegna--strumenti-e-opportunita--Tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Fri, 22 Mar 2024 11:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3144C3S2/Cagliari---Donne-che-fanno-impresa-in-Sardegna--strumenti-e-opportunita--Tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Lunedì 25 marzo farà tappa a Cagliari presso la sede della Camera di commercio di Cagliari-Oristano il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall&rs ]]> Lunedì 25 marzo farà tappa a Cagliari presso la sede della Camera di commercio di Cagliari-Oristano il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

“Donne che fanno impresa in Sardegna: strumenti e opportunità” è il tema della giornata, organizzata da Unioncamere e dalla Camera di commercio di Cagliari-Oristano in collaborazione con il Comitato imprenditoria femminile: durante l'incontro saranno illustrati i progetti del sistema camerale italiano per la diffusione della cultura di impresa e verranno analizzati e commentati i dati e le caratteristiche dell’imprenditoria femminile in Sardegna. Sarà inoltre affrontato il tema degli incentivi finanziari per le imprese femminili con un focus a livello nazionale da parte di INVITALIA e a livello regionale da parte del Centro regionale di Programmazione della Regione Sardegna che si concentrerà sulle misure di incentivo previste dalle misure FESR – PNRR.

Introdurrà l'incontro Maurizio de Pascale, presidente della Camera di commercio Cagliari – Oristano. Dopo la sessione dedicata all’impegno del sistema camerale per diffondere la cultura di impresa, Daniela Schirru presenterà il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Cagliari-Oristano da lei presieduto. A seguire, alcune imprenditrici e dirigenti d’impresa racconteranno la loro esperienza ed il Servizio Nuove Imprese della Camera di commercio. Le conclusioni saranno tratte da Cristiano Erriu, segretario generale della Camera di Commercio, che modererà anche i lavori.

Iscrizioni

Programma

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Lucca - "The leadership is pink", tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3143C3S2/Lucca----The-leadership-is-pink---tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Fri, 22 Mar 2024 10:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3143C3S2/Lucca----The-leadership-is-pink---tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Il 25 marzo si svolge a Lucca la tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024 organizzata con la Camera di commercio della Toscana Nord-Ovest.

Dalle ore 10.00, così si articolerà l'incontro:

“The leadership is pink“
Primo modulo del percorso "Movie for women’s training" dedicato all’analisi delle caratteristiche di una l ]]> Il 25 marzo si svolge a Lucca la tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024 organizzata con la Camera di commercio della Toscana Nord-Ovest.

Dalle ore 10.00, così si articolerà l'incontro:

“The leadership is pink“
Primo modulo del percorso "Movie for women’s training" dedicato all’analisi delle caratteristiche di una leader efficace e degli strumenti per svilupparle.

Cristina Martelli, Segretario Generale della Camera di Commercio della Toscana Nord-Ovest
Monica Onori, Funzionario Si.Camera

La leadership al femminile: peculiarità e criticità a cura di Saida Niccolini, Senior Trainer, Executive e Team Coach, Consulente Direzionale per la Gestione
del cambiamento nelle aziende

Intervista a Samanta Cecchi, componente del Comitato per l'Imprenditoria femminile
a cura di Patrizia Costia, Fondazione Isi, Responsabile aree Education e Digitalizzazione

Per iscrizioni: Form di adesione - movie for women’s training
Segreteria organizzativa: Fondazione ISI
email: info@fondazioneisi.org - recapiti: 050 503275
 

Appuntamento in Camera di commercio della Toscana Nord Ovest – Sede di Lucca. Corte Campana, 10.

 

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia - Seminari gratuiti per la transizione digitale ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3141C3S2/Catanzaro--Crotone-e-Vibo-Valentia---Seminari-gratuiti-per-la-transizione-digitale.htm Thu, 21 Mar 2024 08:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3141C3S2/Catanzaro--Crotone-e-Vibo-Valentia---Seminari-gratuiti-per-la-transizione-digitale.htm Si inizierà il prossimo 26 marzo con un calendario davvero fitto di appuntamenti che accompagnerà le imprese fino al 19 giugno in un percorso di affiancamento nel mondo digitale. La creazione di un sito web, l’approccio ai principali social, l’e-commerce, cybersecurity e sicurezza aziendale, i sistemi digitali di pagamento e come conquistare la fiducia degli utenti; questi alcuni degli approfondimenti che la Camera ]]> Si inizierà il prossimo 26 marzo con un calendario davvero fitto di appuntamenti che accompagnerà le imprese fino al 19 giugno in un percorso di affiancamento nel mondo digitale. La creazione di un sito web, l’approccio ai principali social, l’e-commerce, cybersecurity e sicurezza aziendale, i sistemi digitali di pagamento e come conquistare la fiducia degli utenti; questi alcuni degli approfondimenti che la Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia propone attraverso una serie di seminari gratuiti rivolti agli imprenditori, ma non solo.

Una ricca “cassetta degli attrezzi” di cui le imprese sono chiamate a dotarsi per affrontare con preparazione il processo di transizione digitale. L’iniziativa dal titolo “Mastering Digital: formazione gratuita per il business del futuro” è realizzata con la collaborazione del Punto Impresa Digitale e con il supporto dell’Azienda Speciale Promocalabriacentro e del Comitato per l’Imprenditorialità Femminile.

Si tratta di dieci seminari formativi, ognuno dei quali sarà incentrato su uno specifico argomento allo scopo di supportare la digitalizzazione delle imprese. La partecipazione è aperta a imprenditori, liberi professionisti, dirigenti, tirocinanti, disoccupati o inoccupati allo scopo di acquisire competenze in ambito tecnologico e digitale, conoscenze utili ad approcciarsi in maniera adeguata ad un mercato in continua evoluzione.

I seminari si inseriscono nell’ambito del progetto “Eccellenze in Digitale”, frutto della collaborazione tra Unioncamere, Google e Camere di Commercio. A partire dal 2020, grazie al supporto di Google.org, si è focalizzato sugli strumenti e competenze digitali allo scopo di accrescere la competitività degli individui nel mondo del lavoro e delle aziende sul mercato.

Gli incontri si svolgeranno sulla piattaforma Zoom, la partecipazione è gratuita previa iscrizione. Ulteriori informazioni e il calendario completo dei seminari è consultabile sul sito della Camera di commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia al seguente link: https://czkrvv.camcom.it/mastering-digital-formazione-gratuita-per-il-business-del-futuro/

 

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Ferrara - Ravenna: nominato il Comitato per la promozione dell?imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3140C3S2/Ferrara---Ravenna--nominato-il-Comitato-per-la-promozione-dell-imprenditoria-femminile.htm Wed, 13 Mar 2024 00:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3140C3S2/Ferrara---Ravenna--nominato-il-Comitato-per-la-promozione-dell-imprenditoria-femminile.htm Elette dalla Giunta della Camera di commercio, per il triennio 2024-2026, le nuove componenti il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile di Ferrara e Ravenna. Il presidente Guberti e il vice presidente Govoni hanno espresso alle presidenti uscenti, Antonella Bandoli e Gisella Ferri, la loro più viva gratitudine per l’impegno, il contributo di idee e l’intelligenza relazionale profusi, in una logica d ]]> Elette dalla Giunta della Camera di commercio, per il triennio 2024-2026, le nuove componenti il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile di Ferrara e Ravenna. Il presidente Guberti e il vice presidente Govoni hanno espresso alle presidenti uscenti, Antonella Bandoli e Gisella Ferri, la loro più viva gratitudine per l’impegno, il contributo di idee e l’intelligenza relazionale profusi, in una logica di collegialità, a sostegno delle attività, dei programmi e dei progetti promossi in questi anni dai Comitati. Scopo del Comitato, quello di sviluppare iniziative ed avanzare proposte per favorire la parità di genere, concretizzare e tradurre in progetti ed azioni le aspettative e le necessità delle donne imprenditrici ed aspiranti imprenditrici, costruire un legame più forte tra esse e le Istituzioni dei due territori. Tanti i progetti realizzati dai Comitati delle Camere di commercio di Ferrara e Ravenna nei tre anni appena trascorsi: dalla facilitazione all’accesso al credito alla formazione personalizzata, dall’informazione sulle opportunità di investimento alla concessione di contributi a fondo perduto per la nascita e lo sviluppo di nuove imprese ed il consolidamento di quelle esistenti.

”Imprese femminili – ha sottolineato il presidente della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna, Giorgio Guberti – che emergono in settori innovativi e che sono all’avanguardia per sostenibilità e qualità del lavoro. Donne protagoniste nei vari ambiti dell’arte e della cultura, grazie al talento e alla creatività. Dispongono di saperi e linguaggi nuovi, di strumenti di comunicazione e di espressione di straordinaria potenza, vogliono investire la loro originalità e, con piena ragione, chiedono spazio. Uno spazio che non sempre, come sappiamo, viene loro riconosciuto. Scoprire, ad esempio, che una mamma italiana su cinque, a due anni dalla nascita del figlio, decide di lasciare il lavoro è una sconfitta per tutta la società, alle prese, peraltro, con un grave declino demografico. Abbiamo il dovere di individuare e rimuovere impedimenti, ostacoli e pregiudizi che, ancora oggi, frenano la parità di genere e, dunque, la crescita dal punto di vista economico, culturale, sociale e da quello – non meno importante – della qualità della vita. Anche per questo – ha concluso il presidente della Camera di commercio – il Consiglio camerale, nel rafforzare le funzioni del Comitato, ha ritenuto, da un lato, di assicurare la rappresentanza equilibrata dei territori coinvolti nei processi di accorpamento e, dall’altro, di valorizzare il ruolo delle Organizzazioni imprenditoriali a supporto delle imprese”.

In provincia di Ravenna erano 7.873 (il 21,3% del totale), le imprese femminili alla fine del 2023, quota più elevata della media regionale (21,1%) e di poco inferiore a quella nazionale (22,2%). 32 unità in più rispetto al 2022, con una concentrazione stabile nel tempo, per lo più nei Servizi (36,7%), nel Commercio (23,9%) e nel Turismo (13,3%), che vede positiva la performance della maggior parte dei settori di attività. Cervia (23%) e Ravenna (22,8%) i Comuni con il più alto tasso di femminilizzazione, il più basso nel comune di Bagnara di Romagna (16%). È quanto emerge dall’indagine condotta dall’Osservatorio dell’economia della Camera di commercio sui dati del Registro delle Imprese.

Le imprese femminili giovanili e straniere. L’andamento è determinato in particolare dalla movimentazione delle imprese femminili giovanili e straniere. A fine 2023 le imprese femminili a cui è possibile attribuire i caratteri di under 35 erano 686, pari all’8,7% delle imprese in rosa ravennati. Una quota ancora ridotta (nel 2022 erano l’8,6%) ma più elevata rispetto allo stesso indicatore riferito alle non femminili (6,2%), a conferma che il tessuto produttivo femminile resta mediamente “più giovane” di quello maschile. Sono concentrate per lo più nel commercio (24,6%) e nei servizi alle persone (18,1%) e la consistenza, in termini di variazione percentuale, delle attività di giovani donne evidenzia una tendenza positiva (al netto delle cancellazioni d’ufficio) che conduce ad un +1,2%, contro la tendenza invece negativa in Emilia-Romagna e mediamente in Italia (rispettivamente, -3,3% e -4,3%, rispetto al 2022). Alla stessa data, le imprese femminili straniere sono risultate 1.088, pari al 13,8% del totale delle imprese rosa ravennati (l’incidenza per le non femminili si ferma al 12%). Sono diffuse, in particolare, nel commercio (29,7%), alloggio-ristorazione (17,2%) e servizi alle persone (15,7%); rispetto al 2022 hanno fatto registrare un forte incremento tendenziale (+7,5%) ed è stata la crescita delle imprese femminili straniere a determinare grandissima parte dell’evoluzione positiva complessiva delle imprese femminili. Le imprese femminili gestite da donne nate all’estero, in 12 anni sono risultate sempre in aumento, con una variazione percentuale più intensa (+93,7%) rispetto alle straniere non femminili (+32%). E anche nel 2023, al netto delle chiusure d’ufficio, le iscrizioni sono state superiori alle cessazioni.

Nuove imprese femminili in crescita nei settori performanti. Al lordo delle operazioni di chiusura d’ufficio, le aziende ravennati partecipate in prevalenza da donne sono risultate 32 in più rispetto al 2022 (+0,4%, a fronte del +0,3% registrato dal sistema imprenditoriale collettivo, in termini di variazione percentuale), in controtendenza con i valori registrati mediamente in Emilia-Romagna (-1%) ed in Italia (-0,7%). Per l’analisi settoriale, rispetto al 2022, positiva la performance della maggior parte dei settori di attività, in particolare per le imprese femminili dell’edilizia (12 unità in più e velocità relativa pari a +4,3%) e del variegato comparto dei servizi, fra cui le altre attività di servizi (+16 imprese femminili e variazione percentuale pari a +1,6%), noleggio, agenzie viaggio, servizi di supporto (+14 e +3,9%), attività immobiliari (+13 e +2,5%), attività finanziarie-assicurative (+9 e +5,5%), servizi professionali, scientifici e tecnici (+7 e +2,4%); in crescita anche le imprese femminili del commercio con 5 attività in più (+0,3%). In contro tendenza l’agricoltura (-32 aziende femminili in termini di saldo tra gli stock e -3,3% la variazione percentuale), le attività di alloggio e ristorazione (-15 e -1,4%), l’industria manifatturiera (-7 e -1,3%) e la logistica (con una azienda in meno e -1,3% la velocità relativa). Questi risultati sono determinati al netto delle 255 cancellazioni d’ufficio per le imprese femminili (nel 2022 erano state 0), operazioni di “pulizia” che nel 2023 sono state intensificate per migliorare trasparenza e qualità dell’informazione, eliminando imprese non più operative (es. partita iva chiusa, titolare deceduta, società di capitali in liquidazione che non hanno depositato i bilanci per 3 anni consecutivi).

Nel complesso, le imprese femminili registrate a Ravenna si concentrano al loro interno nel commercio (23,9 imprese femminili su 100 operano nel commercio, a fronte di 18,3 su 100 di quelle “non femminili”), nel settore dei servizi (36,7% per le femminili e 22% per quelle “maschili”) e nel turismo (13,3% contro 7,7%); meno nel settore primario (11,8% contro 18,1%), nell’industria (6,6% contro 8,5%), nella logistica (1% contro 3,6%) ed in misura molto minore nell’edilizia (3,2% contro 17,8%).

Le forme giuridiche. L’aumento costante delle imprese costituite in forma di società di capitale, ha interessato anche le imprese femminili (+2,2%); in crescita pure le ditte individuali (+0,9%), che si confermano la forma giuridica più diffusa fra le imprese capitanate da donne: il 62%, infatti, sono imprese individuali, il 16,7% società di persone ed il 19,5% società di capitali. Trend negativo, invece, per le società di persona (-3,4%) e per le restanti altre forme giuridiche.
 

(Fonte: Romagnanotizie.net)

 

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Padova - Visita allo SMACT Competence Center: imprese, associazioni di categoria e Comitato imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3139C3S2/-Padova---Visita-allo-SMACT-Competence-Center--imprese--associazioni-di-categoria-e-Comitato-imprenditoria-femminile--.htm Tue, 12 Mar 2024 23:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3139C3S2/-Padova---Visita-allo-SMACT-Competence-Center--imprese--associazioni-di-categoria-e-Comitato-imprenditoria-femminile--.htm Mercoledì 20 marzo, dalle ore 14:00, la Camera di commercio di Padova, in collaborazione con il Comitato Imprenditoria Femminile, organizza un’interessante visita allo SMACT Competence Center – Via Niccolò Tommaseo n. 59 – Padova dove, verrà affrontato il tema dello SMACT per il food e la collaborazione con le imprese padovane.

Programma

ore 14:00 registrazione pr ]]> Mercoledì 20 marzo, dalle ore 14:00, la Camera di commercio di Padova, in collaborazione con il Comitato Imprenditoria Femminile, organizza un’interessante visita allo SMACT Competence Center – Via Niccolò Tommaseo n. 59 – Padova dove, verrà affrontato il tema dello SMACT per il food e la collaborazione con le imprese padovane.

Programma

ore 14:00 registrazione presenze
ore 14:30 Introduzione e saluti:
Matteo Faggin - Direttore Generale SMACT Competence Center
Elena Morello - Presidente Comitato imprenditoria femminile Padova
ore 14:40 - 15:10 LO SMACT PER IL FOOD E LA COLLABORAZIONE CON LE IMPRESE PADOVANE: SPUNTI E BANDI PUBBLICI DISPONIBILI
Matteo Faggin - Direttore Generale SMACT
ore 15:10 - 15:30 TESTIMONIANZE IMPRENDITORIALI
Monica Bortolami - CEO di Noima srl e responsabile comunicazione di EZ Lab Blockchain Solutions
ore 15:30 - 16:15 VISITE DELLA LIVE DEMO

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Milano Monza Brianza Lodi - Cormanni confermata presidente Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3138C3S2/Milano-Monza-Brianza-Lodi---Cormanni-confermata-presidente-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Thu, 07 Mar 2024 16:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3138C3S2/Milano-Monza-Brianza-Lodi---Cormanni-confermata-presidente-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm In Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi è stata confermata Chiara Cormanni, presidente uscente del Comitato Imprenditoria Femminile, nell'incontro di rinnovo dell'organo consultivo del 6 marzo, che vedeva all'ordine del giorno l'elezione della presidente per i prossimi tre anni.

"I temi che ci proponiamo di affrontare - ha commentato Chiara Benedetta Cormanni, consigliera della stessa Camera d ]]> In Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi è stata confermata Chiara Cormanni, presidente uscente del Comitato Imprenditoria Femminile, nell'incontro di rinnovo dell'organo consultivo del 6 marzo, che vedeva all'ordine del giorno l'elezione della presidente per i prossimi tre anni.

"I temi che ci proponiamo di affrontare - ha commentato Chiara Benedetta Cormanni, consigliera della stessa Camera di commercio - sono: la certificazione della parità di genere e l'orientamento alle materie stem.

Inoltre puntiamo molto sulla inclusività e sul pieno riconoscimento dell'identità economica delle donne". Le imprese femminili a fine dicembre 2023 sono circa 72 mila a Milano Monza Brianza Lodi, circa una su cinque sul totale delle imprese, di cui 57mila a Milano. Crescono intorno all'1% in un anno, con un progressivo avanzamento nei settori più innovativi.

(Fonte: Ansa.it)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Unioncamere - Imprese femminili: sono 1 milione e 325mila nel 2023, il 22,2% del totale ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3137C3S2/Unioncamere----Imprese-femminili--sono-1-milione-e-325mila-nel-2023--il-22-2--del-totale.htm Thu, 07 Mar 2024 13:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3137C3S2/Unioncamere----Imprese-femminili--sono-1-milione-e-325mila-nel-2023--il-22-2--del-totale.htm Sempre più presenti nei settori tradizionalmente “maschili”

Sono 1 milione e 325mila le imprese femminili registrate in Italia, il 22,2% del totale del tessuto produttivo nazionale. Il 2023 segna una battuta d’arresto nella crescita delle imprese guidate da donne, ma non interrompe “l’invasione” dell’universo femminile in settori tradizionalmente “maschili&rd ]]> Sempre più presenti nei settori tradizionalmente “maschili”

Sono 1 milione e 325mila le imprese femminili registrate in Italia, il 22,2% del totale del tessuto produttivo nazionale. Il 2023 segna una battuta d’arresto nella crescita delle imprese guidate da donne, ma non interrompe “l’invasione” dell’universo femminile in settori tradizionalmente “maschili”, soprattutto in quelli a maggior contenuto di conoscenza. E pur restando contraddistinto dalla piccola dimensione, dalla minor produttività e da una maggior fragilità che si riflette nella minore “speranza di vita”, il mondo dell’impresa al femminile fa passi avanti sul fronte del rafforzamento della struttura imprenditoriale. Resta inoltre un approdo importante per molte giovani e risulta particolarmente diffuso nel Mezzogiorno, offrendo così a tante donne un’opportunità concreta di impegno e di crescita professionale.

Questi alcuni degli elementi che emergono dalla lettura dei dati dell’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere, realizzato con il supporto di SiCamera e Centro studi Tagliacarne.

I dati saranno presentati domani a Lecce e Pisa, nelle tappe del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile delle Camere di commercio. Il Giro d’Italia, che domani tocca due tappe del 2024 (dopo quelle di Padova e Terni), è ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del Ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

“Le imprese femminili sono una realtà importante e consolidata del sistema produttivo italiano”, sottolinea il presidente di Unioncamere, Andrea Prete. “Un universo che ha le carte in regola per continuare a crescere e rafforzarsi, anche grazie alle risorse messe in campo dal Mimit”. 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Caserta - "Mettiamoci in proprio", percorso di formazione e orientamento all'imprenditoria ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3136C3S2/Caserta----Mettiamoci-in-proprio---percorso-di-formazione-e-orientamento-all-imprenditoria.htm Wed, 06 Mar 2024 15:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3136C3S2/Caserta----Mettiamoci-in-proprio---percorso-di-formazione-e-orientamento-all-imprenditoria.htm La Camera di commercio di Caserta, su proposta del Comitato Imprenditoria Femminile, organizza, attraverso la sua Azienda Speciale, un percorso di formazione e orientamento all’imprenditoria dal titolo “Mettiamoci in proprio” rivolta agli studenti delle scuole superiori della provincia.

L’ente camerale, ]]> La Camera di commercio di Caserta, su proposta del Comitato Imprenditoria Femminile, organizza, attraverso la sua Azienda Speciale, un percorso di formazione e orientamento all’imprenditoria dal titolo “Mettiamoci in proprio” rivolta agli studenti delle scuole superiori della provincia.

L’ente camerale, impegnato da anni su questi temi, ha deciso di investire nell’educazione all’imprenditorialità per incoraggiare i giovani ad avviare un’attività di impresa stimolando la crescita individuale e creando un impatto positivo sul dinamismo imprenditoriale della nostra economia.  Inoltre, per stimolare una riflessione tra i giovani  studenti su temi fondamentali per affrontare le sfide globali (cambiamento climatico,  sostenibilità ambientale, digitalizzazione e inclusione sociale) ha promosso  un concorso di idee innovative.

Regolamento e Programma

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Roma - Premiazione Bando Idea Innovativa 2023 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3135C3S2/Roma---Premiazione-Bando-Idea-Innovativa-2023.htm Fri, 01 Mar 2024 22:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3135C3S2/Roma---Premiazione-Bando-Idea-Innovativa-2023.htm Venerdì 8 marzo 2024 Ore 10:30
Sala del Tempio di Vibia Sabina e Adriano - Piazza di Pietra, Roma

Il Presidente della Camera di commercio di Roma Lorenzo Tagliavanti è lieto di invitare alla premiazione del Bando Idea Innovativa – La nuova imprenditorialità al femminile 2023 XI Edizione.

Intervengono

Roberta Angelilli, Vice Presidente della Giunta regionale ]]> Venerdì 8 marzo 2024 Ore 10:30
Sala del Tempio di Vibia Sabina e Adriano - Piazza di Pietra, Roma

Il Presidente della Camera di commercio di Roma Lorenzo Tagliavanti è lieto di invitare alla premiazione del Bando Idea Innovativa – La nuova imprenditorialità al femminile 2023 XI Edizione.

Intervengono

Roberta Angelilli, Vice Presidente della Giunta regionale e Assessore allo Sviluppo economico, Commercio, Artigianato, Industria e Internazionalizzazione Regione Lazio

Monica Lucarelli, Assessore alle Politiche della Sicurezza, Attività Produttive e Pari Opportunità Roma Capitale

Partecipano

Claudia Conversi, imprenditrice e componente Consiglio Camera di Commercio di Roma

Micaela Pallini, imprenditrice e componente Consiglio Camera di Commercio di Roma

Anna Rita Rizzo, imprenditrice e componente Consiglio Camera di Commercio di Roma

Conclude

Alberta Parissi, imprenditrice e componente Giunta Camera di Commercio di Roma

Saranno presenti

Paola Turci, artista

Valentina Romani, attrice

Modera

Giovanna Vitale, giornalista La Repubblica

 

Si prega di voler confermare la propria partecipazione entro il 06 marzo p.v. all'indirizzo mail: eventi@innovacamera.it

L'ingresso del pubblico in sala sarà consentito dalle ore 10:15 

INVITO

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Salerno - Cerimonia di consegna del Premio 'Venere d'Oro' - XI edizione ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3134C3S2/Salerno---Cerimonia-di-consegna-del-Premio--Venere-d-Oro----XI-edizione.htm Fri, 01 Mar 2024 20:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3134C3S2/Salerno---Cerimonia-di-consegna-del-Premio--Venere-d-Oro----XI-edizione.htm Si terrà martedì 5 marzo 2024, alle ore 16.30, presso la sede di rappresentanza della Camera di commercio di Salerno - via Roma 29 - la cerimonia di consegna del premio "Venere d'Oro" - XI edizione.

Programma

SALUTI
Andrea PRETE
Presidente di Unioncamere e della Camera di Commercio di Salerno

Agnese AMBROSIO
Presidente Comitato Provinciale ]]> Si terrà martedì 5 marzo 2024, alle ore 16.30, presso la sede di rappresentanza della Camera di commercio di Salerno - via Roma 29 - la cerimonia di consegna del premio "Venere d'Oro" - XI edizione.

Programma

SALUTI
Andrea PRETE
Presidente di Unioncamere e della Camera di Commercio di Salerno

Agnese AMBROSIO
Presidente Comitato Provinciale Imprenditorialità Femminile della CCIAA di Salerno

INTERVENTO
Ornella MALANDRINO
Direttrice Dipartimento di Scienze Aziendali - Management & Innovation Systems - Università degli Studi di Salerno

Modera
Monica DI MAURO
Giornalista

PROIEZIONE VIDEO IMPRENDITRICI

PREMIAZIONE IMPRESE PARTECIPANTI
PROCLAMAZIONE VINCITRICE
APERICENA

La serata sarà accompagnata da letture e musiche eseguite da Daniela d'Aragona, voce e Fabrizio Maria Mandara, voce e chitarra.


]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Pisa e Lecce - Nuove tappe del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3133C3S2/Pisa-e-Lecce---Nuove-tappe-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Fri, 01 Mar 2024 20:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3133C3S2/Pisa-e-Lecce---Nuove-tappe-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Due appuntamenti in concomitanza con la settimana della Festa della donna per il 'Giro d'Italia delle donne che fanno impresa', il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con ]]> Due appuntamenti in concomitanza con la settimana della Festa della donna per il 'Giro d'Italia delle donne che fanno impresa', il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

Dopo la tappa ternana del 4 marzo, doppio appuntamento l'8 marzo mattina in contemporanea a Pisa e a Lecce.

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Tappa umbra del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3132C3S2/Tappa-umbra-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Fri, 01 Mar 2024 19:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3132C3S2/Tappa-umbra-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Lunedì 4 marzo a partire dalle 10 si svolgerà a Terni la tappa umbra del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione eu ]]> Lunedì 4 marzo a partire dalle 10 si svolgerà a Terni la tappa umbra del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

"Impresa. Singolare, femminile. Caratteristiche e fabbisogni dell’imprenditoria femminile dalla voce delle protagoniste" è il tema dell'incontro, organizzato da Unioncamere e la Camera di commercio dell’Umbria, in collaborazione con il Comitato imprenditoria femminile dell’Umbria in programma presso la sede di Terni della Camera di commercio umbra, in Largo Don Minzoni, 6.

Dopo i saluti istituzionali di Giorgio Mencaroni, presidente Camera di commercio dell’Umbria, Dalia Sciamannini, presidente Comitato Imprenditoria Femminile, Vittorina Sbaraglini, consigliera di Parità Provincia di Terni e Caterina Grechi, presidente Centro Pari Opportunità della Regione Umbria, i lavori entreranno nel vivo con l'intervento di Tiziana Pompei, vice Segretario Unioncamere su "L’imprenditoria Femminile in Italia e in Umbria"; a seguire Giuliana Piandoro, conservatore Registro Imprese Camera di commercio dell’Umbria si soffermerà su “La presenza femminile al vertice delle società umbre - Analisi dei dati del Registro Imprese”.

La seconda parte della mattinata, sarà centrata sul tema “Oltre il soffitto di cristallo. Imparare dalle storie di successo” con le testimonianze di donne presidenti di Camere di commercio italiane.  Interverranno: Antonella Ballone, presidente Camera di commercio Gran Sasso d’Italia, Loretta Credaro, presidente Camera di commercio di Sondrio, Dalila Mazzi, presidente Camera di commercio di Pistoia – Prato Rosita Garzi, sociologa del lavoro Università degli Studi di Perugia.

Le conclusioni affidate a Michele Fioroni, assessore Regione Umbria allo Sviluppo Economico, Innovazione, Digitale e Semplificazione, modera i lavori Federico Sisti, segretario generale Camera di commercio dell’Umbria.

Per informazioni: comitati@umbria.camcom.it Telefono: 075.9660.589 - 639

PROGRAMMA

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Lecco - Le iniziative per la Giornata Internazionale della Donna ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3130C3S2/Lecco---Le-iniziative-per-la-Giornata-Internazionale-della-Donna.htm Fri, 01 Mar 2024 16:03:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3130C3S2/Lecco---Le-iniziative-per-la-Giornata-Internazionale-della-Donna.htm In occasione della Giornata internazionale della donna, il Comune di Lecco invita alla riflessione e a ricordare l’importanza della lotta per i diritti delle donne, la loro emancipazione e le loro conquiste sociali, economiche e politiche.
In questa ottica, lunedì 4 marzo alle 17.30 in sala consiliare e in diretta streaming sul canale YouTube del Comune di Lecco, la Commissione Pari opportunità p ]]>
In occasione della Giornata internazionale della donna, il Comune di Lecco invita alla riflessione e a ricordare l’importanza della lotta per i diritti delle donne, la loro emancipazione e le loro conquiste sociali, economiche e politiche.
In questa ottica, lunedì 4 marzo alle 17.30 in sala consiliare e in diretta streaming sul canale YouTube del Comune di Lecco, la Commissione Pari opportunità promuove un incontro rivolto agli imprenditori e aperto alla cittadinanza a tema “Mondo del lavoro, autonomia e pari opportunità: confronto aperto con la Camera di Commercio Como-Lecco”. Vi interverranno da Como Antonella Mazzoccato, presidente del Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile Como-Lecco (Cif), e Arianna Augustoni della segreteria. Fra le altre cose, la prima illustrerà come la certificazione "Pari opportunità" sia uno strumento concreto che le aziende hanno per intervenire sul fronte della tutela dei diritti delle donne.

Sabato 9 marzo alle 21.00 all'auditorium del centro civico Sandro Pertini di Germanedo si terrà inoltre lo spettacolo a tema “Lettere. Carteggi e melodie femminili” promosso dall'organizzazione di volontariato Telefono Donna Lecco in collaborazione con il Comune e con la partecipazione del corpo musicale “Alessandro Manzoni Città di Lecco” e del laboratorio teatrale "Carlo Pirovano".
"Comunemente la Giornata internazionale della donna viene definita "Festa", tuttavia la ricorrenza nasce per far riflettere perché vuole sottolineare l’importanza della lotta per i diritti" commenta l'assessore alle Pari opportunità Renata Zuffi. "Ed è proprio in questa accezione che il Comune ha scelto di portare il proprio contributo attraverso quelle realtà che lo vedono costantemente impegnato su questi temi, ovvero la Commissione comunale per le Pari opportunità, e sul contrasto alla violenza di genere, ovvero la Rete antiviolenza provinciale Star".


Parte della rete Star, di cui il Comune di Lecco è ente capofila, anche le organizziazioni sindacali del territorio promuovono un incontro a tema dal titolo "Donne e lavoro, il futuro delle donne ha bisogno di azioni concrete", in programma lunedì 11 marzo alle 9.30, presso l'aula magna del Politecnico di Lecco con la giornalista esperta di lavoro ed economia reale Rita Querzè e la partecipazione di Manuela Grecchi, prorettore del Polo.
Infine, aderente al Tavolo interistituzionale allargato della rete Star, Femminile Presente!, in collaborazione con il centro culturale Assalam di Lecco, promuove per sabato 9 marzo alle 16.00 presso il Palazzo del Commercio di piazza Garibaldi un nuovo incontro di riflessione, per esplorare la reciprocità possibile tra maschile e femminile nelle diverse religioni dal titolo "E se c’entrasse la religione? La donna nell’Islam" con la partecipazione di Shaimaa Maher e Usama El Santawy.

 

(Fonte: Leccoonline.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Toscana - Percorso di formazione "Movie for women's training" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3129C3S2/Toscana---Percorso-di-formazione--Movie-for-women-s-training-.htm Thu, 29 Feb 2024 12:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3129C3S2/Toscana---Percorso-di-formazione--Movie-for-women-s-training-.htm “Movie for women’s training" è un percorso di formazione, organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio della Toscana Nord-Ovest.
Organizzato in 3 moduli didattici, ciascun modulo affronta un tema specifico legato al mondo del lavoro ed è dedicato alle donne che vogliono sviluppare le proprie competenze imprenditoriali e professionali.

Per rendere il percorso pi& ]]> “Movie for women’s training" è un percorso di formazione, organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio della Toscana Nord-Ovest.
Organizzato in 3 moduli didattici, ciascun modulo affronta un tema specifico legato al mondo del lavoro ed è dedicato alle donne che vogliono sviluppare le proprie competenze imprenditoriali e professionali.

Per rendere il percorso più coinvolgente, ogni modulo utilizza un approccio multimediale: durante gli incontri infatti sono proiettati brevi spezzoni del film "Il Diavolo veste Prada" che servono da spunto per approfondire i temi trattati.

Il film, ambientato nel mondo della moda, racconta la storia di Andrea Sachs, una giovane donna che entra a lavorare come assistente personale di Miranda Priestly, la direttrice di un'importante rivista di moda. Da qui si ricavano spunti per riflettere su temi come la competizione, lo stress, le pressioni lavorative, il rapporto con la figura del capo e il ruolo della donna all'interno del team.

Il percorso è anticipato da una presentazione, presso la sede di Pisa della Camera di commercio della Toscana Nord-Ovest, prevista venerdì 8 marzo, in occasione del “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” un roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del Ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

Scarica il programma incontro introduttivo “Movie for women’s training" tappa del “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa".

La partecipazione all'incontro è gratuita previa iscrizione da effettuare sul form di iscrizione.

I prossimi incontri sono previsti:

  • 25 marzo 2024 10-12: “The leadership is pink” presso la sede di Lucca della Camera di Commercio della Toscana Nord-Ovest
  • 8 aprile 2024 10-12: “The time is now” presso la sede di Carrara della Camera di Commercio della Toscana Nord-Ovest
  • 22 aprile 2024 10-12: “Life or work?…this is the problem!” presso la sede di Pisa della Camera di Commercio della Toscana Nord-Ovest
]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Piemonte - Strumenti e servizi digitali per la crescita di imprese e professionisti ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3128C3S2/Piemonte---Strumenti-e-servizi-digitali-per-la-crescita-di-imprese-e-professionisti.htm Wed, 28 Feb 2024 13:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3128C3S2/Piemonte---Strumenti-e-servizi-digitali-per-la-crescita-di-imprese-e-professionisti.htm Giovedì 14 marzo, ore 14:00-16:00

Cerchi un modo semplice ed efficace per gestire e sviluppare la tua attività d'impresa? Scopri tutte le opportunità legate al digitale nel webinar organizzato dalla Camera di commercio con il suo Comitato per l'Imprenditoria Femminile.
Durante l'incontro verranno illustrati il funzionamento dell'identità e della firma digitale, ]]> Giovedì 14 marzo, ore 14:00-16:00

Cerchi un modo semplice ed efficace per gestire e sviluppare la tua attività d'impresa? Scopri tutte le opportunità legate al digitale nel webinar organizzato dalla Camera di commercio con il suo Comitato per l'Imprenditoria Femminile.
Durante l'incontro verranno illustrati il funzionamento dell'identità e della firma digitale, del cassetto digitale  dell'imprenditore e il servizio di fatturazione elettronica: servizi essenziali per gestire pratiche ed adempimenti che semplificano i rapporti con la Pubblica Amministrazione. Verranno inoltre presentati i servizi messi a disposizione delle imprese dal Punto Impresa Digitale della Camera di commercio.

Programma:
Saluti istituzionali
Elisabetta Belletti - presidente Comitato per l'Imprenditoria Femminile Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte

Strumenti e servizi digitali per imprese e professionisti
Sara Pirro - ICT trainer InfoCamere

Servizi PID - Punto Impresa Digitale
Cristina D'Ercole - vice segretario generale Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte

 

Segreteria organizzativa: Ufficio Promozione - sede di Novara - promozione@pno.camcom.it

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Teramo - Comitato imprenditoria femminile Gran Sasso d'Italia, seduta di insediamento ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3127C3S2/Teramo---Comitato-imprenditoria-femminile-Gran-Sasso-d-Italia--seduta-di-insediamento.htm Mon, 26 Feb 2024 09:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3127C3S2/Teramo---Comitato-imprenditoria-femminile-Gran-Sasso-d-Italia--seduta-di-insediamento.htm La Camera di Commercio del Gran Sasso d’Italia ha istituito il Comitato per la promozione dell’imprenditorialità femminile, organismo composto dalle rappresentanti femminili del mondo associativo costituenti il Consiglio camerale.

Componenti del Comitato sono, dunque, la presidente Antonella Ballone, le consigliere camerali Vanessa Ciunci, Annalisa Del Cane, Domenica Giancarli, Franca Labrecciosa, Mara Quaianni ]]> La Camera di Commercio del Gran Sasso d’Italia ha istituito il Comitato per la promozione dell’imprenditorialità femminile, organismo composto dalle rappresentanti femminili del mondo associativo costituenti il Consiglio camerale.

Componenti del Comitato sono, dunque, la presidente Antonella Ballone, le consigliere camerali Vanessa Ciunci, Annalisa Del Cane, Domenica Giancarli, Franca Labrecciosa, Mara Quaianni e le rappresentanti femminili designate dalle associazioni di categoria: Fiorella Bafile, Roberta Palmerini e Silvia Scarpantonii.

La seduta di insediamento del Comitato si terrà venerdì 8 marzo, presso la sede di via Savini, proprio in occasione della ricorrenza della giornata internazionale della donna, e sarà aperta al pubblico e alla stampa.      

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Padova - "Facciamo rete con...Adelaide" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3126C3S2/Padova----Facciamo-rete-con---Adelaide-.htm Wed, 21 Feb 2024 18:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3126C3S2/Padova----Facciamo-rete-con---Adelaide-.htm Professioniste e imprenditrici e l’esempio di Adelaide Ristori per la parità di genere

7 marzo ore 15.40

L’ascesa di Adelaide Ristori (1822-1906) attrice, imprenditrice e patriota ottocentesca di fama mondiale, è anche la storia di una donna che ha trasformato la propria vocazione in una vera e propria azienda, rivoluzionando molti paradigmi di genere ]]> Professioniste e imprenditrici e l’esempio di Adelaide Ristori per la parità di genere

7 marzo ore 15.40

L’ascesa di Adelaide Ristori (1822-1906) attrice, imprenditrice e patriota ottocentesca di fama mondiale, è anche la storia di una donna che ha trasformato la propria vocazione in una vera e propria azienda, rivoluzionando molti paradigmi di genere dell’epoca. La vita dell'artista viene allora raccontata attraverso le sue scelte imprenditoriali e umane: un modello di leadership per le donne contemporanee.

Programma:

ore 15:40 - registrazione presenze

ore 16:00 - Introduzione e saluti

? Elena Morello - Presidente Comitato imprenditoria femminile Padova

? Caterina Scagnolari - Presidente Coordinamento Interprofessionale Pari Opportunita' Padova

? Antonella Friso - Rappresentante Rete al Femminile di Padova

ore 16:30 -17:30 - Lezione spettacolo 

La mirabile costruzione di me: Come fare impresa con quel che si ha. dove si è, con quel che c'è

Ispirato alla biografia di ADELAIDE RISTORI 1822-2022: un modello di imprenditrice e di leadership per le donne contemporanee
Testo e interpretazione: Giulia Cailotto - attrice

ore 17:30 - 18:00

LE DONNE SI RACCONTANO: TESTIMONIANZE E IDEE

Natascia Graham - Rete al Femminile di Padova 

https://www.pd.camcom.it/it/notizie/eventi/eventi-2024/facciamo-rete-con-adelaide-professioniste-e-imprenditrici-e-l2019esempio-di-adelaide-ristori-per-la-parita-di-genere?fbclid=IwAR20SoyUFAfeaAfPANwESE4k5hcfoVViyev5GNjkZj7eaRXfTOhQR1UZTWoINFO

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Seminario di primo orientamento: "PERCHE' fare impresa...è una COSA DA DONNE" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3125C3S2/Seminario-di-primo-orientamento---PERCHE--fare-impresa---e-una-COSA-DA-DONNE-.htm Wed, 21 Feb 2024 18:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3125C3S2/Seminario-di-primo-orientamento---PERCHE--fare-impresa---e-una-COSA-DA-DONNE-.htm Incontro gratuito, organizzato da Si.Camera,  per chi vuole ricevere un primo orientamento per mettersi in proprio e ottenere informazioni sulle principali motivazioni che spingono le donne a scegliere fi fare impresa.

Un esperto tratterà questi argomenti in incontri di gruppo della durata complessiva di circa 2 ore.

Spazio all’interazione con la partecipazione di imprenditrici in settori innovativi c ]]> Incontro gratuito, organizzato da Si.Camera,  per chi vuole ricevere un primo orientamento per mettersi in proprio e ottenere informazioni sulle principali motivazioni che spingono le donne a scegliere fi fare impresa.

Un esperto tratterà questi argomenti in incontri di gruppo della durata complessiva di circa 2 ore.

Spazio all’interazione con la partecipazione di imprenditrici in settori innovativi che hanno avuto “successo” e vogliono condividere e trasferire la loro esperienza.

Dopo l’incontro le interessate possono prenotare un colloquio di primo orientamento attraverso la piattaforma SNI per un confronto diretto per approfondire dubbi e necessità.

Destinatari: Aspiranti imprenditrici/imprenditori, lavoratrici/lavoratori autonomi che intendono avviare nuove attività economiche in Italia.

NON è prevista la partecipazione di soggetti, imprese o liberi professionisti, che svolgono attività di formazione e/o consulenza di impresa sui temi oggetto del webinar.

ATTENZIONE: la partecipazione al corso è riservata ai soggetti iscritti. NON è consentita la condivisione del link di accesso al webinar con altre persone.

Tutte le info

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Pordenone - Udine, contributi a sostegno di progetti di imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3124C3S2/Pordenone---Udine--contributi-a-sostegno-di-progetti-di-imprenditoria-femminile.htm Wed, 14 Feb 2024 19:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3124C3S2/Pordenone---Udine--contributi-a-sostegno-di-progetti-di-imprenditoria-femminile.htm Al via i termini per la presentazione delle domande di contributo a sostegno di progetti di imprenditoria femminile nei settori dell'artigianato, dell’industria, del commercio, del turismo e dei servizi. L’avviso e i fondi sono della Regione Friuli Venezia Giulia e il procedimento sarà gestito dalle Camere di commercio territoriali. Possono richiedere i contributi le nuove imprese femminili del Fvg, con dimensione di ]]> Al via i termini per la presentazione delle domande di contributo a sostegno di progetti di imprenditoria femminile nei settori dell'artigianato, dell’industria, del commercio, del turismo e dei servizi. L’avviso e i fondi sono della Regione Friuli Venezia Giulia e il procedimento sarà gestito dalle Camere di commercio territoriali. Possono richiedere i contributi le nuove imprese femminili del Fvg, con dimensione di pmi, per tutta una serie di spese espressamente indicate nell’avviso (da vari tipi di spese per investimenti, a quelle per la costituzione, fino a quelle di primo impianto o per microcredito). L’intensità del contributo è del 50 % della spesa ammissibile, salvo che l’impresa femminile abbia richiesto un’intensità minore. L’ammontare minimo del contributo è di 2.500 euro e il massimo di 30 mila euro. Per nuova impresa si intende l’impresa iscritta da meno di 36 mesi al registro delle imprese alla data di presentazione della domanda di contributo.

L’impresa dovrà fare richiesta alla Camera di commercio territorialmente competente, esclusivamente da indirizzo Pec alla Pec della Camera. Per le imprese con sede destinataria dell’investimento nel territorio di Udine scrivendo a contributi.ud@pec.pnud.camcom.it, per le imprese con sede nel pordenonese a contributi.pn@pec.pnud.camcom.it

Tutte le info sulle spese ammissibili e le condizioni per ottenere i fondi sono disponibili sul sito della Camera di commercio di Pordenone-Udine www.pnud.camcom.it oltre che sul sito della Regione. Vale l’ordine di arrivo delle domande, generato in automatico dalla posta certificata.

I progetti di imprenditoria femminile devono essere realizzati e rendicontati entro il termine massimo di 18 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione della concessione del contributo.

(Fonte: Impresacity.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia - La Camera di commercio avvia percorsi per l'occupazione femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3122C3S2/-Catanzaro--Crotone-e-Vibo-Valentia---La-Camera-di-commercio-avvia-percorsi-per-l-occupazione-femminile--.htm Mon, 12 Feb 2024 09:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3122C3S2/-Catanzaro--Crotone-e-Vibo-Valentia---La-Camera-di-commercio-avvia-percorsi-per-l-occupazione-femminile--.htm La Camera di commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia avvia percorsi che favoriscano l’occupazione femminile. E lo fa con il coinvolgimento dei giovani che a breve dovranno affacciarsi al mondo del lavoro. È questa una delle azioni che il comitato per l’imprenditorialità femminile della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia ha inserito nel programma delle attività 2024, presentato ]]> La Camera di commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia avvia percorsi che favoriscano l’occupazione femminile. E lo fa con il coinvolgimento dei giovani che a breve dovranno affacciarsi al mondo del lavoro. È questa una delle azioni che il comitato per l’imprenditorialità femminile della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia ha inserito nel programma delle attività 2024, presentato nell’ultima seduta di giunta, ed oggetto della riunione di ieri durante la quale sono state messe a punto le iniziative già agenda per il mese di febbraio.

I lavori sono stati aperti dalla presidente, Antonella Mancuso, che ha illustrato i dettagli di un progetto da realizzare in sinergia con il Soroptimist Club Catanzaro, presieduto da Stefania Muzzi, e rivolto agli studenti delle quarte e quinte classi degli istituti superiori allo scopo di incoraggiare i giovani ad intraprendere percorsi di studio di area scientifico-tecnologico. Le cosiddette discipline stem (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) forniscono, infatti, quelle competenze maggiormente richieste oggi dal mercato del lavoro.

Una ulteriore iniziativa prevista sempre nel mese di febbraio dal titolo “E se mi mettessi in proprio”, invece, punta a stimolare le capacità imprenditoriali dei giovani per indurli a valutare la possibilità di avviare start up o imprese a conclusione del proprio percorso di studi. In questo caso gli studenti saranno coinvolti in una serie di simulazioni in cui saranno chiamati a svolgere gli adempimenti amministrativi richiesti per l’apertura di una attività commerciale guidati e supportati dalle professionalità presenti nel comitato per l’imprenditorialità femminile.

«Sono convinta che il nostro compito sia quello di affiancare i giovani già durante il periodo formativo per dotarli di un bagaglio di competenze e strumenti utili a favorirne l’immediato inserimento nel mondo del lavoro» ha dichiarato la presidente del comitato per l’imprenditorialità femminile, Antonella Mancuso. «I progetti che saranno attuati a breve mirano a consolidare una conoscenza più ampia sui profili professionali maggiormente richiesti che consentiranno ai giovani di intraprendere percorsi formativi con una maggiore consapevolezza. Inoltre, potranno mettersi direttamente alla prova sperimentando la possibilità di avviare una propria attività imprenditoriale. Tutte le attività programmate saranno svolte con la preziosa collaborazione delle associazioni, delle amministrazioni e delle istituzioni».

 

(Fonte: calabrialive.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Torino - Brigitte Sardo presidente Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3121C3S2/Torino---Brigitte-Sardo-presidente-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Mon, 12 Feb 2024 09:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3121C3S2/Torino---Brigitte-Sardo-presidente-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Brigitte Sardo è stata eletta Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile Torino presso la Camera di commercio di Torino. “Riconoscendo il lavoro e la passione della Presidente uscente Cristina Tumiatti, sarà mio impegno preferenziale portare avanti i progetti già iniziati”, afferma la neoeletta.

]]>
Brigitte Sardo è stata eletta Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile Torino presso la Camera di commercio di Torino. “Riconoscendo il lavoro e la passione della Presidente uscente Cristina Tumiatti, sarà mio impegno preferenziale portare avanti i progetti già iniziati”, afferma la neoeletta.

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Vicenza - La certificazione della parità di genere: le agevolazioni per le PMI ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3123C3S2/Vicenza---La-certificazione-della-parita-di-genere--le-agevolazioni-per-le-PMI.htm Fri, 09 Feb 2024 10:02:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3123C3S2/Vicenza---La-certificazione-della-parita-di-genere--le-agevolazioni-per-le-PMI.htm “La certificazione della parità di genere: le agevolazioni per le PMI” è il tema del webinar in programma lunedì 12 febbraio 2024 dalle ore 15.30 sulla piattaforma Zoom. L’appuntamento è organizzato dalla Camera di commercio di Vicenza, in collaborazione con Si Camera (Agenzia delle Camere di commercio d’Italia) e Dintec (Consorzio per l'innovazione tecnologica di Unio ]]> “La certificazione della parità di genere: le agevolazioni per le PMI” è il tema del webinar in programma lunedì 12 febbraio 2024 dalle ore 15.30 sulla piattaforma Zoom. L’appuntamento è organizzato dalla Camera di commercio di Vicenza, in collaborazione con Si Camera (Agenzia delle Camere di commercio d’Italia) e Dintec (Consorzio per l'innovazione tecnologica di Unioncamere).

Dopo l’apertura dei lavori da parte del presidente della Camera di commercio di Vicenza Giorgio Xoccato, interverranno Monica Onori di Sì.Camera, che illustrerà l’impegno del sistema camerale per la parità di genere, e Roberto Pansini di Dintec, che presenterà nel dettaglio la struttura degli incentivi nazionali. L'appuntamento proseguirà con le testimonianze di due aziende che hanno già ottenuto la certificazione: prenderanno la parola Andrea Chiorboli, direttore generale di Acque del Chiampo S.p.A., e Anna Vanzan, Head of Talent, Reward & People Engagement di OTB S.p.A.

La partecipazione all'incontro è gratuita, previa iscrizione online

PROGRAMMA

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Imprenditoria femminile in Sardegna, numeri in crescita: "Ma c'è ancora molto lavoro da fare" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3120C3S2/Imprenditoria-femminile-in-Sardegna--numeri-in-crescita---Ma-c-e-ancora-molto-lavoro-da-fare-.htm Fri, 26 Jan 2024 21:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3120C3S2/Imprenditoria-femminile-in-Sardegna--numeri-in-crescita---Ma-c-e-ancora-molto-lavoro-da-fare-.htm Il 23 per cento delle imprese in Sardegna sono femminili, una su cinque guidata da una donna. Sono imprese dinamiche, flessibili, innovative, digitali, giovani e multiculturali. Le donne sarde prediligono l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego, perché meglio si adattano alle esigenze di conciliazione vita-lavoro. È quanto emerso nel corso del convegno “Imprenditoria femminile, tra crisi e rinascita. S ]]> Il 23 per cento delle imprese in Sardegna sono femminili, una su cinque guidata da una donna. Sono imprese dinamiche, flessibili, innovative, digitali, giovani e multiculturali. Le donne sarde prediligono l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego, perché meglio si adattano alle esigenze di conciliazione vita-lavoro. È quanto emerso nel corso del convegno “Imprenditoria femminile, tra crisi e rinascita. Strumenti per lo sviluppo”, organizzato dal Comitato imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Cagliari – Oristano e che si è tenuto ieri a Cagliari. All’incontro, moderato dalla giornalista Carmina Conte, sono intervenuti rappresentanti del mondo del lavoro e dell’impresa, esperti dell’Università e di politiche di genere.

“Questo nuovo incontro promosso da Cif – ha detto Daniela Schirru , presidente del comitato – ha confermato come, negli ultimi 20 anni, in Sardegna sia aumentata la presenza delle donne nel mondo del lavoro, dal punto di vista quantitativo e qualitativo. Le donne si occupano prevalentemente di servizi alla persona, settore nel quale quasi 60 imprese su 100 sono guidate da imprenditrici. Molte imprese femminili gestiscono il delicato campo dell’assistenza sociale, tante sono specializzate nell’abbigliamento e calzature, nella ristorazione, nell’agricoltura e nella cultura”.

“C’è ancora tanto da fare – ha aggiunto -: occorre intervenire per promuovere un cambiamento sociale di livello sistemico e complessivo e favorire la cultura imprenditoriale delle donne quale componente fondamentale del tessuto economico e sociale del nostro territorio. Le imprese sarde hanno dimensioni micro e questo agevola la presenza di imprese di donne. Peraltro, l’andamento dell’imprenditoria femminile rappresenta la cartina di tornasole rispetto al più ampio tema del raggiungimento della parità di genere tra uomo e donna. Il nostro impegno – ha concluso – è quello di creare e far funzionare una rete stabile tra le istituzioni, gli esperti in materia e le associazioni di categoria”.

 

(Fonte: sardiniapost.it

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Treviso - Ricerca "Donne e imprenditorialità: valorizzare la leadership femminile del futuro" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3119C3S2/Treviso---Ricerca--Donne-e-imprenditorialita--valorizzare-la-leadership-femminile-del-futuro-.htm Fri, 26 Jan 2024 17:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3119C3S2/Treviso---Ricerca--Donne-e-imprenditorialita--valorizzare-la-leadership-femminile-del-futuro-.htm Si è tenuta, presso la Camera di commercio di Treviso – Belluno la presentazione della ricerca “Donne e imprenditorialità: Valorizzare la leadership femminile del futuro” condotta dall’Osservatorio Economico e Sociale e dal Competency Centre dell’Università Ca’ Foscari di Venezia che ha intervistato 30 donne imprenditrici che guidano con successo aziende in diversi settori, dimostrand ]]> Si è tenuta, presso la Camera di commercio di Treviso – Belluno la presentazione della ricerca “Donne e imprenditorialità: Valorizzare la leadership femminile del futuro” condotta dall’Osservatorio Economico e Sociale e dal Competency Centre dell’Università Ca’ Foscari di Venezia che ha intervistato 30 donne imprenditrici che guidano con successo aziende in diversi settori, dimostrando le diverse tipologie della leadership femminile. Creare, diffondere e perseguire una visione futura dell’azienda, ma anche infondere lo spirito di squadra e favorire il benessere dei collaboratori, come pure sostenere la crescita professionale del personale tramite l’ascolto e il suo sviluppo, sono alcuni degli stili emersi dalle esperienze concrete tratte dalle storie imprenditoriali. Le riflessioni offerte dai risultati di questo studio offrono, da un lato, agli attuali imprenditori e imprenditrici una maggiore consapevolezza di quei comportamenti necessari per esercitare una leadership efficace. Dall’altro lato, la ricerca intende essere uno stimolo per le nuove generazioni che si stanno avvicinando al ruolo imprenditoriale e si stanno preparando a guidare le organizzazioni del futuro.

La Camera di Commercio di Treviso-Belluno – comunica il Presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti Mario Pozza – non è solo l’Ente finanziatore di questa ricerca sugli stili manageriali di imprese a guida femminile realizzata dal Ca’ Foscari Competency Centre dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, ma crede che in un momento così difficile per il nostro territorio sotto shock per gli atti di violenza commessi contro le donne, sia necessario lavorare sulla consapevolezza del valore femminile e creare una nuova cultura. Questa ricerca ci permette di avere una visione su come la donna imprenditrice e manager si adopera nel mondo produttivo. Ben sappiamo quale apporto positivo porta la donna all’interno dell’impresa”.

Ha introdotto la ricerca il Responsabile del Settore Studi e Orientamento al Lavoro della Camera di Commercio Treviso– Belluno|Dolomiti Federico Callegari. L’evento è continuato con la presentazione dei dati di ricerca da parte di Sara Bonesso, Professoressa Associata di Organizzazione Aziendale e Gestione delle Risorse Umane, Laura Cortellazzo, Ricercatrice di Organizzazione Aziendale e Gestione delle Risorse Umane, Fabrizio Gerli, Professore Associato di Organizzazione Aziendale e Gestione delle Risorse Umane, Giulia Milani, Ph.D candidate Dottorato in Management Dipartimento di Management/Venice School of Management, Università Ca’ Foscari Venezia. L’evento si concluso con la Tavola rotonda: Storie e sfide imprenditoriali in settori a connotazione maschile, sono intervenute Renza Altoè Garbelotto, Parchettificio Garbelotto srl - Sabrina Carraro, Dotto Trains srl, Lucia Farenzena, Dolomites Dream sas - Nicoletta Milani, MILANI arredamento srl, Laura Trevisson, Meccanostampi srl. ?

Questa ricerca rappresenta un progetto che ho particolarmente a cuore visto il mio ruolo istituzionale in qualità di Vicepresidente della Camera di Commercio oltre che di componente del comitato per l’imprenditoria femminile - le parole di Nadia Zampol - In un Paese come l’Italia in cui il divario di genere è ancora significativo, purtroppo, su tanti aspetti che incidono nella vita economica, professionale e sociale delle donne, siamo stati orgogliosi di appoggiare in pieno la necessità emersa all’interno del Comitato per l’Imprenditoria Femminile”. “La ricerca peraltro – aggiunge Zampol – parla a tutti coloro che fanno, o aspirano a fare impresa: perché a partire da storie di imprenditrici che si sono conquistate sul campo, a denti stretti, una reputazione, parte un messaggio che ci dice quanto sia importante, in tempi di incertezza e complessità come quelli che stiamo vivendo, adottare uno stile di leadership ricco, in grado di fare leva su più competenze. L’interessante codificazione degli stili manageriali proposta dal team di ricerca di Ca’ Foscari, che ringrazio davvero, ha portato ad evidenza non solo, ovviamente, l’orientamento al risultato delle nostre imprenditrici, ma anche la promozione del cambiamento, la capacità di esplorazione di nuove opportunità, la capacità di fare rete, il pensiero visionario, l’empatia e lo sviluppo delle persone. Ma questo non vuole restare – conclude Zampol – il profilo di competenze dell’imprenditoria femminile: il loro esempio illuminante ci dice che chiunque governa un’impresa oggi non può prescindere dal confrontarsi con questi aspetti”.

"Codificare “il mondo valoriale” – dice la Presidente Comitato imprenditoria femminile Barbara Barbon - nel fare impresa al femminile. E’ questo l’ambizioso obiettivo di questa singolare ricerca, che coniuga con maestria ed eleganza i due mondi dell’agire imprenditoriale, quello più pragmatico del fare con quello più intangibile del sentire, quest’ultimo sempre più preponderante e necessario per delineare i nuovi modelli di leadership. Specificare i valori che la donna porta ed esprime nel proprio lavoro, permette di mettere nero su bianco, comportamenti, linguaggi, azioni, sensibilità che troppo spesso ancora vengono scambiati per debolezza, quando in realtà sono linfa vitale per relazioni autentiche e durature alla base del fare impresa etico. Forza, coraggio, determinazione, sacrificio, caparbietà, visione, lungimiranza, armonia, bellezza, gentilezza, ascolto, accoglienza, servizio, se riconosciuti e legittimati, integrano equilibrandolo quel modello maschile prepotente e chiuso con il quale siamo cresciuti e ci siamo confrontati sino ad ora. La leadership del futuro non si acquista preconfezionata, va costruita passo dopo passo. E in un mondo che sta dimostrando sempre più che la competenza da sola non basta, la donna con il suo agire sentito, il suo femminile, diventa costruttrice di cambiamento e di progresso in ogni ambito, sia esso economico, politico o sociale. Grazie a questa ricerca, il Comitato può pensare a nuove ed importanti progettualità future, anche in collaborazione e sinergia con quanti nel nostro territorio, enti, associazioni, commissioni operano per e nell’interesse delle donne".

La decisione di realizzare questa ricerca sull’imprenditoria femminile è stata presa dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio assieme a chi mi ha preceduto nel ruolo di Presidente dell’Osservatorio Economico – spiega Ivo Nardi, in carica da marzo 2023 - ma si tratta di un’eredità preziosa, di cui sono ben lieto di partecipare ora ai suoi esiti. Credo sia molto importante, anche a livello sociale e non solo economico, evidenziare il contributo delle donne nella nostra comunità, a tutti i livelli. C’è ancora – dice Nardi – un residuato pericoloso di cultura maschilista, propria di uomini deboli, che tuttavia discrimina, o peggio, arriva ancora ad uccidere, come purtroppo abbiamo troppe volte visto nel corso del 2023”. "E allora – aggiunge Nardi – assume il massimo rilievo questa ricerca che, a partire da 30 storie di imprenditrici di successo del nostro territorio, analizza la ricchezza di comportamenti e competenze che queste donne hanno messo in atto per affermarsi come imprenditrici, o anche per riuscire a farsi riconoscere come tali, ad esempio, nell’ambito di un passaggio generazionale. L’esito principale della ricerca è che alla fine, queste donne, pur in mezzo a tante difficoltà, hanno dimostrato un ampio ventaglio di stili di leadership, molto più adatti agli attuali scenari – ci dicono gli esperti di Ca’ Foscari – rispetto ad approcci prevalentemente basati sul comando e l’autorità. Ma c’è un’ulteriore dimensione che vorrei richiamare – conclude Nardi – e che emerge da questa ricerca: la tanta tenacia cui queste donne imprenditrici hanno dovuto ricorrere per superare le diffidenze interne, per far valere una decisione solo perché presa da una “donna”, per smarcarsi da comportamenti che poteva essere comodo emulare, ma che avrebbero snaturato la loro personale visione d’impresa. Anche questo racconta la ricerca che il 26 febbraio sarà presentata in Camera di Commercio: con queste valenze di significato sono molto fiero, come Presidente dell’Osservatorio Economico, di prenderla in consegna e farne diffusione fra tutti i 28 Soci che lo sostengono e a tutto il territorio”.

La ricerca “Donne e imprenditorialità: Costruire la leadership del futuro” – evidenzia Sara Bonesso Università Ca’ Foscari Venezia - vuole raccontare una realtà ancora poco nota, non solo nel nostro contesto territoriale ma anche a livello internazionale. Pochi sono gli studi sulle donne in posizioni di leadership e ancora meno sulla leadership femminile in ruoli imprenditoriali. Questo ha portato alla diffusione di stereotipi che vedono prevalentemente associare il concetto di leadership al genere maschile. Invece, nel contesto attuale, le organizzazioni sono chiamate a rivedere in modo profondo il significato di “essere alla guida” di un’azienda, indipendentemente da aspetti legati al genere, ponendo attenzione a comportamenti volti a rispondere con agilità al cambiamento e alle crisi, guidati dall’etica e dall’autenticità e attenti al benessere delle persone”.

 

(Fonte: oggitreviso.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Caserta - Manifestazione di interesse per le scuole superiori. Progetto "Mettiamoci in proprio" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3118C3S2/Caserta---Manifestazione-di-interesse-per-le-scuole-superiori--Progetto--Mettiamoci-in-proprio-.htm Fri, 26 Jan 2024 13:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3118C3S2/Caserta---Manifestazione-di-interesse-per-le-scuole-superiori--Progetto--Mettiamoci-in-proprio-.htm La Camera di commercio di Caserta, su proposta del Comitato Imprenditoria Femminile, organizza, attraverso la sua Azienda Speciale, un percorso di formazione e orientamento all'imprenditoria dal titolo "mettiamoci in proprio" rivolta agli studenti delle scuole superiori della provincia.


L’ente camerale, impegnato da anni sui questi temi, ha deciso di investire nell’educazione&nb ]]> La Camera di commercio di Caserta, su proposta del Comitato Imprenditoria Femminile, organizza, attraverso la sua Azienda Speciale, un percorso di formazione e orientamento all'imprenditoria dal titolo "mettiamoci in proprio" rivolta agli studenti delle scuole superiori della provincia.


L’ente camerale, impegnato da anni sui questi temi, ha deciso di investire nell’educazione all’imprenditorialità per incoraggiare i giovani ad avviare un’attività di impresa stimolando la crescita individuale e creando un impatto positivo sul dinamismo imprenditoriale della nostra economia. 
Obiettivi dell’attività formativa
L’Azienda Speciale della Camera di Commercio promuove un percorso formativo gratuito, tenuto da esperti individuati dalla stessa Asips, indirizzato agli studenti delle classi IV e V degli Istituti di istruzione secondaria superiore finalizzato ad accrescere le competenze imprenditoriali degli studenti che si traduce nella capacità creativa di chi sa analizzare la realtà e trovare soluzioni per problemi complessi, utilizzando l'immaginazione, il pensiero strategico, la riflessione critica così come definito dal Quadro europeo di “competenze chiave”
Il percorso formativo potrebbe rientrare nella programmazione dei singoli Istituti scolastici come PCTO, ai sensi della legge 13 luglio 2015 n.107, art.1, commi 33-43 e della Legge n. 145 del 30/12/2018.
In particolare, il percorso formativo intende:

1) formare i giovani studenti sui seguenti temi:
? Concetto di auto- imprenditorialità: la capacità di trasformare una business idea in una realtà d’impresa in modo da rendersi autonomi, responsabili e flessibili;
? Concetto di auto- realizzazione e auto-motivazione: la capacità di sviluppo di un’impresa attraverso la crescita dell’individuo;
? Concetto di cantierabilità dell’idea: la capacità di raccontare per filo e per segno quello che si vuole fare; di specificare se ci sono altri concorrenti (analisi della concorrenza); di spiegare le strategie commerciali; di specificare le caratteristiche dei potenziali clienti, di dimostrare con parole e numeri se ci sono margini di redditività.

2) stimolare, attraverso un concorso di idee innovative, una riflessione su temi fondamentali per affrontare sfide globali:
? cambiamento climatico;
? sostenibilità ambientale;
? digitalizzazione;
? inclusione sociale.
I giovani potranno lavorare in gruppo ( max 6 persone ) ed ogni singolo Istituto potrà candidare massimo 3 idee progetto.


Una Commissione, nominata dal Direttore Asips riconoscerà un premio, consistente in un voucher per l’acquisto di attrezzature informatiche, a 3 idee innovative che si saranno distinte e che saranno premiate durante un evento pubblico promosso dalla Camera di commercio di Caserta.
In occasione del primo incontro formativo saranno fornite le indicazioni operative del Concorso. Il percorso formativo non comporterà alcun costo per le istituzioni scolastiche aderenti.

Manifestazione d'interesse

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Veneto - Prima tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2024 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3117C3S2/Veneto---Prima-tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Mon, 22 Jan 2024 13:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3117C3S2/Veneto---Prima-tappa-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2024.htm Mercoledì 31 gennaio si svolgerà la prima tappa veneta del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le r ]]> Mercoledì 31 gennaio si svolgerà la prima tappa veneta del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

"Imprenditoria femminile tra sfide e opportunità" è il tema dell'incontro, organizzato da Unioncamere, Unioncamere del Veneto e la Camera di commercio di Padova, in collaborazione con i Comitati imprenditoria femminile del Veneto in programma presso la Sala Convegni della Camera di commercio di Padova (Piazza dell’Insurrezione 1A, Padova).

Partecipano all'appuntamento Tiziana Pompei, vice segretario generale di Unioncamere, Mario Pozza, presidente di Unioncamere Veneto, Antonio Santocono, presidente della della Camera di commercio di Padova e Elena Morello, presidente Comitato Imprenditoria femminile di Padova.

La giornata prevede una prima sessione, esclusivamente in presenza (ore 9.00-13.00); nel pomeriggio, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, è previsto un seminario dal titolo “Best practices e modelli da Non seguire. Cosa fare e non fare per avere successo on line” che si svolgerà sia in presenza che online, al quale le imprenditrici sono invitate a partecipare, previa registrazione.
PROGRAMMA

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Siena - Rassegna di incontri con un evento speciale dal titolo "Donne in primo piano" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3116C3S2/Siena---Rassegna-di-incontri-con-un-evento-speciale-dal-titolo--Donne-in-primo-piano-.htm Sun, 21 Jan 2024 10:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3116C3S2/Siena---Rassegna-di-incontri-con-un-evento-speciale-dal-titolo--Donne-in-primo-piano-.htm Venerdì 19 gennaio, alle 17:00, ha preso il via la Rassegna dedicata ai temi dei Linguaggi e della comunicazione contemporanea presso la Sala delle Lupe del Palazzo Pubblico di Siena. L'evento inaugurale, intitolato "Donne in primo piano", ha messo in luce le esperienze e le voci di donne di successo provenienti da diversi settori, con l'obiettivo di ispirare, informare e celebrare il ruolo delle donne nella societ& ]]> Venerdì 19 gennaio, alle 17:00, ha preso il via la Rassegna dedicata ai temi dei Linguaggi e della comunicazione contemporanea presso la Sala delle Lupe del Palazzo Pubblico di Siena. L'evento inaugurale, intitolato "Donne in primo piano", ha messo in luce le esperienze e le voci di donne di successo provenienti da diversi settori, con l'obiettivo di ispirare, informare e celebrare il ruolo delle donne nella società contemporanea.

L'evento, moderato da Olimpia Sani, giornalista da sempre molto attenta a queste tematiche, ha visto alternarsi gli interventi di figure di spicco come Donatella Cinelli Colombini, imprenditrice nel mondo del vino e fondatrice del Casato Prime Donne a Montalcino, Rosanna Pugnalini, autrice del libro “Caro, questa sera cucini tu!”, già sindaca di Sarteano e Consigliera regionale in Toscana, Fabrizia Sabbatini, Editrice del Gruppo Magog, e Mario Del Secco, Dirigente Vicesegretario Generale e Conservatore del Registro Imprese della Camera di commercio Arezzo-Siena.

Mario Del Secco ha sottolineato l'impegno della Camera di commercio nelle questioni femminili, evidenziando l'importanza del contributo economico e della celebrazione di eventi per valorizzare il ruolo delle donne nel mondo imprenditoriale: "Il mio impegno è focalizzato sulla promozione delle donne all'interno della Camera di Commercio. Attraverso organi come il Comitato Imprenditoria Femminile e il Premio Fedeltà al Lavoro, cerchiamo di valorizzare le esperienze e le rappresentanze femminili nel mondo imprenditoriale. Sosteniamo queste iniziative con contributi economici e celebriamo eventi specifici per affrontare le tematiche principali. La voce delle donne è fondamentale per la complessa realtà imprenditoriale delle province di Arezzo e Siena, e la Camera di Commercio attribuisce grande importanza a questa prospettiva."

Rosanna Pugnalini ha parlato dell'importanza di una presenza femminile più forte nel mondo delle istituzioni, della politica e del lavoro, sottolineando come questo possa portare un valore aggiunto alla società e all'economia: “Viviamo in un momento delicato, in cui una presenza femminile più forte nelle istituzioni, nella politica e nel mondo del lavoro può portare un valore aggiunto che fa crescere la società e l'economia, contribuendo a costruire un futuro più felice. I dati dimostrano che dove le donne lavorano di più e hanno ruoli decisionali, la società cresce in modo più efficace. In un periodo di crisi economica, in cui si verificano mancanze di rispetto e difficoltà nel conciliare il rapporto uomo-donna, è fondamentale affrontare questi temi non solo negli ambienti istituzionali, ma anche nel contesto scolastico”.

Donatella Cinelli Colombini ha evidenziato l’importante contributo delle donne nel settore vinicolo: "Oggi abbiamo esaminato diversi aspetti della crescita delle donne, dalla politica al settore vinicolo e dell'editoria, lanciando un messaggio positivo e incoraggiante per il futuro. Questo dimostra come le donne abbiano fatto progressi in tutti i settori. Nel mondo del vino, in particolare, assistiamo a un crescente numero di donne che emergono in nuovi settori come la gestione delle cantine, il marketing, la comunicazione e il commerciale, ottenendo risultati significativi”.

Fabrizia Sabbatini, Editrice del Gruppo Magog, ha posto l'accento sull'importanza del linguaggio: “Dobbiamo imparare ad utilizzare il linguaggio, anziché concentrarci su piccole battaglie ideologiche. Ho dedicato molta attenzione alle donne, soprattutto a quelle che potrei definire estreme nel contesto della letteratura e della poesia, all'interno di questo vasto universo della parola. Queste donne conoscono il potere e il significato profondo delle parole, e possono essere fonte di ispirazione anche nell'attuale contesto, portando concetti eterni che non tramontano mai. Il mio progetto editoriale è aristocratico nel senso non snob del termine, ma piuttosto per differenziarlo dalla grande editoria odierna. Si tratta di un progetto di nicchia che forse parla solo a una fetta di lettori, ma si impegna a far emergere autori e testi completamente dimenticati, attraverso un approfondito lavoro di ricerca che viene svolto prima ancora che da Magog, dalla rivista Pangea, la quale scava nei meandri della parola e riporta alla luce autrici e autori dimenticati”.

La Rassegna prevede altri tre eventi con ospiti speciali, che si svolgeranno a marzo. Tra i temi affrontati nei prossimi incontri ci saranno "Ragazze e futuro: imprenditorialità e nuove forme di comunicazione", “Donne al timone”, "Empowerment Femminile e Futuro Digitale: Parità di Genere, IA e il Ruolo dei Giovani nella Società Contemporanea". Tra i relatori ci saranno figure di spicco provenienti da vari settori, pronte a continuare la discussione su questi importanti argomenti.

 

(Fonte: oksiena.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Como - Lecco: al via campagna informativa su certificazione parità di genere ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3115C3S2/Como---Lecco--al-via-campagna-informativa-su-certificazione-parita-di-genere.htm Mon, 15 Jan 2024 10:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3115C3S2/Como---Lecco--al-via-campagna-informativa-su-certificazione-parita-di-genere.htm Certificazione di Parità di Genere: La Camera di commercio Como-Lecco ci crede

Parte lunedì 15 gennaio 2024 la campagna promozionale della Camera di Commercio di Como-Lecco volta a informare e sensibilizzare le imprese lariane sulle misure di sostegno per l’ottenimento della certificazione della parità di genere promosse a livello regionale e nazionale. L'obiettivo principa ]]> Certificazione di Parità di Genere: La Camera di commercio Como-Lecco ci crede

Parte lunedì 15 gennaio 2024 la campagna promozionale della Camera di Commercio di Como-Lecco volta a informare e sensibilizzare le imprese lariane sulle misure di sostegno per l’ottenimento della certificazione della parità di genere promosse a livello regionale e nazionale. L'obiettivo principale è innescare un significativo cambiamento culturale che favorisca l’adozione da parte delle imprese di politiche attive finalizzate a ridurre il divario di genere, promuovendo al contempo una maggiore partecipazione femminile nella vita economica e sociale del Paese.

Il Sistema di certificazione della parità di genere, in linea con le leggi n. 162/2021 e n. 234/2021, è un intervento chiave del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che mira a garantire pari opportunità di carriera, retribuzioni equilibrate e sostegno genitoriale, promuovendo un ambiente di lavoro improntato a principi di giustizia e uguaglianza.
Le aziende che abbracciano questo percorso non solo consolidano il loro impegno sociale, ma si collocano strategicamente per una crescita sostenibile e responsabile. Inoltre, godono di agevolazioni contributive e altri incentivi fiscali previsti dalla legge, compresi l'esonero dal versamento di una percentuale dei contributi previdenziali e un punteggio premiale per la partecipazione a bandi di gara e contratti.

Il processo di certificazione, rilasciato da organismi accreditati presso Accredia, valuta le performance aziendali in base a diversi indicatori, tra cui cultura e strategia, governance, processi HR, equità retributiva e conciliazione vita-lavoro. La validità della certificazione è triennale, sottoposta a monitoraggio annuale. Le imprese certificate ottengono anche il Marchio UNI, confermando la conformità ai requisiti stabiliti da UNI.

Per agevolare le imprese verso la certificazione della parità di genere il sistema delle Camere di Commercio ha pubblicato due bandi per l'erogazione di contributi:

"Passo dopo passo verso la parità di genere". Con una dotazione finanziaria di 4 milioni di euro, il bando supporta le imprese nel conseguimento della certificazione attraverso contributi a fondo perduto per servizi di assistenza tecnica e certificazione attraverso due canali di sostegno distinti.
La prima opzione include contributi per servizi di assistenza tecnica e accompagnamento, erogati sotto forma di voucher aziendali. Questi coprono servizi come tutoraggio, assistenza tecnica e supporto tecnico-gestionale, con un massimale variabile in base al tipo di servizio richiesto.
La seconda opzione prevede contributi per i servizi di certificazione di parità di genere. Questi contributi, anch'essi a fondo perduto, raggiungono una somma massima di 10.245 euro (al netto di IVA) e sono calcolati in base ai servizi necessari per ottenere la prima certificazione da parte degli Organismi di Certificazione accreditati. Il contributo varia a seconda del numero di addetti e delle giornate di audit necessarie, fino a un massimo di 9 giorni.
Le richieste possono essere inviate esclusivamente online entro le ore 16 del 28 marzo 2024.
"Verso la certificazione della parità di genere". Dotato di 10 milioni di euro, il bando supporta le imprese nel conseguimento della certificazione di parità di genere attraverso due linee di finanziamento. La prima, con uno stanziamento di 4 milioni di euro, prevede il co-finanziamento per l’acquisto di servizi di consulenza a supporto delle imprese nelle attività propedeutiche alla certificazione. La seconda, con uno stanziamento di 6 milioni di euro, copre le spese sostenute dalle imprese per ottenere la certificazione.
Il contributo è concesso a fondo perduto mediante voucher aziendale che varia in base al numero dei dipendenti, seguendo specifici massimali per le linee A e B. I beneficiari riceveranno i contributi solo dopo aver ottenuto la certificazione di parità di genere.
Le richieste possono essere inviate esclusivamente online entro le ore 17 del 13 dicembre 2024.


Il Presidente della Camera di Commercio Como-Lecco, Marco Galimberti, commenta: "La Camera di Commercio promuove attivamente la parità di genere, attraverso azioni di sostegno e informazione. La certificazione non è solo un riconoscimento formale, ma rappresenta una tangibile opportunità di crescita per le aziende. L'incentivazione del lavoro femminile, con il suo impatto positivo sul tessuto aziendale, non solo arricchisce il capitale umano delle imprese, ma contribuisce direttamente alla sua crescita economica sostenibile e duratura”.

Antonella Mazzoccato, Presidente del Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria Femminile Como-Lecco, aggiunge: “La sottrazione dei talenti femminili dal mondo lavorativo non danneggia solo le donne, ma l'intera comunità. Con questa opportunità viene introdotto uno strumento concreto con lo scopo di incentivare le imprese ad adottare politiche che favoriscano l'occupazione femminile, garantendo pari opportunità di carriera, retribuzioni equilibrate e supporto genitoriale. Gli imprenditori che acquisiranno questa certificazione riceveranno incentivi fiscali e vantaggi negli appalti pubblici”.

Galimberti e Mazzoccato concludono: "Auspichiamo che sempre più imprenditori intraprendano con determinazione questo percorso, contribuendo così a una trasformazione profonda e positiva nel contesto lavorativo e sociale. L'obiettivo è costruire una comunità in cui l'uguaglianza di genere non sia solo un principio, ma una realtà concreta e vantaggiosa per tutti"

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Modena - Conciliare vita e lavoro "Senza chiedere permesso" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3114C3S2/Modena---Conciliare-vita-e-lavoro--Senza-chiedere-permesso-.htm Mon, 15 Jan 2024 09:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3114C3S2/Modena---Conciliare-vita-e-lavoro--Senza-chiedere-permesso-.htm È alla terza edizione il bando “Senza chiedere permesso”, il progetto del Comune di Modena, assessorato alle Pari opportunità, che sostiene il lavoro delle donne finanziando misure innovative di welfare aziendale e di supporto al lavoro professionale femminile con l’obiettivo di facilitare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e di favorire la presenza paritaria delle donne nella vita economica.

]]>
È alla terza edizione il bando “Senza chiedere permesso”, il progetto del Comune di Modena, assessorato alle Pari opportunità, che sostiene il lavoro delle donne finanziando misure innovative di welfare aziendale e di supporto al lavoro professionale femminile con l’obiettivo di facilitare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e di favorire la presenza paritaria delle donne nella vita economica.

L’edizione 2024 del bando sarà presentata martedì 16 gennaio, al Laboratorio aperto dell’ex Aem (in via Buon Pastore 43), con un seminario aperto al pubblico che inizierà alle 10 e si concluderà a fine mattina.

L’incontro sarà aperto da Grazia Baracchi, assessora alle Pari opportunità del Comune di Modena; a presentare i contenuti del bando sarà Barbara Pinelli dell’Ufficio Pari opportunità del Comune. Alle 11.15 è previsto l’intervento di Elena Granata, professoressa associata di Urbanistica e analisi della città e del territorio al Politecnico di Milano e autrice del saggio “Il senso delle donne per la città. Curiosità, ingegno, apertura”: le donne quando hanno potuto hanno osservato da vicino la città nelle loro pratiche quotidiane, con il distacco che solo chi è escluso dai giochi può avere, maturando un “pensiero pratico” sulla città che oggi, nel momento in cui si ripensa la relazione tra spazi e vita, tempi quotidiani e aspettative di benessere, è cruciale e non può essere trascurato. Una presentazione del libro, con il patrocinio del Comune di Modena, è in programma anche nel pomeriggio del 16 gennaio, alle 18, alla libreria Ubik con l’autrice in dialogo con Sofia Cattinari, presidente dell’Ordine degli architetti di Modena.


È una soddisfazione aver ottenuto il finanziamento regionale che ci permette di sostenere la terza edizione del bando – ha dichiarato l’assessora alle Pari opportunità Grazia Baracchi – nella consapevolezza che la conciliazione non debba essere una questione solamente femminile, ma riguardare entrambi i generi, tanto che sarebbe più corretto parlare di condivisione. Il riuscire a sostenere azioni e progetti concrete – ha proseguito Baracchi – aiuta a tenere in equilibrio il rapporto vita-lavoro, così come riflettere sull’organizzazione del lavoro può dare spinta a quel cambiamento culturale che arricchirebbe la vita di tutte e tutti.

Il seminario al Laboratorio aperto sarà anche l’occasione per ascoltare le testimonianze delle vincitrici della seconda edizione del bando che saranno premiate dall’assessora regionale alle Pari opportunità Barbara Lori.

Il bando “Senza chiedere permesso”, che prevede finanziamenti per le imprese, anche di piccole dimensioni, per le libere professioniste e studi associati con prevalenza di lavoratrici donne, per le associazioni, è stato elaborato dall’assessorato alle Pari opportunità, dopo una condivisione con le associazioni di categoria, la Cpo, i sindacati e Unimore, partendo dalla constatazione che molte aziende faticano ad applicare gli istituti di conciliazione che già esistono, e che tutto il mondo libero-professionale di fatto ne è escluso e con il convincimento che, invece, un maggior benessere di lavoratrici e lavoratori aumenta la produttività e si trasforma in una migliore performance dell’azienda.

Partner del progetto, insieme al Comune, sono il Comitato imprenditoria femminile della Camera di commercio, il Centro di ricerca su discriminazione e vulnerabilità di Unimore, Cgil-Cisl e Uil, Cna Modena, Ewmd (European women’s management development international network), Lapam Confartigianato donne imprese, Confcommercio Modena, Confesercenti Modena, ConfapiD Emilia, Centro documentazione donna, Formodena, Commissione pari opportunità del Cup (Comitato unitario permanente degli ordini e collegi professionali).

 

(Fonte: lamilano.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Brescia - Premi di laurea finanziati dalla Camera di commercio con Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3113C3S2/Brescia---Premi-di-laurea-finanziati-dalla-Camera-di-commercio-con-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Wed, 10 Jan 2024 19:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3113C3S2/Brescia---Premi-di-laurea-finanziati-dalla-Camera-di-commercio-con-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Giovedi? 14 dicembre 2023, presso la Camera di commercio di Brescia, si è svolta la cerimonia di premiazione delle vincitrici della VI Edizione del Premio Tesi di Laurea per il settore agroalimentare e della IV Edizione del Premio Tesi di Laurea in materie scientifiche o tecnologiche preparate presso Universita? o Istituzioni estere, promossi dall’Università degli Studi di Brescia, in collaborazione e con il sostegno fin ]]> Giovedi? 14 dicembre 2023, presso la Camera di commercio di Brescia, si è svolta la cerimonia di premiazione delle vincitrici della VI Edizione del Premio Tesi di Laurea per il settore agroalimentare e della IV Edizione del Premio Tesi di Laurea in materie scientifiche o tecnologiche preparate presso Universita? o Istituzioni estere, promossi dall’Università degli Studi di Brescia, in collaborazione e con il sostegno finanziario della Camera di Commercio di Brescia e dal relativo Comitato per l'Imprenditoria femminile, a favore di laureate nell'Anno Accademico 2021/2022 dell'Universita? degli Studi di Brescia.          

Le vincitrici dei 3 Premi di Laurea, con tesi di laurea riguardanti materie scientifiche o tecnologiche (materie STEM - Science Technology Engineering Mathematics) afferenti alla sostenibilità ambientale, all'economia circolare o alla transizione ecologica, per la cui preparazione sia stato effettuato necessariamente un periodo di permanenza all'estero presso Università o Istituzioni estere, sono

1° PREMIO: Michela Lanzini
2° PREMIO: Elena Benvenuti
3° PREMIO: Carlotta Ghilardi
e una menzione speciale è stata assegnata a Federica Resta.

Le vincitrici dei 4 Premi di Laurea, con tesi di laurea riguardanti la valorizzazione della filiera agroalimentare afferenti alla sostenibilità ambientale, all'economia circolare o alla transizione ecologica, sono

1° PREMIO: Chiara Di Giovanbattista
2° PREMIO: Paola Rinaldo
3° PREMIO: Federica Chiagano
4° PREMIO: Mariem Et Taqy

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Bolzano - Camera di commercio, Annemarie Kaser presidente del Comitato per l'imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3111C3S2/Bolzano---Camera-di-commercio--Annemarie-Kaser-presidente-del-Comitato-per-l-imprenditoria-femminile.htm Wed, 03 Jan 2024 18:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3111C3S2/Bolzano---Camera-di-commercio--Annemarie-Kaser-presidente-del-Comitato-per-l-imprenditoria-femminile.htm Annemarie Kaser è la nuova presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Bolzano. È stata eletta il 2 novembre nel corso della prima seduta del nuovo Comitato, le cui componenti sono state nominate dalle associazioni di categoria. La neopresidente, il cui mandato durerà 5 anni, succede a Marina Rubatscher Crazzolara, che Kaser ha ringraziato nella sua prima dic ]]> Annemarie Kaser è la nuova presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Bolzano. È stata eletta il 2 novembre nel corso della prima seduta del nuovo Comitato, le cui componenti sono state nominate dalle associazioni di categoria. La neopresidente, il cui mandato durerà 5 anni, succede a Marina Rubatscher Crazzolara, che Kaser ha ringraziato nella sua prima dichiarazione da presidente: “Desidero innanzitutto ringraziare Marina Rubatscher Crazzolara per l’impegno profuso negli ultimi cinque anni – ha detto Kaser –. Focalizzare l’interesse sull’imprenditoria femminile è un incarico gratificante. Il mio obiettivo è rendere visibile l’impegno e la lungimiranza delle donne nell’economia, nella politica e nella società”.

Le componenti del nuovo Comitato sono Patrizia Balzamà (CNA), Donatella Califano (SGB/CISL), Monica Devilli (Legacoopbund), Antonia Egger Mair (Unione agricoltori e coltivatori diretti sudtirolesi), Nadia Grones (Unione Albergatori e Pubblici Esercenti – HGV), Annelies Leitner Tauber (Confartigianato Imprese lvh.apa), Astrid Marinelli (libera professionista), Elke Moeltner (Confesercenti Alto Adige), Valentina Pezzei (Unione commercio turismo servizi Alto Adige), Eva Pramstrahler (Federazione Raiffeisen Alto Adige), Heidi Rabensteiner (Centro Tutela Consumatori Utenti) e Sonja Weis (Assoimprenditori). La giunta della Camera di commercio di Bolzano è rappresentata da Annemarie Kaser, Evelyn Kirchmaier e Johanna Santa Falser.

“Le donne svolgono un ruolo importante nell’economia. La Camera di commercio di Bolzano sostiene le imprenditrici attraverso un’ampia gamma di servizi in vari settori e promuove le donne in posizioni apicali”, ha affermato Michl Ebner, Presidente della Camera di commercio di Bolzano.

Il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, fondato  nel 2011, è un organo interno alla Camera di commercio di Bolzano con funzioni consultive. Tra i progetti avviati negli ultimi anni il programma di mentoring, il progetto “Ritratti di Donne nell’economia”, che prevedeva la pubblicazione di interviste a brillanti imprenditrici, l’evento “Incontro Donna nell’economia”, che si tiene periodicamente.

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Cuneo - Donne al Quadrato. Pianificazione finanziaria familiare: un passo importante per realizzare i propri obiettivi di vita ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3110C3S2/Cuneo---Donne-al-Quadrato--Pianificazione-finanziaria-familiare--un-passo-importante-per-realizzare-i-propri-obiettivi-di-vita.htm Wed, 03 Jan 2024 17:01:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3110C3S2/Cuneo---Donne-al-Quadrato--Pianificazione-finanziaria-familiare--un-passo-importante-per-realizzare-i-propri-obiettivi-di-vita.htm Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Cuneo organizza un corso gratuito su elementi di finanza familiare e aziendale, in collaborazione con Global Thinking Foundation.
Dal 17 gennaio 2024 al 28 febbraio quattro incontri, esclusivamente on line, con cadenza quindicinale.
Si parlerà, in particolare, di pianificazione del budget, di rapporti col sistema bancario, di investiment ]]>
Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Cuneo organizza un corso gratuito su elementi di finanza familiare e aziendale, in collaborazione con Global Thinking Foundation.
Dal 17 gennaio 2024 al 28 febbraio quattro incontri, esclusivamente on line, con cadenza quindicinale.
Si parlerà, in particolare, di pianificazione del budget, di rapporti col sistema bancario, di investimenti, assicurazioni e successioni

Informazioni e iscrizioni

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Molise - Insediato Comitato Imprenditoria Femminile, Sandra Palombo al vertice ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3109C3S2/Molise---Insediato-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Sandra-Palombo-al-vertice.htm Thu, 14 Dec 2023 14:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3109C3S2/Molise---Insediato-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Sandra-Palombo-al-vertice.htm Sandra Palombo è stata eletta al vertice del Comitato per l'imprenditoria femminile (Cif) della Camera di commercio del Molise.
Completano l'organigramma: Caterina Pastore, Macrina Caruso, Concettina Zappone, Maria Di Cesare, Teresa Cascitelli, Cinzia Bonetto, Mariagiovanna Galasso e Manuela Virtuoso.

L'insediamento lo scorso 7 dicembre alla presenza del presidente e del segretario generale della Cciaa, ]]> Sandra Palombo è stata eletta al vertice del Comitato per l'imprenditoria femminile (Cif) della Camera di commercio del Molise.
Completano l'organigramma: Caterina Pastore, Macrina Caruso, Concettina Zappone, Maria Di Cesare, Teresa Cascitelli, Cinzia Bonetto, Mariagiovanna Galasso e Manuela Virtuoso.

L'insediamento lo scorso 7 dicembre alla presenza del presidente e del segretario generale della Cciaa, Paolo Spina e Roberto Pierantoni. "L'imprenditoria femminile - le parole di Spina - è una componente fondamentale del tessuto economico molisano, come testimoniato dagli ultimi dati che abbiamo diffuso. cco perché il Cif rappresenta un punto di riferimento estremamente importante per le attività camerali, per stimolare la crescita e la visibilità delle imprese della regione". "Esprimo la mia profonda gratitudine a tutte le rappresentanti delle varie associazioni per la fiducia che ci hanno accordato - ha detto Palombo - il nostro obiettivo è costituire un team operativo, dedicato a sviluppare una rete informativa e formativa solida per sostenere l'imprenditoria femminile. Vogliamo amplificare le voci di tutte le imprenditrici, riconoscendo il valore delle loro esperienze come fonte preziosa di supporto per chi intraprende questo percorso.
Il Cif si impegna a promuovere e sostenere l'impresa al femminile, focalizzandosi anche sul rafforzamento delle politiche di conciliazione tra lavoro e famiglia, fondamentali - ha concluso - per il progresso delle donne in tutti i campi, anche promuovendo presso le imprese il conseguimento della Certificazione della Parità di Genere".

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Messina - Insediato Comitato Imprenditoria Femminile, Cettina Scaffidi Militone confermata alla presidenza ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3108C3S2/Messina---Insediato-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Cettina-Scaffidi-Militone-confermata-alla-presidenza.htm Thu, 07 Dec 2023 12:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3108C3S2/Messina---Insediato-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Cettina-Scaffidi-Militone-confermata-alla-presidenza.htm L’uscente Cettina Scaffidi Militone confermata presidente all’unanimità

Rimarrà in carica per il prossimo triennio il Comitato d’imprenditoria femminile della Camera di commercio, insediatosi ieri. A guidare il “Cif” sarà nuovamente Cettina Scaffidi Militone, attuale componente della Giunta camerale e presidente uscente, riconfermata all’unanimità.

Present ]]> L’uscente Cettina Scaffidi Militone confermata presidente all’unanimità

Rimarrà in carica per il prossimo triennio il Comitato d’imprenditoria femminile della Camera di commercio, insediatosi ieri. A guidare il “Cif” sarà nuovamente Cettina Scaffidi Militone, attuale componente della Giunta camerale e presidente uscente, riconfermata all’unanimità.

Presenti all’insediamento, il presidente e la segretaria generale della Camera di commercio, Ivo Blandina e Paola Sabella. «L’imprenditoria femminile è una componente fondamentale del tessuto economico – afferma il presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina – ecco perché il Cif rappresenta un punto di riferimento estremamente importante per le attività camerali, a supporto delle imprese in rosa della nostra provincia. La rielezione della presidente premia i risultati portati avanti nell’ultimo triennio dal Comitato, che, con le nuove nomine, si arricchisce ancor di più. Son certo, infatti, che la presenza giovanile delle attuali componenti sarà un ulteriore valore aggiunto».

Dodici le componenti: Cettina Scaffidi Militone, Palmira Frazzetto, Antonella Cappadona, Maria Daria Sturniolo, Sabrina Assenzio, Giusy Donato, Domenica Monte, Maria Grazia Giorgianni, Tiziana Pisano, Angelica Rizzo, Cettina Pizzo, Felicia Sciortino. Supplenti: Rossella Natoli, Daniela Mobilia, Maria Carmela Barbagallo, Maria Grazia Celona, Concetta Lo Faro, Gabriella Mustica, Deborah Bontempo, Annalisa Moschella, Gesualda Iudicelli, Maria Gullone, Maria Luisa Verzera.

«Ringrazio tutte le rappresentanti delle varie associazioni per la fiducia accordatami – dichiara la presidente del Cif, Cettina Scaffidi Militone - saremo una squadra operativa e il nostro impegno sarà di fornire e sviluppare una fitta rete di informazione e formazione relativa all’impresa al femminile. Daremo voce a tutte le imprenditrici che, con la loro esperienza, potranno essere un prezioso supporto per chi decide di intraprendere questa strada. Una strada che il Cif intende promuovere e sostenere, rafforzando anche le politiche di conciliazione tra lavoro e famiglia, essenziali per noi donne. La nostra presenza nel Comitato nazionale di Unioncamere, ci consentirà, inoltre, di essere aggiornate su tutte le iniziative in essere per poterle divulgare e fare nostre».

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Bari - Imprenditorialità femminile, tra sfide e opportunità. Tappa del Giro d'Italia ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3107C3S2/Bari---Imprenditorialita-femminile--tra-sfide-e-opportunita--Tappa-del-Giro-d-Italia.htm Thu, 07 Dec 2023 08:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3107C3S2/Bari---Imprenditorialita-femminile--tra-sfide-e-opportunita--Tappa-del-Giro-d-Italia.htm Si terrà a Bari l'11 dicembre la tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa a titolo: "Imprenditorialità femminile, tra sfide e opportunità".

Il programma si svolgerà come di seguito:

Saluti istituzionali
Luciana Di Bisceglie, Presidente Camera di commercio Bari

Imprenditorialità femminile e parità di gene ]]> Si terrà a Bari l'11 dicembre la tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa a titolo: "Imprenditorialità femminile, tra sfide e opportunità".

Il programma si svolgerà come di seguito:

Saluti istituzionali
Luciana Di Bisceglie, Presidente Camera di commercio Bari

Imprenditorialità femminile e parità di genere
Tiziana Pompei, Vice segretario generale Unioncamere italiana

Un’impresa tutta al femminile
Carla Palone, Assessore allo Sviluppo Economico Comune di Bari

Imprenditorialità femminile in Puglia: focus sulla transizione digitale
Alessandro Rinaldi, Direttore Studi e Statistiche Centro Studi Tagliacarne

Il ruolo del Comitato per la promozione dell’imprenditorialità femminile

Testimonianze imprenditoriali

Moderazione e conclusioni
Angela Partipilo, Segretario generale Camera di commercio Bari

Appuntamento in Camera di commercio di Bari - Sala Azzurra
C.so Cavour, 2 - Ore 10:30

Per informazioni
Marina Distaso marina.distaso@ba.camcom.it - tel. 080 2174256

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Giro d'Italia delle donne che fanno impresa, tappa di Pordenone-Udine ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3106C3S2/Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa--tappa-di-Pordenone-Udine.htm Thu, 07 Dec 2023 08:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3106C3S2/Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa--tappa-di-Pordenone-Udine.htm Martedì 12 dicembre, si svolgerà la settima tappa del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risors ]]> Martedì 12 dicembre, si svolgerà la settima tappa del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

"Dis-parità di genere anche online: come affrontarla" è il tema dell'incontro, in modalità webinar, organizzato da Unioncamere, in collaborazione con la Camera di commercio di Pordenone-Udine e il Comitato Imprenditoria femminile dell'ente camerale. Si parlerà degli strumenti per riconoscere e affrontare la violenza di genere in rete.

Partecipano all'appuntamento online Tiziana Pompei, vice segretario generale di Unioncamere, Maria Lucia Pilutti, segretario generale della Camera di commercio Pordenone-Udine e Cécile Vandenheede, presidente Comitato Imprenditoria femminile della Camera di commercio Pordenone-Udine.

PROGRAMMA

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Caserta - Evento Finale "IFC - Imprenditrici e Formazione per la Crescita" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3105C3S2/Caserta---Evento-Finale--IFC---Imprenditrici-e-Formazione-per-la-Crescita-.htm Fri, 01 Dec 2023 12:12:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3105C3S2/Caserta---Evento-Finale--IFC---Imprenditrici-e-Formazione-per-la-Crescita-.htm La Camera di commercio di Caserta, attraverso la sua Azienda Speciale, organizza il prossimo 15 dicembre, alle ore 17:00, un evento finalizzato a rilevare i risultati e le aspettative del percorso "IFC - Imprenditrici e Formazione per la Crescita".

]]>
La Camera di commercio di Caserta, attraverso la sua Azienda Speciale, organizza il prossimo 15 dicembre, alle ore 17:00, un evento finalizzato a rilevare i risultati e le aspettative del percorso "IFC - Imprenditrici e Formazione per la Crescita".

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Tappa marchigiana del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3104C3S2/Tappa-marchigiana-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Wed, 29 Nov 2023 20:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3104C3S2/Tappa-marchigiana-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Venerdì prossimo 1° dicembre, alla Loggia dei Mercanti di Ancona, si svolgerà la quinta tappa del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall&rsq ]]> Venerdì prossimo 1° dicembre, alla Loggia dei Mercanti di Ancona, si svolgerà la quinta tappa del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

Ideato e coordinato dal Comitato per l'imprenditoria femminile della Camera di commercio Marche e organizzato dalla Camera di commercio Marche in collaborazione con Unioncamere, l'appuntamento sarà un'occasione per parlare di impresa femminile, con dati sulla situazione marchigiana, e delle nuove misure predisposte dal sistema camerale per incentivare la misura della parità di genere in azienda. Nel corso dell'incontro si svolgerà la cerimonia del Premio Impronta d'impresa, riconoscimento tributato dalla Camera Marche alle imprese a titolarità femminile marchigiane che hanno lasciato il segno con progetti innovativi negli ambiti di internazionalizzazione, sostenibilità, digitale, turismo/cultura.

Partecipano, oltre alle imprese premiate da tutta la regione, Tiziana Pompei, vice segretario generale di Unioncamere, Federica Capriotti, presidente del Comitato Imprenditoria Femminile delle Marche, Gino Sabatini, presidente della Camera di commercio Marche  e Lucia Albano, sottosegretario di Stato al ministero dell'Economia e delle finanze.

Programma

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Bolzano - Certificazione "Audit famiglia e lavoro" consegnata a 11 nuove aziende ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3101C3S2/Bolzano---Certificazione--Audit-famiglia-e-lavoro--consegnata-a-11-nuove-aziende.htm Sun, 26 Nov 2023 13:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3101C3S2/Bolzano---Certificazione--Audit-famiglia-e-lavoro--consegnata-a-11-nuove-aziende.htm Undici imprese altoatesine hanno ottenuto per la prima volta la certificazione “Audit famigliaelavoro”, assegnata dalla Camera di Commercio di Bolzano e dalla Provincia autonoma di Bolzano, che valuta lo status quo delle misure a favore della famiglia, determina il potenziale di sviluppo ed elabora future misure vincolanti per i prossimi tre anni. La consegna delle certificazioni è avvenuta il 23 novembre nel Salone d&rsq ]]> Undici imprese altoatesine hanno ottenuto per la prima volta la certificazione “Audit famigliaelavoro”, assegnata dalla Camera di Commercio di Bolzano e dalla Provincia autonoma di Bolzano, che valuta lo status quo delle misure a favore della famiglia, determina il potenziale di sviluppo ed elabora future misure vincolanti per i prossimi tre anni. La consegna delle certificazioni è avvenuta il 23 novembre nel Salone d’Onore del Palazzo Mercantile a Bolzano. Altre aziende hanno ricevuto l’attestato per la seconda o terza volta, per un totale di 38 imprese.

Questi i datori di lavori che hanno completato il processo per la prima volta: Brixmedia (Bressanone), CSS – Cleaning System Service (Bolzano), Cassa pensione complementare Laborfonds (Bolzano), Centro giovanile Kassianeum (Bressanone), Kronservice GmbH (Brunico), Residenza per anziani Martinsheim (Malles), Unterhofer (Ritten), Panificio Schmiedl (Lana), Raiffeisenverband Alto Adige (Bolzano), Raiffeisenkasse Merano e Raiffeisenkasse Bassa Atesina.

I seguenti datori di lavoro sono stati sottoposti ad audit per la seconda volta: Autotest Südtirol (Franzensfeste), Brandnamic (Bressanone), Cooperativa sociale Cooperform (Bolzano), Cooperativa Fruchthof Oltradige (Appiano), Graber & Partner (Brunico), Hypo Vorarlberg Leasing (Bolzano), Comune di Lana, fabbrica di botti Tischlerei Mittelberger (Bolzano), Farmacie Peer (Bressanone/Lana), Cooperativa sociale Sovi Val Venosta (Silandro), Betonmax (Lana), Comune di Malles, Associazione dei Comuni di  Varna, Naz-Sciaves e Fortezza nonché l’Hotel Pfösl ( Nova Ponente).

Hanno concluso con successo la terza fase di audit: Centro di consulenza familiare ASDI (Bolzano), Centro giovanile Fly (Laives), Casa dello studente Antonianum (Bolzano), Ecorott (Auer) e TPA (Auer).

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Bari - Camera di commercio, nuovo Comitato per l'imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3098C3S2/Bari---Camera-di-commercio--nuovo-Comitato-per-l-imprenditoria-femminile-.htm Sun, 26 Nov 2023 12:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3098C3S2/Bari---Camera-di-commercio--nuovo-Comitato-per-l-imprenditoria-femminile-.htm Il mondo dell’imprenditoria femminile a Bari ha segnato ieri un importante passo avanti con l’insediamento del nuovo Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio. La guida del comitato, per il periodo 2023-2026, è stata affidata a Marta De Robertis, rappresentante di Confartigianato, eletta presidente. Al suo fianco, come vice presidente, agirà Maria Laera di Anita.

Le altre fig ]]> Il mondo dell’imprenditoria femminile a Bari ha segnato ieri un importante passo avanti con l’insediamento del nuovo Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio. La guida del comitato, per il periodo 2023-2026, è stata affidata a Marta De Robertis, rappresentante di Confartigianato, eletta presidente. Al suo fianco, come vice presidente, agirà Maria Laera di Anita.

Le altre figure chiave del comitato includono Maria Montaruli (CasAmbulanti), Angelica Curci (Cia), Adriana Angarano (Coldiretti), Samantha Alberto (Confapi), Annalisa Giaco’ (Confcommercio), Laura Maria Pia Tota (Confconsumatori), Anna Corriero (Confcooperative), Graziana Loiotine (Confesercenti), Maria Fiore (Confindustria) e Paola Sorrentino (CNA).

Unioncamere e il sistema camerale hanno sottolineato il loro impegno, protrattosi per anni, volto a promuovere l’imprenditoria femminile come componente essenziale del tessuto imprenditoriale. Questo impegno ha visto luce già nel 1999 con la firma del primo protocollo di intesa tra Unioncamere e il Ministero dello Sviluppo Economico, rinnovato nel 2003, per l’istituzione di comitati dedicati all’imprenditoria femminile in tutte le Camere di commercio.

L’attuale comitato ha assunto un’importanza cruciale, considerando la centralità rinnovata dell’imprenditoria femminile nel Piano nazionale resilienza e ripartenza. Le imprese femminili in Puglia, al secondo trimestre del 2023, hanno raggiunto la cifra di 88.000, con un’ampia rappresentanza in diversi settori, tra cui agricoltura, commercio, servizi alla persona, ristorazione, edilizia e moda. Tra queste, oltre 1.600 superano il milione di euro di fatturato, mentre quasi un centinaio hanno superato i 10 milioni.

Questo nuovo comitato rappresenta un segnale positivo e di speranza per il futuro dell’imprenditoria femminile in Puglia, un settore chiave per la crescita economica e sociale della regione.

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Livorno - 'I giovani incontrano le donne che lavorano', evento,a favore dell'imprenditorialità giovanile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3097C3S2/Livorno----I-giovani-incontrano-le-donne-che-lavorano---evento-a-favore-dell-imprenditorialita-giovanile.htm Sun, 26 Nov 2023 12:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3097C3S2/Livorno----I-giovani-incontrano-le-donne-che-lavorano---evento-a-favore-dell-imprenditorialita-giovanile.htm In Camera di commercio si è svolto un evento, a favore dell’imprenditorialità giovanile e della cultura della parità di genere: “I Giovani incontrano le donne che lavorano”. L’iniziativa è stata organizzata dalla Cciaa Maremma e Tirreno su proposta del Comitato Consultivo Imprenditoria Femminile dell’Ente.

Oltre 100 studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti dell ]]> In Camera di commercio si è svolto un evento, a favore dell’imprenditorialità giovanile e della cultura della parità di genere: “I Giovani incontrano le donne che lavorano”. L’iniziativa è stata organizzata dalla Cciaa Maremma e Tirreno su proposta del Comitato Consultivo Imprenditoria Femminile dell’Ente.

Oltre 100 studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti delle Scuole medie superiori di Livorno, hanno incontrato professioniste e imprenditrici, che si sono messe in gioco per raccontare sfide, passioni, difficoltà e successi dei loro percorsi di vita professionale e personale, logicamente intrecciati.

Francesca Marcucci, Membro di Giunta e Presidente del Comitato Consultivo Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio, ha accolto la platea di studenti e con il suo intervento ha introdotto lo scopo e il senso dell’iniziativa:

Oggi noi imprenditrici siamo qui per incontrarvi, confrontarsi con voi e dimostrare alle giovani generazioni e in particolare alle giovani donne che le loro scelte professionali non devono essere limitate e condizionate dagli stereotipi di genere. Ogni donna con la propria preparazione e competenza deve essere libera di scegliere la propria strada – sottolinea la dott.ssa Marcucci – Porteremo esempi di vita reale, professionale e personale che spero possano darvi un nuovo modello di visione delle donne che lavorano e che, pur con fatica, riescono ad affermarsi anche in professioni che un tempo potevano apparire tipicamente maschili.”

A seguire gli interventi della Viceprefetto di Livorno Flavia Anania, del Questore Giuseppina Stellino e della Dott.ssa Tiziana Rapisarda del Provveditorato agli Studi, tutti volti ad incoraggiare i giovani a superare preconcetti e a costruire un nuovo modello di società basato sulla parità di genere.

Queste le imprenditrici che hanno partecipato all’evento e alle quali va il ringraziamento della Camera di commercio della Maremma e del Tirreno:
Barbara Baudissard – Consulente aziendale
Barbara Borasio – RavioLab Chef In Pasta
Gloria Cappagli – Consulente del lavoro
Federica Garaffa – Pasticceria Cristiani s.r.l.
Gloria Giani – Pilade Giani s.r.l.
Maria Graziani – Graziani s.r.l.
Elena Mannucci – Termisol Termica s.r.l.
Valeria Rinaldi e Alessandra Rusciano – Comitato pari opportunità ODCEC Livorno
Monica Vatteroni – Eye-tech s.r.l.

(Fonte: Livornopress.it)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Friuli Venezia Giulia - Imprenditoria femminile, educazione finanziaria e accesso al credito ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3103C3S2/Friuli-Venezia-Giulia---Imprenditoria-femminile--educazione-finanziaria-e-accesso-al-credito.htm Sat, 25 Nov 2023 13:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3103C3S2/Friuli-Venezia-Giulia---Imprenditoria-femminile--educazione-finanziaria-e-accesso-al-credito.htm “Educazione finanziaria e accesso” al credito è il titolo del convegno che si svolgerà lunedì 27 novembre, con inizio alle ore 16, nella sala maggiore della Camera di commercio Venezia Giulia e indirizzato alle donne che intendono aprire un’impresa e alle imprenditrici già avviate e professioniste. L’obiettivo è quello di diffondere l’importanza dell’edu ]]> “Educazione finanziaria e accesso” al credito è il titolo del convegno che si svolgerà lunedì 27 novembre, con inizio alle ore 16, nella sala maggiore della Camera di commercio Venezia Giulia e indirizzato alle donne che intendono aprire un’impresa e alle imprenditrici già avviate e professioniste. L’obiettivo è quello di diffondere l’importanza dell’educazione finanziaria e della conoscenza delle possibilità di accesso al credito che ci sono sul territorio, per affrontare il  mercato, realizzare le proprie idee imprenditoriali e sfruttare al meglio le risorse disponibili.

Il Convegno è la tappa del Giro d’Italia a Trieste delle donne che fanno impresa, organizzato da Unioncamere e dalla rete nazionale dei Comitati per l’imprenditoria femminile. La tappa del 27 è ideata e coordinata dal Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio Venezia Giulia che vede come componenti le rappresentanti delle principali associazioni di categoria delle due province.

Durante il Convegno sarà presentata la Guida “Donne in affari: il potere dell’educazione finanziaria” curata dalla Camera di commercio Venezia Giulia, si parlerà degli ostacoli che le donne incontrano nell’accesso al credito e nell’affrontare l’attività imprenditoriale, verranno presentate, inoltre, le possibilità di finanziamento per l’avvio di un’attività e lo sviluppo di quelle esistenti da parte di enti e istituzioni quali la Regione Fvg, la Camera di commercio Venezia Giulia, il Confidi Venezia Giulia, la Banca d’Italia e verrà data voce a un’imprenditrice del territorio che porterà la sua testimonianza.

 

(Fonte: ilFriuli.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Piemonte - Parità di genere: incontro online giovedì 30 novembre ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3102C3S2/Piemonte---Parita-di-genere--incontro-online-giovedi-30-novembre.htm Sat, 25 Nov 2023 13:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3102C3S2/Piemonte---Parita-di-genere--incontro-online-giovedi-30-novembre.htm Ridurre il divario di genere nelle aree più critiche per la crescita professionale delle donne e favorirne l'accesso al mondo del lavoro sostenendo l’adozione di politiche aziendali: è questo l’obiettivo del “Sistema di certificazione della parità di genere”, che rientra tra gli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera ]]> Ridurre il divario di genere nelle aree più critiche per la crescita professionale delle donne e favorirne l'accesso al mondo del lavoro sostenendo l’adozione di politiche aziendali: è questo l’obiettivo del “Sistema di certificazione della parità di genere”, che rientra tra gli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte, in collaborazione con Unioncamere, organizza un webinar gratuito su questo tema che si svolgerà nella mattina di giovedì 30 novembre, dalle ore 10.00 alle 12.00. Nel corso dell’incontro verrà approfondito il percorso per ottenere la certificazione di parità di genere (UNI/PdR 125:2022), che viene rilasciata su richiesta volontaria dell’impresa, e saranno presentati i contributi previsti in favore delle PMI dal bando nazionale in apertura il 6 dicembre 2023 per ricevere assistenza tecnica e di accompagnamento finalizzata a ridurre il divario di genere in azienda e ottenere la certificazione.

Ad aprire i lavori saranno Fabio Ravanelli, presidente della Camera di Commercio, ed Elisabetta Belletti, presidente del Comitato imprenditoria femminile. Seguiranno l’intervento di Monica Onori, funzionario di Si.Camera - Agenzia delle camere di commercio d’Italia, sull’impegno del sistema camerale per la parità di genere, e il focus sulla struttura degli incentivi nazionali da parte di Eliana Nicosia, funzionario di Dintec - Consorzio per l'innovazione tecnologica di Unioncamere. A raccontare la propria esperienza aziendale relativa all’ottenimento della certificazione di parità di genere sarà Elisabetta Greco, responsabile Risorse umane di Cimberio S.p.A.

«L’obiettivo del Sistema di certificazione della parità di genere alle imprese è quello di favorire l’adozione di politiche mirate a livello aziendale» spiega Elisabetta Belletti presidente del Comitato imprenditoria femminile. «In particolare il sistema punta a sostenere l’empowerment femminile e l’equilibrio di genere, migliorando così la possibilità per le donne di accedere al mercato del lavoro, a posizioni di leadership e a una gestione più armonica dei tempi di vita e lavoro. Con questo incontro vogliamo fare conoscere alle imprese del territorio gli incentivi messi a disposizione dal bando che si aprirà il prossimo 6 dicembre, aiutandole a presentare la propria candidatura e a cogliere le opportunità previste dalla misura».

La partecipazione all’incontro online è gratuita: per iscriversi occorre compilare il modulo di adesione online, disponibile dal sito www.pno.camcom.it dove è possibile consultare anche il programma dell’evento. Maggiori informazioni possono essere richieste alla Segreteria del Comitato imprenditoria femminile.

 

(Fonte: laSesia.it)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Genova - La certificazione della parità di genere: le agevolazioni per le pmi ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3096C3S2/Genova---La-certificazione-della-parita-di-genere--le-agevolazioni-per-le-pmi.htm Sat, 25 Nov 2023 00:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3096C3S2/Genova---La-certificazione-della-parita-di-genere--le-agevolazioni-per-le-pmi.htm Lunedì 27 novembre, organizzato dalla Camera di commercio Riviere di Liguria, si terrà il webinar su 'La certificazione della parità di genere: le agevolazioni per le pmi'. Tra i temi affrontati l'impegno del sistema camerale per la parità di genere e la struttura degli incentivi nazionali per la certificazione.

Lunedì 27 novembre, organizzato dalla Camera di commercio Riviere di Liguria, si terrà il webinar su 'La certificazione della parità di genere: le agevolazioni per le pmi'. Tra i temi affrontati l'impegno del sistema camerale per la parità di genere e la struttura degli incentivi nazionali per la certificazione.

Programma

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Quarta tappa a Trieste per il Giro d'Italia delle imprenditrici ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3093C3S2/Quarta-tappa-a-Trieste-per-il-Giro-d-Italia-delle-imprenditrici.htm Fri, 24 Nov 2023 23:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3093C3S2/Quarta-tappa-a-Trieste-per-il-Giro-d-Italia-delle-imprenditrici.htm Lunedì 27 novembre tappa a Trieste dell'edizione 2023 della manifestazione itinerante “Il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made ]]> Lunedì 27 novembre tappa a Trieste dell'edizione 2023 della manifestazione itinerante “Il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

Temi guida della quarta tappa del Giro, ideata e coordinata dal Comitato per l'imprenditoria femminile della Camera di commercio Venezia Giulia Trieste Gorizia e organizzata dalla Camera di commercio Venezia Giulia e dalla sua azienda speciale Aries Venezia Giulia  in collaborazione con Unioncamere, sono l'educazione finanziaria e l'accesso al credito. L'appuntamento, rivolto alle donne che intendono aprire un'impresa e a imprenditrici già avviate e professioniste, ha l'obiettivo di diffondere l'importanza dell'educazione finanziaria e della conoscenza delle possibilità di accesso al credito che ci sono sul territorio per affrontare il  mercato, realizzare le proprie idee imprenditoriali e sfruttare al meglio le risorse disponibili. Nel corso dell'evento sarà presentata la guida "Donne in affari: il potere dell'educazione finanziaria" curata dalla Camera di Commercio Venezia Giulia.

Parteciperanno all'incontro, portando il loro saluto, la vice segretaria generale di Unioncamere,Tiziana Pompei, e il presidente della Camera di commercio della Venezia Giulia Antonio Paoletti.

PROGRAMMA

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Padova - Violenza di genere, istituzioni e imprese a confronto in Camera di commercio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3099C3S2/Padova---Violenza-di-genere--istituzioni-e-imprese-a-confronto-in-Camera-di-commercio.htm Fri, 24 Nov 2023 12:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3099C3S2/Padova---Violenza-di-genere--istituzioni-e-imprese-a-confronto-in-Camera-di-commercio.htm Un’occasione per stimolare la riflessione e l’azione – anche all’interno delle imprese – su un tema urgente e ineludibile: in che modo le istituzioni e le aziende possono fare la propria parte nella prevenzione della violenza di genere? Questo uno degli interrogativi al centro del convegno Imprese e istituzioni insieme si può – Azioni diffuse per la prevenzione della violenza di genere promosso dal ]]> Un’occasione per stimolare la riflessione e l’azione – anche all’interno delle imprese – su un tema urgente e ineludibile: in che modo le istituzioni e le aziende possono fare la propria parte nella prevenzione della violenza di genere? Questo uno degli interrogativi al centro del convegno Imprese e istituzioni insieme si può – Azioni diffuse per la prevenzione della violenza di genere promosso dalla Camera di Commercio di Padova lunedì 27 novembre a partire dalle 16.45 presso la sala Convegni della sede della CCIAA in piazza Insurrezione 1/A a Padova.

L’appuntamento, aperto a tutti e a tutte, è organizzato dal Comitato per lo sviluppo dell’imprenditoria femminile dell’ente camerale in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza di genere che ricorre sabato 25 novembre.

L’evento, introdotto da Nicoletta Allibardi, componente della giunta della CCIAA, sarà occasione per presentare i progetti messi in campo dalla Camera di Commercio su questo fronte, a partire dalle iniziative di formazione che coinvolgono le imprese. Sono inoltre in programma le testimonianze di alcune aziende del territorio che hanno aderito a iniziative in questa direzione.

A seguire, gli interventi di Silvia Scordo, Consigliera di parità della Provincia di Padova, e di Margherita Colonnello, assessora alle Politiche di genere e pari opportunità del Comune di Padova. L’incontro è moderato da Elena Morello,Presidente del Comitato per lo sviluppo dell’imprenditoria femminile.

“La violenza di genere – spiega Allibardi – è un fenomeno complesso, determinato culturalmente e che può essere contrastato solo attraverso un’azione di rete multidisciplinare altrettanto complessa, dove giocano un ruolo fondamentale la comunicazione tra i nodi della rete, l’adozione di paradigmi di lettura sensibili alle questioni di genere tra le parti coinvolte e la condivisione di obiettivi comuni. La Camera di Commercio di Padova, in sinergia con il proprio Comitato per l’imprenditoria femminile, è attiva a vari livelli per cercare di ridurre la portata di questo fenomeno globale. Occorre agire con un approccio articolato, integrato e coordinato che consenta, da un lato, la protezione delle vittime e la repressione degli autori di violenza e, dall’altro, una complessa e articolata azione di prevenzione”.

“La responsabilità non è mai troppa – aggiunge Elena Morello, Presidente del Comitato imprenditoria femminile – specie quando si ha a che fare con tematiche così delicate e, purtroppo, all’ordine del giorno. Incoraggiando e supportando questo momento di condivisione e di trattazione della materia, il nostro comitato ha voluto sottolineare come la violenza di genere vada affrontata in ogni ambito. Se il problema ha matrici culturali e storiche, non vi è infatti contesto, aziendale, scolastico o famigliare, in cui non sia necessario lavorare affinché ci sia non soltanto maggior responsabilità, ma prima di tutto una maggior consapevolezza, conoscenza e un instancabile impegno nel valor fare la nostra parte. È necessario uno sforzo corale per rendere questo ‘fenomeno’ un retaggio davvero storico e, speriamo, via via sempre più lontano dalla vita quotidiana nostra e delle future generazioni”.


(Fonte: Nordest24.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia - Costi e Benefici di una riforma storica. Incontro info-formativo sulla certificazione della parità di genere. ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3095C3S2/Catanzaro--Crotone-e-Vibo-Valentia---Costi-e-Benefici-di-una-riforma-storica--Incontro-info-formativo-sulla-certificazione-della-parita-di-genere-.htm Thu, 23 Nov 2023 23:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3095C3S2/Catanzaro--Crotone-e-Vibo-Valentia---Costi-e-Benefici-di-una-riforma-storica--Incontro-info-formativo-sulla-certificazione-della-parita-di-genere-.htm Costi e Benefici di una riforma storica. Incontro info-formativo sulla certificazione della parità di genere.
Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia
venerdì, 24 novembre 2023 - ore 15:00/18.00
Sede camerale CZ via Menniti Ippolito, 16

Saluti istituzionali

Pietro Alfredo Falbo, Presidente Camera di Commercio di Catanzaro, Croton ]]> Costi e Benefici di una riforma storica. Incontro info-formativo sulla certificazione della parità di genere.
Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia
venerdì, 24 novembre 2023 - ore 15:00/18.00
Sede camerale CZ via Menniti Ippolito, 16

Saluti istituzionali

Pietro Alfredo Falbo, Presidente Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia
Walter Placida, Presidente Promocalabriacentro - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia
Antonella Mancuso, Presidente Comitato per l’Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia
Interventi
Aldo Ferrara, Consigliere CNEL
Antonio Daffinà, Presidente ODCEC Vibo Valentia
Donatella Soluri, Presidente Commissione provinciale Pari Opportunità di Catanzaro
Stefania Figliuzzi, Expert in gender equity
Sabrina Diella, Funzionario Unioncamere Italiana
Eliana Nicosia, Funzionario Dintec
Dibattito
Testimonianze di imprese certificate

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ A Visionaria 2023 la tappa abruzzese del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3094C3S2/A-Visionaria-2023-la-tappa-abruzzese-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Tue, 21 Nov 2023 23:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3094C3S2/A-Visionaria-2023-la-tappa-abruzzese-del-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa.htm Giovedì 23 novembre terza tappa in Abruzzo per l'edizione 2023 della manifestazione itinerante “Il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e ]]> Giovedì 23 novembre terza tappa in Abruzzo per l'edizione 2023 della manifestazione itinerante “Il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

La tappa abruzzese, organizzata dalla Camera di commercio Chieti Pescara e la sua Agenzia di sviluppo in collaborazione con Unioncamere, si svolgerà all'interno dell'edizione 2023 di Visionaria, l'Adriatic Innovation Forum in programma dal 22 al 24 novembre 2023 al porto turistico Marina di Pescara.

Nel corso della tavola rotonda dal titolo "Visionaria. Sostantivo femminile", si parlerà di come sono messe le donne in fatto di innovazione, di quanto incidono alcuni comportamenti sulla scelta delle lauree scientifiche, di quali sono gli incentivi adesso disponibili, con particolare riferimento a quelli dedicati alle nuove tecnologie. Interverranno all'appuntamento, tra gli altri, la vice segretaria generale di Unioncamere,Tiziana Pompei, il presidente della Camera di commercio di Chieti Pescara, Gennaro Strever e la presidente del Comitato per l'imprenditoria femminile di Chieti Pescara Antonella Marrollo.

PROGRAMMA

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Webinar sulla certificazione di parità di genere ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3091C3S2/Webinar-sulla-certificazione-di-parita-di-genere.htm Wed, 15 Nov 2023 22:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3091C3S2/Webinar-sulla-certificazione-di-parita-di-genere.htm A partire dal 6 dicembre 2023 è possibile presentare la domanda di partecipazione al bando per la certificazione di parità di genere, attraverso il quale le imprese possono ottenere contributi per assistenza tecnica e di accompagnamento. Obiettivo: ridurre il divario di genere in azienda e arrivare a ottenere la certificazione (UNI/PdR 125:2022).

"Certificazione parità di genere: il bando, vantaggi e opp ]]> A partire dal 6 dicembre 2023 è possibile presentare la domanda di partecipazione al bando per la certificazione di parità di genere, attraverso il quale le imprese possono ottenere contributi per assistenza tecnica e di accompagnamento. Obiettivo: ridurre il divario di genere in azienda e arrivare a ottenere la certificazione (UNI/PdR 125:2022).

"Certificazione parità di genere: il bando, vantaggi e opportunità per le imprese": questo il titolo del webinar in programma per venerdì 17 novembre 2023 alle ore 11, che punta a chiarire ed approfondire tutti gli aspetti di questo percorso.

Dopo i saluti introduttivi d Sandro Pettinato, vice segretario generale di Unioncamere, il programma prevede un intervento sul "Sistema nazionale di certificazione della parità di genere: a che punto siamo", a cura di Gianluca Puliga, dirigente del Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Sabrina Diella, funzionario di Unioncamere parlerà di "L'impegno del sistema camerale nel sistema di certificazione", mentre "Certificazione di parità di genere: il sistema di accreditamento nazionale", sarà il tema al centro dell'intervento di Emanuele Riva, vice direttore di Accredia. Seguirà Antonio Romeo, direttore di Dintec, che interverrà sulla struttura degli incentivi nazionali per la certificazione. Infine, Ruggero Lensi, direttore generale di UNI - Ente italiano di  normazione, parlerà della "Normativa per la certificazione della parità di genere: la UNI PdR 125:2022". Modera Marilina Labia, responsabile Area assistenza tecnica pubblica amministrazione di Si.Camera.

Iscrizione gratuita previa iscrizione all'apposito form.

Tutte le info per la certificazione di parità di genere al seguente link: https://certificazioneparitadigenere.unioncamere.gov.it/

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Campobasso - Strumenti e opportunità per le donne che fanno impresa, tappa molisana del Giro d'Italia ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3090C3S2/Campobasso---Strumenti-e-opportunita-per-le-donne-che-fanno-impresa--tappa-molisana-del-Giro-d-Italia.htm Tue, 14 Nov 2023 07:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3090C3S2/Campobasso---Strumenti-e-opportunita-per-le-donne-che-fanno-impresa--tappa-molisana-del-Giro-d-Italia.htm Nuova tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2023. Sarà la volta di Campobasso, con la Camera di commercio del Molise, che ospiterà il 22 novembre il road show promosso da Unioncamere con i Comitati Imprenditoria Femminile delle Camere di commercio d'Italia.

Questa volta il tema saranno gli strumenti e le opportunità per le imprenditrici molisane. Si parlerà inol ]]> Nuova tappa del Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2023. Sarà la volta di Campobasso, con la Camera di commercio del Molise, che ospiterà il 22 novembre il road show promosso da Unioncamere con i Comitati Imprenditoria Femminile delle Camere di commercio d'Italia.

Questa volta il tema saranno gli strumenti e le opportunità per le imprenditrici molisane. Si parlerà inoltre di parità di genere ed educazione finanziaria.
Il Giro d'Italia delle donne che fanno impresa é un #roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’#imprenditoriafemminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del Ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’#UnioneEuropea con le risorse del #NextGenerationEU che Invitalia – soggetto gestore – realizza in collaborazione con Unioncamere.

PROGRAMMA

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Bari - Due andriesi elette nel Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3089C3S2/Bari---Due-andriesi-elette-nel-Comitato-Imprenditoria-Femminile-della-Camera-di-commercio.htm Mon, 13 Nov 2023 22:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3089C3S2/Bari---Due-andriesi-elette-nel-Comitato-Imprenditoria-Femminile-della-Camera-di-commercio.htm La giunta camerale della Camera di commercio di Bari, ha nominato i componenti del Comitato Imprenditoria Femminile (C.I.F.), in rappresentanza delle Organizzazioni Imprenditoriali presenti nel Consiglio Camerale.Nel pomeriggio di lunedì 20 novembre 2023, presso la sede della Camera di Commercio a Bari, si svolgerà la riunione per l'insediamento del C.I.F., la lettura del regolamento e l'elezione del Presidente e vic ]]> La giunta camerale della Camera di commercio di Bari, ha nominato i componenti del Comitato Imprenditoria Femminile (C.I.F.), in rappresentanza delle Organizzazioni Imprenditoriali presenti nel Consiglio Camerale.Nel pomeriggio di lunedì 20 novembre 2023, presso la sede della Camera di Commercio a Bari, si svolgerà la riunione per l'insediamento del C.I.F., la lettura del regolamento e l'elezione del Presidente e vice Presidente.La città di Andria ha espresso all'interno del Comitato due personalità cittadine: l'avvocato Laura Maria Pia Tota, in rappresentanza di Confconsumatori e la consulente e imprenditrice Maria Montaruli, in rappresentanza di CasAmbulanti. Soddisfazione per la nomina di Tota e di Montaruli è stata espressa in ambito istituzionale e nel mondo associazionistico.
Le due componenti del C.I.F. hanno espresso soddisfazione e gratitudine per la fiducia riposta nella loro azione al servizio delle Imprese e delle donne lavoratrici, ringraziando la Presidente della Camera di commercio di Bari, Lucia Di Bisceglie, garantendole massima collaborazione e disponibilità a svolgere il ruolo loro attribuito, guardando al mondo femminile con quella sensibilità ed attenzione che sono proprie delle donne e che daranno dignità al ruolo e all'attività di tutto il Comitato e di tutte le sue componenti.
]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ "La discriminazione di genere nei luoghi di lavoro", incontro alla Camera di commercio dell'Umbria ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3088C3S2/-La-discriminazione-di-genere-nei-luoghi-di-lavoro---incontro-alla-Camera-di-commercio-dell-Umbria.htm Mon, 13 Nov 2023 19:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3088C3S2/-La-discriminazione-di-genere-nei-luoghi-di-lavoro---incontro-alla-Camera-di-commercio-dell-Umbria.htm Giovedì 23 novembre ore 10.00 Centro Congressi della Camera di commercio dell'Umbria, sede di Perugia - Via Pellas 81 - Perugia - 06121

Da sempre la discriminazione nei confronti delle donne costituisce una barriera invisibile ma invalicabile negli ambienti di lavoro.

In vista della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la Camera di commercio dell’Umbria, insi ]]> Giovedì 23 novembre ore 10.00 Centro Congressi della Camera di commercio dell'Umbria, sede di Perugia - Via Pellas 81 - Perugia - 06121

Da sempre la discriminazione nei confronti delle donne costituisce una barriera invisibile ma invalicabile negli ambienti di lavoro.

In vista della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la Camera di commercio dell’Umbria, insieme al Comitato Unico di Garanzia e al Comitato per l’Imprenditoria Femminile organizza un momento di riflessione e di approfondimento.

Il programma
Saluti istituzionali
Giorgio Mencaroni, Presidente Camera di commercio dell’Umbria
Dalia Sciamannini, Presidente Comitato Imprenditoria Femminile Camera di commercio dell’Umbria
Giuliana Piandoro, Presidente Comitato Unico di Garanzia Camera di commercio dell’Umbria
Relazioni tecniche
Salute e sicurezza sul lavoro, una questione anche di genere
Alessandra Ligi, Direttrice Inail Umbria
Attività dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro per la tutela e vigilanza sui fenomeni discriminatori
Andrea Benedetti, Responsabile Ispettorato Territoriale del Lavoro di Perugia
Azione di prevenzione e contrasto della Polizia di Stato ai fenomeni di violenza di genere
Fausto Lamparelli, Questore di Perugia
L’impegno delle direzioni del personale per la parità di genere nei luoghi di lavoro
Sylvia Liuti, Esperta di Politiche di Genere - AIDP Inclusion
Rischi psicosociali, discriminazioni dirette e indirette: i processi organizzativi non sono mai neutri
David Lazzari, Presidente Consiglio Nazionale Ordine Psicologi e Pietro Bussotti, Consigliere CNOP
La Certificazione di genere: un’opportunità di consapevolezza per tutte le imprese
Marilina Labia, Dirigente SiCamera-Unioncamere
Interventi
Caterina Grechi, Presidente Centro Pari Opportunità Regione Umbria
Rosita Garzi, Consigliera di Parità regionale
Conclusioni
a cura della Regione Umbria

Modera
Federico Sisti, Segretario Generale Camera di commercio dell’Umbria

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Seminario di primo orientamento per l'avvio dell'impresa femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3092C3S2/Seminario-di-primo-orientamento-per-l-avvio-dell-impresa-femminile.htm Fri, 10 Nov 2023 23:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3092C3S2/Seminario-di-primo-orientamento-per-l-avvio-dell-impresa-femminile.htm SNI, il Servizio Nuove Imprese di Unioncamere e delle Camere di commercio propone giovedì 16 novembre, dalle ore 13.00, un seminario di primo orientamento per l'avvio di imprese femminili.

In questo modulo vedremo l'importanza delle materie stem (Science, Technology, Engineering e Mathematics): insieme delle discipline scientifico-tecnologiche, e i relativi campi di studio per fare impresa al femminile.

]]> SNI, il Servizio Nuove Imprese di Unioncamere e delle Camere di commercio propone giovedì 16 novembre, dalle ore 13.00, un seminario di primo orientamento per l'avvio di imprese femminili.

In questo modulo vedremo l'importanza delle materie stem (Science, Technology, Engineering e Mathematics): insieme delle discipline scientifico-tecnologiche, e i relativi campi di studio per fare impresa al femminile.

Un esperto tratterà questi argomenti in incontri di gruppo della durata complessiva di circa 2 ore.

Destinatari: Aspiranti imprenditrici/imprenditori, lavoratrici/lavoratori autonomi che intendono avviare nuove attività economiche in Italia.

NON è prevista la partecipazione di soggetti, imprese o liberi professionisti, che svolgono attività di formazione e/o consulenza di impresa sui temi oggetto del webinar.

Info

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Al via l'avviso pubblico per le agevolazioni per la certificazione della parità di genere delle Pmi ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3087C3S2/Al-via-l-avviso-pubblico-per-le-agevolazioni-per-la-certificazione-della-parita-di-genere-delle-Pmi.htm Thu, 09 Nov 2023 15:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3087C3S2/Al-via-l-avviso-pubblico-per-le-agevolazioni-per-la-certificazione-della-parita-di-genere-delle-Pmi.htm Al via oggi, lunedì 6 novembre, l’avviso pubblico che definisce i criteri e le modalità per la concessione dei contributi alle micro, piccole e medie imprese per l’ottenimento della certificazione della parità di genere, misura del PNRR a titolarità del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, realizzata in collaborazione con Unioncamere in qualità ]]> Al via oggi, lunedì 6 novembre, l’avviso pubblico che definisce i criteri e le modalità per la concessione dei contributi alle micro, piccole e medie imprese per l’ottenimento della certificazione della parità di genere, misura del PNRR a titolarità del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, realizzata in collaborazione con Unioncamere in qualità di soggetto attuatore.

Con l’avviso pubblico, sono definiti i criteri e le modalità per la concessione di contributi alle PMI per i servizi di assistenza tecnica e accompagnamento, forniti sotto forma di tutoraggio e per i servizi di certificazione della parità di genere.

Obiettivo della misura, che ha una dotazione complessiva di 10 milioni di euro, 8 dei quali destinati al supporto alle PMI, è accompagnare e incentivare le imprese ad adottare policy adeguate a ridurre il divario di genere e, in linea con quanto previsto dalla Strategia nazionale per la parità di genere, contribuire a raggiungere entro il 2026 l’incremento di 5 punti nella classifica dell’Indice sull’uguaglianza di genere elaborato dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE) che attualmente vede l’Italia al 13esimo posto nella classifica dei Paesi UE. Con l’avviso che è stato pubblicato oggi 6 novembre, viene messa a disposizione una prima tranche di 4 milioni di euro.

Con questa misura - osserva la ministra per la Famiglia, la natalità e le pari opportunità, Eugenia Roccella - vogliamo promuovere quel cambiamento culturale che riteniamo fondamentale per la piena affermazione delle pari opportunità tra uomo e donna e per una maggiore partecipazione delle donne alla vita economica e sociale del Paese. Il mondo delle imprese sta dimostrando un grande senso di responsabilità, ma siamo consapevoli che per le piccole realtà, che costituiscono una componente essenziale del tessuto produttivo, è più difficile dedicare risorse ed energie alla definizione di nuove procedure, apparentemente lontane dal loro core business. Per questo è importante accompagnarle e incentivarle, affinché possano anch’esse integrare la prospettiva delle pari opportunità nelle scelte aziendali. Ci vorrà tempo, ma siamo convinti che anche grazie al pieno coinvolgimento del mondo imprenditoriale le donne potranno liberare il loro potenziale di crescita e di libertà”.

“La certificazione della parità di genere per le imprese ha le potenzialità per raggiungere l’obiettivo di una maggiore occupazione femminile ma, soprattutto, di una migliore qualità del lavoro femminile” -  commenta il presidente di Unioncamere, Andrea Prete. “L’iniziativa è rivolta infatti alla promozione della trasparenza sui processi lavorativi nelle imprese, la riduzione del gender pay gap aumentando le opportunità di crescita in azienda. Il 39% delle organizzazioni che hanno ottenuto la certificazione hanno avuto anche vantaggi tangibili, sia nella crescita della reputazione aziendale (31%), sia nel percorso di cambiamento verso le pari opportunità”.

Comunicato stampa

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ 'Un percorso verso un ambiente imprenditoriale più a misura di donna'. Evento Eurochambres Women Entrepreneurs ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3086C3S2/-Un-percorso-verso-un-ambiente-imprenditoriale-piu-a-misura-di-donna---Evento-Eurochambres-Women-Entrepreneurs-.htm Thu, 09 Nov 2023 12:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3086C3S2/-Un-percorso-verso-un-ambiente-imprenditoriale-piu-a-misura-di-donna---Evento-Eurochambres-Women-Entrepreneurs-.htm "Un percorso verso un ambiente imprenditoriale più a misura di donna": lunedì 13 novembre nell'ambito del Parlamento europeo delle imprese di Eurochambres si terrà l'evento dedicato all'imprenditoria femminile, organizzato da Eurochambres Women Network. Partecipa il vicesegretario generale di Unioncamere Tiziana Pompei.
Lo scopo di questa iniziativa è quell ]]>
"Un percorso verso un ambiente imprenditoriale più a misura di donna": lunedì 13 novembre nell'ambito del Parlamento europeo delle imprese di Eurochambres si terrà l'evento dedicato all'imprenditoria femminile, organizzato da Eurochambres Women Network. Partecipa il vicesegretario generale di Unioncamere Tiziana Pompei.
Lo scopo di questa iniziativa è quello di migliorare lo scambio tra le donne imprenditrici in tutta Europa e di assicurarsi che siano informate sulle iniziative disponibili per sostenerle. L'evento si concentrerà su tre macro-temi: uguaglianza di genere (questioni come la parità di retribuzione, ad esempio), accesso ai finanziamenti e competenze (con un focus particolare sulle competenze green e digitali). Il formato dell'evento consentirà alle donne imprenditrici di confrontarsi sulle proprie esigenze e sulle sfide che devono affrontare e di impegnarsi in un dibattito con i rappresentanti delle istituzioni europee. Le Camere di commercio avranno la possibilità di mettere in mostra le proprie iniziative volte a favorire l'imprenditorialità femminile.

Info

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Ferrara-Ravenna: incontro sulla certificazione della parità di genere ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3082C3S2/Ferrara-Ravenna--incontro-sulla-certificazione-della-parita-di-genere.htm Tue, 07 Nov 2023 20:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3082C3S2/Ferrara-Ravenna--incontro-sulla-certificazione-della-parita-di-genere.htm Il tema della certificazione della parità di genere, le opportunità e i vantaggi concreti per le imprese, saranno affrontati mercoledì 8 novembre, a partire dalle 15.00, nel corso di un incontro in programma a Ravenna presso la sede di Confartigianato Ravenna in Viale Berlinguer n. 8.

L’appuntamento è organizzato dalla Confartigianato di Ravenna con il patrocinio della Camera di ]]> Il tema della certificazione della parità di genere, le opportunità e i vantaggi concreti per le imprese, saranno affrontati mercoledì 8 novembre, a partire dalle 15.00, nel corso di un incontro in programma a Ravenna presso la sede di Confartigianato Ravenna in Viale Berlinguer n. 8.

L’appuntamento è organizzato dalla Confartigianato di Ravenna con il patrocinio della Camera di commercio di Ferrara-Ravenna. Interverrà Tiziana Pompei, vice segretaria nazionale di Unioncamere, che racconterà l'impegno del sistema camerale per la parità di genere.

Programma

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Roma - Bando Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile 2023 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3080C3S2/Roma---Bando-Idea-innovativa--la-nuova-imprenditorialita-al-femminile-2023.htm Tue, 07 Nov 2023 19:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3080C3S2/Roma---Bando-Idea-innovativa--la-nuova-imprenditorialita-al-femminile-2023.htm La Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con il Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile, ha emanato l’XI edizione del Bando Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile 2023 allo scopo di diffondere la cultura imprenditoriale femminile e favorire la crescita e lo sviluppo della realtà imprenditoriale femminile di Roma e provincia.

L’iniziativa si rivo ]]> La Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con il Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile, ha emanato l’XI edizione del Bando Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile 2023 allo scopo di diffondere la cultura imprenditoriale femminile e favorire la crescita e lo sviluppo della realtà imprenditoriale femminile di Roma e provincia.

L’iniziativa si rivolge alle micro, piccole e medie imprese femminili operanti nel territorio di Roma e provincia che intendono realizzare un progetto imprenditoriale contraddistinto dall’originalità dell’attività svolta e/o dall’innovatività del processo produttivo, del prodotto o del servizio offerto, degli strumenti di commercializzazione o di assistenza alla clientela.

Per ciascuna delle cinque imprese femminili vincitrici, verrà erogato un contributo in denaro entro il tetto massimo di € 5.000,00.

Le domande di partecipazione possono essere inviate a partire dalle ore 14:00 del 13 novembre 2023 ed entro le ore 14:00 del 20 dicembre 2023.

Maggiori info

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Al via l'avviso pubblico per le agevolazioni per la certificazione della parità di genere delle Pmi ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3081C3S2/Al-via-l-avviso-pubblico-per-le-agevolazioni-per-la-certificazione-della-parita-di-genere-delle-Pmi.htm Mon, 06 Nov 2023 20:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3081C3S2/Al-via-l-avviso-pubblico-per-le-agevolazioni-per-la-certificazione-della-parita-di-genere-delle-Pmi.htm Al via oggi, lunedì 6 novembre, l’avviso pubblico che definisce i criteri e le modalità per la concessione dei contributi alle micro, piccole e medie imprese per l’ottenimento della certificazione della parità di genere, misura del PNRR a titolarità del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, realizzata in collaborazione con Unioncamere in qualità ]]> Al via oggi, lunedì 6 novembre, l’avviso pubblico che definisce i criteri e le modalità per la concessione dei contributi alle micro, piccole e medie imprese per l’ottenimento della certificazione della parità di genere, misura del PNRR a titolarità del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, realizzata in collaborazione con Unioncamere in qualità di soggetto attuatore.

Con l’avviso pubblico, sono definiti i criteri e le modalità per la concessione di contributi alle PMI per i servizi di assistenza tecnica e accompagnamento, forniti sotto forma di tutoraggio e per i servizi di certificazione della parità di genere.

Obiettivo della misura, che ha una dotazione complessiva di 10 milioni di euro, 8 dei quali destinati al supporto alle PMI, è accompagnare e incentivare le imprese ad adottare policy adeguate a ridurre il divario di genere e, in linea con quanto previsto dalla Strategia nazionale per la parità di genere, contribuire a raggiungere entro il 2026 l’incremento di 5 punti nella classifica dell’Indice sull’uguaglianza di genere elaborato dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE) che attualmente vede l’Italia al 13esimo posto nella classifica dei Paesi UE. Con l’avviso che è stato pubblicato oggi 6 novembre, viene messa a disposizione una prima tranche di 4 milioni di euro.

“Con questa misura - osserva la ministra per la Famiglia, la natalità e le pari opportunità, Eugenia Roccella - vogliamo promuovere quel cambiamento culturale che riteniamo fondamentale per la piena affermazione delle pari opportunità tra uomo e donna e per una maggiore partecipazione delle donne alla vita economica e sociale del Paese. Il mondo delle imprese sta dimostrando un grande senso di responsabilità, ma siamo consapevoli che per le piccole realtà, che costituiscono una componente essenziale del tessuto produttivo, è più difficile dedicare risorse ed energie alla definizione di nuove procedure, apparentemente lontane dal loro core business. Per questo è importante accompagnarle e incentivarle, affinché possano anch’esse integrare la prospettiva delle pari opportunità nelle scelte aziendali. Ci vorrà tempo, ma siamo convinti che anche grazie
al pieno coinvolgimento del mondo imprenditoriale le donne potranno liberare il loro potenziale di crescita e di libertà”.

“La certificazione della parità di genere per le imprese ha le potenzialità per raggiungere l’obiettivo di una maggiore occupazione femminile ma, soprattutto, di una migliore qualità del lavoro femminile” - commenta il presidente di Unioncamere, Andrea Prete. “L’iniziativa è rivolta infatti alla promozione della trasparenza sui processi lavorativi nelle imprese, la riduzione del gender pay gap aumentando le opportunità di crescita in
azienda. Il 39% delle organizzazioni che hanno ottenuto la certificazione hanno avuto anche vantaggi tangibili, sia nella crescita della reputazione aziendale (31%), sia nel percorso di cambiamento verso le pari opportunità”.

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Imprenditoria femminile: arriva a Torino il Congresso Internazionale IWEC ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3079C3S2/Imprenditoria-femminile--arriva-a-Torino-il-Congresso-Internazionale-IWEC.htm Mon, 06 Nov 2023 18:11:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3079C3S2/Imprenditoria-femminile--arriva-a-Torino-il-Congresso-Internazionale-IWEC.htm Storie di imprese di successo, networking, temi di attualità come intelligenza artificiale ed economia circolare sono al centro dei lavori dell’evento torinese, che prosegue fino a domani. A Torino le imprenditrici di IWEC raccontano la propria esperienza internazionale, si confrontano e fanno il punto sul ruolo femminile nell’economia di oggi. In Italia le imprese femminili sono 1,3 milioni, le imprenditrici oltr ]]> Storie di imprese di successo, networking, temi di attualità come intelligenza artificiale ed economia circolare sono al centro dei lavori dell’evento torinese, che prosegue fino a domani. A Torino le imprenditrici di IWEC raccontano la propria esperienza internazionale, si confrontano e fanno il punto sul ruolo femminile nell’economia di oggi. In Italia le imprese femminili sono 1,3 milioni, le imprenditrici oltre 2,5 milioni.

Si è aperta questa mattina al Grattacielo Intesa Sanpaolo la 16ª Conferenza annuale dell'International Women's Entrepreneurial Challenge (IWEC) alla presenza di un centinaio tra imprenditrici e top manager provenienti da oltre 40 paesi. Al centro del Congresso, che prosegue fino a domani, temi come sostenibilità, inclusione e resilienza, di grande attualità per le agende di tutti gli imprenditori e le imprenditrici del mondo.

Come spiegato da Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio di Torino: “Siamo orgogliosi di essere la prima Camera di commercio in Italia ad aderire a IWEC e di lavorare oggi al suo fianco per la realizzazione di questo importante evento internazionale. Ogni giorno, con le nostre imprese e le istituzioni del territorio, condividiamo gli obiettivi sfidanti che IWEC pone al centro della sua attività: networking, innovazione, leadership, accesso al credito, sviluppo. La forza delle imprenditrici sta nei numeri e nella solidità delle esperienze: in Italia le imprese femminili sono 1,3 milioni e rappresentano oltre il 22% del sistema imprenditoriale: il 59% è nato prima del 2010, segno di una grande capacità di resilienza. Il Piemonte, con quasi 95mila imprese, rappresenta la sesta regione italiana per numero di imprese femminili. Torino con 49.501 unità è la quarta provincia in Italia”.

Per la Presidentessa del Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Torino Cristina Tumiatti: “Abbiamo fortemente voluto che questa Conferenza annuale fosse organizzata a Torino, per contribuire a creare una rete forte, vivace e dinamica in cui le imprese possano crescere ed espandersi. Lavoriamo ogni giorno per individuare tutte le nuove sfide che le imprese non possono affrontare da sole: sostenibilità, resilienza, innovazione sono temi che dovrebbero essere visti più come opportunità di crescita e sviluppo che come svantaggi”.

La Chairperson IWEC Ruth Davis esprime così la propria soddisfazione per l’apertura di questa edizione torinese: “Sono lieta di accogliere a Torino la comunità IWEC: l’agenda dei lavori è molto densa e sarà sicuramente utile alle donne imprenditrici per apprendere aspetti utili a far crescere la propria attività".

Le imprenditrici e gli ospiti del Congresso affrontano in questi giorni diversi momenti di discussione su temi individuati dal board di IWEC: intelligenza artificiale, passaggio generazionale delle pmi, leadership femminile ed empowerment, economia circolare e sostenibilità.

Voci dall’imprenditoria femminile nel mondo
Di grande prestigio le personalità che intervengono con la propria testimonianza durante la Conferenza torinese: presenti infatti, tra le altre, la presidente di IWEC Ibukun Awosika, prima donna alla guida della First Bank of Nigeria, Ruth A. Davis, ambasciatrice e diplomatica statunitense, prima direttrice afroamericana del Foreign Service Institute, Harjinder Kaur, fondatrice di Comvision India, azienda leader nelle soluzioni di gestione del traffico e smart cities, Usharani Manne, fondatrice e direttrice dell’industria farmaceutica indiana Polmon Instruments, María Adela Benavides, imprenditrice peruviana nel settore turismo e abbigliamento per bambini, Nancy Ploeger, per 21 anni Presidente della Camera di commercio di Manhattan e vice presidente IWEC Foundation. Tutte professioniste accomunate da carriere di successo affiancate dall’impegno associativo e personale per lo sviluppo del ruolo femminile nell’economia moderna.

Che cos’è IWEC Foundation?
IWEC Foundation è un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro la cui mission è quella di collegare e sviluppare una rete globale di aziende di successo attraverso il lavoro delle Camere di commercio internazionali e delle istituzioni imprenditoriali femminili. IWEC Foundation, la cui sede è presso la Camera di commercio di Manhattan, conta oggi un network di 460 imprenditrici eccellenti, premiate nel corso delle precedenti 15 conferenze annuali.

Le premiazioni
Ogni conferenza IWEC è l’occasione per premiare professioniste che siano di ispirazione per altre colleghe. Piemontesi le imprenditrici premiate nell’ultima edizione di Madrid nel 2022: Serena Tosa di Tosa Spa e Rosanna Ventrella di Sys-Tek SB, candidate dal Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Torino. Quest’anno le premiate saranno 37, provenienti da 19 paesi: imprenditrici e anche manager di successo, che si sono contraddistinte per la spiccata professionalità dimostrata in aziende e organizzazioni attive in diversi settori, dall’industria al terziario e alle nuove tecnologie e che, grazie al loro impegno, hanno contribuito alla crescita economica e sociale del proprio paese. Tra le premiate dell’edizione torinese, ben 4 piemontesi: Marina Barone, Chief Executive Officer di Ilas Srl, Anna Maria Grazia Doglione, Presidentessa di Fondalpress Spa, Gabriella Marchioni Bocca, CEO & Direttrice commerciale di Lamebo Srl, Licia Mattioli, Amministratrice Delegato di Mattioli Spa.

Il premio
Il premio 2023 è tutto made in Torino! Si tratta di una scultura in alluminio disegnata dall’imprenditrice torinese Elena Imberti (Manifactura Bijoux) e prodotta dall’azienda PrimaPower. Rappresenta una donna vestita con la Mole Antonelliana che, con una mano rivolta verso l'alto, indica la forza e la grandezza del potenziale femminile che, come la Mole, può arrivare molto in alto.

Gli incontri btob
La Conferenza IWEC rappresenta anche un’opportunità di incontri business to business tra le imprese partecipanti, incentrati sui temi della digitalizzazione e sostenibilità. Le agende appuntamenti, organizzate in modalità on line attraverso la piattaforma della rete EEN (Enterprise Europe Network), coinvolgeranno una quarantina di operatori interessati a proporre nuovi prodotti e tecnologie, scambiare best practises, cercare partner per partecipare congiuntamente a programmi europei. Gli incontri btob saranno possibili on line fino a fine novembre.

Gli sponsor
La 16ª Conferenza annuale dell'International Women's Entrepreneurial Challenge (IWEC) è organizzata da IWEC e da Camera di commercio di Torino, con il suo Comitato per l’imprenditoria femminile, con il patrocinio di Regione Piemonte e Città di Torino. Main sponsor Intesa Sanpaolo. Altri sponsor: Compagnia di San Paolo, Exclusive Brand Torino, Coca Cola, Lavazza e molte imprese del territorio.

La presenza di IWEC in città ha permesso inoltre di presentare alle imprenditrici straniere le eccellenze del territorio con il coinvolgimento dei progetti camerali Maestri del Gusto di Torino e provincia e i vini TORINO DOC.

Imprenditoria femminile in Italia e in Piemonte
In Italia le imprese femminili sono oltre 1,3 milioni e rappresentano il 22% del sistema imprenditoriale. Lombardia, con il 13,7% delle imprese femminili, Lazio e Campania, ciascuna con il 10,5%, sono le prime tre regioni per numero di imprese femminili, seguite da Sicilia e Veneto. In Piemonte, che rappresenta la sesta regione per numero di imprese femminili, sono presenti quasi 95mila imprese, il 22,4% del sistema regionale e oltre il 7% delle imprese femminili operative in Italia. Torino, con 49.501 unità è la quarta provincia in Italia per numero di imprese femminili dopo Roma (97.366 unità), Milano (66.575) e Napoli (64.958).

La dinamica di questa componente imprenditoriale negli anni ha registrato andamenti alterni e non è stata immune alle crisi che hanno colpito ciclicamente il sistema economico. Dopo il calo del 2020 e il successivo recupero nel 2021, nel 2022 le imprese femminili hanno registrato un assestamento. Nei primi nove mesi del 2023 si è confermata la dinamica di stabilizzazione della componente femminile, con un +0,1% a livello regionale e +0,2% a livello nazionale.

A livello italiano, i tre settori principali per l’imprenditoria femminile sono il commercio, l’agricoltura e il turismo, che rappresentano rispettivamente il 25,1%, il 14,9% e il 10,1% del totale. In Piemonte si confermano leader il commercio e il settore agricolo (con il 24,3% e il 12,6% delle imprese) ma il turismo è sorpassato dalle “altre” attività di servizi (il 12,3% con lavanderie, parrucchieri e trattamenti estetici, ecc.).

Le imprese femminili mostrano una decisa solidità: quelle nate dal 2010 ad oggi sono il 59% in Italia e il 56,2% in Piemonte - oltre sette punti percentuali in più rispetto alle “altre imprese”. Anche la natura giuridica distingue le imprese a conduzione femminile: è più spiccata la presenza di imprese individuali, soprattutto sul territorio piemontese (il 60,9% in Italia e il 66% in Piemonte rispetto al 47,7% e al 52,9%), e più contenuta quella delle società.

Le imprenditrici in Italia sono quasi 2,5 milioni su un totale di 8,9 milioni di posizioni imprenditoriali (il 27,8%). Con 197.692 imprenditrici, che rappresentano il 29,6% della presenza imprenditoriale locale, il Piemonte è popolato dall’8% delle imprenditrici presenti sul territorio nazionale ed è anche in questo caso la sesta regione in Italia dopo Lombardia, Lazio, Campania, Veneto ed Emilia-Romagna.

La classe di età prevalente è quella compresa fra i 50 e i 69 anni, anche se più incidente in Piemonte (il 47,7%) più a che a livello italiano (il 46,8%). In Piemonte è più elevata l’età media poiché è maggiore anche la presenza di imprenditrici di oltre 70 anni.

Per quanto riguarda il Paese di provenienza, nove imprenditrici su dieci sono nate in Italia. Nel territorio nazionale, fra le 263.796 imprenditrici nate all’estero, prevalgono quelle provenienti da Cina (il 15,4%) e Romania (l’11,2%), seguite da Svizzera (il 5%), Germania e Albania (il 4,9% e il 4,4%). In Piemonte le imprenditrici di origine immigrata sono 19.618, il 7,4% del dato italiano. Qui, la presenza di origine romena prevale su quella cinese (il 18,9% la prima, il 12,2% la seconda) e i Paesi africani scalzano quelli europei dalla prima cinquina, dove compaiono il Marocco (il 7,9%) e la Nigeria (il 4,7%), oltre all’Albania (il 6,6%).

iwec2023.to.camcom.it

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Rieti Viterbo - Comitato imprenditoria femminile, eletta Elisabetta Polidori ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3078C3S2/Rieti-Viterbo---Comitato-imprenditoria-femminile--eletta-Elisabetta-Polidori.htm Sun, 29 Oct 2023 13:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3078C3S2/Rieti-Viterbo---Comitato-imprenditoria-femminile--eletta-Elisabetta-Polidori.htm Eletta Elisabetta Polidori alla carica di presidente del Comitato per l'imprenditoria femminile Rieti-Viterbo.
    Il comitato si è insediato ieri nella sede viterbese della Camera di Commercio.
    Il nuovo organo, in sinergia con quelli di tutta Italia, avrà il compito di promuovere e rafforzare la presenza delle donne nel mondo dell'impresa e del lavoro.
 &n ]]>
Eletta Elisabetta Polidori alla carica di presidente del Comitato per l'imprenditoria femminile Rieti-Viterbo.
    Il comitato si è insediato ieri nella sede viterbese della Camera di Commercio.
    Il nuovo organo, in sinergia con quelli di tutta Italia, avrà il compito di promuovere e rafforzare la presenza delle donne nel mondo dell'impresa e del lavoro.
    Erano presenti all'insediamento: il presidente della Camera di Commercio; Domenico Merlani e il segretario generale Francesco Monzillo.

    "Abbiamo ricostituito il Comitato per l'imprenditoria femminile dell'Alto Lazio forti delle passate esperienze territoriali - ha spiegato Merlani - e siamo certi dell'importanza di un organo fondamentale per dare impulso alla creazione di opportunità di formazione professionale e nell'accesso al credito e nell'incremento di quella propensione all'imprenditorialità".
  

Il comitato oltre alla presidente Polidori conta anche altre 9 componenti nominate dalla giunta camerale che rappresentano il mondo dell'imprenditoria e delle associazioni di categoria di Rieti e Viterbo: Lucia Maria Arena, Caterina Boccolini, Paola Bruzziches, Chiara Di Biagi, Fabiola D'Ippoliti, Lina Novelli, Matilde Eloisa Pitorri, Iride Zanganella e Maria Adelina Zonetti.

Il responsabile della segreteria; Luigi Pagliaro.

    "Sono onorata di presiedere questo comitato di così alto livello - ha detto Polidori - e sono convinta che potremo fare un lavoro corale che porterà indubbi benefici ai territori facendo leva sulla componente femminile che ha delle enormi potenzialità."

 

(Fonte: Ansa.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Livorno - La Camera di commercio organizza l'evento 'I giovani incontrano le donne che lavorano' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3077C3S2/Livorno---La-Camera-di-commercio-organizza-l-evento--I-giovani-incontrano-le-donne-che-lavorano-.htm Mon, 23 Oct 2023 08:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3077C3S2/Livorno---La-Camera-di-commercio-organizza-l-evento--I-giovani-incontrano-le-donne-che-lavorano-.htm La Camera di commercio della Maremma e del Tirreno con la collaborazione del Comitato Imprenditoria Femminile dell’Ente, ha organizzato per martedì 24 ottobre alle ore 9 un evento a favore dell’imprenditorialità giovanile e della cultura della parità di genere: oltre 120 studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti delle Scuole medie superiori di Livorno, incontreranno un gruppo di d ]]> La Camera di commercio della Maremma e del Tirreno con la collaborazione del Comitato Imprenditoria Femminile dell’Ente, ha organizzato per martedì 24 ottobre alle ore 9 un evento a favore dell’imprenditorialità giovanile e della cultura della parità di genere: oltre 120 studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti delle Scuole medie superiori di Livorno, incontreranno un gruppo di donne, professioniste e imprenditrici, che si metteranno in gioco per raccontare sfide, passioni, difficoltà e successi dei loro percorsi di vita professionale e personale, logicamente intrecciati.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di dare un segnale concreto e operativo alle giovani generazioni e “scardinare gli stereotipi”, orientando studenti e studentesse ad un nuovo modello di visione della donna che lavora e che ha una propria impresa, piccola o grande.

Dopo i saluti istituzionali  gli studenti, divisi in piccoli gruppi, incontreranno e si confronteranno con le imprenditrici e le professioniste che hanno aderito all’iniziativa:

Barbara Baudissard – Consulente aziendale
Marina Calvaresi – Elios s.r.l. “Bar Sole”
Gloria Cappagli – Consulente del lavoro
Federica Garaffa – Pasticceria Cristiani s.r.l.
Gloria Giani – Pilade Giani s.r.l.
Maria Graziani – Graziani s.r.l.
Elena Mannucci – Termisol Termica s.r.l.
Francesca Ozia e Alessandra Rusciano – Comitato pari opportunità ODCEC Livorno
Francesca Scali – Austral s.r.l.
Claudia e Sara Vannucci – Tesimag s.r.l.
Monica Vatteroni – Eye-tech s.r.l.

 

(Fonte: Livornopress.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Frosinone - Latina: Comitato Imprenditoria Femminile, eletti i vertici all'unanimità ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3076C3S2/Frosinone---Latina--Comitato-Imprenditoria-Femminile--eletti-i-vertici-all-unanimita.htm Thu, 19 Oct 2023 19:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3076C3S2/Frosinone---Latina--Comitato-Imprenditoria-Femminile--eletti-i-vertici-all-unanimita.htm A Carolina Cascella la presidenza, a Cinzia Roma la vicepresidenza Assegnate anche le deleghe. Come sarà composto il Comitato

Nella giornata di mercoledì 18 ottobre 2023, presso la sede pontina della Camera di commercio Frosinone Latina si è insediato il Comitato Imprenditoria Femminile (CIF). Alla presenza del Presidente della CCIAA, Giovanni Acampora e del Vicesegretario di Unioncamere e Direttore generale ]]> A Carolina Cascella la presidenza, a Cinzia Roma la vicepresidenza Assegnate anche le deleghe. Come sarà composto il Comitato

Nella giornata di mercoledì 18 ottobre 2023, presso la sede pontina della Camera di commercio Frosinone Latina si è insediato il Comitato Imprenditoria Femminile (CIF). Alla presenza del Presidente della CCIAA, Giovanni Acampora e del Vicesegretario di Unioncamere e Direttore generale di SiCamera, Tiziana Pompei, si è proceduto alla nomina del Presidente e del Vicepresidente. Elette, all’unanimità, rispettivamente Carolina Cascella e Cinzia Roma.  Assegnate anche le deleghe: a Maria Chiara Valleriani la consulenza legale; ad Alessandra Fanti la consulenza contabile e fiscale; a Diana Luglio la consulenza per sicurezza sui luoghi di lavoro e igiene alimentare; ad Angela Ciardi le delega ai progetti sociali, mentre a Floriana Toccaceli quella al credito.

La rete dei Comitati per la promozione dell’imprenditoria femminile rappresenta una “unicità” che può essere ulteriormente valorizzata e potenziata. Quello che prende il via oggi sarà un Comitato che dovrà seguire il nuovo corso dell’Ente camerale; lavorerà su due province e rappresenterà la nostra Camera di Commercio che è molto attiva in tema di parità di genere e sempre al fianco delle donne. Avrete molto da fare e potrete contare sulla massima collaborazione da parte mia e della CCIAA per valutare progettualità e prospettive. Mi farebbe piacere che venissero messe a terra idee innovative, alla luce dei nuovi scenari che siamo chiamati a fronteggiare. – Ha commentato il Presidente dell’Ente camerale, Giovanni Acampora – Uno dei punti di forza dei Comitati, istituiti presso tutte le Camere di Commercio d’Italia, è proprio quello di essere inseriti all’interno del sistema camerale e quindi di appartenere ad una rete e di operare con metodologie orientate allo scambio di esperienze e di best practices ed alla individuazione di progetti e azioni comuni. In questo quadro, il Comitato potrà lavorare per promuovere e valorizzare la presenza delle donne nei luoghi decisionali dello sviluppo economico, la diffusione della cultura imprenditoriale presso le donne, il conseguimento di un contesto sociale che permetta la conciliazione delle esigenze della vita relazionale quotidiana di uomini e donne con la rispettiva ed equilibrata realizzazione professionale”. – Ha concluso Acampora.

Composizione
Nelle singole Camere di commercio, il Comitato è formato da un numero di componenti non superiore a quello previsto per il rispettivo Consiglio camerale. I membri sono nominati dalla Camera di Commercio, su indicazioni pervenute in maniera tale da rispecchiare i settori rappresentati nel Consiglio Camerale e da valorizzare la presenza delle Associazioni di categoria, della Associazioni dei consumatori e degli Ordini professionali impegnati nella promozione delle pari opportunità. Al fine di raggiungere i propri obiettivi, il Comitato insediatosi ieri attiverà tavoli tecnici ad hoc, coinvolgendo anche esperti/e nei vari campi. Per approfondire problemi specifici ed acquisire conoscenze, il Comitato potrà invitare alle proprie sedute, qualora lo ritenga opportuno, esperti e/o rappresentanti di imprese ed associazioni di categoria, delle istituzioni locali, regionali e nazionali, dell’Unioncamere e del sistema camerale.

Obiettivi
Nell’ambito della “mission” della Camera di commercio il Comitato si propone quale soggetto attivo dello sviluppo locale con l’obiettivo prioritario di promuovere e sostenere la nascita ed il consolidamento delle imprese femminili.

Le componenti del Comitato Imprenditoria Femminile 
Giorgia Agresti e, quale supplente, Laura Fabi, in rappresentanza di Federlazio;

Viviana Stirpe e, quale supplente, Anna Rita Filigenzi, in rappresentanza di Federconsumatori Latina;

Alessandra Fanti e, quale supplente, Adelia Davoli, in rappresentanza dell’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Latina;

Angela Ciardi e, quale supplente, Simona Cinelli, in rappresentanza di Confcooperative Lazio Sud;

Katia Vallecorsa e, quale supplente, Lisa Tibaldi Grassi, in rappresentanza di CNA;

Monica D’Alisera e, quale supplente, Susanna Gloria, in rappresentanza di Confesercenti Lazio;

Umberta Vizzaccaro, in rappresentanza di Unindustria;

Valeria Toscano e, quale supplente, Manuela Pompili, in rappresentanza di ABI Lazio;

Cinzia Roma e, quale supplente, Paola Lenzini, in rappresentanza di Coldiretti;

Floriana Toccaceli e, quale supplente, Francesca Capolino, in rappresentanza di Confcommercio Lazio Sud;

Loborgo Gabriella e, quale supplente, Vaccaro Jennifer, in rappresentanza di Assomercati;

Carolina Cascella, in rappresentanza di Unione Commercio e Turismo Frosinone;

Veronica Paniccia, in rappresentanza di Ambulanti Oggi;

Maria Chiara Valleriani e, quale supplente, Anna Lisa Ciarlone, in rappresentanza di Federalberghi Latina;

Alessandra Atorino e, quale supplente, Cristina Arduini, in rappresentanza di Confagricoltura;

Cristiana Di Sarra e, quale supplente Stefania Savelloni, in rappresentanza di Confartigianato;

Diana Luglio, in rappresentanza di Confimprese;

Roberta D’Annibale, in rappresentanza dell’Ente camerale.

 

(Fonte: News24.it)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Biella - Seminario gratuito sul welfare aziendale ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3074C3S2/Biella---Seminario-gratuito-sul-welfare-aziendale-.htm Tue, 17 Oct 2023 08:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3074C3S2/Biella---Seminario-gratuito-sul-welfare-aziendale-.htm Nell'ambito del Mese dell’Educazione Finanziaria la Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte e il suo Comitato per l’Imprenditoria Femminile organizzano un seminario sul welfare aziendale, un aspetto sempre più importante nell’ottica di migliorare tempi e qualità del lavoro e di vita dei lavoratori.

Il seminario è gratuito e si rivolge prioritariamente a piccole e medie imprese ]]> Nell'ambito del Mese dell’Educazione Finanziaria la Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte e il suo Comitato per l’Imprenditoria Femminile organizzano un seminario sul welfare aziendale, un aspetto sempre più importante nell’ottica di migliorare tempi e qualità del lavoro e di vita dei lavoratori.

Il seminario è gratuito e si rivolge prioritariamente a piccole e medie imprese e a professionisti delle province di Biella, Novara, Verbano Cusio Ossola e Vercelli. Appuntamento Mercoledì 18 ottobre, ore 14:30-16:30.

Programma e iscrizioni

Segreteria organizzativa:
E-mail: promozione@pno.camcom.it
Telefono: 0321-338.265

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Nuovo comitato per l'imprenditoria femminile della Camera di commercio Chieti-Pescara ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3073C3S2/Nuovo-comitato-per-l-imprenditoria-femminile-della-Camera-di-commercio-Chieti-Pescara.htm Mon, 16 Oct 2023 23:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3073C3S2/Nuovo-comitato-per-l-imprenditoria-femminile-della-Camera-di-commercio-Chieti-Pescara.htm Antonella Marrollo è la presidente dell'organo che ha la funzione di supportare e promuovere l’imprenditoria femminile e che resterà in carico tre anni

Si è insediato, il 12 ottobre, il nuovo Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio Chieti Pescara, un organo che ha la funzione di supportare e promuovere l’imprenditoria femminile e che rester&agrav ]]> Antonella Marrollo è la presidente dell'organo che ha la funzione di supportare e promuovere l’imprenditoria femminile e che resterà in carico tre anni

Si è insediato, il 12 ottobre, il nuovo Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio Chieti Pescara, un organo che ha la funzione di supportare e promuovere l’imprenditoria femminile e che resterà in carico tre anni.

Eletta la nuova presidente ad unanimità delle presenti. Antonella Marrollo, molto emozionata, inaugura con queste parole il suo mandato. "Ringrazio le mie amiche di Confindustria che hanno proposto la mia candidatura e tutte le nuove componenti che mi hanno votata ad unanimità. Molte di loro hanno già fatto parte del Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio Chieti Pescara. Le mie colleghe sono donne frizzanti e vivaci a cui chiedo un contributo fattivo per la valorizzazione delle imprese rosa. Farò tesoro di quanto fatto in precedenza per una programmazione capace di superare i grandi limiti culturali e finanziari che le donne incontrano, ogni giorno, lungo il loro cammino".

Queste le altre componenti, espressione delle associazioni di categoria e nominate dalla giunta camerale: Rita Annecchini, Stefania Bosco, Marina De Marco, Vincenzina De Sanctis, Anna Di Giulio, Marina Dolci vice presidente, Marta Elisio, Angela Fabrizio, Alessandra Fiore, Erika Liberati, Paola Paolini, Daniela A. Rosica, Alessandra Tersigni, Beatrice Tortora.

"Come ho ribadito in più occasioni – dichiara il presidente dell’ente camerale Gennato Strever rivolgendosi alle nuove elette - per me l’imprenditoria non ha genere. Essere imprenditori o imprenditrici è una vocazione. E se voi siete qui, ad occupare questo ruolo, è perché dentro di voi avete sentito quel fuoco di realizzazione professionale e personale che avete messo a disposizione per la crescita del paese".

 

(Fonte: ChietiToday.it)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Parte da Perugia il Giro d'Italia delle donne che fanno impresa 2023 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3075C3S2/Parte-da-Perugia-il-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2023.htm Mon, 16 Oct 2023 18:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3075C3S2/Parte-da-Perugia-il-Giro-d-Italia-delle-donne-che-fanno-impresa-2023.htm "Imprenditoria femminile in Umbria tra sfide e opportunità” è il tema del seminario in programma lunedì 23 ottobre presso la Camera di commercio dell'Umbria. L'incontro, che si svolgerà a Perugia presso la sala Polivalente della Camera di commercio, inaugura l’edizione 2023 della manifestazione itinerante “Il Giro d’Italia delle donne che fanno impres ]]> "Imprenditoria femminile in Umbria tra sfide e opportunità” è il tema del seminario in programma lunedì 23 ottobre presso la Camera di commercio dell'Umbria. L'incontro, che si svolgerà a Perugia presso la sala Polivalente della Camera di commercio, inaugura l’edizione 2023 della manifestazione itinerante “Il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” il roadshow promosso da Unioncamere con il diretto coinvolgimento dei Comitati per l’imprenditoria femminile, ora inserito nel “Piano Nazionale dell’Imprenditoria femminile”, progetto del ministero delle Imprese e del Made in Italy e finanziato dall’Unione europea con le risorse del Next Generation EU che Invitalia – soggetto gestore -- realizza in collaborazione con Unioncamere.


Il Giro d'Italia 2023 sarà articolato in sette tappe, alcune in presenza altre a distanza. L'appuntamento di apertura è organizzato in collaborazione con la Camera di commercio umbra.

A fare gli onori di casa saranno Giorgio Mencaroni, presidente Camera di commercio dell’Umbria, e Dalia Sciamannini, presidente Comitato Imprenditoria femminile Camera di commercio dell’Umbria.

A seguire Tiziana Pompei, vice segretario generale Unioncamere che con il suo intervento aprirà ufficialmente “Il Giro d’Italia delle donne che fanno impresa”. L’evoluzione dell'imprenditoria rosa regionale nel contesto attuale sarà illustrata da Luca Ferrucci, professore ordinario di Economia e Management delle imprese presso il Dipartimento di Economia Università degli Studi di Perugia. Sul nodo dell'educazione finanziaria e le iniziative di Banca d'Italia si soffermerà Miriam Sartini, direttrice della filiale di Perugia Banca d'Italia. Il tema dell’educazione finanziaria per ridurre gli stereotipi sarà affrontato da Tiziana Pompei.

Le conclusioni sono affidate a Federico Sisti, segretario generale Camera di commercio dell’Umbria. A moderare l’incontro Giuseppe Castellini, addetto stampa Camera di commercio dell’Umbria.

Programma

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Latina - Parità di genere, incontro info-formativo sulla certificazione ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3072C3S2/Latina---Parita-di-genere--incontro-info-formativo-sulla-certificazione.htm Fri, 13 Oct 2023 09:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3072C3S2/Latina---Parita-di-genere--incontro-info-formativo-sulla-certificazione.htm Si svolgerà presso la Camera di commercio di Frosinone - Latina (sede di Latina, viale Umberto I,80) il 18 ottobre, dalle ore 11.30, l'incontro 'Parità di genere, perché la certificazione?'.

Interviene Tiziana Pompei, vice segretaria nazionale di Unioncamere, che racconterà l'impegno del sistema camerale per la parità di genere.

Info e iscrizioni

Programma

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Cagliari - Incontro sulla certificazione della parità di genere ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3071C3S2/Cagliari---Incontro-sulla-certificazione-della-parita-di-genere.htm Wed, 11 Oct 2023 09:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3071C3S2/Cagliari---Incontro-sulla-certificazione-della-parita-di-genere.htm Il tema della certificazione della parità di genere, le opportunità e i vantaggi del nuovo sistema introdotto dal PNRR (il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), saranno affrontati giovedì 12 ottobre, dalle 10.00, nel corso di un incontro che si terrà nei locali della Camera di commercio di Cagliari-Oristano, nel Largo Carlo Felice 72.

Il convegno è organizzato dal Comitato p ]]> Il tema della certificazione della parità di genere, le opportunità e i vantaggi del nuovo sistema introdotto dal PNRR (il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), saranno affrontati giovedì 12 ottobre, dalle 10.00, nel corso di un incontro che si terrà nei locali della Camera di commercio di Cagliari-Oristano, nel Largo Carlo Felice 72.

Il convegno è organizzato dal Comitato per l’Imprenditoria Femminile (CIF) in collaborazione con le associazioni Coordinamento 3-Donne di Sardegna, Fidapa BPW Italy, sez. Cagliari-Quartu-San Sperate-Sestu, Aidda Sardegna e con il patrocinio di #Inclusionedonna.

Il Sistema di certificazione della parità di genere – ricordano le organizzatrici – è uno strumento per accompagnare ed incentivare le imprese nell’ adozione di politiche volte a ridurre il divario di genere, a promuovere una maggiore inclusione delle donne nel mercato del lavoro, a garantire maggiore qualità del lavoro femminile.

Il programma dei lavori di giovedì prevede, dopo i saluti della presidente del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio, Daniela Schirru, del segretario generale Cristiano Erriu, della presidente Fidapa BPW Ida Gasperini, gli interventi di Luisa Marilotti (DEI Diversity, Equity & Inclusion), Rina Salis Toxiri (psicologa), Federica Luxoro(funzionaria CRP), Andrea Pianu (coordinatore dell’Osservatorio territoriale sugli appalti), Gianluigi Molinari (presidente del Centro servizi), Luisella Cardia (Pro.mi.sa Srl, socia Aidda Sardegna), Jose Moica (vicepresidente nazionale Culturmedia-Legacoop), Maristella Casula (vicepresidente Fidapa di Sestu), Maria Francesca Serra (responsabile nazionale Coldiretti Donne Impresa).

 

(Fonte: Sardegnaieroggidomani.com)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Como - Lecco: Sostenibilità nella moda, le opportunità per l'imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3070C3S2/Como---Lecco--Sostenibilita-nella-moda--le-opportunita-per-l-imprenditoria-femminile.htm Mon, 09 Oct 2023 07:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3070C3S2/Como---Lecco--Sostenibilita-nella-moda--le-opportunita-per-l-imprenditoria-femminile.htm Il Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile della Camera di commercio di Como-Lecco organizza per lunedì 9 ottobre 2023 dalle 14:30 alle 16:30 l'evento "Sostenibilità nella moda" con l'obiettivo di approfondire le opportunità per l'imprenditoria femminile nel campo del tessile con grande attenzione alla sostenibilità.

Programma< ]]> Il Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile della Camera di commercio di Como-Lecco organizza per lunedì 9 ottobre 2023 dalle 14:30 alle 16:30 l'evento "Sostenibilità nella moda" con l'obiettivo di approfondire le opportunità per l'imprenditoria femminile nel campo del tessile con grande attenzione alla sostenibilità.

Programma

Marco Galimberti, Presidente della Camera di Commercio di Como-Lecco
Antonella Mazzoccato, Presidente Comitato per la Promozione dell'imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Como-Lecco
Laura Sofia Clerici, Presidente Ufficio Italiano Seta
Giovanna Baglio, Presidente Museo della Seta
Barbara Pozzo, Professore ordinario di diritto privato comparato Università degli Studi dell'Insubria
IL FUTURO E' GIA' QUI: UNO SQUADRO ALLE IMPRESE INNOVATIVE

Costanza Ferrarini, Focal Point Como UNESCO Creative City
Chmiel Chams, Tintoria Filati Portichetto - Luisago
Giada Mieli, J and C Cosmetici - Como
Simone Roncoroni, docente di materie tessili all'ISIS Paolo Carcano - Como
Modera: Silvia Gambi

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Umbria - Corso sulla presenza femminile on line, Google Business Profile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3069C3S2/Umbria---Corso-sulla-presenza-femminile-on-line--Google-Business-Profile-.htm Fri, 06 Oct 2023 17:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3069C3S2/Umbria---Corso-sulla-presenza-femminile-on-line--Google-Business-Profile-.htm Appuntamento formativo del Punto Impresa Digitale della Camera di commercio dell'Umbria dedicato all'imprenditoria femminile: "Google Business Profile", il 10 ottobre, elle ore 12.00. 
Vedremo come curare la presenza online dell'azienda attraverso il Google Business Profile, per rendersi visibili online ed offline. Approfondimenti anche sulla SEO Local e la sua integrazione con Google Maps insieme ai ]]>
Appuntamento formativo del Punto Impresa Digitale della Camera di commercio dell'Umbria dedicato all'imprenditoria femminile: "Google Business Profile", il 10 ottobre, elle ore 12.00. 
Vedremo come curare la presenza online dell'azienda attraverso il Google Business Profile, per rendersi visibili online ed offline. Approfondimenti anche sulla SEO Local e la sua integrazione con Google Maps insieme ai suoi elementi di geolocalizzazione. 
Iscrizioni su: https://lnkd.in/d8XbYtsa

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Donne in attivo: evento finale 2023 "L'educazione finanziaria per ridurre gli stereotipi e accrescere il benessere economico delle donne" ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3068C3S2/Donne-in-attivo--evento-finale-2023--L-educazione-finanziaria-per-ridurre-gli-stereotipi-e-accrescere-il-benessere-economico-delle-donne-.htm Fri, 06 Oct 2023 15:10:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3068C3S2/Donne-in-attivo--evento-finale-2023--L-educazione-finanziaria-per-ridurre-gli-stereotipi-e-accrescere-il-benessere-economico-delle-donne-.htm L’incontro si terrà il prossimo 18 ottobre e sarà l’occasione per presentare i risultati del progetto di educazione finanziaria per le donne 'Donne in attivo', finanziato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy e realizzato da Unioncamere con la collaborazione del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. L’evento è stato inserito ]]> L’incontro si terrà il prossimo 18 ottobre e sarà l’occasione per presentare i risultati del progetto di educazione finanziaria per le donne 'Donne in attivo', finanziato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy e realizzato da Unioncamere con la collaborazione del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. L’evento è stato inserito nel calendario del “Mese dell’Educazione Finanziaria”.

18 OTTOBRE 2023 H. 10.30 – 13.00 – SALA LONGHI, PIAZZA SALLUSTIO 21, ROMA

Programma

Iscriviti

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Padova - Insediato il nuovo Comitato Imprenditoria Femminile: confermata alla presidenza Elena Morello ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3065C3S2/Padova---Insediato-il-nuovo-Comitato-Imprenditoria-Femminile--confermata-alla-presidenza-Elena-Morello.htm Wed, 27 Sep 2023 10:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3065C3S2/Padova---Insediato-il-nuovo-Comitato-Imprenditoria-Femminile--confermata-alla-presidenza-Elena-Morello.htm Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Padova volta pagina e battezza una nuova squadra che, di fatto, garantisce maggiore forza e rappresentatività ai principali settori economici padovani, con un posto garantito anche ai liberi professionisti e alle organizzazioni sindacali. Oggi, 26 settembre, nella sala Convegni dell’Ente camerale si è insediato il nuovo Comitato Imprenditoria Femminile di P ]]> Il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Padova volta pagina e battezza una nuova squadra che, di fatto, garantisce maggiore forza e rappresentatività ai principali settori economici padovani, con un posto garantito anche ai liberi professionisti e alle organizzazioni sindacali. Oggi, 26 settembre, nella sala Convegni dell’Ente camerale si è insediato il nuovo Comitato Imprenditoria Femminile di Padova, composto da 12 donne, rappresentanti dei diversi settori.

Ecco chi sono
Alessandra Da Porto (Agricoltura), Nadia Trevisan (Artigianato), Alda Di Chiara (Industria), Elena Morello (Commercio), Luisa Bovo (Cooperazione), Elena Silini (Turismo), Gian Carla Tasso (Trasporti e spedizioni), Elena Magello (Servizi alle imprese), Maria Rossi (Servizi ICT), Susanna Ponzin (Banche e assicurazioni), Marianna Cestaro (Sindacati), Caterina Scagnolari (Comitato unitario professioni). Alla presidenza è stata confermata Elena Morello, mentre vicepresidente è Maria Rossi. Il nuovo Comitato IF resterà in carica per il triennio 2023-2026.
Il Comitato si propone quale soggetto attivo dello sviluppo locale con l’obiettivo prioritario di promuovere e sostenere la nascita e il consolidamento delle imprese femminili.

Le parole della presidente
Subito dopo la riconferma, la presidente Elena Morello ha ringraziato tutte le nuove componenti del Comitato sottolineando l’importanza di poter lavorare con una squadra che rappresenti tutti i settori economici, oltre che il mondo bancario, dei professionisti e dei sindacati: «Questo nuovo Comitato garantisce la giusta rappresentatività a tutti i settori economici. L’augurio è di poter sviluppare assieme progetti formativi e costruttivi sviluppando le tematiche già affrontate dalla precedente gestione, prestando sempre forte attenzione all’interesse di tutti i settori economici della nostra provincia. Tra le priorità che saranno al centro del nostro nuovo triennio punteremo in generale a valorizzare e rafforzare la presenza delle donne nel mondo dell’impresa, supportare concretamente la nascita e lo sviluppo di una nuova imprenditoria, sostenere le donne che vogliano fare impresa anche fuori dai settori considerati tradizionalmente femminili, metterle in rete, garantire loro formazione, accesso al credito e portare avanti progetti capaci di rispondere alle loro reali esigenze contribuendo indirettamente alla crescita di tutto il territorio».

 

(Fonte: Padovaoggi.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ SNI - Servizio Nuove Imprese: seminario sull'avvio dell'impresa femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3064C3S2/SNI---Servizio-Nuove-Imprese--seminario-sull-avvio-dell-impresa-femminile.htm Fri, 22 Sep 2023 20:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3064C3S2/SNI---Servizio-Nuove-Imprese--seminario-sull-avvio-dell-impresa-femminile.htm SNI - Servizio Nuove Imprese, è la nuova piattaforma delle Camere di commercio italiane,che intende accompagnare – con servizi virtuali e presenze reali – gli aspiranti imprenditori nella grande avventura di dar vita a una nuova impresa.

La piattaforma, dove è possibile reperire anche tutte le informazioni sugli sportelli territoriali presenti nelle Camere di commercio, renderà disponibili fino a ]]> SNI - Servizio Nuove Imprese, è la nuova piattaforma delle Camere di commercio italiane,che intende accompagnare – con servizi virtuali e presenze reali – gli aspiranti imprenditori nella grande avventura di dar vita a una nuova impresa.

La piattaforma, dove è possibile reperire anche tutte le informazioni sugli sportelli territoriali presenti nelle Camere di commercio, renderà disponibili fino a fine marzo prossimo 18 seminari di prima sensibilizzazione, informazione e orientamento e 12 attività di informazione di tipo specialistico relativo ad attività dove esistono normative di settore (impresa femminile, migranti, start up innovative, imprese sociali). A queste attività si affiancheranno colloqui di primo orientamento e informazione in merito allo specifico percorso imprenditoriale e colloqui di approfondimento, più tecnici, con "L’esperto risponde", a cura di esperti camerali dei diversi settori. Tutte queste attività si svolgeranno online ma anche live, proprio per rispondere al meglio alle esigenze dell’utente. Sul portale sono stati anche messi a disposizione due test di autovalutazione: Delfi, che consente all’utente di avere una misura delle proprie attitudini imprenditoriali e Ulisse, che permette di stimare i livelli e i fattori di rischio dell’attività che si ha in mente di creare.
Lunedì 25 settembre, dalle ore 13.00, si terrà un seminario di primo orientamento per l'avvio dell'impresa femminile. Tutte le info --> https://bit.ly/3LAz0Vn

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ 13° Congresso sull'Imprenditoria femminile dell'Adriatico e dello Ionio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3063C3S2/13--Congresso-sull-Imprenditoria-femminile-dell-Adriatico-e-dello-Ionio.htm Fri, 22 Sep 2023 09:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3063C3S2/13--Congresso-sull-Imprenditoria-femminile-dell-Adriatico-e-dello-Ionio.htm Si terrà il 10 ottobre il 13° Congresso sull'#Imprenditoriafemminile dell'Adriatico e dello Ionio a Budva in Montenegro, e con l'occasione verranno presentati i risultati preliminari dello studio realizzato sui risultati del questionario progettato dal Forum delle Camere di commercio dell'Adriatico e dello Ionio per fotografare lo stato dell'arte servizi e supporti a disposizione per le i ]]> Si terrà il 10 ottobre il 13° Congresso sull'#Imprenditoriafemminile dell'Adriatico e dello Ionio a Budva in Montenegro, e con l'occasione verranno presentati i risultati preliminari dello studio realizzato sui risultati del questionario progettato dal Forum delle Camere di commercio dell'Adriatico e dello Ionio per fotografare lo stato dell'arte servizi e supporti a disposizione per le imprenditrici da parte degli enti pubblici macroregionali. Al questionario è possibile accedere qui: https://bit.ly/48ozeZs

 

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Lombardia - Evento finale ciclo di incontri su certificazione parità di genere ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3062C3S2/Lombardia---Evento-finale-ciclo-di-incontri-su-certificazione-parita-di-genere.htm Fri, 22 Sep 2023 09:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3062C3S2/Lombardia---Evento-finale-ciclo-di-incontri-su-certificazione-parita-di-genere.htm “In azienda la parità di genere fa la differenza". Si conclude il 26 settembre il ciclo di incontri che in questi mesi ha visto impegnata Unioncamere Lombardia in tutte le province lombarde per raccontare i vantaggi per le imprese che
conseguiranno la Certificazione della parità di genere, anche grazie al supporto di Regione Lombardia.
Verranno presentati con l'occasione le indicazioni del C ]]>
“In azienda la parità di genere fa la differenza". Si conclude il 26 settembre il ciclo di incontri che in questi mesi ha visto impegnata Unioncamere Lombardia in tutte le province lombarde per raccontare i vantaggi per le imprese che
conseguiranno la Certificazione della parità di genere, anche grazie al supporto di Regione Lombardia.
Verranno presentati con l'occasione le indicazioni del Comitato tecnico istituito al termine del ciclo degli eventi formativi e come sempre daremo la parola alle imprese del territorio che si stanno impegnando in questo percorso.
Non mancherà qualche piccola anticipazione sulle iniziative future. 
Appuntamento a martedì 26 settembre dalle 9.30
Palazzo Lombardia, Sala Belvedere, 39° piano – Ingresso N1, Milano
Per chi non potrà esserci, è disponibile il collegamento da remoto, previa iscrizione al seguente link https://lnkd.in/dx5WVQYq

Programma

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Varese - Il nuovo ciclo di Camera di commercio: lavoro e donne, conciliare sfere privata e proffesionale ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3061C3S2/-Varese---Il-nuovo-ciclo-di-Camera-di-commercio--lavoro-e-donne--conciliare-sfere-privata-e-proffesionale--.htm Fri, 15 Sep 2023 10:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3061C3S2/-Varese---Il-nuovo-ciclo-di-Camera-di-commercio--lavoro-e-donne--conciliare-sfere-privata-e-proffesionale--.htm Nuovo incontro promosso dal Comitato Imprenditoria Femminile di Camera di commercio con Rete al Femminile e dedicato a informazione e supporto per le imprese e le organizzazioni economiche di ogni tipo.. L’appuntamento è per lunedì 18 settembre nella sede di piazza Monte Grappa, con inizio alle 17

«Questa volta – spiega la presidente del comitato, Ilaria Broggian – < ]]> Nuovo incontro promosso dal Comitato Imprenditoria Femminile di Camera di commercio con Rete al Femminile e dedicato a informazione e supporto per le imprese e le organizzazioni economiche di ogni tipo.. L’appuntamento è per lunedì 18 settembre nella sede di piazza Monte Grappa, con inizio alle 17

«Questa volta – spiega la presidente del comitato, Ilaria Broggian – affronteremo il tema della conciliazione tra la sfera privata e quella professionale: un altro dei temi chiave per l’avvio, lo sviluppo e il consolidamento delle organizzazioni economiche. Questo in un’ottica di sensibilizzazione e promozione di una cultura organizzativa e aziendale a tutti i livelli quanto più flessibile e attenta ai bisogni della persona. Vogliamo quindi dar continuità a un cammino di formazione e informazione che lo scorso giugno ci ha visto approfondire gli argomenti collegati al welfare aziendale, con i relativi vantaggi per amministratori e dipendenti. A ottobre, poi, avremo un focus sull’educazione finanziaria mentre a novembre il tema sarà quello della cultura digitale».

Entrando nel dettaglio del primo dei nuovi incontri, l’appuntamento è per lunedì 18 settembre, con inizio alle 17, nella sede camerale di piazza Monte Grappa. Sarà l’occasione per approfondire il tema del Work Life Balance. Oltre ai saluti introduttivi di Ilaria Broggian, sono previsti gli interventi di Giovanna Angiolini (consulente delle organizzazioni, business coach e formatrice) e di Elisabetta Scavetta (life coach e sound healer). A seguire, pillole informative sulla certificazione della parità di genere, a cura di Camera di commercio Varese.

«Le attività economiche avviate da donne fanno ancora fatica ad emergere – aggiunge la stessa Broggian – e spesso, nella fase di avvio, riscontrano qualche difficoltà in più. Non c’è territorio attrattivo senza la capacità di ripensare i modelli operativi in un’ottica di vicinanza ai bisogni delle persone, vero e proprio fattore chiave del successo di un’organizzazione economica. Da qui, la necessità di accrescere competenze e capacità grazie anche a percorsi di informazione e supporto adeguati come quello che stiamo conducendo in sinergia con la Rete al Femminile Varese».

Dopo l’incontro di lunedì prossimo, un successivo appuntamento è fissato per il 16 ottobre, quando si parlerà di educazione finanziaria durante un incontro di analisi della gestione delle risorse. L’obiettivo è da favorire la crescita delle competenze finanziarie delle pmi nonché promuovere la divulgazione e lo sviluppo di nuovi ed efficaci strumenti per la miglior gestione d’impresa.

Qualche settimana ed il quarto incontro di questo ciclo: si svolgerà il 20 novembre, come sempre alle 17 in Camera di commercio. Nella logica di valorizzare la cultura digitale, l’iniziativa approfondirà le strategie di comunicazione interna ed esterna efficaci per una pmi. Verrà anche presentata una best practice aziendale femminile di successo del territorio sui temi della comunicazione digitale e del metaverso.

La partecipazione è gratuita, con iscrizioni online sul sito www.va.camcom.it sotto la voce “Prossimi eventi”.

 

(Fonte: Varesenews.it)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Bari - Regione e Unioncamere Puglia presentano bando certificazione parità di genere imprese ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3060C3S2/Bari---Regione-e-Unioncamere-Puglia-presentano-bando-certificazione-parita-di-genere-imprese.htm Wed, 13 Sep 2023 09:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3060C3S2/Bari---Regione-e-Unioncamere-Puglia-presentano-bando-certificazione-parita-di-genere-imprese.htm Presentato in Fiera del Levante “Un' Impresa alla Pari”, il bando dedicato alla certificazione della parità di genere nelle imprese pugliesi, che vede nella Regione Puglia il soggetto promotore e in Unioncamere Puglia il soggetto gestore, con il coordinamento della Sezione per l’Attuazione delle Politiche di genere della Regione Puglia.

Hanno introdotto i lavori Titti De Simone, consigliera del presid ]]> Presentato in Fiera del Levante “Un' Impresa alla Pari”, il bando dedicato alla certificazione della parità di genere nelle imprese pugliesi, che vede nella Regione Puglia il soggetto promotore e in Unioncamere Puglia il soggetto gestore, con il coordinamento della Sezione per l’Attuazione delle Politiche di genere della Regione Puglia.

Hanno introdotto i lavori Titti De Simone, consigliera del presidente Emiliano per l’Attuazione del Programma di Governo, Luigi Triggiani, segretario generale Unioncamere Puglia, e Antonio De Vito, direttore generale Puglia Sviluppo. Presenti tra gli altri Luciana di Bisceglie, presidente della Camera di Commercio di Bari, Annalisa Bellino, dirigente Sezione per l’Attuazione delle Politiche di Genere della Regione Puglia, Gianna Elisa Berlingerio, direttora del Dipartimento Sviluppo Economico della Regione Puglia, Pasqua Ruccia, consigliera di Parità Regionale, e Barbara Falcomer, direttrice generale Valore D.

“Questo è uno dei bandi che consideriamo strategici per l'attuazione dell'Agenda di genere della Regione Puglia e quindi della strategia regionale per la parità di genere – ha spiegato Titti De Simone -. Il bando mette a disposizione dell'intero sistema produttivo pugliese 400mila euro a valere sul bilancio autonomo regionale per acquisire la Certificazione di Parità (UNI/PdR 125:2022), un nuovo strumento introdotto con legge nazionale e presente nel PNRR, come linea strategica, oltre che all'interno del nuovo codice degli appalti. Le imprese in possesso di questa specifica certificazione acquisiscono dei punteggi e delle agevolazioni all'interno dei bandi degli appalti pubblici. Si tratta quindi di una misura che contribuisce a creare un sistema produttivo più inclusivo e maggiormente rispettoso della parità di genere, e che guarda a una riorganizzazione del lavoro che tenga conto di quelle che sono le esigenze delle donne soprattutto in termini di conciliazione vita/lavoro e per la parità salariale”.

''I risultati finora raggiunti vanno oltre le nostre più rosee aspettative e l'aspetto più interessante è costituito dal fatto che 3 su 4 delle domande pervenute arrivano da micro-piccole e medie imprese, che hanno dimostrato una consapevolezza sull'etica nell'economia riconducibile, quasi sempre, alla grande impresa - ha dichiarato Luigi Triggiani -. La certificazione della parità di genere oltre a essere un obiettivo etico è un obiettivo economico, perché abbiamo tutti bisogno dell'intraprendenza e della competenza e dedizione delle donne per far crescere in valore il mondo dell'impresa e anche la società tutta''.

“Le imprese femminili in Puglia al 2° trimestre 2023 sono tante: 88mila, siamo la nona regione d'Italia, terza del Sud, dopo Campania e Sicilia. La vera notizia, però, è che si tratta di aziende tutt'altro che marginali: oltre 1.600 di quelle imprese femminili superano il milione di euro di fatturato; quasi un centinaio addirittura superano i 10 milioni - ha evidenziato Luciana di Bisceglie -.

Ma è un mondo in chiaroscuro con aspetti positivi e altri negativi. Se guardiamo le ‘cariche’, cioè le qualifiche o i titoli ricoperti da donne nelle imprese pugliesi (soci, amministratori, titolari, ecc.), troviamo uno stuolo di 209mila donne. Non sono poche, anzi. Lo scenario è un po' meno ‘aperto’ quando osserviamo gli amministratori di società di capitali; le donne si riducono a 27mila. Non sono assolutamente poche, però ci raccontano una cosa precisa: le donne in Puglia hanno fatto progressi nell'accesso al capitale sociale delle aziende e in generale fanno impresa, ma c'è ancora un divario di genere nei livelli manageriali, che va sanato.

Le donne possono fornire un significativo contributo alla crescita del PIL europeo se venissero fornite loro pari opportunità rispetto ai colleghi uomini: una crescita potenziale stimata dall'Istituto europeo per l'uguaglianza (Eige) fino a 3,15 trilioni di euro entro il 2050.”

Il bando sarà aperto fino al 4 marzo 2024 e finanzia a sportello, con un meccanismo a rimborso, le imprese pugliesi che vogliano ottenere la Certificazione di Parità (UNI/PdR 125:2022). Con DGR del 24 luglio 2023, n. 1033, la Giunta regionale ha approvato lo schema dell’Azione, che prevede un voucher a copertura delle spese aziendali fino all'80% del rendicontato, non solo i costi della certificazione propriamente detta, ma anche quelli propedeutici e di consulenza preliminare.

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Friuli Venezia Giulia - Nuovo Comitato Imprenditoria Femminile. Cristina Rovis presidente ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3059C3S2/Friuli-Venezia-Giulia---Nuovo-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Cristina-Rovis-presidente.htm Tue, 12 Sep 2023 12:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3059C3S2/Friuli-Venezia-Giulia---Nuovo-Comitato-Imprenditoria-Femminile--Cristina-Rovis-presidente.htm E’ stato costituito il Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio Venezia Giulia, che ha il compito di promuovere e sostenere l’attività imprenditoriale delle donne. Presidente è stata eletta Cristina Rovis, in rappresentanza del settore del commercio; vicepresidente Maria Tami, in rappresentanza del settore artigiano.

“Il sistema camerale nazionale è impegnato a ]]> E’ stato costituito il Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio Venezia Giulia, che ha il compito di promuovere e sostenere l’attività imprenditoriale delle donne. Presidente è stata eletta Cristina Rovis, in rappresentanza del settore del commercio; vicepresidente Maria Tami, in rappresentanza del settore artigiano.

“Il sistema camerale nazionale è impegnato a supporto dell’imprenditoria femminile – ha commentato Antonio Paoletti, presidente della Cciaa Vg – e Unioncamere attraverso la delega all’attuazione di alcune linee di azione del Pnrr avrà una parte attiva nella certificazione della parità di genere nelle Pmi e nella gestione di bandi di finanziamento. L’operatività del Comitato sarà garantita con il pieno supporto della Cciaa Vg e il sostegno all’organizzazione di appuntamenti di approfondimento e dibattito volti a promuovere la partecipazione e la diffusione alle imprese delle opportunità messe a disposizione delle imprese femminili”.

Cristina Rovis ha evidenziato “necessità di impegnarsi per avviare una collaborazione che possa migliorare i vari ambiti, con la consapevolezza delle difficoltà che le donne hanno, ad esempio, anche nei settori artistico e musicale. Complessità – ha detto – che il mio lavoro mi fa toccare con mano quotidianamente”.

Il segretario generale, Pierluigi Medeot, ha ricordato quanto sia necessario “un dialogo continuo tra il Comitato e il Sistema camerale della Venezia Giulia che comprende al suo interno anche il Confidi Venezia Giulia, proprio per verificare le azioni e le progettualità che possono essere messe in campo a favore dell’imprenditoria femminile della Venezia Giulia”.

Ad affiancare Medeot nel coordinamento del Comitato ci saranno la direttrice operativa di Aries Scarl, Patrizia Andolfatto e Francesco Auletta sempre della società in house camerale.

Patrizia Andolfatto, ha evidenziato “quanto sarà importante il lavoro delle imprenditrici anche nel formulare proposte indirizzate verso azioni volte alla diminuzione del cosiddetto “gender gap” in azienda e nella promozione delle cultura dell’impresa femminile”.

Del Comitato fanno parte Alice Crepaldi, Agricoltura – Trieste; Luisa Dri, Artigianato – Trieste; Ornella Lippi, Turismo – Trieste;  Michela Nobile, Commercio – Gorizia;  Antonella Pacorig, Commercio – Gorizia;  Aleksandra Pangerc, Industria – Trieste; Elena Parovel, Agricoltura – Trieste;  Cristina Rovis, presidente, Commercio – Trieste;  Lorena Russian, Agricoltura – Gorizia; Maria Tami, vicepresidente, Artigianato –  Gorizia.

 

(Fonte: Il Friuli.it)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Caserta - Percorso 'IFC Imprenditrici e Formazione per la Crescita' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3058C3S2/Caserta---Percorso--IFC-Imprenditrici-e-Formazione-per-la-Crescita-.htm Wed, 06 Sep 2023 17:09:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3058C3S2/Caserta---Percorso--IFC-Imprenditrici-e-Formazione-per-la-Crescita-.htm Il percorso formativo " IFC Imprenditrici e Formazione per la Crescita" (22 settembre - 17 novembre 2023), promosso dalla Camera di commercio, di Caserta  in collaborazione con il Comitato Imprenditoria Femminile, avrà inizio il prossimo 22 settembre.
L'iniziativa, svolta nell'ambito del PID, mira a sostenere donne imprenditrici e/o aspiranti imprenditrici in un percorso informativo/formativo volto ]]>
Il percorso formativo " IFC Imprenditrici e Formazione per la Crescita" (22 settembre - 17 novembre 2023), promosso dalla Camera di commercio, di Caserta  in collaborazione con il Comitato Imprenditoria Femminile, avrà inizio il prossimo 22 settembre.
L'iniziativa, svolta nell'ambito del PID, mira a sostenere donne imprenditrici e/o aspiranti imprenditrici in un percorso informativo/formativo volto a far acquisire competenze in tema di digitale.

Programma

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Foggia - Contributi camerali 2023: incrementata la premialità per l'imprenditoria femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3057C3S2/Foggia---Contributi-camerali-2023--incrementata-la-premialita-per-l-imprenditoria-femminile.htm Mon, 21 Aug 2023 12:08:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3057C3S2/Foggia---Contributi-camerali-2023--incrementata-la-premialita-per-l-imprenditoria-femminile.htm Continua l’impegno della Camera di commercio di Foggia per il sostegno alle imprese femminili. Per il 2023, l’Ente camerale ha stabilito di aumentare la premialità, dal 15 al 20 percento sui contributi concessi alle imprese femminili che parteciperanno ai quattro bandi di prossima pubblicazione.

Oltre un milione e 300mila euro a favore delle piccole e medie imprese di Capitanata deliberati dalla Giunta camerale ]]> Continua l’impegno della Camera di commercio di Foggia per il sostegno alle imprese femminili. Per il 2023, l’Ente camerale ha stabilito di aumentare la premialità, dal 15 al 20 percento sui contributi concessi alle imprese femminili che parteciperanno ai quattro bandi di prossima pubblicazione.

Oltre un milione e 300mila euro a favore delle piccole e medie imprese di Capitanata deliberati dalla Giunta camerale presieduta da Damiano Gelsomino. Infatti la Camera di commercio, grazie alla disponibilità di risorse proprie, ha incrementato la dotazione iniziale derivante dall’incremento del 20 percento del diritto annuale con ulteriori 800.000 euro portando le risorse complessivamente disponibili ad euro 1.356.000. Quattro sono le misure previste, sulla base delle proposte elaborate da Unioncamere nazionale: “Turismo”, “Internazionalizzazione”, “Formazione lavoro” e “Doppia transizione, digitale ed ecologica”.

“Abbiamo ampliato le linee di intervento rispetto agli anni passati - ha evidenziato Gelsomino - puntando sulla doppia transizione; non solo transizione digitale, su cui la Camera investe da anni, ma anche la transizione ecologica, un tema su cui dobbiamo affiancare le imprese per raggiungere l’obiettivo della salvaguardia dell’ambiente; la premialità per le imprese femminili potrà dare un sostegno importante ad una categoria che ha risentito molto delle crisi che si sono succedute in questi ultimi anni

Per la presidente del Comitato per l’imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Foggia, Daniela Eronia, “la CdC di Foggia continua ad ascoltare la nostra voce. Il Comitato per l’Imprenditoria Femminile ha suggerito di proseguire sulla strada intrapresa negli ultimi anni e la Giunta camerale non ha disatteso le nostre aspettative. Una premialità del 20 percento alle imprese femminili rappresenta uno sprone in più per le donne che vogliono mettersi in gioco e fare impresa”.

Per maggiori informazioni è possibile contattare gli uffici dell’Ente all’indirizzo email imprese@fg.camcom.it

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Bari - Lucia Di Bisceglie prima donna alla guida della Camera di commercio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3055C3S2/Bari---Lucia-Di-Bisceglie-prima-donna-alla-guida-della-Camera-di-commercio.htm Wed, 02 Aug 2023 18:08:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3055C3S2/Bari---Lucia-Di-Bisceglie-prima-donna-alla-guida-della-Camera-di-commercio.htm È Lucia Di Bisceglie la nuova presidente della Camera di Commercio di Bari. È stata eletta questa mattina dal Consiglio all'unanimità. La prima donna ai vertici dell'ente camerale barese subentra per il quinquennio 2022-2027 ad Alessandro Ambrosi, scomparso di recente.

Ruvese, dirigente di Confcommercio Bari/Bat, consigliera della Camera di commercio di Bari dal 2016 al 2019 e presidente ]]>
È Lucia Di Bisceglie la nuova presidente della Camera di Commercio di Bari. È stata eletta questa mattina dal Consiglio all'unanimità. La prima donna ai vertici dell'ente camerale barese subentra per il quinquennio 2022-2027 ad Alessandro Ambrosi, scomparso di recente.

Ruvese, dirigente di Confcommercio Bari/Bat, consigliera della Camera di commercio di Bari dal 2016 al 2019 e presidente del Comitato per l'Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Bari dal 2012 al 2015, Lucia di Bisceglie è presidente di Terziario Donna di Confcommercio Bari/Bat, vice presidente di Terziario Donna di Confcommercio nazionale e direttore di Confservizi Bari.

Dopo aver ringraziato le consigliere e i consiglieri per la fiducia espressa nell'eleggerla «prima donna presidente» e aver ricordato con commozione la figura di Alessandro Ambrosi, «la cui autorevolezza, visione e lungimiranza hanno assicurato alla Camera di Commercio di Bari un percorso di crescita e di sviluppo, ma anche un rinnovato posizionamento istituzionale», la Di Bisceglie si è soffermata sugli indirizzi politico/ amministrativi del suo mandato, in continuità con quanto fatto dall'ente durante la presidenza di Ambrosi. E dunque «Innovazione, giovani e formazione, digitalizzazione e sostenibilità, finanziamento alle imprese, parità di genere, dialogo con le altre istituzioni ed enti del territorio, temi e indirizzi a lui molto cari che tutti noi abbiamo il dovere di portare avanti auspicando i risultati attesi, affinché la Camera di commercio di Bari si confermi sempre di più interfaccia fra le imprese, le pubbliche amministrazioni e gli enti locali».

La neo eletta presidente ha invitato i componenti del Consiglio a farsi portatrici e portatori nell'assemblea di tutte le istanze attraverso un ruolo pro-attivo, «siamo tutte tessere di un puzzle che altrimenti non può completarsi, offrendo una visione di insieme», e ha espresso la necessità che la Camera di commercio di Bari dimostri maggiore attenzione alla rappresentatività e al lavoro femminile: «La mia elezione è un traguardo importante, di cui vi ringrazio molto, ma c'è ancora tanto da fare per recuperare il distacco delle opportunità offerte alle donne. Fin quando il lavoro continuerà a essere considerato solo in chiave di performance economica e non invece con altri criteri, e cioè qualitativi, valoriali, relazionali, sociali, la relazione fra il lavoro e il processo vitale non potrà acquisire un altro punto di vista, invece importantissimo, per interrompere la crisi demografica che è anche un grande problema economico, una seria ipoteca sul nostro futuro», ha concluso.

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Donne in attivo, quanto costa saper negoziare? IV webinar del progetto di educazione finanziaria ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3054C3S2/Donne-in-attivo--quanto-costa-saper-negoziare--IV-webinar-del-progetto-di-educazione-finanziaria.htm Tue, 01 Aug 2023 16:08:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3054C3S2/Donne-in-attivo--quanto-costa-saper-negoziare--IV-webinar-del-progetto-di-educazione-finanziaria.htm IV Webinar - Ben-essere: quanto conta saper negoziare?

27/09/2023 ore 14.30 - 16.30

Il webinar propone gli strumenti base della negoziazione in ambito lavorativo, con una riflessione sull’aspetto strettamente finanziario, relazionale e reputazionale. Verranno illustrate le tecniche più diffuse di #negoziazione, anche con la testimonianza di una imprenditrice. Un focus speciale sarà dedicato alle ric ]]> IV Webinar - Ben-essere: quanto conta saper negoziare?

27/09/2023 ore 14.30 - 16.30

Il webinar propone gli strumenti base della negoziazione in ambito lavorativo, con una riflessione sull’aspetto strettamente finanziario, relazionale e reputazionale. Verranno illustrate le tecniche più diffuse di #negoziazione, anche con la testimonianza di una imprenditrice. Un focus speciale sarà dedicato alle ricerche sui nostri atteggiamenti ambivalenti verso il denaro che, specialmente tra le donne, a volte rendono difficile il “farsi valere”. Il webinar si chiude con un intervento sul #NuovoServizioImpresa (SNI), piattaforma delle Camere di commercio anche per le
donne che vogliono intraprendere.
Programma
Iscriviti


Il progetto è finanziato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, realizzato da Unioncamere con la collaborazione del Comitato per l'educazione finanziaria
Partner tecnici: Innexta e #SiCamera
Per info: info@donneinattivo.it

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Certificazione Parità di genere: sul sito di Unioncamere l'Avviso per la creazione di un elenco di esperti per accompagnare le PMI alla certificazione ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3053C3S2/Certificazione-Parita-di-genere--sul-sito-di-Unioncamere-l-Avviso-per-la-creazione-di-un-elenco-di-esperti-per-accompagnare-le-PMI-alla-certificazione.htm Sun, 30 Jul 2023 09:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3053C3S2/Certificazione-Parita-di-genere--sul-sito-di-Unioncamere-l-Avviso-per-la-creazione-di-un-elenco-di-esperti-per-accompagnare-le-PMI-alla-certificazione.htm Unioncamere informa che è stato pubblicato sul proprio sito un Avviso finalizzato alla costituzione di un elenco di esperti per attività di assistenza tecnico-consulenziale alle PMI sulla prassi di riferimento UNI/Pdr 125:2022 per il raggiungimento della certificazione della parità di genere prevista dal PNRR a valere sulle risorse del Next Generation EU.

Gli esperti selezionati avranno il compito di supporta ]]> Unioncamere informa che è stato pubblicato sul proprio sito un Avviso finalizzato alla costituzione di un elenco di esperti per attività di assistenza tecnico-consulenziale alle PMI sulla prassi di riferimento UNI/Pdr 125:2022 per il raggiungimento della certificazione della parità di genere prevista dal PNRR a valere sulle risorse del Next Generation EU.

Gli esperti selezionati avranno il compito di supportare le imprese nel percorso di certificazione fornendo servizi di assistenza tecnica e accompagnamento.

Per poter essere inseriti nell’Elenco, i candidati devono essere titolari di partita Iva; devono inoltre possedere, alla data di presentazione della candidature, un mix delle seguenti capacità: competenza sui Sistemi di Gestione per la Qualità (SGQ); competenze o esperienze documentabili in tema di parità di genere; competenza teorica e pratica sulla UNI/PdR 125:2022; competenza ed esperienza documentata sulla norma UNI ISO 30415:2021; competenza ed esperienza documentata sulla norma SA 8000 e/o sulla PAS 24000; competenza ed esperienza documentata in materia di diritto del lavoro; qualifica di Auditor/Lead Auditor di Sistemi di Gestione per la Parità di Genere – UNI PdR 125:2022; devono, infine, aver operato per conto di enti di certificazione accreditati in qualità di auditor esperto per la parità di genere.

Le domande d’iscrizione all’elenco dovranno essere inviate entro e non oltre il giorno di chiusura dei termini di presentazione previsti dalle finestre temporali indicate, ovvero entro il 4 settembre 2023 per la prima finestra temporale, e dal 15 gennaio al 5 febbraio 2024 per la seconda finestra temporale.

L’elenco sarà pubblicato sul sito di Unioncamere, che è soggetto attuatore dell’iniziativa in virtù dell’Accordo stipulato tra Unioncamere ed il Dipartimento delle Pari Opportunità - Presidenza del Consiglio dei Ministri, ai sensi dell’art. 15 della Legge 241 del 1990, il 15 settembre 2022. 

Ulteriori dettagli nell'Avviso e nella documentazione a corredo.

Allegati
AVVISO
Allegato A Facsimile Modello di candidatura
Allegato B Dichiarazione sui servizi resi alla singola PMI

 

 

 

 

 

 

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Ferrara - Ravenna: raccolta fondi per le imprese femminili colpite dall'alluvione di maggio ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3052C3S2/Ferrara---Ravenna--raccolta-fondi-per-le-imprese-femminili-colpite-dall-alluvione-di-maggio.htm Fri, 21 Jul 2023 16:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3052C3S2/Ferrara---Ravenna--raccolta-fondi-per-le-imprese-femminili-colpite-dall-alluvione-di-maggio.htm Pronta la rete di sostegno dei Comitati Imprenditoria Femminile per le imprese guidate da donne che hanno subito danni a seguito degli eventi alluvionali dello scorso maggio. In particolare il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna ha attivato un conto corrente bancario dedicato alla raccolta fondi per la ripartenza delle imprese coinvolte. Per contribuire: “Aiuto alle imprese femminili colpite ]]> Pronta la rete di sostegno dei Comitati Imprenditoria Femminile per le imprese guidate da donne che hanno subito danni a seguito degli eventi alluvionali dello scorso maggio. In particolare il Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna ha attivato un conto corrente bancario dedicato alla raccolta fondi per la ripartenza delle imprese coinvolte. Per contribuire: “Aiuto alle imprese femminili colpite dall’alluvione di maggio 23” - Iban IT55E0854213103000000732223.

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Sassari - Imprenditoria femminile, laboratori di formazione gratuiti ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3051C3S2/-Sassari---Imprenditoria-femminile--laboratori-di-formazione-gratuiti.htm Thu, 20 Jul 2023 10:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3051C3S2/-Sassari---Imprenditoria-femminile--laboratori-di-formazione-gratuiti.htm Ripartono in autunno i laboratori gratuiti organizzati dalla Camera di commercio di Sassari per la formazione delle imprenditrici e aspiranti imprenditrici.

Le candidature per partecipare ai laboratori resteranno aperte fino al 20 settembre 2023: le domande dovranno essere inviate tramite la compilazione dei moduli on-line presenti sul sito internet della Camera di commercio di Sassari.

A partire dal m ]]> Ripartono in autunno i laboratori gratuiti organizzati dalla Camera di commercio di Sassari per la formazione delle imprenditrici e aspiranti imprenditrici.

Le candidature per partecipare ai laboratori resteranno aperte fino al 20 settembre 2023: le domande dovranno essere inviate tramite la compilazione dei moduli on-line presenti sul sito internet della Camera di commercio di Sassari.

A partire dal mese di ottobre 2023, verranno attivati, previo il raggiungimento di un numero congruo di adesioni, tre laboratori:

  • Comunicazione e Strategie di vendita
  • Project management
  • Time management e Problem solving

L’attività didattica si svolgerà a partire da ottobre 2023. Ciascun laboratorio avrà una durata complessiva pari a 20 ore, suddivise in 4 incontri da 5 ore ciascuno. Il calendario definitivo sarà diffuso contestualmente alla comunicazione di ammissione al laboratorio scelto.

Per la selezione delle partecipanti si terrà conto dell’ordine cronologico di arrivo delle domande, in quanto l’accesso ai laboratori è limitato.

Per ciascun laboratorio il limite delle partecipanti è così definito:

  • Laboratorio di Comunicazione e Strategie di vendita: rivolto a massimo 30 partecipanti
  • Laboratorio di Project management: rivolto a massimo 10 partecipanti
  • Laboratorio di Time management e Problem solving: rivolto a massimo 10 partecipanti

Maggiori info

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Lecce - Floriana Dell'Orco presidente Comitato Imprenditoria Femminile ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3050C3S2/Lecce---Floriana-Dell-Orco-presidente-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Wed, 19 Jul 2023 09:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3050C3S2/Lecce---Floriana-Dell-Orco-presidente-Comitato-Imprenditoria-Femminile.htm Il 17 luglio 2023, nella sede della Camera di Commercio di Lecce, si è insediato il Comitato per l’Imprenditoria femminile (CIF), rinnovato dalla Giunta camerale per il triennio 2023 – 2025. Il CIF leccese fa parte della rete dei Comitati Italiani per l’Imprenditoria Femminile, che nasce nel 1999 da un protocollo d'intesa tra l’allora Ministero dello Sviluppo Economico, la Presidenza del Consiglio dei Mini ]]> Il 17 luglio 2023, nella sede della Camera di Commercio di Lecce, si è insediato il Comitato per l’Imprenditoria femminile (CIF), rinnovato dalla Giunta camerale per il triennio 2023 – 2025. Il CIF leccese fa parte della rete dei Comitati Italiani per l’Imprenditoria Femminile, che nasce nel 1999 da un protocollo d'intesa tra l’allora Ministero dello Sviluppo Economico, la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento delle Pari opportunità) e Unioncamere, con l'obiettivo prioritario di promuovere e sostenere la nascita ed il consolidamento dell’imprenditoria femminile, contribuendo alla crescita e all'aumento di competitività dei sistemi produttivi locali dei rispettivi territori di riferimento.
Le componenti del nuovo CIF, in rappresentanza dei diversi settori produttivi, sono: - Serena Schipa e Benedetta Fatano per il settore Commercio; - Emanuela D’Aversa e Pamela Pascuzzo per il settore Turismo; - Emanuela Longo e Maria Giovanna Tarantini per il settore Agricoltura; - Floriana Dell’Orco, Daniela D’Errico, Roberta Apos, Rossana Tempesta e Maria Luciana Dell’Anna per il settore Artigianato; - Elena Greco e Giuseppina Gerardi per il settore Industria; - Simonetta Corlianò e Simona De Lumè per il settore dei Servizi; - Cosima Cucugliato per il settore del Credito; - Fabiana Signore, Valentina Fragassi e Ada Chirizzi per le Organizzazioni sindacali.
Ha aperto la seduta di insediamento il Presidente della Camera di Commercio, Mario Vadrucci, che ha portato alle Componenti il saluto del Consiglio e della Giunta camerale, rimarcando la rilevanza del ruolo del CIF chiamato ad operare per la promozione, nel Salento, dell’imprenditoria femminile e delle pari opportunità; le Componenti, poi, all’unanimità e per acclamazione, hanno eletto la dr.ssa Floriana Dell’Orco quale Presidente del CIF per il trienno 2023 – 2025.

(Fonte: Galatina.it)

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Padova - Bando concorso 'Vino, donne e canto' ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3049C3S2/Padova---Bando-concorso--Vino--donne-e-canto-.htm Wed, 19 Jul 2023 08:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3049C3S2/Padova---Bando-concorso--Vino--donne-e-canto-.htm Decolla la seconda edizione del concorso “Vino, Donne e Canto” indetto dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Padova per valorizzare progetti di comunicazione e marketing che saranno realizzati da imprese di produzione vitivinicola a conduzione femminile della provincia di Padova. Verranno selezionati tre  progetti di comunicazione innovativa proposti dalle imprese, scadenza delle domande ]]> Decolla la seconda edizione del concorso “Vino, Donne e Canto” indetto dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Padova per valorizzare progetti di comunicazione e marketing che saranno realizzati da imprese di produzione vitivinicola a conduzione femminile della provincia di Padova. Verranno selezionati tre  progetti di comunicazione innovativa proposti dalle imprese, scadenza delle domande entro il 22 settembre.

La Camera di commercio premierà con un importo decrescente le tre proposte classificate in prima, seconda e terza posizione (rispettivamente €. 5.000, € 3.000 e € 2.000 lordi), a supporto della realizzazione dei progetti proposti e selezionati che dovranno poi essere realizzati.

Tempi
II progetto si articolerà in tre fasi.
Entro ottobre 2023 verrà realizzato il concorso e si concluderà con la cerimonia di premiazione e la proclamazione dei vincitori.

Dopo la premiazione ed entro marzo 2024, le aziende dovranno realizzare i progetti proposti, i cui risultati saranno presentati nell’ambito di uno stand collettivo alla fiera Vinitaly Verona 2024.

Soggetti ammessi a partecipare
Il concorso è rivolto a imprese femminili con sede legale o operativa in provincia di Padova, regolarmente iscritte al Registro delle imprese, attive nella produzione di vini DOC, DOCG Colli Euganei, Bagnoli, Merlara, Corti Benedettine o Riviera del Brenta o IGT Veneto/delle Venezie.

Documentazione richiesta
Le partecipanti dovranno presentare:

la domanda di partecipazione, utilizzando il modulo predisposto, debitamente sottoscritta digitalmente dal/la legale rappresentante dell’impresa proponente; una relazione descrittiva della proposta.
La partecipazione al concorso implica da parte dei concorrenti l’accettazione incondizionata di tutte le norme previste dal presente bando e della modulistica predisposta.

La documentazione richiesta va trasmessa via PEC all’indirizzo promozione@pd.legalmail.camcom.it entro il 22.09.2023.

Bando e i documenti allegati

 

 

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Treviso - "L'innovazione è donna": il Comitato premia l'imprenditoria femminile 2023 ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3048C3S2/Treviso----L-innovazione-e-donna---il-Comitato-premia-l-imprenditoria-femminile-2023.htm Thu, 13 Jul 2023 15:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3048C3S2/Treviso----L-innovazione-e-donna---il-Comitato-premia-l-imprenditoria-femminile-2023.htm “L’innovazione è donna” è il premio istituito dal Comitato dell’imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti.

Un premio di 15mila euro del valore di 3mila euro per ciascuna azienda premiata, a favore di cinque imprese femminili con sede a Treviso o a Belluno. Il bando è alla sua VI edizione. Sono state premiate le aziende che si sono distinte in ]]> “L’innovazione è donna” è il premio istituito dal Comitato dell’imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti.

Un premio di 15mila euro del valore di 3mila euro per ciascuna azienda premiata, a favore di cinque imprese femminili con sede a Treviso o a Belluno. Il bando è alla sua VI edizione. Sono state premiate le aziende che si sono distinte in percorsi di innovazione nella propria azienda, per dare concretezza al valore della sostenibilità, apportando processi di cambiamento positivo in uno o più settori aziendali nei macro ambiti della “sostenibilità” Sociale, Ambientale e di Governance.

“Innovazione e Sostenibilità, un connubio perfetto per la donna imprenditrice, che sa innovare sia per necessità che per passione e guarda alla sostenibilità per natura – evidenzia Barbara Barbon – presidente del Comitato Imprenditoria femminile-. Ne sono un esempio concreto le aziende premiate orgogliosamente, oggi, dal Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Treviso e Belluno che da anni persegue la mission di promuovere, infondere fiducia nel fare impresa femminile e mette a disposizione risorse finanziarie, sostegno concreto per le aziende. A loro va il nostro elogio e il nostro ringraziamento, per essere “portatrici” di competenze e sensibilità preziose per il mondo del lavoro e per la nostra società”.

“Al 31 dicembre 2022 si contano in provincia di Treviso 16.172 imprese femminili, che rappresentano il 20,3% del totale femminili attive nella Marca – commenta il presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno |Dolomiti Mario Pozza -. In esse trovano impiego oltre 43 mila addetti (il 13,3% degli addetti d’impresa complessivi provinciali). Rispetto a dicembre 2021 le imprese femminili sono aumentate di +151 unità, che si aggiungono alle +123 contabilizzate nell’analogo periodo dello scorso anno. Per quanto riguarda Belluno al 31 dicembre 2022 si contano 2.900 imprese femminili, che rappresentano il 21,1% del totale imprese bellunesi attive, per quasi 8 mila addetti (12,7% degli addetti d’impresa provinciali complessivi). Però rispetto allo scorso anno, le imprese femminili scendono di -34 unità. I dati dimostrano la realtà del fare impresa femminile e oggi premiamo i risultati delle sfide affrontate per seguire passioni e sogni  tramutati in successi. Grazie alle imprenditrici, alle donne che dirigono e amministrano, si evidenzia la differenza nell’impresa, nelle università, nelle Istituzioni e nelle comunità”.

Ma la donna non è statistiche di ruoli, opera ovunque e ovunque porta nuova linfa alla nostra economia e valore per il Made in Italy. Un atteggiamento assolutamente in linea con gli orientamenti di un’economia innovativa, ma sostenibile e di sostegno per le figure più fragili e di protezione della natura e dei suoi delicati equilibri. Per questo, come Camera di Commercio ritengo importante evidenziare e promuovere queste nuove idee d’impresa. I successi dell’imprenditoria femminile sono un esempio di come l’Italia possa essere un paese di eccellenza e di innovazione, anche oltre i consueti standard. Che questo premio e l’impegno economico in cui investe la Camera di Commercio, sia stimolo e incoraggiamento anche per altre imprese al femminile.

Alla cerimonia di premiazione ha portato i saluti e l’esperienza imprenditoriale Raffaella Da Ros, presidente della cooperativa sociale Insieme Si Può che da quarant’anni persegue la finalità di sostenere le donne, promuovendone la piena realizzazione individuale attraverso l’occupazione.

“Un plauso alle cinque imprese vincitrici poiché, attraverso il profilo delle donne che ne sono alla guida e della componente femminile che vi opera, rappresentano la migliore testimonianza e il più forte incoraggiamento a tutte le donne che si misurano con il mondo del lavoro. L’obiettivo che dobbiamo perseguire è quello di creare un terreno fertile, affinché tutte le lavoratrici trovino lo stimolo a coltivare il loro progetto professionale e vita, mettendo a frutto le loro capacità e talenti per realizzarsi, contribuendo con tenacia e determinazione a costruire un cambiamento sociale virtuoso, positivo, inclusivo e particolarmente attento alla sostenibilità in tutte le sue declinazioni. Questi aspetti rappresentano fattori di innovazione, competitività e crescita, non solo per le aziende ma anche per il nostro Paese” -dichiara Raffaella Da Ros, presidente della cooperativa sociale Insieme Si Può.

Il Premio” L’innovazione è donna” va alle aziende:

NINA KAKAW S.R.L. SOCIAL ENTERPRISE – Belluno, LA CASA DI MAIA DI CENTELEGHE MICHELA – Pedavena (BL), BONAIR MISURINA SRLS – Auronzo di Cadore (BL), IDEA SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE – Treviso, LIBRERIA CHIODO FISSO SRLS – San Vendemiano.

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Imprenditoria femminile - "Parita' di genere: perché la certificazione" Seminario promosso da Azienda speciale Informare, Dipartimento Pari opportunita' PCDM - Italia domani e Unioncamere ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3047C3S2/Imprenditoria-femminile----Parita--di-genere--perche-la-certificazione--Seminario-promosso-da-Azienda-speciale-Informare--Dipartimento-Pari-opportunita--PCDM---Italia-domani-e-Unioncamere.htm Thu, 13 Jul 2023 01:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3047C3S2/Imprenditoria-femminile----Parita--di-genere--perche-la-certificazione--Seminario-promosso-da-Azienda-speciale-Informare--Dipartimento-Pari-opportunita--PCDM---Italia-domani-e-Unioncamere.htm 11/07/2023 - In mattinata, presso la sede camerale di Frosinone, il seminario informativo "Parità di genere: perché la certificazione"  La Camera di commercio al fianco delle donne per ridurre il divario di genere promuovendo una maggiore presenza delle donne nel mercato del lavoro, che si è svolto  presso la sede frusinate della Camera di Commercio Frosinone Latina.

Un evento organizzato ]]> 11/07/2023 - In mattinata, presso la sede camerale di Frosinone, il seminario informativo "Parità di genere: perché la certificazione"  La Camera di commercio al fianco delle donne per ridurre il divario di genere promuovendo una maggiore presenza delle donne nel mercato del lavoro, che si è svolto  presso la sede frusinate della Camera di Commercio Frosinone Latina.

Un evento organizzato dall’Azienda Speciale Informare, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento per la Pari Opportunità – Italiadomani e Unioncamere.

Il Sistema di certificazione della parità di genere rientra nella Missione 5, Componente 1 “Politiche attive del lavoro e sostegno all’occupazione” del PNRR (Investimento 1.3), che mira a promuovere una maggiore presenza delle donne nel mercato del lavoro, per migliorare la coesione sociale e territoriale e per la crescita economica del Paese. Un Sistema volto ad incentivare le imprese nell’adozione di policy adeguate a ridurre il gender gap ed il gender pay gap.

A fare gli onori di casa il Presidente di SiCamera e Camera di Commercio Frosinone Latina, Giovanni Acampora: “Quella che oggi presentiamo è un’azione promossa e voluta dall’intero sistema camerale Un’azione che è stata messa in campo perché le evidenze dimostrano l’urgenza di intervenire per cambiare passo. I recenti dati pubblicati dai principali osservatori socio-economici (Banca d’Italia, Istat, Open polis) riportano l’attenzione sulla disparità salariale, sul gap di partecipazione delle donne alla vita politica, sulla bassa presenza delle donne nel mercato del lavoro.

Riconoscere il giusto ruolo economico e sociale alle donne è un fattore chiave per la crescita del nostro Paese: l’Istituto Europeo per la Parità di Genere (EIGE) stima che una maggiore uguaglianza di genere per l’Italia può portare ad un incremento di circa il 12% del PIL entro il 2050. Il percorso per l’equità di genere impone di affrontare un cambiamento, prima di tutto culturale, di cui abbiamo bisogno per superare i ritardi rispetto ai nostri competitor. Non a caso, l’Italia si colloca al 79° posto (su 146 Paesi) nella graduatoria riferita al divario di genere che annualmente pubblica il World Economic Forum (Global Gender Gap 2023 -pubblicato il 20 giugno
scorso) e ha perso 13 posizioni rispetto all’anno precedente.
Lo stesso studio segnala che, al ritmo attuale, la parità di genere nel mondo sarà raggiunta non prima del 2154: ci vorranno 131 anni. Appare evidente, dunque, che il tema della parità di genere sia una sfida che dobbiamo affrontare insieme sin da subito per far
crescere il nostro Paese e i nostri territori”.

Ad approfondire il tema della certificazione e della promozione della parità di genere, Gianluca Puliga, Dirigente Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Pari Opportunità: “Siamo davanti ad una necessaria riforma culturale del nostro Paese. L’idea della certificazione della parità di genere nasce ancor prima dell’avvio del Pnrr ma grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza siamo riusciti ad attivarla rendendola concreta. Parliamo di una certificazione che mira a ridurre il divario di genere in tutte quelle aree maggiormente a rischio sul mercato del lavoro. Si è deciso di introdurre questo sistema su base volontaria e non  obbli-gatoria, mirando ad incentivare le imprese ad adottare policy per ridurre il divario di genere con un rilevante sistema di agevolazioni e contributi”.

Un focus sull’impegno del sistema camerale per la parità di genere è stato poi proposto da Tiziana Pompei, Vice Segretario Unionca-mere e Direttore generale Si.Camera: “Quello che oggi presentiamo è un progetto innovativo guardato con attenzione a livello europeo. Parliamo di una concreta opportunità di crescita delle aziende, poiché la parità è essa stessa un valore che genera crescita. Se si incentiva il lavoro delle donne, come mostrano i dati dei quali disponiamo, si arriva ad un reale sviluppo. Gli stessi dati parlano, però, di una distanza culturale da parte delle imprese verso queste tematiche. Ed è proprio su questo che dobbiamo lavorare, su
un cambio di passo culturale. L’impresa certificata, inoltre, è più affidabile e competitiva e questo può essere un vantaggio per le PMI stesse, anche in tema di accesso al credito. Dove c’è presenza equilibrata di uomini e donne le performance migliorano, per centrare questi obiettivi siamo al lavoro come sistema camerale al fianco delle imprese”.

Il sistema di certificazione della parità di genere e la struttura degli incentivi nazionali sono stati illustrati da Antonio Romeo, Diret-tore Dintec: “Gli ultimi dati ISTAT mettono in luce quello che è il gender gap da un punto di vista occupazionale e retributivo. Per questo è stato necessario seguire una prassi di riferimento per raggiungere la certificazione della parità. Una prassi che ha un approccio modulare in relazione agli indicatori richiesti alle imprese, in base alla categoria di grandezza alla quale appartengono. Uno strumento che così non diventa complesso, in particolar modo per le PMII. E questo è fondamentale per agevolare tutte le aziende
ad aderire al sistema di certificazione della parità di genere, così come lo è il sostegno economico per il rilascio della certificazione stessa”.

La certificazione accreditata a fronte della UNI/PdR 125:2022 è stata illustrata da Gianluca Di Giulio, Responsabile Relazioni istitu-zionali e esterne Accredia: “Con la Certificazione della Parità di Genere secondo la UNI/PdR 125:2022 le aziende sono ora in grado di definire i temi da trattare per supportare l’empowerment femminile all’interno dei percorsi di crescita aziendale e nello stesso tempo evitare stereotipi, discriminazioni e ri-orientare la cultura aziendale in modo che possa essere sempre più inclusiva e rispettosa delle competenze femminili”.

Del legame tra certificazione di parità di genere e finanza ha parlato Paola Di Pietro, Consulente patrimoniale: “I 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Ue toccano molto la tematica della parità di genere. La certificazione non è un’imposizione per le aziende ma un volerle guidare verso un cambiamento che porterà ad uno sviluppo culturale, sociale ed economico. Un’azienda certificata è più appetibile e finanziariamente ritenuta più solida. Questo comporta un accesso al credito facilitato, in particolare modo per le PMI”.

A riportare la testimonianza delle imprese già certificate è stato Daniele Del Monaco, Presidente di Parsifal, Consorzio di Cooperative Sociali, primo certificato in provincia di Frosinone: “La prova di quanto sia significativa la certificazione è qui con noi oggi. Ed è Annalisa Casino, Presidente della Cooperativa laziale Eticae – Stewardship in Action e Presidente della Commissione Pari Opportunità di Legacoop Nazionale che ha seguito da vicino il percorso di certificazione del Consorzio Parsifal. La prova dei dati illustrati fin qui, che parlano di crescita esponenziale a seguito della certificazione, sta nel fatto che quello che 25 anni fa era nato come Consorzio tra le province di Frosinone e Latina, oggi ha natura interregionale e si sta aprendo al nazionale.

La vera crescita è data dal saper vedere la “diversità” come ricchezza”. Ad illustrare le attività per la promozione di una cultura non stereotipata portate avanti dal Consorzio è stata proprio la Casino.

Un dibattito, moderato dalla giornalista Giulia Abbruzzese, che ha toccato tutti i temi salienti legati alla certificazione della parità di genere. Perché, come ha affermato il Presidente Acampora in conclusione dei lavori: “Le imprese certificate sono portatrici sane di un modo diverso di fare impresa”.

L’obiettivo dell’Italia è la certificazione di almeno 800 imprese (di cui almeno 450 PMI) – entro il secondo trimestre 2026 e per fare questo sono stati previsti dei contributi a copertura dei costi della certificazione. L’impegno del sistema camerale resta, però, fondamentale per accompagnare le imprese in questo percorso. A settembre l’evento verrà replicato a Latina e, con l’occasione, verrà presentato il bando con le ‘istruzioni pratiche’ per la presentazione della domanda da parte di tutte le imprese interessate.

(Fonte: italiannetwork.it)

]]> redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Parità, Pompei (Unioncamere): progetto certificazione Pmi (Il Sole 24 Ore) ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3046C3S2/Parita--Pompei--Unioncamere---progetto-certificazione-Pmi--Il-Sole-24-Ore-.htm Thu, 13 Jul 2023 00:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3046C3S2/Parita--Pompei--Unioncamere---progetto-certificazione-Pmi--Il-Sole-24-Ore-.htm "L'impegno del sistema camerale per la parità di genere va indietro nel tempo. Le Camere di Commercio da sempre si occupano di questi temi sia attraverso i comitati per l'imprenditoria femminile sia con l'impegno specifico di Unioncamere. In particolare adesso siamo titolari di un progetto del Pnrr nel Dipartimento per le Pari Opportunità sulla certificazione della parità di genere. E stiamo mettendo in ]]> "L'impegno del sistema camerale per la parità di genere va indietro nel tempo. Le Camere di Commercio da sempre si occupano di questi temi sia attraverso i comitati per l'imprenditoria femminile sia con l'impegno specifico di Unioncamere. In particolare adesso siamo titolari di un progetto del Pnrr nel Dipartimento per le Pari Opportunità sulla certificazione della parità di genere. E stiamo mettendo in campo una serie di iniziative per raggiungere gli obiettivi e cioè certificare almeno 450 Pmi ed accompagnarne più di mille alla certificazione. Quindi attività di consulenza, di supporto ma anche di sostegno economico alla certificazione. Un progetto davvero innovativo che ha come obiettivo andare anche verso l'aumento dell'occupazione femminile, sostenendo le donne, le imprese e i cittadini in generale".

Lo ha affermato Tiziana Pompei, Vice Segretario Unioncamere e Direttore Generale Si.Camera, in occasione del convegno "Parità di genere: perchè la certificazione ?", nella sede della Camera di Commercio di Frosinone Latina a Frosinone.

 

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )
<![CDATA[ Salerno - Premio Venere d'oro: riconoscimento per imprese femminili. Adesioni prorogate al 30 ottobre ]]> https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3044C3S2/Salerno---Premio-Venere-d-oro--riconoscimento-per-imprese-femminili--Adesioni-prorogate-al-30-ottobre.htm Wed, 12 Jul 2023 16:07:00 GMT Rss https://www.imprenditoriafemminile.camcom.it/P42A3044C3S2/Salerno---Premio-Venere-d-oro--riconoscimento-per-imprese-femminili--Adesioni-prorogate-al-30-ottobre.htm Il  Comitato per  l’Imprenditoria  Femminile  della  Camera  di commercio  di  Salerno promuove la XI Edizione del premio “Venere d’Oro” da assegnare ad imprese femminili della provincia di Salerno che si siano distinte per almeno uno dei seguenti motivi:
a) aver favorito la crescita dell’occupazione femminile;
b) aver realizzato un’idea imp ]]>
Il  Comitato per  l’Imprenditoria  Femminile  della  Camera  di commercio  di  Salerno promuove la XI Edizione del premio “Venere d’Oro” da assegnare ad imprese femminili della provincia di Salerno che si siano distinte per almeno uno dei seguenti motivi:
a) aver favorito la crescita dell’occupazione femminile;
b) aver realizzato un’idea imprenditoriale innovativa dal punto di vista organizzativo e/o tecnico produttivo;
c) aver svolto attività di ricerca funzionale allo sviluppo della propria realtà aziendale;
d) aver compiuto azioni particolarmente rilevanti per l’internazionalizzazione;
e) aver adottato strumenti di conciliazione dei tempi lavoro/famiglia.

Il concorso ha lo scopo di diffondere la cultura d’impresa tra le donne e valorizzare l’imprenditoria femminile.

Possono accedere alla selezione per l’assegnazione del premio le imprese femminili con sede legale e unità operativa iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Salerno.

Domande entro il 15 settembre 2023. 30 ottobre 2023!

BANDO

MODULO ADESIONE

CURRICULUM AZIENDALE
 

]]>
redazione@imprenditoriafemminile.camcom.it ( Redazione imprenditoriafemminile.camcom.it )